Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » gio mar 29, 2018 4:21 pm

Bè il fatto che se ne stiano occupando la Mercedes e la Hyundai la fa sembrare una cosa seria.
(se n'era occupata anche la BMW, ma non era una cosa molto seria, perchè usava l'idrogeno in una motore a scoppio; infatti l'ha abbandonata)

Comunque meglio che se ne occupino adesso, prima che la Cina riempia il mondo di miliardi di tonnellate di batterie.
(le auto nel mondo sono 1,2 milardi)
L'idrogeno almeno è pulito (sì è un po' pericoloso, Irongate, ma è un problema tecnico, superabile come tutti e già risolto negli impianti)
Si può produrre direttamente dall'acqua usando energia elettrica, senza bisogno di estrarre minerali rovinando il paesaggio. L'energia elettrica è già disponibile dappertutto, e una stazione di servizio potrebbe prodursi da sè l'idrogeno che distribuisce. Che l'energia arrivi da fonti rinnovabili è un altro discorso.
L'idrogeno si può rifornire al distributore in pochi minuti, diciamo come un rifornimento di metano.
Si può portare intorno in meno di 1 quintale di bombole, poco più di un serbatoio di benzina.

Non si brucerà in un normale motore (sarebbe un'eresia e uno spreco) ma in una fuel cell, come prevede il progetto Mercedes, tenendo una piccola batteria per le punte di consumo e i recuperi di energia nelle frenate (Kers), tutta roba già disponibile.
Fine dei rombi di motore, come sono finiti gli sbuffi delle locomotive. Molto poetici ma molto rumorosi.
Fine degli inquinamenti e delle piogge acide e delle bronchiti dei bambini. Sarà un mondo migliore.
Il prossimo passo sarà l'idrogeno fatto in casa dalla presa di corrente.

A proposito, dopo un incidente mortale in california di una Tesla, a bordo è scoppiato un incendio (perchè le batterie al litio possono anche prendere fuoco). Insomma neanche le batterie sono così sicure. (E neanche l'autopilota; ma è un altro discorso.)
http://www.repubblica.it/economia/finan ... 192454421/
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23742
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » gio mar 29, 2018 6:39 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:....ma in una fuel cell....

Qual'e' il rendimento delle fuel cell?

Gatto del Cheshire ha scritto:.A proposito, dopo un incidente mortale in california di una Tesla, a bordo è scoppiato un incendio (perchè le batterie al litio possono anche prendere fuoco). Insomma neanche le batterie sono così sicure. (E neanche l'autopilota; ma è un altro discorso.)
http://www.repubblica.it/economia/finan ... 192454421/

Che le batterie al litio possono esplodere incendiarsi ne abbiamo sempre parlato...
C'e' da vedere il rischio reale ...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » gio mar 29, 2018 7:22 pm

Le fuel cells hanno un rendimento intorno al 40-50%.
Direi che conta poco rispetto al problema di sostituire i combustibili fossili e eliminare l'inquinamento.
Mi sto convincendo che il riscaldamento atmosferico è più rapido di quanto previsto, che è già alto. Visto che si porta dietro gravi irregolarità climatiche dovremo deciderci a pensionare il petrolio e poi di seguito il gas naturale. Ci vorranno parecchi anni, ma cominciando a eliminare il carbone e il petrolio si potrà fermare il fenomeno.
Non è il prodotto del terrorismo ambientale corrente, che potrebbe anche avere altri motivi. I fenomeni meteorologici estremi negli ultimi anni mi hanno convinto che c'è anche qualcosa di serio.
E non c'entrano solo le auto elettriche o meno, se l'elettricità viene prodotta bruciando carbone (come nella ecologicissima Germania che ancora produce con il carbone il 40% dell'energia)
http://www.qualenergia.it/articoli/2017 ... il-carbone
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23742
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » gio mar 29, 2018 7:39 pm

Gatto caro, installa pannelli fotovoltaici e piantala di criticare chi usa la legna :D
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 6299
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ledzep » gio mar 29, 2018 7:55 pm

sentita per radio quindi reale, del previsto aumento del biglietto a 2 euro.


