Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven ott 13, 2017 6:56 pm

Il fatto è che le batterie costano. E quelle migliori sono le più care.
Tesla e altri cercano di aumentare l'autonomia caricando l'auto di batterie e aumentando il prezzo.
Ma un'auto con autonomia di 150-200 km (la metà della Zoe) da usare per andare in ufficio e a fare la spesa o in piccolo viaggi, e da ricaricare la sera nel box, un'auto come quella di nonna Papera, senza fronzoli e di basso costo, potrebbe avere un suo posto nel mercato. a mia città è piena di pensionati, ex dipendenti ENI (come me) che non si muovono se non con l'auto ma non ne disprezzerebbero una di basso costo d'acquisto e d'esercizio.
Poi, potendo sostituire le fiacche batterie al piombo con altre più energiche al litio...

Immagine
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23333
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » ven ott 13, 2017 7:13 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Alludi all'idea di Bill Gates di far pagare le tasse alle macchine utensili ?


...qualcosa del genere, e non credo che "l'idea" sia propria di Gates. Avevo letto un libro molto interessante già qualche anno fa dove si paventava un futuro di "umani disoccupati" e di "macchine super efficienti"... considera che tra non molto moltissime professioni insospettabili spariranno, pensa per esempio all'avvocato... che cosa impedisce ad un buon algoritmo abbinato ad un infinito database si soffiargli, magari anche solo marginalmente, il ruolo?

Cane ha scritto:Ma torno alla convenienza economica...

Una piccola elettrica Renault Zoe costa 28.000€, altrimenti 23.000 se ti paghi il noleggio batterie, in pratica lo stesso prezzo di 28.000€..

Ma scherziamo? Acquistando una analoga a benzina hai 15 anni di benzina gia' pagata! :wall:

La grande maggioranza sul forum sembra per l'elettrico... :rolleyes:

Ma chi l'ha acquistata realmente a questa convenienza e con tutti i "rompicoglioni" della ricarica? :evil:


Per le piccole utilitarie sono d'accordo con te, come per il peso discusso prima, la differenza sul prezzo la si vede eccome. Il vantaggio (oggi) è che le utilitarie sono usate prevalentemente su percorsi particolarmente favorevoli all'elettrico: 80/100km tra andata e ritorno e parcheggio per la notte. Con l'ulteriore vantaggio che in città ci saranno sempre più auto a emissione zero (non apriamo il capitolo che l'emissione sarà spostata altrove perché è infinito...)
Una categoria media (Tesla 3) che costa 35000 $ e ti fa più di 350Km, o una S che parte da 60000 $ e di Km te ne fa più di 500, pesano e costano come le loro rivali tradizionali ed hanno notevoli vantaggi e rispettivamente degli svantaggi come ad esempio la ricarica non istantanea, ma se uno si fa due conti e gli sta bene che problema c'è? Infondo noi guzzisti perlopiù dovremmo stare zitti, che ci ostiniamo fieri a tenere in vita dei catenacci superchilometrati invece di attingere a man bassa dall'infinito listino del nuovo e tecnologico. :help
L'elettrico nella trazione non è il futuro auspicabile, dici? Ok... ma è a mio parere un gran bell'inizio, e io ci credo! :ok:
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven ott 13, 2017 8:07 pm

e fai bene. Intanto cominciamo ad applicare l'elettricità per gli usi più tranquilli, invece di prendere in coonsiderazione macchine carissime che hanno bisogno di una rete di distributori inesistente.

E non dimentichiamo che le auto elettriche non inquinano, ma i camini dei riscaldamenti a combustibili fossili sì.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23333
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven ott 13, 2017 10:02 pm

Elk ha scritto:L'elettrico nella trazione non è il futuro auspicabile, dici?

No, non lo dico...
Dico sempre che l'auto elettrica, adesso, "non e' pronta" per essere acquistata...
Anch'io auspico un futuro elettrico con "batterie sorprendenti", perché il problema dell'elettrico sono le batterie...

Non tutti ci credono, e mi sorprende non ci creda Toyota...(dice punti sull'idrogeno, ma non so con quale tecnologia)

Marchionne non sono convintissimo non ci creda, forse sta difendendo l'interesse di fca rimasta un po' indietro...
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » ven ott 13, 2017 10:26 pm

Cane ha scritto:Dico sempre che l'auto elettrica, adesso, "non e' pronta"...


