Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » mar mar 27, 2018 11:11 am

interessante iniziativa di Energica; disponibile sul sito un elenco di moto utilizzate per lo sviluppo della MotoE che correrà nel 2019.
prezzi a partire da 18.000€.
http://www.energicamotor.com/myelectricdeal/
più o meno sono tutti modelli standard, ovvero senza i costosi optional; io, nel configurare la "mia" nuova e con tutti i cazzi&mazzi per me indispensabili, tipo ohlins, ruote forgiate, carbonio, ho superato i 31.000€ :lol
questi i prezzi base:
http://configurator.energicamotor.com/start
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 13201
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar mar 27, 2018 7:08 pm

https://www.quattroruote.it/news/tecnol ... 2018_03_27

L'incidente e la sospensione della sperimentazione in Arizona sono solo gli ultimi di una serie di problemi che hanno spinto Khosrowshahi a varare un'ampia revisione delle attività della società californiana che, sempre ieri, ha sancito un nuovo ritiro da uno dei mercati più promettenti. Dopo aver abbandonato del tutto la Cina nel 2016 e in parte la Russia l'anno scorso, la Uber ha infatti lasciato anche il Sud-Est asiatico vendendo le sue attività locali alla concorrente Grab.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar mar 27, 2018 7:19 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:https://www.quattroruote.it/news/tecnologia/2018/03/27/uber_l_arizona_blocca_i_test_sulla_guida_autonoma.html?m=0&wtk14=cpm.newsletter.qrt.flash.2018_03_27

L'incidente e la sospensione della sperimentazione in Arizona sono solo gli ultimi di una serie di problemi che hanno spinto Khosrowshahi a varare un'ampia revisione delle attività della società californiana che, sempre ieri, ha sancito un nuovo ritiro da uno dei mercati più promettenti. Dopo aver abbandonato del tutto la Cina nel 2016 e in parte la Russia l'anno scorso, la Uber ha infatti lasciato anche il Sud-Est asiatico vendendo le sue attività locali alla concorrente Grab.

Mah.... :rolleyes:

La sperimentazione andava avanti da molti mesi in molte citta...

Secondo me presto sarebbe stata piu' sicura della guida umana, con tutti i suoi limiti di testa...

Secondo me e' una paura del nuovo,,,
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31247
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar mar 27, 2018 7:24 pm

Per adesso abbiamo i taxi e abbiamo Uber che garantiscono una guida professionale. Se fossero meno avidi forse si potrebbe convincere i matusa a lasciare l'auto in garage (anche se di solito sono molto prudenti e il loro problema è che sono troppo lenti e rallentano il traffico)
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mer mar 28, 2018 1:22 pm

Le auto elettriche producono meno C2 delle diesel, ma solo quando l'euto è da rottamare

http://www.ansa.it/canale_motori/notizi ... 66144.html

"Nel chilometraggio totale di 50mila km, a vincere la sfida sono invece i diesel: i veicoli elettrici non riescono a compensare le elevate emissioni di CO2 derivanti dalla produzione di elettricità
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Mitch » mer mar 28, 2018 1:26 pm

se vabbè.. è uno studio dell'automobil club TEDESCO.. credibilità zero.
nel prossimo studio diranno che i gas dei diesel guariscono dall'asma :asd:
Avatar utente
Mitch
Utente Registrato
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: ven ago 24, 2012 10:42 am
La/le tua/e Moto Guzzi: V11 "Budda edition"

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ledzep » mer mar 28, 2018 2:04 pm

Milano, ecco il nuovo autobus Atm 100% elettrico

Immagine

Martedì mattina, alle 11.30 in punto, il primo autobus Atm 100% elettrico ha lasciato il deposito di San Donato ed è entrato ufficialmente in funzione.
Si tratta di un mezzo "firmato" Solaris che sarà attivo sulla linea 84, che unisce San Donato con largo Augusto. Il bus - che rientra in un lotto di venticinque altri autobus - ha un'autonomia di 180 chilometri e si ricarica in cinque ore.
"È entrato in servizio il nuovo autobus 100% elettrico", l'annuncio di un evidentemente soddisfatto Marco Granelli, assessore alla mobilità e all'ambiente di palazzo Marino. "Altri dieci scenderanno in strada nel mese di aprile e in autunno altri 15 per arrivare a 25 a fine 2018".

