Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » dom dic 08, 2019 8:41 pm

gimpo ha scritto:A casa non serve affatto una super-potenza, a meno che uno non faccia il tassista o cose simili e gli serva l'auto al 100% completamente carica e sempre disponibile.
P.S.
Una tesla Model 3 ha la batteria da 50 Kwh e ci fai 400 chilomentri (dati dichiarati). Anche se fossero 320/330 Km quelli "reali", con 10 ore di ricarica a 1500 Watt ci fai circa 1/3 di quel chilometraggio in città. Ovvero 100 chilometri o più.
Ma voi la mattina per andare a lavorare fate un tragitto di 100 chilometri ogni giorno???
(Mannaggia, ho dato un indizio a Olfra...)


Grazie per il prezioso suggerimento :asd: non ci avevo pensato! ... ora il mondo e le cose mi sono improvvisamente piu' semplici e chiare :asd: :asd:

Ti dimentichi che il pattern di ricarica e' fondamentale per vedere le durate che avevo postato piu' sopra, ovvero max 90% , micro sessioni di ricarica ed evitare di portare la batterie troppo a bassi livelli.

Statisticamente inoltre avendo piu' picco a disposizione, rende il carico meno presente sulla rete in un dato momento nell'uso concorrente, evitando un fenomeno di sincrono nel caso delle basse potenze quando tutti sono poi attaccati (con alte potenze, il carico sulla rete viene disimpegnato anche prima per una determinata energia richiesta, e permetti un maggiore uso dello scheduling, vedi smart grid di cui si era parlato sempre qui mi pare e comunque basta un minimo di queuing theory / OR a giustificazione di un ridotto time slot di ricarica per abilitare scenari di smart grid......).

poi... piu' prosaicamente ho provato a piu' riprese la model 3 , conosco una paio che l'hanno e ti dimentichi anche che il proprietario medio di una elettrica di buon livello inorridirebbe a 1,5 kw... il minimo ha un 11kw ... ritenuto il minimo sindacale per avere buona flessibilita' di ricarica su una full electric di livello...

se per quello poi puoi caricarla anche con 1kw...
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » dom dic 08, 2019 8:43 pm

ilmitico ha scritto:...di autorimesse soggette al controllo dei Vigili del Fuoco.

... mi dicono che si dovrà prevedere una compartimentazione dell'area dove avverranno le ricariche e l'installazione di un
impianto di spegnimento automatico.

Insomma...molto peggio della benzina... :asd:

Io credo che lo spegnimento automatico sui CC del litio non serva a molto...

Magari serve per difendere dall'innesco le parti della struttura e degli arredi..
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39357
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » dom dic 08, 2019 8:52 pm

Ricordo a tutti che, fino al 31 dicembre 2021, è possibile detrarre il 50% di quanto speso per l'istallazione della wallbox, fino ad un massimo di 1500€, e per impianti che non superino i 7kw
ilmitico ha scritto:CUT

Ti metto il link del portale al quale sono iscritto e che mi aggiorna su queste cose; si può scaricare direttamente la bozza
http://biblus.acca.it/linee-guida-vvff- ... -accumulo/
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15737
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ilmitico » dom dic 08, 2019 9:45 pm

Grazie fabio, tu ti riferisci a questa: http://www.vigilfuoco.it/aspx/download_ ... x?id=27512

Quella di cui mi hanno parlato dovrebbe essere una parente di quest'altra bozza: http://cni-online.it/Attach/DV12896_ALL4.pdf
Calata specificamente sulle autorimesse.

Purtroppo non ne so di più e me ne dispiace ... perchè di autorimesse dove stanno mettendo le colonnine di ricarica cominciano ad essercene un po' e adesso c'è un grosso vuoto normativo.
Avatar utente
ilmitico
Moderatore
 
Messaggi: 16738
Iscritto il: gio dic 07, 2006 9:16 pm
Località: VA
La/le tua/e Moto Guzzi: guzzista esodato, suo malgrado

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ilmitico » dom dic 08, 2019 9:50 pm

Cane ha scritto:Insomma...molto peggio della benzina... :asd:

Io credo che lo spegnimento automatico sui CC del litio non serva a molto...