l'aumento del biglietto a due euro è dovuto al taglio dei finanziamenti regionali al trasporto pubblico locale. Avesse vinto Gori nel programma c'era un aumento dei finanziamenti. Ma ha vinto Fontana per cui è probabile che l'aumento ci sia.
Il rinnovo del parco mezzi, frutto di un programma pluriennale, ha ben poco a che fare con questo.
Ancora meno la decisione di comprare bus elettrici invece che diesel

Comunque per me il problema del costo del biglietto singolo è secondario. Contano ben di più gli abbonamenti. E un servizio che evidentemente funziona

Il 2017 è stato l’anno record di passeggeri, superando anche il carico dell’anno di Expo: sull’intera rete ATM metropolitana e di superficie, sono stati 750 milioni i passeggeri che hanno scelto di muoversi con i mezzi pubblici, contro i 736 milioni del 2015, e i 728 milioni nel 2016. L’aumento di oltre il 3% nel numero di viaggiatori rispetto all’anno precedente si è accompagnato ad un incremento della vendita dei titoli di viaggio del 4% rispetto al 2016. Questo risultato è ancor più notevole se inserito nel contesto nazionale che vede la diminuzione di passeggeri nell’ambito del trasporto pubblico locale.
Questa eccezione positiva milanese è sicuramente anche frutto di alcune importanti scelte fatte nel tempo dall’amministrazione comunale, che hanno reso possibile alcuni interventi di miglioramento del servizio ATM a favore della clientela. Alcuni esempi: il progetto Buongiorno Milano, il consolidamento dell’utilizzo della linea M5 e il miglioramento e l’ottimizzazione dell’offerta del servizio di superficie, in particolare su alcune linee periferiche.
In questo contesto, programmazione, organizzazione del servizio e del personale hanno permesso di arrivare ad indici di regolarità di altissimo livello: 99% in metropolitana e 82% in superficie, in quest’ultimo caso anche nonostante l’impatto significativo dei cantieri M4.
Gli investimenti sono stati pari a 139 milioni, contro i 76 milioni del 2016, dei quali 120 milioni per la flotta. .... Customer satisfaction – L’indagine annuale 2017, effettuata nel corso del mese di ottobre 2017, evidenzia un buon risultato: la soddisfazione generale per il servizio ATM ha un voto medio di 7,3 (su una scala da 1 a 10) e un’area di soddisfazione del 95% di chi attribuisce un giudizio da 6 a 10.
Avatar utente
ledzep
Utente Registrato
 
Messaggi: 20334
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:38 am
Località: milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » gio mar 29, 2018 7:55 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Le fuel cells hanno un rendimento intorno al 40-50%.
Direi che conta poco rispetto al problema di sostituire i combustibili fossili e eliminare l'inquinamento.

Comunque rendimento basso...credevo meglio...molto peggio dell'elettrico....

Per azzerare i combustibili fossili serve il nucleare, infatti i cinesi si stanno attrezzando...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » ven mar 30, 2018 1:03 am

Cane ha scritto:
Gatto del Cheshire ha scritto:Le fuel cells hanno un rendimento intorno al 40-50%.
Direi che conta poco rispetto al problema di sostituire i combustibili fossili e eliminare l'inquinamento.

Comunque rendimento basso...credevo meglio...molto peggio dell'elettrico....

Per azzerare i combustibili fossili serve il nucleare, infatti i cinesi si stanno attrezzando...



il nucleare oramai e' in saldo negativo, la gestione delle scorie cosuma piu' energia di quanta la centrale riesca a produrne , senza contare i prezzi elevatissimi e la poca adattabilita' delle centrali ( devono funzionare sempre a potenza piu' o meno costante senza poter ridurre il carico , un fermo di un mese ogni 6 per il cambio combustibile )

Al giorno d'oggi le energie rinnovabili oramai sono piu' economiche del petrolio e scalano molto bene , senza contare che la curva di consumo tipica e' praticamente coincidente con la curva di produzione dei pannelli fotovoltaici , questo significa semplificare a livello di rete la gestione del baseload.
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1507
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven mar 30, 2018 8:38 am

Concordo Athlon sul costo e i problemi del nucleare, ma se i cinesi vogliono ridurre il carbone di cui fanno esageratamente
uso devono passare al nucleare....

