Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda stainless steel » sab dic 21, 2013 7:19 pm

Cane ha scritto:
stainless steel ha scritto:comunque leggo "La sigla CA.R.C. è stata coniata quale esplicito omaggio della Moto Guzzi al progettista Giulio Cesare Carcano, scomparso nel 2005"... questo NON lo sapevo.

E dove l'hai letto? :rolleyes:

Io sono rimasto a CArdano Reattivo Compatto...


http://it.wikipedia.org/wiki/CA.R.C.
Avatar utente
stainless steel
Utente Registrato
 
Messaggi: 114
Iscritto il: lun gen 22, 2007 9:30 am

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda rugi56 » sab dic 21, 2013 7:26 pm

io di cardani e di reazioni non me ne intendo
però se posso dico la mia
tutte le foto che sono state postate su sono di moto da corsa
quindi non sono ammortizzate come le nostre da strada
che devono esser il più possibile comode, ed avere una escursione del / degli ammortizzatori atta questo
cosa che non hanno le moto da pista che sicuramente hanno ammortizzatori molto rigidi e quindi una oscillazione del cardano molto ma molto ridotta
se poi ho detto una puttanata amen
se le cose vanno male il corpo non deve soffrire
Avatar utente
rugi56
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 5693
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:43 pm
Località: vicenza (prov.)
La/le tua/e Moto Guzzi: california ev del 1998 "la giuseppa"
breva 1100 del 2007 " la rossa "
LE MANS III DEL 82 "la fenice"

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Cane » sab dic 21, 2013 7:48 pm

rugi56 ha scritto:io di cardani e di reazioni non me ne intendo
però se posso dico la mia
tutte le foto che sono state postate su sono di moto da corsa
quindi non sono ammortizzate come le nostre da strada
che devono esser il più possibile comode, ed avere una escursione del / degli ammortizzatori atta questo
cosa che non hanno le moto da pista che sicuramente hanno ammortizzatori molto rigidi e quindi una oscillazione del cardano molto ma molto ridotta
se poi ho detto una puttanata amen

Pero' non ho capito cosa vuoi dire....
Moto da strada quali? Tra quelle col doppio ammortizzatore come il cali e quelle col carc come la breva la differenza di escursione e di confort e' tanta a favore della breva...
Le sportive postate sopra col mono credo che senza dubbio hanno piu' escursione del cali o del nevada...
Un'escursione morbida e confortevole a poi piu' necessita' dell'asta di reazione perché il sollevamento e l'accucciamento del posteriore sarebbe maggiore che se fosse rigida e a bassa escursione...
La sportiva dell'asta ne ha bisogno soprattutto peche' ha maggiore potenza alla ruota che ne amplifica il fenomeno...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 33953
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda rugi56 » sab dic 21, 2013 7:54 pm

io intendevo che tutte le moto viste sopra hanno i cardani ed i forcelloni modificati artigianalmente, (ovviamente non alla membro di cane)
e quindi avendo dei movimenti moto ridotti non necessitano di oscillazioni eccessive
le stradali tutte più o meno hanno escursioni adatte a esser confortevoli
dato che si puo essere soli, in due, con bagaglio ecc ecc ecc
quindi penso che un cardano qualsiasi di quelli citati sia improponibile su una stradale, e non intendo solo per il confort
ma anche per la funzionalità


sono stato spiegato
:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
se le cose vanno male il corpo non deve soffrire
Avatar utente
rugi56
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 5693
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:43 pm
Località: vicenza (prov.)
La/le tua/e Moto Guzzi: california ev del 1998 "la giuseppa"
breva 1100 del 2007 " la rossa "
LE MANS III DEL 82 "la fenice"

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda LIRO » sab dic 21, 2013 8:38 pm

si, però è proprio per i motivi che citi che l'asta di reazione e tutti quei forcelloni modificati sarebbero molto utili su strada.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 4273
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda rugi56 » sab dic 21, 2013 10:24 pm

io non ne sono convinto
sono troppo sollecitati da buche e dal carico che fai sulla moto e quindi destinati a rottura
se le cose vanno male il corpo non deve soffrire
Avatar utente
rugi56
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 5693
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:43 pm
Località: vicenza (prov.)
La/le tua/e Moto Guzzi: california ev del 1998 "la giuseppa"
breva 1100 del 2007 " la rossa "
LE MANS III DEL 82 "la fenice"

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda LIRO » sab dic 21, 2013 10:39 pm

cosa sono destinati alla rottura? L'asta o gli attacchi? Perché basta solo dimensionarli. L'unica pecca é il maggior costo perché hai bisogno di due giunti per l'albero oltre al forcellone dedicato.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 4273
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Cane » sab feb 09, 2019 1:41 pm

Wildmicio ha scritto:sul cardano "l'arrampicata" del pignoncino avviene indipendentemente palla posizione del perno forcellone quindi, il mio dubbio più grosso è qui, spostando il perno si contrasta effettivamente un posteriore che si alza? così a "naso" mi vien da pensare di no.

Il termine "arrampicata" me lo sono inventato io perche' mi pareva quello piu' adatto a spiegare il concetto... :-)

Che spostanto il perno rispetto all'asse del cardano si contrasta l'innalzamento della sella non l'ho detto io ma honda, quindi ci crederei... :asd:

Il concetto in effetti non e' immediato e provero' a rifletterci per vedere se capisco come avviene il contrasto...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 33953
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Cane » sab feb 09, 2019 1:46 pm

Wildmicio ha scritto:allora non fuma solo a me la testa?! :lol non è così intuitivo come per la catena.

