Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

OT - Sul comodino del guzzista

L'unico, autentico, inimitabile....

OT - Sul comodino del guzzista

Messaggioda enrIK0 » lun giu 19, 2006 12:03 am

Visto che ogni tanto saltano fuori i topic musicali (i 10 migliori dischi rock, i 10 migliori pop, il miglio riff, come sarebbe stato senza Cristina D'Avena ecc.), il vostro Iko, preoccupato dell'afflosciarsi delle vostre sinapsi con l'aumentare del caldo, vi sollecita con l'OT letterario:

Cosa legge il buon guzzista in questo momento? Cosa c'è sul vostro comodino, oltre alla raccolta di Tex e Settimana Enigmistica? Subito sopra la scatola di preservativi ancora intonsa (questa vale soprattutto per il Tatuato, che pure non sa leggere)?

Comincio io*:

L'impero di Cindia - Rampini - Ed. Mondadori
Motociclisti - Mauro L. di Giovanni - Ed. Malatempora
Quel pasticciaccio brutto de via Merulana - Carlo Emilio Gadda
Ask The Dust - John Fante
Pinocchio - C. Collodi

Appena terminati:
Il sistema periodico - P. levi
Addio, e grazie per tutto il pesce - Douglas Adams
Rumore Bianco - Don De Lillo

Iko Postalmarket non vale ;)

(*=non leggo molto: è che sono un bulimico da libri...)
Avatar utente
enrIK0
Utente Registrato
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: lun ott 27, 2003 2:17 am

Messaggioda Minatore » lun giu 19, 2006 12:20 am

bel topic:

appena finito:
Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac

da finire:
La fata carabina di Daniel Pennac

da iniziare:
La lunga notte del dottor Galvan sempre di Pennac (non s'è capito che mi piace eh?)

più "fondamenti di Urbanistica"
"fondamenti di Diritto Pubblico ed Urbanistico"
"fondamenti di Analisi I e II"
"Statica e scienza delle costruzioni" "Tecnica delle costruzioni"........... bleah... che nausea... :-(

ovviamente una copia di motoparabolismo o insella o inmoto o due ruote non manca mai... ;)
[size=75][b]Minatore su Piccolina V11 Sport[/b][/size]
[i]...profondamente, amo.[/i]
Avatar utente
Minatore
Utente Registrato
 
Messaggi: 10608
Iscritto il: gio set 08, 2005 5:52 pm
Località: Bologna - Follonica

Messaggioda CinCin » lun giu 19, 2006 12:23 am

ciao IKO ....

sul comodino, o sparpagliati in giro per casa:

Appena terminati:
Provokautore - Rossi - Einaudi
Questa storia - Baricco - Fandango
L'Alchimista - Coelho - Bompiani
(*) Pensa se non ci avessi provato - Rossi - Mondadori
(*) Il ritorno del Signore degli Anelli - Collettivo Autonomo Rumente - Fanucci
Ti prendo e ti porto via - Ammaniti - Picc. bibl. Oscar Mondadori
La luna di carta - Camilleri - Sellerio

Già letto, ma volentieri riletto:
(*) Scritti corsari - Pasolini - Garzanti

adesso:
L'ultimo Catone - Asensi - Sonzogno

in attesa di essere letti:
Timeline - Crichton - Garzanti

in bagno:
Sudoku 9 - AAVV - Nonzero




(*) questi tre in perenne soggiorno sul mio comodino, per ricordarmi sempre di provare a rischiare, di non prendermi mai troppo sul serio, e ricordarmi sempre di guardare al di là delle cose ....
CinCin
Utente Registrato
 
Messaggi: 6334
Iscritto il: dom nov 16, 2003 5:01 pm

Messaggioda CinCin » lun giu 19, 2006 12:25 am

Minatore ha scritto:...
più "fondamenti di Urbanistica"
"fondamenti di Diritto Pubblico ed Urbanistico"
"fondamenti di Analisi I e II"
"Statica e scienza delle costruzioni" "Tecnica delle costruzioni"........... bleah... che nausea... :-(


... ma .. i testi architettonico-laureandico-scolastici valgono? :rolleyes:
CinCin
Utente Registrato
 