Atm con un investimento di due miliardi di euro ha un piano per cambiare tutti 1200 autobus da diesel a elettrico.
Dal 2020, infatti, l'azienda dei trasporti pubblici comincerà ad acquistare solo ed esclusivamente mezzi elettrici, anticipando di cinque anni gli impegni presi a Parigi al vertice "Together 4 Climate" del network C40 Cities.
Il risultato sarà che entro la fine del 2030 il diesel scomparirà completamente dalla flotta di Atm.
Avatar utente
ledzep
Utente Registrato
 
Messaggi: 19894
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:38 am
Località: milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda BeppeV65 » mer mar 28, 2018 2:13 pm

ledzep ha scritto:Milano, ecco il nuovo autobus Atm 100% elettrico

Immagine

Martedì mattina, alle 11.30 in punto, il primo autobus Atm 100% elettrico ha lasciato il deposito di San Donato ed è entrato ufficialmente in funzione.
Si tratta di un mezzo "firmato" Solaris che sarà attivo sulla linea 84, che unisce San Donato con largo Augusto. Il bus - che rientra in un lotto di venticinque altri autobus - ha un'autonomia di 180 chilometri e si ricarica in cinque ore.
"È entrato in servizio il nuovo autobus 100% elettrico", l'annuncio di un evidentemente soddisfatto Marco Granelli, assessore alla mobilità e all'ambiente di palazzo Marino. "Altri dieci scenderanno in strada nel mese di aprile e in autunno altri 15 per arrivare a 25 a fine 2018".

Atm con un investimento di due miliardi di euro ha un piano per cambiare tutti 1200 autobus da diesel a elettrico.
Dal 2020, infatti, l'azienda dei trasporti pubblici comincerà ad acquistare solo ed esclusivamente mezzi elettrici, anticipando di cinque anni gli impegni presi a Parigi al vertice "Together 4 Climate" del network C40 Cities.
Il risultato sarà che entro la fine del 2030 il diesel scomparirà completamente dalla flotta di Atm.


Ecco questo è un punto molto intelligente visto che ultimamente si fa la crociata verso le vespe 2t ed altri mezzi insignificanti quando abbiamo ancora in giro bus e treni euro -7 che bruciano ogni giorno ettolitri di gasolio
Avatar utente
BeppeV65
Utente Registrato
 
Messaggi: 600
Iscritto il: dom ott 30, 2011 9:59 pm
Località: Chieti
La/le tua/e Moto Guzzi: Bellagio Aquila Nera

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda mostronovecento » mer mar 28, 2018 2:15 pm

Mitch ha scritto:se vabbè.. è uno studio dell'automobil club TEDESCO.. credibilità zero.
nel prossimo studio diranno che i gas dei diesel guariscono dall'asma :asd:


Può benissimo essere di parte....

Ma basta ragionare un momento: se domani mattina i 38.000.000 (TRENTOTTOMILIONI) di autoveicoli privati circolanti in Italia diventassero come d'incanto elettrici, fatevi un po' il conto di quanta energia necessiterebbero per essere caricati. Energia che da qualche parte e in qualche maniera deve essere generata. Non ditemo con l'eolico o col solare, perchè sarebbe necessario pannellare tutta la Pianura Padana e pilonare tutto l'Appennino...

Ciauz

P.S. è un altro ambito, ma dà l'idea: alle porte di Lecco esiste (da decine di anni) un inceneritore....ultimamente, da più parti, sono sorti "comitati contro"...vogliono spegnerlo. Però nessuno di questi comitati ha portato una soluzione alternativa, che non sia quella di portare la pattumiera "da un'altra parte".
Bisogna vedere cosa ne pensano quelli che abitano "da un'altra parte" :rolleyes:
Tutto cominciò con un Dingo Cross 4 marce (marcio...)
Avatar utente
mostronovecento
Utente Registrato
 
Messaggi: 2521
Iscritto il: lun mar 31, 2008 11:12 pm
Località: Mandello basso

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ledzep » mer mar 28, 2018 2:34 pm

che poi gli inceneritori moderni non solo non inquinano ma producono energia.
Quello di Milano serve a riscaldare la Fiera di Rho e 5000 appartamenti. Quanto gas si risparmia? Nel bilancio ecologico va considerato anche questo
Avatar utente
ledzep
Utente Registrato
 
Messaggi: 19894
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:38 am
Località: milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mer mar 28, 2018 3:24 pm

Comunque quello studio tedesco dimostra solo che un'auto diesel consuma meno combustibile (e prooduce meno CO2) di un'auto elettrica la cui energia di ricarica è prodotta in una centrale tradizionale.
Tenendo conto che una buona fetta di energia elettrica si perde nel trasporto e che un'auto elettrica pesa di più per colpa delle batterie, la conclusione è scontata.