...alla fine dell’ottocento, ne sono certo, qualcuno avrà detto: quel coso lì non servirà mai a niente... se devo tirare un filo da qui a lì per parlarti, una volta che sono lì parliamo a quattrocchi, ti pare? :asd:

Se la gente non le compra, le auto elettriche spariranno.
Come ho detto prima, credo che ad oggi, un veicolo elettrico più grosso sia più conveniente/utile/interessante sia.
Pensa ai bus su certe tratte cittadine... qui da noi, per esempio, una grossa catena di supermercati ha investito in camion elettrici per rifornire i negozi. Le auto grosse e lussuose, sono anche quelle paradossalmente convenienti (anche per il target a cui si rivolgono)...
La tecnologia ha funzionato sempre così: il gigantesco, costoso e futuristico che mammano rimpicciolisce e diventa sempre più economico e destinato alla massa...
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven ott 13, 2017 10:43 pm

Elk ha scritto:
Cane ha scritto:Dico sempre che l'auto elettrica, adesso, "non e' pronta"...

...alla fine dell’ottocento, ne sono certo, qualcuno avrà detto: quel coso lì non servirà mai a niente... se devo tirare un filo da qui a lì per parlarti, una volta che sono lì parliamo a quattrocchi, ti pare? :asd:

Ma io non dico questo...mai detto che in futuro l'auto elettrica non prenda piede, anzi...
Continuo a dire che "adesso" l'auto elettrica "non e' pronta" e per questo il suo mercato e' ridottissimo...

Elk ha scritto: La tecnologia ha funzionato sempre così: il gigantesco, costoso e futuristico che mammano rimpicciolisce e diventa sempre più economico e destinato alla massa...

E anche su questo siamo d'accordo...siamo d'accordo quasi su tutto... :D

Ma continuo a sostenere "che adesso" l'auto elettrica "non e' pronta"... :asd:

Quando l'auto elettrica sara' pronta "lo decidera' come sempre il mercato".... :ok:

Il mercato ha detto che le auto elettriche vendute in italia nel 2017 sono lo 0,05%, "un numero ridicolo"...

Immagine
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » ven ott 13, 2017 11:03 pm

Cane ha scritto:...siamo d'accordo quasi su tutto... :D


...ecco, in mezzo a tutto, sta cosa mi suona decisamente preoccupante! :asd:
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven ott 13, 2017 11:16 pm

Elk ha scritto:
Cane ha scritto:...siamo d'accordo quasi su tutto... :D


...ecco, in mezzo a tutto, sta cosa mi suona decisamente preoccupante! :asd:

:asd:

In realta' se togli il fatto che ritengo l'auto elettrica non ancora pronta per fare i numeri sul mercato siamo nella
sostanza d'accordo quasi in tutto... :D

Ammetterai pero' che lo 0,05% e' una percentuale da "ricetta farmaceutica"... :rollin
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » sab ott 14, 2017 12:12 am

Cane ha scritto:Ammetterai pero' che lo 0,05% e' una percentuale da "ricetta farmaceutica"... :rollin

Beh dai... ma è un po’ l’Italia in difetto. In Europa le percentuali vanno generalmente (per quel che si legge) dall’1 al 6 %, con un 29% in Norvegia o su di là, che è lontano chilometri dalle medie, poi c’è un 0.7 soltanto per la Germania che fanno tanto i fighi ma a conti fatti poi...
paradossalmente non conosco dati sulla svizzera che comunque immagino non elevatissimi... perché non esistono incentivi alla rottamazione o quelle robe lì ma “solo” agevolazioni fiscali sull’imatricolazione e sconti sull’assicurazione... peraltro, agevolazioni temporanee che spariscono da un momento all’altro.
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » sab ott 14, 2017 7:00 am

Cane ha scritto: ritengo l'auto elettrica non ancora pronta

Come dici? Davvero? E perché mai? :asd:
:volemose:
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 6228
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab ott 14, 2017 7:58 am

gabrielebig ha scritto:
Cane ha scritto: ritengo l'auto elettrica non ancora pronta

Come dici? Davvero? E perché mai? :asd:
:volemose:

Si, certo... adesso che vi ho convinti tutti ad allinearsi con me che l'auto elettrica "non e' pronta".... :lol

Solo 3 pagine indietro chi non comprava una elettrica pareva un coglione.... :asd:
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » sab ott 14, 2017 8:27 am

Cane ha scritto:Si, certo... adesso che vi ho convinti tutti ad allinearsi con me che l'auto elettrica "non e' pronta”