Messaggi: 6334
Iscritto il: dom nov 16, 2003 5:01 pm

Messaggioda oblomov » lun giu 19, 2006 12:37 am

Attualmente sul comodino:

- C. Hale, La crociata di Himmler. La spedizione nazista in Tibet nel 1938, Garzanti;

- G. Cocco, Effetto moto. Dinamica e tecnica della motocicletta, Nada;

- J. Fante, Aspetta primavera, Bandini, Einaudi;

- P.K. Dick, La svastica sul sole, Fanucci;

- M. Vázquez Montalbán , Millennio. Vol. 1: Pepe Carvalho sulla via di Kabul.

E ovviamente, livre de chevet: I. Goncarov, Oblomov, Einaudi... :b
Avatar utente
oblomov
Utente Registrato
 
Messaggi: 230
Iscritto il: dom ott 17, 2004 2:19 pm
Località: Oblòmovka

Messaggioda Minatore » lun giu 19, 2006 12:43 am

CinCin ha scritto:
Minatore ha scritto:...
più "fondamenti di Urbanistica"
"fondamenti di Diritto Pubblico ed Urbanistico"
"fondamenti di Analisi I e II"
"Statica e scienza delle costruzioni" "Tecnica delle costruzioni"........... bleah... che nausea... :-(


... ma .. i testi architettonico-laureandico-scolastici valgono? :rolleyes:


ufff.... :b :rollin :lol mi ero dimenticato quello che ho sul comodino a Bologna!

Asimof è il primo libro della saga... non ricordo neanche il titolo... tanto... ho letto 20 pagine e non lo finirò mai! :lol
[size=75][b]Minatore su Piccolina V11 Sport[/b][/size]
[i]...profondamente, amo.[/i]
Avatar utente
Minatore
Utente Registrato
 
Messaggi: 10608
Iscritto il: gio set 08, 2005 5:52 pm
Località: Bologna - Follonica

Messaggioda CinCin » lun giu 19, 2006 12:46 am

certo che non lo puoi finire, in questi giorni ...

:twisted: va' a studiare, va' ... che sennò ti laurei il giorno-del-non-mai ... va' a studiare ... fila !!!!
:lol
CinCin
Utente Registrato
 
Messaggi: 6334
Iscritto il: dom nov 16, 2003 5:01 pm

Messaggioda gazzettiere » lun giu 19, 2006 12:55 am

se le riviste di qualità hanno la rubrica "il sofà delle muse", qui potremo ben permetterci "il sellino delle muse".

dunque, ho appena letto frankenstein.
sorpresa: è completamente diverso da come ce lo hanno tramandato i film.
macché castello in transilvania, macché antro oscuro. macché mostro insensibile dai vocalismi preistorici. macché romanzone gotico di fine ottocento.
si svolge a fine settecento tra la germania, la svizzera, chamonix e il lago di como.
il romanzo ha una struttura a scatole, in cui ciascuno dei personaggi cerca sé stesso.

riassumo in breve.
siamo ai primi dell'800, napoleone ha appena finito la sua avventura ed è appena arrivato a sant'elena.
la giovanissima mary shelley è in vacanza in svizzera con suo marito percy bissey shelley, poeta di altissima levatura, con lord byron (altro poetone) e altri amici eletti.
si sfidano a scrivere il racconto più accapponante possibile. uno scrive del fantasma, l'altro del... eccetera. mary scrive questa storia di frankenstein.

scatola uno, l'odissea alla ricerca del polo.
fine settecento. un ricco e giovane inglese scrive una letera alla sorella in patria. quella che leggiamo è la sua lettera in cui egli racconta questo strano accadumento. oceano glaciale artico, a nord della novaja zemlija. il nostro ricco e giovane inglese cerca di arrivare al polo. noleggia una nave a vela e salpa dalla russia alla ricerca del continente che non c'è. il clipper arriva tra i ghiacci e si ferma. passa in lontanza una slitta, e subito dopo viene trovato sottobordo un tedesco moribondo. viene raccattato, curato. si chiama frankenstein. qualche giorno dopo, rimessosi un po' in sesto, il dottore comincia a raccontare.