Infatti hanno un programma di centrali nucleari in progettazione e costruzione che fa un po' paura....
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » ven mar 30, 2018 11:34 am

che bello, anche nel mio comune sono stati acquistati 13 bus elettrici, che arriveranno entro la fine dell'anno e copriranno le tratte centrali.
"La gara per l’acquisto [...] si è conclusa ieri ed è stata assegnata alla società Byd Europe, costruttore cinese leader del mercato che lo scorso settembre ha “debuttato” in Italia fornendo 23 autobus elettrici da 12 metri, e con un autonomia di circa 300 chilometri, alle città di Torino e Novara.
In Europa, la società è presente con una flotta di 51 mezzi elettrici distribuiti fra Londra, Amsterdam e Tel Aviv. Si tratta di un gruppo composto da 220mila persone, uno dei più grandi produttori di autobus elettrici e di batterie ricaricabili al mondo, con una fabbrica europea in Ungheria e una di prossima apertura in Francia."

Immagine
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 13483
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » ven mar 30, 2018 12:04 pm

Cane ha scritto:se i cinesi vogliono ridurre il carbone di cui fanno esageratamente
uso devono passare al nucleare....

Le rinnovabili in Cina no?

fabiolemans1 ha scritto:che bello-


:clap: :inchino:
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 6299
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » ven mar 30, 2018 12:10 pm

basta un comunissimo richiamo e tesla perde il 4% in borsa
http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_ ... al_-488531
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 13483
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven mar 30, 2018 12:15 pm

gabrielebig ha scritto:
Cane ha scritto:se i cinesi vogliono ridurre il carbone di cui fanno esageratamente
uso devono passare al nucleare....

Le rinnovabili in Cina no?

No, non bastano....

La cina per le rinnovabili e' al top nel mondo.....

In nessun'altra nazione girano le auto elettriche come in cina...

Ma per ridurre il carbone serve il nucleare, e in cina stanno andando in quella direzione....
Ultima modifica di Cane il ven mar 30, 2018 1:28 pm, modificato 1 volta in totale.
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven mar 30, 2018 1:27 pm

fabiolemans1 ha scritto:basta un comunissimo richiamo e tesla perde il 4% in borsa
http://www.finanza.com/Finanza/Notizie_ ... al_-488531
-fabio-

La borsa la decidono gli investitori, se ha perso il 4% a qualcuno e' venuto qualche dubbio...
Ci sara' incastrata anche la batteria al litio esplosa e che ha arrostito la macchina?
Tesla e' sempre in bilico, non e' mercedes o bmw...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ledzep » ven mar 30, 2018 1:54 pm

Tesla non è un' azienda ma un fondo speculativo il cui valore in borsa non ha niente a che fare con il fatturato e il patrimonio. Tecnicamente è fallita ma sta in piedi grazie a " promesse". Ovvio che ogni cosa faccia dubitare delle promesse abbia ripercussioni sulla borsa
Avatar utente
ledzep
Utente Registrato
 
Messaggi: 20334
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:38 am
Località: milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda mostronovecento » ven mar 30, 2018 3:02 pm

Il succo di tutto, se vogliamo ridurre l'inquinamento, sono le infrastrutture...

Pensateci per un momento: se non avessimo un distributore di carburante a ogni angolo, molti rinuncerebbero alla macchina/moto, per mezzi di spostamento alternativi!

Belli gli autobus elettrici: quando ero bambino (quasi 50 anni fa :rolleyes: ) andavo al mare in Liguria....tra Imperia, Sanremo e Ventimiglia era attivissima una flotta di FILOBUS silenziosissimi e non inquinanti!!!
Solo che serviva tutta una rete di condutture elettriche per alimentarli, con i disagi del caso.

Per i veicoli a batteria servono punti di ricarica ovunque....per quelli a idrogeno, distributori di gas.
A proposito di gas, basta vedere la scarsa diffusione delle auto a metano per avere un esempio di quello che dico: dove ci sono i distributori, le auto ci sono. Oltre una certa distanza, no. Chi farebbe qualche decina se non un centinaio di kilometri ogni volta, solo per rifornire? :?