Magari serve per difendere dall'innesco le parti della struttura e degli arredi..


Secondo le statistiche fatte in anni e anni dai VVF, la stragrande maggioranza degli incendi accidentali (siamo oltre il 70%) è di natura elettrica.
Per cui andare a mettere grandi potenze elettriche in attività dove il rischio incendio è già più alto che da altre parti, fa aggravare questo rischio.

Le procedure di intervento dei VVF per gli incendi su auto elettriche (vedi anche la linea guida del post qui sopra) prevedono di saturare il pacco batterie con dell'acqua (usando delle aperture appositamente predisposte dai costruttori), per cui sicuramente l'acqua può aiutare.

Ovviamente, ammettendo che la linea guida vada a richiedere un impianto di spegnimento ad acqua, richiederà anche la presenza di un impianto di rivelazione incendi che, prima di dare il consenso alla partenza dell'impianto di spegnimento, sganci l'energia elettrica nel compartimento.
Avatar utente
ilmitico
Moderatore
 
Messaggi: 16738
Iscritto il: gio dic 07, 2006 9:16 pm
Località: VA
La/le tua/e Moto Guzzi: guzzista esodato, suo malgrado

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar dic 10, 2019 4:34 pm

(ANSA) - BRUXELLES, 10 DIC - Dal primo gennaio 2020 la Svizzera sarà il primo Paese terzo a collegare con successo il suo sistema di scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra con quello dell'Ue (Ets). Lo comunica il Consiglio Ue in una nota. Si chiude così un processo andato avanti quasi dieci anni, da quando, il 17 dicembre 2010, i Paesi dell'Unione hanno autorizzato la Commissione europea ad avviare i negoziati sull'accordo in questione con la Confederazione svizzera. Le procedure formali per il collegamento sono ora concluse e l'accordo potrà entrare in vigore il primo gennaio 2020.
L'Ets è uno dei principali strumenti per una riduzione efficiente in termini di costi delle emissioni di gas a effetto serra, in particolare quelle delle industrie ad alta intensità energetica e delle centrali elettriche. Si tratta di una delle basi su cui si fonda la politica Ue per contrastare i cambiamenti climatici. È il primo mercato mondiale della CO2 e continua a essere il più esteso.
.............
L'ETS per me è una bella porcata. Permette ai paesi che producono molta CO2 di comprarne una quota dai paesi arretrati, per continuare ad aumentare le emissioni invece di spendere per cercare di ridurle.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » mar dic 10, 2019 7:33 pm

Anche per me la compravendita di quote di emissione è una porcata (vedi FIat che compra le emissioni da Tesla). Ma oggi si fa denaro su tutto ed è quotato tutto.
La logica aberrante dietro questo mercanteggio è come dire: a te pluri-omicida ti vendo le mie quote di cittadino perbene ed incensurato, cosicché puoi andare in giro ed ammazzare un altro paio di persone. :asd:
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2654
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar dic 10, 2019 7:50 pm

gimpo ha scritto:La logica aberrante dietro questo mercanteggio è come dire: a te pluri-omicida ti vendo le mie quote di cittadino perbene ed incensurato, cosicché puoi andare in giro ed ammazzare un altro paio di persone. :asd:

:rollin

Hai ragione, ma il meccanismo della produzione non puo' essere fermato altrimenti potrebbe essere anche peggio...

Il fatto e' che nessuno vuol rinunciare a nulla, comprese auto e moto... ;)
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39357
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar dic 10, 2019 8:09 pm

La questione è più complessa:
https://ec.europa.eu/clima/policies/ets_it
Pare che alla lunga contribuisca a ridurre le emissioni.
(però non si dice se l'eccesso di produzione non compensato implica il pagamento di una multa proporzionale, una specie di carbon tax)
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar dic 10, 2019 9:31 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Pare che alla lunga contribuisca a ridurre le emissioni.