scatola due, l'odissea alla ricerca del golem.
fankenstein racconta all'inglese il suo strano accadimento. germania, fine settecento, gli anni in cui werther si addolorava ad amare lotte. lui è uno studente d'università che si dedica - contro il volere dei suoi docenti - agli studi alchemici. nella sua cameruccia di studente crea la vita, rubandola dall'elettricità appena scoperta. frankenstein si accorge che nel dare la vita ha commesso hybris (peccato di superbia contro gli dei) e fugge inorridito, abbandonando il suo bel manzo a sé stesso.
ricomincia la sua vita in svizzera, da ricco mercante, dove conosce una nobile giovinetta lombarda nata sul lago di como (a mandello?). aveva dimenticato la sua creatura, ma esso si ripresenta in lontananza. si cercano e si temono, frankenstein e la sua creatura.
alla fine il creatore e il suo coso si trovano insieme nei ghiacci del monte bianco, lato francese.

scatola tre, l'odissera della ricerca di sé
il coso parla, ha una cultura non banale, una forte sensibilità.
il coso racconta a frankenstein il suo strano accadimento. la sua breve vita, la scoperta della parola e dei sentimenti, il dolore continuo dell'essere scacciato da tutti, i grandi dubbi sull'esistenza.
e chiede: perché mi hai generato? chi sono io? quale il senso della mia vita?
frankenstein gli risponde che lui è un mostro abietto, che si è pentito di averlo creato, che tutto di lui gli ripugna.
il coso dice: mi hai condannato a vivere: almeno fammi vivere con l'amore: sono senza affetti e i miei sentimenti sono frustrati dalla ripugnanza delle persone che mi vedono, e tu pure mio padre creatore mi scacci: ora creami una mostressa con cui possa dividere i miei sentimenti.
frankenstein gli dice: manco per sogno, già una volta ho commesso l'errore e non intendo ripeterlo per creare per di più una mostressa con cui generare una stirpe di mostricini: affaracci tuoi.
il coso: ma come? assumiti la tua responsabilità, io sono carne e sangue e cuore e cervello; mi hai fatto e io non te l'ho chiesto. aiutami oppure, oppure ti colpirò negli affetti più estremi.

fin qui il romanzo era in salita. ora comincia la discesa. frankenstein è assediato dal coso che ogni tanto si presenta per commettere omicidi efferati nella cerchia degli affetti del dottore.
finalmente si sposa con la sua bella comasca, la contessina lavezza, e appena finita la cerimonia sale in camera per raggiungere la sua bella ma... il coso entra dalla finestra e ammazza la lavezza. il dottor frankenstein giura eterna vendetta, e il coso fugge sì, ma facendosi inseguire a bella posta, lasciando tracce continue.
frankenstein peregrina per l'europa dietro al coso per ucciderlo finché non arrivano nei ghiacci artici dove frankenstein, moribondo, viene raccolto dalla spedizione artica. laggiù in lontananza l'orribile creatura non aspetta che la morte di frankenstein.

finito.

strano vero? non te lo saresti mai immaginato in questo modo, il romanzo...

bello, appassionante, filosofico.
Avatar utente
gazzettiere
Utente Registrato
 
Messaggi: 9099
Iscritto il: lun ott 27, 2003 11:54 pm
Località: a novegro alla ricerca di un antarallo usato
La/le tua/e Moto Guzzi: spIII "il buscaglia", lambretta li125 del '64

Messaggioda CinCin » lun giu 19, 2006 1:02 am

Profe, profe ... io io io

non ho portato il riassunto, mi scusi, mia nonna aveva il raffreddore, la capretta si è mangiata la lattuga dell'orto, mio fratello ha pisciato sul mio quaderno, la vicina ha usato il trapano per appender i quadri, pioveva a dirotto, c'è stato il terremoto

posso farglielo per fine giugno? la prossima settimana? dopodomani? noooo dai profe non faccia così ...

noooo non mi dia tre, che mi rovina la media del cinqueeeeee...

oh, tu, suggerisci, dai ...
CinCin
Utente Registrato
 
Messaggi: 6334
Iscritto il: dom nov 16, 2003 5:01 pm

Messaggioda Goffredo » lun giu 19, 2006 1:04 am

gazzettiere ha scritto:se le riviste di qualità hanno la rubrica "il sofà delle muse", qui potremo ben permetterci "il sellino delle muse".