Quando avremo le infrastrutture, allora saremo ancora più invogliati a comprare veicoli non inquinanti :ok:

Ciauz

P.S. io per primo vorrei un veicolo elettrico...ma non avendo garage, non saprei come ricaricarlo...butto giù una prolunga dal terrazzo ogni sera? :rolleyes:
mostronovecento
Utente Registrato
 
Messaggi: 2672
Iscritto il: lun mar 31, 2008 11:12 pm
Località: Mandello basso

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven mar 30, 2018 4:16 pm

gabrielebig ha scritto:Gatto caro, installa pannelli fotovoltaici e piantala di criticare chi usa la legna :D

Guarda che la legna non è un combustibile fossile; va benissimo. Magari si potrebbe convertire in qualcosa di più pratico, di liquido, da mettere nel serbatoio delle nostre auto. Non è difficile, è solo più costoso della benzina. Ma se qualcuno cominciasse a farlo, troverebbe un suo spazio.
E poi per restare sempre nel solare, c'è sempre il biodiesel dall'olio di palma; meglio questo della Nutella.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23742
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Dogwalker » ven mar 30, 2018 4:21 pm

gabrielebig ha scritto:Le rinnovabili in Cina no?

Dal 2008 al 2015 la produzione cinese di energia è aumentata del 68%
Nello stesso tempo la quota di rinnovabili in Cina è passata dal 17.66% al 24.32%, cioè la produzione rinnovabile è aumentata del 131% in sette anni. In pratica si stanno riconvertendo più velocemente di chiunque altro. Il nucleare nel 2015 contava solo per il 2.9% della produzione di energia cinese. La sola produzione eolica contava per il 3.2%. Il nucleare in cina è e resterà comunque un "piano b".

DogW
Attività Neurali Avanzate ®
Avatar utente
Dogwalker
Utente Registrato
 
Messaggi: 24997
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:32 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » sab mar 31, 2018 12:59 pm

Grazie Dog.
Mi pareva...

Gatto, certo la CO2 è neutra con le biomasse, quindi è da incoraggiare.
Inoltre porta lavoro importantissimo, strategico e remunerativo dove serve, cioè in montagna a casa nostra.
Mi riferivo alle tue critiche alle emissioni di particolato degli impianti domestici a legna.
Il fumo del camino, basta osservarlo, è particolato enorme e ricade a pochi metri dallo scarico. Il mio, nello specifico, ricade interamente sul prato. Concima.
Il particolato fine prodotto in città, invece, svolazza per giorni.
Gli inquinanti sottili prodotti dall'inceneritore e dall'industria bresciani si ritrovano anche nei comuni montani, dice l'asl.
Chi avvelena chi?
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 6299
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab mar 31, 2018 1:33 pm

Dogwalker ha scritto:
gabrielebig ha scritto:Le rinnovabili in Cina no?

Dal 2008 al 2015 la produzione cinese di energia è aumentata del 68%
Nello stesso tempo la quota di rinnovabili in Cina è passata dal 17.66% al 24.32%, cioè la produzione rinnovabile è aumentata del 131% in sette anni. In pratica si stanno riconvertendo più velocemente di chiunque altro. Il nucleare nel 2015 contava solo per il 2.9% della produzione di energia cinese. La sola produzione eolica contava per il 3.2%. Il nucleare in cina è e resterà comunque un "piano b".

DogW

I cinesi spingono tantissimo sulle rinnovabili e credo siano i primi al mondo...

Rimane il fatto che il boom economico e di pil va sostenuto e il consumo di carbone allo scopo esagerato...

Credo in Cina i reattori in costruzione siano 24 e aumenteranno la capacità elettronucleare del Paese del 66%...

Probabilemnte 24 centrali in costrituzione non ci sono neppure nel resto del mondo...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab mar 31, 2018 1:38 pm

gabrielebig ha scritto:Gatto, certo la CO2 è neutra con le biomasse, quindi è da incoraggiare.

Io credo sia positiva...

Nel senso che se non bruci il metano frutto della putrefazione il suo effetto serra e' 20 volte maggiore della co2...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31993
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: lup1n1977 e 34 ospiti