Quel bus elettrico da San Donato a Milano (che con 180 km di autonomia potrà fare una decina di percorsi A/R, appena sufficienti per una giornata di esercizio) farà produrre in centrale altrettanta CO2 di quella che produrrebbe se avesse un motore diesel, ma sarà il fiore all'occhiello di ATM.
E sopratutto farà digerire l'aumento a 2 euro del biglietto previsto per l'anno prossimo...
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » mer mar 28, 2018 3:43 pm

mostronovecento ha scritto:, perchè sarebbe necessario pannellare tutta la Pianura Padana e pilonare tutto l'Appennino...

Pochi messaggi fa veniva spiegato che in realtà la capacità produttiva già c'è tutta.
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 6168
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ledzep » mer mar 28, 2018 4:21 pm

Comunque quello studio tedesco dimostra solo che un'auto diesel consuma meno combustibile (e prooduce meno CO2) di un'auto elettrica la cui energia di ricarica è prodotta in una centrale tradizionale.


visto che la produzione elettrica in Italia è intorno al 40% da energie rinnovabili ( più o meno a seconda dei mesi ) va da sé che lo studio in questione è un tantino parziale.
Visto che nel 2030 è molto probabile che la quota da rinnovabili sia decisamente superiore anche tutta questa ironia sulla trasformazione del trasporto pubblico milanese da diesel ad elettrico è perlomeno fuoriluogo...o almeno fa parte del costume nazionale di lamentarsi di tutto e del suo contrario, basta lamentarsi
Avatar utente
ledzep
Utente Registrato
 
Messaggi: 19894
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:38 am
Località: milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mer mar 28, 2018 5:53 pm

mostronovecento ha scritto:
Mitch ha scritto:se vabbè.. è uno studio dell'automobil club TEDESCO.. credibilità zero.
nel prossimo studio diranno che i gas dei diesel guariscono dall'asma :asd:


Può benissimo essere di parte....

Ma basta ragionare un momento: se domani mattina i 38.000.000 (TRENTOTTOMILIONI) di autoveicoli privati circolanti in Italia diventassero come d'incanto elettrici, fatevi un po' il conto di quanta energia necessiterebbero per essere caricati. Energia che da qualche parte e in qualche maniera deve essere generata. Non ditemo con l'eolico o col solare, perchè sarebbe necessario pannellare tutta la Pianura Padana e pilonare tutto l'Appennino...

Ciauz

P.S. è un altro ambito, ma dà l'idea: alle porte di Lecco esiste (da decine di anni) un inceneritore....ultimamente, da più parti, sono sorti "comitati contro"...vogliono spegnerlo. Però nessuno di questi comitati ha portato una soluzione alternativa, che non sia quella di portare la pattumiera "da un'altra parte".
Bisogna vedere cosa ne pensano quelli che abitano "da un'altra parte" :rolleyes:



Se TUTTI gli autoveicoli italiani diventassero elettrici e caricassero di notte il consumo notturno salirebbe dagli attuali 35GW a circa 60GW , il consumo diurno rimarrebbe invariato a 55GW.

L'Italia e' dotata di centrali operative per 75GW e totali per 155GW.


Il consumo di petrolio anche producendo tutta la corrente necessaria da centrali termoelettriche diminuirebbe di circa la meta' perche' l'efficienza di una centrale che carica un auto elettrica e' circa il doppio di un auto a combustione a parita' di km percorsi
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mer mar 28, 2018 6:09 pm

ledzep ha scritto:
Comunque quello studio tedesco dimostra solo che un'auto diesel consuma meno combustibile (e prooduce meno CO2) di un'auto elettrica la cui energia di ricarica è prodotta in una centrale tradizionale.


visto che la produzione elettrica in Italia è intorno al 40% da energie rinnovabili ( più o meno a seconda dei mesi ) va da sé che lo studio in questione è un tantino parziale.
Visto che nel 2030 è molto probabile che la quota da rinnovabili sia decisamente superiore anche tutta questa ironia sulla trasformazione del trasporto pubblico milanese da diesel ad elettrico è perlomeno fuoriluogo...o almeno fa parte del costume nazionale di lamentarsi di tutto e del suo contrario, basta lamentarsi

Concordo...

Ma non possiamo mangiare l'agnello in corpo alla pecora, oggi forse e' così...