...scusa ma devo contraddirti. :rollin
Credo che tu non abbia proprio convinto nessuno eh...
L’auto elettrica esiste da più di 100 anni come concetto, e sarebbe stata sviluppata molto prima e se non fosse stata battuta per semplicità ed economicità dal motore a scoppio, che nonostante i suoi fantasmagorici rendimenti ( ti ricordo che i migliori non arrivano al 30% di rendimento), l’ha relegata ai musei...
Direi piuttosto che è il motore a combustione interna a non essere pronto... eppure tutti ne hanno almeno uno e lo usano da più di un secolo!
Da qualche anno la ricerca sulla trazione elettrica è ripresa perché c’è interesse, e RICHIESTA!
I problemi di inquinamento dell’aria, impegnano sempre più gente e fasce sociali... fino a qualche anno fa, solo gli alternativi si accattavano trabiccoli ibridi elettrici coi pedali più per dire al mondo che loro facevano qualcosa per il pianeta che per un’effettiva convenienza. Oggi, grazie anche a quei pionieri del rilancio elettrico, la trazione elettrica è tornata alla grande e lo sarà sempre di più, ne sono convinto... uno perché fa figo, e due, perché in certi settori è decisamente CONVEVIETE!
Ha dei limiti? Vero... ma è una questione di approccio al problema... non del fatto che non sia pronta.
Il giorno che troveranno il sistema ti estrarre l’energia dall’aria avremo risolto tutti i problemi, per il momento non è così... accontentiamoci.
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab ott 14, 2017 8:35 am

Elk ha scritto:L’auto elettrica esiste da più di 100 anni come concetto....

Ma esiste da tanti anni anche realmente marciante con i primi tentativi di renderla competitiva...

Infatti io "mi comporto così" perché devo essere ancora scioccato da una rudimentale Peugeot 105 elettrica che un 15 anni fa
ebbi in azienda per qualche mese... :rollin

Anche allontanarsi 15 km era "da infarto" con gli occhi fissi sul livello della batteria per tornare alla base... :asd:

E' una sensazione brutta... averla all'epoca dopo 30 km o adesso dopo 200 non cambia tanto "se manca la colonnina"... :-(
.
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab ott 14, 2017 11:41 am

Che succede a Tesla? Il gioiello elettrico di Elon Musk licenzia 400 dipendenti

Secondo la stampa americana i licenziamenti sarebbero collegati all’incapacità dell’azienda di far fronte all’aumento degli ordini del nuovo Modello 3, la cosiddetta auto elettrica di massa


Mah...che si licenzi perché si vende troppo non torna tanto... :rolleyes:

La società ha anche cominciato a tagliare alcune operazioni della fabbrica di batterie SolarCity, acquisite da Tesla lo scorso anno. Nel mese di agosto, Tesla ha comunicato che avrebbe licenziato 63 lavoratori a Roseville, tra cui forza vendite e personale amministrativo.
Tesla ha perso 336 milioni di dollari nel secondo trimestre.


Ah...ha perso 336 milioni solo in un trimestre (alla fine neppure tantisismi) ma per i licenziamenti questo dato mi pare piu' convincente... :asd:
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » sab ott 14, 2017 5:00 pm

Elk ha scritto:L’auto elettrica esiste da più di 100 anni come concetto, e sarebbe stata sviluppata molto prima e se non fosse stata battuta per semplicità ed economicità dal motore a scoppio, che nonostante i suoi fantasmagorici rendimenti ( ti ricordo che i migliori non arrivano al 30% di rendimento), l’ha relegata ai musei...
Direi piuttosto che è il motore a combustione interna a non essere pronto... eppure tutti ne hanno almeno uno e lo usano da più di un secolo!

Il motore a scoppio è il modo più pratico e geniale di convertire direttamente l'energia chimica di un carburante in energia meccanica. Non dimenticare chee per fare energia eleettrica (intermedia fra l'energia chimica di un combustibile e quella meccanica che arriva alle ruote) ci vuole comunque da qualche parte un motore a combustione interna (con un rendimento appena un po' superiore), una rete di trasmissione dell'energia che non è proprio semplice ed economica e una ingombrante, pesante e costosa batteria di accumulo dell'elettricità. Alla fine il bilancio economico dell'elettrico non è ancora conveniente. E l'unico pregio che ha è quello di portare fuori dalle città l'inquinamento dei motori, che è in via di riduzione a livelli accettabili (se non fosse per i vecchi diesel degli autobus e dei mezzi operativi che nessuno controlla.
Il grado di accumulo di energia delle migliori batterie per ora è 10 volte minore di un carburante, il che significa portarsi dietro nell'auto quintali e quintali di costose batterie (che già col loro peso aumentano i consumi di energia).

Visto che il grado di inquinamento atmosferico dei motori a combustione interna si è ridotto a livelli accettabili, per me il futuro è piuttosto la sintesi di carburanti senza partire da combustibili fossili, per eliminare la produzione di CO2 che è un gas serra.
Per me il motore a combustione interna ha ancora tanta strada da fare prima di sparire.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23333
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » sab ott 14, 2017 6:03 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Il motore a scoppio è il modo più pratico e geniale di convertire direttamente l'energia chimica di un carburante in energia meccanica.