Si arrampicano sugli specchi... :lol

gimpo ha scritto:La logica aberrante dietro questo mercanteggio è come dire: a te pluri-omicida ti vendo le mie quote di cittadino perbene ed incensurato, cosicché puoi andare in giro ed ammazzare un altro paio di persone. :asd:

Pare alla lunga riduca gli omicidi... :lol
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39357
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » mar dic 10, 2019 10:49 pm

gimpo ha scritto:La logica aberrante dietro questo mercanteggio è come dire: a te pluri-omicida ti vendo le mie quote di cittadino perbene ed incensurato, cosicché puoi andare in giro ed ammazzare un altro paio di persone. :asd:

fortuna che la responsabilità penale non può essere delegata.
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15737
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » mar dic 10, 2019 10:58 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:La questione è più complessa: ...


Molti modelli guardano solo ai confini locali...

C'è un modo infatti "semplice" per esportare inquinamento... produrre altrove le parti e consumarle in casa.
Non è che l'inquinamento si ferma ai confini dell'EU... :asd:

Ad esempio se decido di farmi costruire il mio bel bicilindrico da Loncin in cina per poi montarlo in Germania, di fatto l'impatto energetico e sottoprodotti del processo per la parte se lo sono beccati gli altri.
Non è che "fare i froci col culo degli altri" riduce l'inquinamento... è il gioco delle tre carte...

per dare una idea... la "virtuosa" EU vuole abbassare gli obiettivi ... mmm, nel frattempo l'attentissima Cina all'uso delle risorse sale... chissà chi sono i suoi clienti...

Immagine
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » mar dic 10, 2019 11:26 pm

yawn...
io voglio parlare di motooooooooooooooooo
tiè, anche da una Zero si può ricavare una special
Immagine
Immagine
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15737
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar dic 10, 2019 11:41 pm

olfra ha scritto:Immagine


Alla fine pro-capite i cinesi sono quelli che emettono meno... :asd:

Gli indiani "nulla"...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39357
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » mar dic 10, 2019 11:57 pm

fabiolemans1 ha scritto:yawn...
io voglio parlare di motooooooooooooooooo


rilasciati dettagli per il nuovo prototipo kawa elettrico: vanta di ben 100km di autonomia, ricaricabili da presa di casa.
219kg.
10 kW (13 hp) continui o 20 kW (27 hp) picco.

La cosa probabilmente più peculiare è che abbiano rilasciato alla stampa siffatte specifiche.

Però ha le marce!!! :asd:

e dai... non è brutta...

Immagine
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » mer dic 11, 2019 12:30 am

olfra ha scritto:rilasciati dettagli per il nuovo prototipo kawa elettrico: vanta di ben 100km di autonomia, ricaricabili da presa di casa.
219kg.
10 kW (13 hp) continui o 20 kW (27 hp) picco.

praticamente come un 125 4t che pesa quanto un v11.
ma col quale non riesci ad arrivare al passo più vicino prima di rimanere a secco.
tutto ciò è merDaviglioso.
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15737
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » mer dic 11, 2019 12:54 am

Test accelerazione live di una Zero srf

https://youtu.be/YfnKHnP7yv4?t=5
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mer dic 11, 2019 9:04 am

190 Nm, 109 cv, 23k €.
Trovo molto bello quel cruscotto così pulito.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1637
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » mer dic 11, 2019 1:42 pm

fabiolemans1 ha scritto:tutto ciò è merDaviglioso.
-fabio-


Ma tanto. La Ktm se la stra-mangia.

Molto caruccia la Zero sopra. Mi chiedo perché usare una puleggia alla ruota così grande quando è evidente dal pignone come la cinghia possa tenere diametri ben inferiori. Migliorabile dettaglio.
Peccato, come sempre, il peso.
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 6911
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mer dic 11, 2019 11:38 pm

https://www.engadget.com/2019/07/09/zer ... le-review/

Dalle foto sembra che il pignone sia in asse con il fulcro del forcellone, quindi non ci sia nulla per demoltiplicare prima della cinghia: potrebbe spiegare il perché di un rapporto di trasmissione così spinto.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1637
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 125 ospiti