Sull'arrampicata e' comunque diverso dal carc o dal patalever che sono mobili e dove aumenta/diminuisce la pressione
sull'asta, nell'honda tutto il forcellone e' "rigido" quindi e' diverso...vedremo di capire...[/quote]
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 33953
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Wildmicio » sab feb 09, 2019 2:08 pm

ho cercato ma non trovo nessun'articolo che vada oltre a "honda ha risolto con il cardano disassato" :nessuno:
com'è che si dice? si chiude una porta, si apre un portone!
Avatar utente
Wildmicio
Utente Registrato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: mar gen 08, 2019 7:38 pm
Località: valtellina
La/le tua/e Moto Guzzi: Griso 1200 8V Black Devil

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda gimpo » sab feb 09, 2019 8:11 pm

Ma non mi sembra che il perno del forcellone di Honda porti a grossi stravolgimenti della posizione del punto "A" (mi sto riferendo ai disegni con la sagoma del pilota e della moto).
In sostanza la "squat line" mi sembra che rimanga comunque ampiamente al di sopra della "load transfer line". Perché è migliore di un cardano "semplice"? Mi sono perso qualcosa?...

Altra domanda: sono un pò confuso, ma un sollevamento del posteriore in accelerazione non è un effetto desiderabile? Un pò come le forcelle "anti-dive" degli anni '80, dove si limitava l'affondamento in frenata.
Anche qui mi sono perso qualcosa?
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Wildmicio » sab feb 09, 2019 8:52 pm

penso che limitare i trasferimenti di carico sia molto importante nella guida estrema, cosa alla quale nessun cardano si presta più della catena, nella guida stradale non credo sia così importante.
poi io parlo per parlare, curiosità e niente più..
com'è che si dice? si chiude una porta, si apre un portone!
Avatar utente
Wildmicio
Utente Registrato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: mar gen 08, 2019 7:38 pm
Località: valtellina
La/le tua/e Moto Guzzi: Griso 1200 8V Black Devil

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Cane » sab feb 09, 2019 9:17 pm

gimpo ha scritto:Ma non mi sembra che il perno del forcellone di Honda porti a grossi stravolgimenti della posizione del punto "A" (mi sto riferendo ai disegni con la sagoma del pilota e della moto).
In sostanza la "squat line" mi sembra che rimanga comunque ampiamente al di sopra della "load transfer line". Perché è migliore di un cardano "semplice"? Mi sono perso qualcosa?...

Come fai a dire che il punto A non si sposta abbastanza o la squat line rimane alta?

La VFR ha 170 cv e la cosstourer 130 cv, t'immagini se il sistema non funzionasse? :asd:

Il fatto che non abbiamo ancora capito come funziona non vuol dire che non funziona... :D
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 33953
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda gimpo » sab feb 09, 2019 9:32 pm

Non ho detto che non funziona, ho detto che non ho capito.
Il punto A nel caso di Honda Crosstourer sarà posizionato un tantino più in alto ed un tantino più indietro del perno del forcellone. Se prendo un righello e traccio una linea di squat come hai fatto tu nel secondo disegno (cardano tradizionale) mi viene fuori comunque una linea inclinata più o meno come quella che passa dal perno del forcellone (e quindi più alta della "load line").

Quindi il ragionamento sulla linea di squat e quella di load non si applica al caso Honda? Ripeto: sto solo cercando di capire...
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Cane » sab feb 09, 2019 9:37 pm

gimpo ha scritto:. Se prendo un righello e traccio una linea di squat come hai fatto tu nel secondo disegno (cardano tradizionale) mi viene fuori comunque una linea inclinata più o meno come quella che passa dal perno del forcellone (e quindi più alta della "load line").

Quindi il ragionamento sulla linea di squat e quella di load non si applica al caso Honda? Ripeto: sto solo cercando di capire...

Certo che si applica anche a honda...

Ma se non capiamo come funziona il sistema non possiamo neppure tracciare linee..
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 33953
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda gimpo » sab feb 09, 2019 9:59 pm

mmmmhhhh...
comunque... il fatto che un cardano tradizionale tenda a sollevare il posteriore (mentre la catena no), non dovrebbe essere una cosa positiva in caso di accelerazione (accompagnata dai relativi trasferimenti di carico)? Dove sbaglio?
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda gimpo » sab feb 09, 2019 10:08 pm

Mi rispondo da solo: il sollevamento del posteriore è un vantaggio, ma richiede un ammortizzatore con una molla più rigida, il che può essere controproducente ai fini del comfort.

Ci ho preso???
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Wildmicio » sab feb 09, 2019 10:20 pm

se ci corri e quindi hai necessità di aprire il gas il prima possibile, un trasferimento di carico a moto completamente piegata non credo sia proprio raccomandabile. per andare a spasso magari è anche meglio come dici tu, un'ammortizzatore più rigido non ti serve perchè sarebbe in condizione massima estensione.
com'è che si dice? si chiude una porta, si apre un portone!
Avatar utente
Wildmicio
Utente Registrato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: mar gen 08, 2019 7:38 pm
Località: valtellina
La/le tua/e Moto Guzzi: Griso 1200 8V Black Devil

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda gimpo » sab feb 09, 2019 10:34 pm

Non ho capito la tua risposta, oppure tu non hai capito la mia domanda.
In ogni caso... siamo nelle mani del destino! :asd:
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 1294
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: Asta di reazione del Carc: a cosa serve e come agisce

Messaggioda Wildmicio » sab feb 09, 2019 10:53 pm

:rollin mi sa che son vere tutte e trè!
com'è che si dice? si chiude una porta, si apre un portone!
Avatar utente
Wildmicio
Utente Registrato
 
Messaggi: 111
Iscritto il: mar gen 08, 2019 7:38 pm
Località: valtellina
La/le tua/e Moto Guzzi: Griso 1200 8V Black Devil

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], LIRO, wobos e 47 ospiti