Io lo vedo più come come una rumorosa ed inquinante stufa, che per cultura abbiamo imparato ad amare. L'unica sua enorme fortuna, è che i carburanti costano (ancora) poco...

Non sono ne contrario ne favorevole ne a una cosa ne l'altra, anzi, sono appassionato di motori tradizionali, ma fare una battaglia contro l'elettrico è ridicolo. Evolverà fin che ci sarà sempre più convenienza, un giorno sarà più conveniente del motore a scoppio che finirà nei musei è inevitabile. Cambieranno le tecnologie, le necessità e soprattutto le abitudini degli utenti.
Anche ammesso che la produzione di corrente avvenga con un motore a scoppio (che non è sempre così, fortunatamente) sarà un motore che vale x volte quello di qualsiasi caffettiera circolante sulle strade, più efficiente e meno inquinante in proporzione.
Fino a dieci anni fa avevamo quasi solo batterie al piombo, al carbone e le alcaline... oggi le batterie al litio soppiantano quasi tutte le concorrenti, e nuove batterie sono alla porta del mercato spinte dalla richiesta del mercato. Negarlo è, a mio parere, poco intelligente.
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab ott 14, 2017 6:13 pm

Elk ha scritto:... ma fare una battaglia contro l'elettrico è ridicolo...

Ridicolo e assurdo...

La constatazione che faccio spesso e' solo quella che l'elettrico per affermarsi dovra' essere conpetitivo economicamente
e pratico nel suo utilizzo...

Due parametri non ancora raggiunti, salvo qualche utilizzo particolare...
Paolo............ "Chi non ha paura muore una volta sola"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 31556
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » sab ott 14, 2017 6:34 pm

Cane ha scritto:
Elk ha scritto:... ma fare una battaglia contro l'elettrico è ridicolo...

Ridicolo e assurdo...

La constatazione che faccio spesso e' solo quella che l'elettrico per affermarsi dovra' essere conpetitivo economicamente
e pratico nel suo utilizzo...

Due parametri non ancora raggiunti, salvo qualche utilizzo particolare...


Oh... adesso smettila di darmi ragione che comincio a preoccuparmi! :asd:
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » sab ott 14, 2017 7:17 pm

Elk ha scritto:Fino a dieci anni fa avevamo quasi solo batterie al piombo, al carbone e le alcaline... oggi le batterie al litio soppiantano quasi tutte le concorrenti, e nuove batterie sono alla porta del mercato spinte dalla richiesta del mercato. Negarlo è, a mio parere, poco intelligente.

Io non nego questo. Ho fatto notare che le batterie sono solo uno stadio della catena che porta dalla produzione di energia (in una centrale, in pannelli fotovoltaici, con specchi solari) al suo utilizzo per produrre energia meccanica.

Mi è venuto in mente che l'idrogeno, uno dei vettori energetici più interessanti, che può essere prodotto con energia daa fonti rinnovabili ma è poco pratico come accumulatore di energia perchè richiede l'uso di pesanti bombole, potrebbe diventare più pratico se combinato chimicaamente in qualcosa di più compatto. Ma non è un'utopia. Ho letto un articolo dove parlava degli esperimenti fatti dalla General Motors su un'auto in cuii l'idrogeno era combinato chimicamente come boroidruro di sodio NaBH4, che in soluzione acquosa si idrolizzavaa a idrogeno e borace: NaBH4+4H2O=NaBO4+6H2
Da 38+72=110 kg di soluzione, circa 100 litri, si hanno 12 kg di idrogeno, circa 134 m3 in condizioni normali a 1 atm, come se l'idrogeno fosse compresso a 1340 atmosfere, ma senza bisogno di bombole. E il borace si può riconvertire pr cui diventa solo un intermedio. Sembra una via promettente all'uso di fuel cells.
Ultima modifica di Gatto del Cheshire il sab ott 14, 2017 7:54 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 23333
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » sab ott 14, 2017 7:41 pm

Avevo letto di qualcosa del genere, interessante!
Comunque, poi l’utilizzo più efficiente per l’idrogeno, per quel che ne so, è riconvertirlo in elettricità.
So che usando direttamente l’idrogeno in un motore a scoppio, fa danni ingenti in poco tempo essendo molto aggressivo sui metalli.
Nel luganese so che un tizio ha costruito dei prototipi a livello più o meno dilettantistico, tra l’altro anche un V75, al quale iniettava direttamente idrogeno nell’aspirazione. Da una parte pare riducesse di molto i consumi, ma dall’altra il motore cadeva a pezzi dopo poco... giravano dei filmati su YouTube...
Avatar utente
Elk
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Elk, giuliano moretto, Niko46, SweetlyBrutal e 40 ospiti