Rimane il fatto che il confronto diesel/elettrico non e' solo sulla CO2 ma soprattutto su altro...
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31247
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » gio mar 29, 2018 7:19 am

ledzep ha scritto:
Comunque quello studio tedesco dimostra solo che un'auto diesel consuma meno combustibile (e prooduce meno CO2) di un'auto elettrica la cui energia di ricarica è prodotta in una centrale tradizionale.


visto che la produzione elettrica in Italia è intorno al 40% da energie rinnovabili ( più o meno a seconda dei mesi ) va da sé che lo studio in questione è un tantino parziale.
Visto che nel 2030 è molto probabile che la quota da rinnovabili sia decisamente superiore anche tutta questa ironia sulla trasformazione del trasporto pubblico milanese da diesel ad elettrico è perlomeno fuoriluogo...o almeno fa parte del costume nazionale di lamentarsi di tutto e del suo contrario, basta lamentarsi

Ma certo, se uno fa una critica subito si associa al costume nazionale di lamentarsi di tutto. Non ti pare di sembrare un po' di parte ?

Hai messo insieme due argomenti diversi. Lo studio tedesco, un tantino parziale, voleva dimostrare che un'auto elettrica che usa energia prodotta in una centrale tradizionale produce più o meno la stessa quantità di CO2 di un'auto diesel.
E' vero e lo sanno tutti che l'elettrico da centrali tradizionali serve solo a ridurre l'inquinamento in città.

Sul bus elettrico milanese l'ironia stava solo nell'associare la notizia del nuovo bus a batterie con quella, sentita per radio quindi reale, del previsto aumento del biglietto a 2 euro. Dette insieme, quella del bus a batterie sarebbe sembrata (ma che maligno sono) solo una giustificazione all'aumento del biglietto, che non farà piacere ai milanesi che non usano la linea 84.

E così la notizia è stata data due volte.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » gio mar 29, 2018 7:39 am

Intanto la Mercedes sta studiando il filone alternativo dell'idrogeno, facile da produrre e decisamente più leggero da trasportare e più veloce da rifornire.
https://www.quattroruote.it/news/tecnol ... uturo.html

L'idrogeno è l'accumulatore di energia che sostituisce la batteria, ma questa rimane per coprire le punte di carico che le fuel cell non possono coprire. Comunque si tratta di chili e non di quintali di batterie.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23132
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda mostronovecento » gio mar 29, 2018 9:32 am

Grazie a chi mi ha rincuorato sulle capacità produttive di energia elettrica in Italia....probabilmente sono pessimista io...

Chi vivrà, vedrà...

Ciauz
Tutto cominciò con un Dingo Cross 4 marce (marcio...)
Avatar utente
mostronovecento
Utente Registrato
 
Messaggi: 2521
Iscritto il: lun mar 31, 2008 11:12 pm
Località: Mandello basso

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda irongate » gio mar 29, 2018 10:07 am

Gatto del Cheshire ha scritto:Intanto la Mercedes sta studiando il filone alternativo dell'idrogeno, facile da produrre e decisamente più leggero da trasportare e più veloce da rifornire.
https://www.quattroruote.it/news/tecnol ... uturo.html

L'idrogeno è l'accumulatore di energia che sostituisce la batteria, ma questa rimane per coprire le punte di carico che le fuel cell non possono coprire. Comunque si tratta di chili e non di quintali di batterie.


premesso che circolo con una quintalata di bombole di metano a 200 atmosfere:

l'idea di andare in giro con un serbatoio di idrogeno non e' che mi faccia tanto stare sereno.......
ignorante perenne.....
Avatar utente
irongate
Utente Registrato
 
Messaggi: 2033
Iscritto il: mar ott 28, 2003 8:53 pm
Località: val trebbia
La/le tua/e Moto Guzzi: califo(ggia)rnia stone
v11 lemans

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » gio mar 29, 2018 1:15 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Intanto la Mercedes sta studiando il filone alternativo dell'idrogeno, facile da produrre e decisamente più leggero da trasportare e più veloce da rifornire.
https://www.quattroruote.it/news/tecnol ... uturo.html

L'idrogeno è l'accumulatore di energia che sostituisce la batteria, ma questa rimane per coprire le punte di carico che le fuel cell non possono coprire. Comunque si tratta di chili e non di quintali di batterie.

E in prospettiva, secondo gli esperti, la produzione di idrogeno tramite elettrolisi dell’acqua sarà conveniente, sfruttando l’energia elettrica delle fonti rinnovabili quando non viene richiesta e che altrimenti andrebbe sprecata....

Per adesso siamo nel mondo dei sogni...
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31247
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ardy, Google [Bot], Majestic-12 [Bot] e 23 ospiti