Splendida idea!!

Appena finito, consiglio vivamente: Roberto Saviano, Gomorra. Oscar Mondadori. Analisi crudissima del sistema camorra.

G.
Avatar utente
Goffredo
Staff
 
Messaggi: 12878
Iscritto il: lun ott 27, 2003 11:45 am

Messaggioda gazzettiere » lun giu 19, 2006 1:17 am

(per tutti)
sì, però mettici un breve cenno oltre al semplice "bellissimo" oppure "lo amo". non conosco i tuoi gusti (mi sembvano decisamente ovdinavi), e quindi strizza la meninge destra (quella della creatività) per stillare quache goccia di analisi: un cenno di trama o di argomento, un cenno sui contenuti formali e uno sui contenuti più profondi...
del tipo:
avventura di un giovane detective statunitense, insieme a un suo scanzonato amico che fa da spalla al protagonista, il quale scopre sotto all'antico faro il nascondiglio di una banda di contrabbandieri. spassoso ed emozionante*

oppure:
zio e nipote scoprono in sudamerica un antico tesoro inca grazie all'aiuto dei tre giovani nipoti boyscout**

(*) topolino e il mistero della nave
(**) paperino e la valle dimenticata
Avatar utente
gazzettiere
Utente Registrato
 
Messaggi: 9099
Iscritto il: lun ott 27, 2003 11:54 pm
Località: a novegro alla ricerca di un antarallo usato
La/le tua/e Moto Guzzi: spIII "il buscaglia", lambretta li125 del '64

Messaggioda Luka » lun giu 19, 2006 1:39 am

gazzettiere ha scritto:dunque, ho appena letto frankenstein.
sorpresa: è completamente diverso da come ce lo hanno tramandato i film.


Ti sei perso Mary Shelley's Frankenstein, di Branagh: quasi paro paro il romanzo.

Ora vado a rileggermi Venere Privata: quando fa caldo, non so perche' (forse per via del fatto che la sua Milano estiva ed afosa quasi si tocca), mi piace rileggere Scerbanenco Vladimir, massime i romanzi di Duca Lamberti. I libri sul comodino, o li' vicino, sono troppi (sono disordinato e mi piace scegliere; oppure ho patito traumi infantili, boh), domani mi impegno a farne una lista.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6838
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Messaggioda rugi56 » lun giu 19, 2006 7:45 am

:b :b
le ore

penthaus

playboi


donna moderna






















oe la straffexpedizion l'hanno gia finita

e i cardani vi servono per viaggiare in moto
:lol :lol
se le cose vanno male il corpo non deve soffrire
Avatar utente
rugi56
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 5822
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:43 pm
Località: vicenza (prov.)
La/le tua/e Moto Guzzi: california ev del 1998 "la giuseppa"
breva 1100 del 2007 " la rossa "
LE MANS III DEL 82 "la fenice"

si

Messaggioda ferrau » lun giu 19, 2006 7:56 am

Cattedrale - R. Carver
Ancora una Notte - R. Chandler
Il lungo addio - R. Chandler (2nda volta che lo leggo da quanto mi piace)
Ulysse - J Joyce (3° volta che ci provo, anche con la guida arrivo a metà e poi rinuncio.

Al bagno:
Alan Ford, Vendicatori, fantastici Quattro
“Mi fermerò da te qualche giorno - STOP.
T' insegnerò un nuovo sistema di vita - STOP.”
Paperoga
(così sul telegramma che segna il suo esordio su Topolino, il 2 agosto 1964)
Avatar utente
ferrau
Utente Registrato
 
Messaggi: 388
Iscritto il: ven ott 31, 2003 9:04 am
Località: Rovigo

Messaggioda MarcoB » lun giu 19, 2006 8:25 am

al momento sul comodino ho:

la sveglia

gli ochiali (quando dormo)

la polvere

essere Mamma

primo figlio

casa Moderna

e il Vademecum.. come adeguare le macchine agricole usate
Avatar utente
MarcoB
Utente Registrato
 
Messaggi: 6318
Iscritto il: mar nov 09, 2004 8:05 pm
Località: mantovano di provincia
La/le tua/e Moto Guzzi: sono rimasto in bicicletta...

Messaggioda mdanè » lun giu 19, 2006 8:31 am

MarcoB ha scritto:al momento sul comodino ho:

la sveglia
gli ochiali (quando dormo)
la polvere
essere Mamma
primo figlio
casa Moderna
e il Vademecum.. come adeguare le macchine agricole usate

:-)))

:rolleyes:

:nono:
CLUBS:AnimaGuzzista,SSLazioMotociclismo. MOTO: V65, Aprilia Shiver
Avatar utente
mdanè
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 3785
Iscritto il: lun apr 04, 2005 3:15 pm
Località: Fregellae
La/le tua/e Moto Guzzi: V65

Messaggioda Eirinn » lun giu 19, 2006 9:21 am

taaaanti arretrati :(

Ho finito da poco "Il mondo nuovo" di Huxley.
Ora ho cominciato "La luna è una severa maestra" di Heinlein, poi ho qualcosa di Dick e Simak.
I mattoni li tengo per l'inverno :)
http://www.eirinn.eu/
Avatar utente
Eirinn
Utente Registrato
 
Messaggi: 1085
Iscritto il: mer giu 02, 2004 12:49 am
Località: Piacenza

Messaggioda enrIK0 » lun giu 19, 2006 9:29 am

gazzettiere ha scritto:(per tutti)
sì, però mettici un breve cenno oltre al semplice "bellissimo" oppure "lo amo". non conosco i tuoi gusti (mi sembvano decisamente ovdinavi), e quindi strizza la meninge destra (quella della creatività) per stillare quache goccia di analisi: un cenno di trama o di argomento, un cenno sui contenuti formali e uno sui contenuti più profondi...


Ecco: non fare come il Gazzettiere che ricopia i Bigini per dimostrare che ha letto l'unico libro, nemmeno acquistato ma fregato al nipotino di 9 anni, comparso sul suo comodino negli ultimi 24 mesi... ;)

Iko
Avatar utente
enrIK0
Utente Registrato
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: lun ott 27, 2003 2:17 am

Messaggioda god_save_the_twin » lun giu 19, 2006 9:38 am

Eirinn ha scritto:taaaanti arretrati :(

Ho finito da poco "Il mondo nuovo" di Huxley.
Ora ho cominciato "La luna è una severa maestra" di Heinlein, poi ho qualcosa di Dick e Simak.
I mattoni li tengo per l'inverno :)


da quando sono diventato capo tribù sul mio comodino c'è rimasto (quasi) solo internet.

Da genitori i libri si scrivono (nel senso dell'imprinting di konrad lorentz) non si leggono.


gstt

PS da pensionato vedremo di riscoprire qualche classico
In un’epoca di menzogne universali, dire la verità è un atto rivoluzionario

George Orwell
Avatar utente
god_save_the_twin
Utente Registrato
 
Messaggi: 1272
Iscritto il: ven dic 05, 2003 1:22 pm

Messaggioda Pask73 » lun giu 19, 2006 9:41 am

Finito da poco la trilogia di Beckett (Molloy - Malone muore - L'Innominabile). Pesantuccio :rolleyes:

Sto leggendo "Chiedi alla polvere" di J. Fante

In attesa:
- Il vecchio che leggeva romanzi d'amore, L. Sepulveda
- Addio alle Armi, E. Hemingway

Pask
ps credo che tra un po' ri-leggerò Narciso e Boccadoro, sarà la 3^ o 4^ volta... ma è come se ne sentissi la necessità...
pps mi aspetta anche di completare ri-leggere e completare il ciclo della Fondazione
v10Centauro - CrazyDiamond
Avatar utente
Pask73
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 4989
Iscritto il: lun ott 27, 2003 2:21 pm
Località: alle falde del Vesuvio...
La/le tua/e Moto Guzzi: v10 Centauro - Crazy Diamond
ex Norge 1200 GTL - 'o sputerone
ex v35III - Eclipse

Prossimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: als, Carthago, Google [Bot], Gufy e 25 ospiti