Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mar lug 30, 2019 3:08 pm

Beh, ormai è comune sulle auto (in particolare sulle auto tedesche) la tendenza a digitalizzare tutto per offrire nuove funzioni. Cruise control e controllo di trazione sono un esempio piuttosto diffuso, ma si parte dalle prime iniezioni elettroniche. Leggendo i requisiti tecnici che loro consegnano ai fornitori delle parti HV c'è solo il bus can come interfaccia. Niente altro che il bus can. Fino a poco tempo fa era comune includere anche un segnale ridondante safety 12V per disabilitare il sistema controllato in caso di errori sul bus can.

La novità (nell'auto) della batteria non è tanto il fatto che possa prendere fuoco (argomento già trattato con i serbatoi di benzina e gas), quanto il fatto che potresti essere esposto a tensioni mortali, e non c'è un differenziale che scatta.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda LucaF » mar lug 30, 2019 3:10 pm

la batteria fa massa sul telaio e frigge i passeggeri?
L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Tirolo, Austria
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mar lug 30, 2019 3:20 pm

Luca, faccio questo esempio perché è il primo che mi viene in mente: la frizione manuale e una centralina per cambio automatico.

Se si rompe la frizione, questa rimane disconnessa. Che sia a molla, con spingidisco, è fatta per essere di default disconnessa.

Se si rompe il transistor di potenza che comanda l'attuatore della frizione, c'è una probabilità del 45% di diventare un cortocircuito e di tenere la frizione sempre connessa, del 30% di diventare un circuito aperto, del 5% di diventare una resistenza... Ho messo le probabilità a caso, ma il senso è che bisogna mettersi a disegnare contromisure per fare in modo che:

- la probabilità che si rompa sia abbastanza bassa
- se si dovesse rompere, che da solo non basti a pilotare la frizione chiusa (bisogna che si rompa qualche altro componente)
- possibilmente scegliere un componente che si rompa più probabilmente nel caso favorevole (circuito aperto).


Per la batteria in grado di friggere i passeggeri è difficile, perché bisogna essere in grado di riuscire a toccare entrambi i poli. Se ne tocchi uno e l'altro è isolato dal telaio non c'è corrente. Per questo tutte le parti di una macchina raggiungibili da un utente sono collegate, in maniera che tu non possa mai toccare due punti della macchina a due potenziali diversi.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda LucaF » mar lug 30, 2019 3:37 pm

domanda stupida: ma far si che la frizione si stacchi nel caso di malfunzionamenti, non dovrebbe essere parte delle richieste per l'omologazione?
L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 2819
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Tirolo, Austria
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Luka » mar lug 30, 2019 4:08 pm

LucaF ha scritto:la batteria fa massa sul telaio e frigge i passeggeri?
L


Più che altro la tensione si aggira sui 400 V, se non ricordo male, che sono assolutamente sovrabbondanti per friggerti i caso di contatto accidentale.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6837
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mar lug 30, 2019 5:16 pm

Sì, il comportamento di un sistema in caso di malfunzionamento è regolato anche da leggi e regolamenti. Ad esempio l'appendix J della FIA, le LV123 dei tedeschi, o ECE R100 che è legalmente vinvolante. Ma non specificano quanto il sistema debba essere funzionalmente sicuro. Statisticamente non esiste un sistema sicuro al 100%, il compito degli sviluppatori è arrivare a sistemi che riducono la probabilità a una per migliaio/milione/miliardo di anni.

Gran parte del costo di sviluppo di centraline se ne va tutto lì, in una montagna di documenti che dimostrano la sicurezza del sistema. È parte del motivo per cui un raspberry pi costa una decina di euro ma una magneti marelli ne costa centinaia anche se è prodotta in numeri paragonabili.

Le batterie motorsport possono arrivare sino a 1000V, più è alta la tensione e meno chili di rame devi montare. Per l'automotive purtroppo si è limitati da alcune stazioni di ricarica a 500V...

È un peccato perché lo standard ccs2 consente fino a 1000V*350A.

Per la tensione qualsiasi cosa sopra 60V è considerata pericolosa, e mi domando se faccia molta differenza prendere una scossa da 400 o 1000V, forse a 1000 il corpo si carbonizza meglio?
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mer lug 31, 2019 8:48 am

La Peugeot 208 promette di avere lo stesso costo di proprietà nelle tre motorizzazioni: benzina, elettrico, diesel.

https://www.repubblica.it/motori/sezion ... 232330839/

A parte la prima rata uguale per tutte, le rate successive sono calcolate per garantire che il costo mensile sia lo stesso, compreso il costo del carburante. Non ho letto se anche la manutenzione sia compresa.

Una considerazione mi viene in mente ora: al costruttore conviene che si prenda la versione elettrica, perché i soldi altrimenti spesi per il carburante andranno a lui e non ai petrolieri. Con una minore manutenzione in regalo e meno officine da dover gestire.

Alfa, fai 'sta 149 elettrica, per favore, ché la mia 147 ormai è vicina ai 300000! Ho bisogno di una macchina che curvi!
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mer lug 31, 2019 8:57 am

Il cliente - conclude Thorel n - potrà preferire la motorizzazione a benzina per le medie percorrenze, quella elettrica se si muove soprattutto in città o il tradizionale diesel nel caso dei grandi viaggiatori, solo in base alla propria convenienza, senza calcoli sul listino e senza preoccuparsi di cosa ci sia sotto il cofano".

Lo dicono anche loro, per adesso l'elettrica e' un'auto da citta'...
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mer lug 31, 2019 9:49 am

Lo dicono anche loro, ormai il diesel è solo per i lunghi viaggi... :rollin

Non estrapolare, non è quello che hanno detto loro.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » gio ago 01, 2019 9:15 pm

Crollo del diesel al 37% a luglio...

Ma vanno tutte sul benzina...

Le elettriche non le vuole nessuno...

Dubito che la "demonizzazione" del diesel abbia portato grandi risultati... :rolleyes:
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » ven ago 02, 2019 12:03 am

Sono d'accordo, è stata una reazione del tutto esagerata. Considera però che alcuni benzina in realtà sono ibridi e altri si fanno il GPL subito dopo.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven ago 02, 2019 12:19 am

sevendays ha scritto:Considera però che alcuni benzina in realtà sono ibridi e altri si fanno il GPL subito dopo.

Mi pare che sono tante le benzina che nascono gia' a GPL dalla casa...
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » ven ago 02, 2019 8:14 am

Sì, ce ne sono, ma il migliore (il millequattro turbo fiat 120cv) è stato messo fuori produzione poco prima del crollo verticale del diesel, a ulteriore dimostrazione di quanto nel marketing fiat non capiscano assolutamente nulla!

Adesso chi ha comprato il GPL 120cv ha una macchina che vale più di quanto l'ha pagata, che per una Fiat è un caso più unico che raro.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven ago 02, 2019 11:23 pm

Non sanno piu' cosa inventarsi per aumentare l'autonomia...

Si stanno avvitando su se stessi....

https://www.ilsole24ore.com/art/auto-el ... ia-AC1qgqc
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » sab ago 03, 2019 1:22 am

Che approccio novello, una boccata d'aria fresca finalmente :asd: :asd:

"[...] Il problema fu risolto da Porsche nel 1901, quando pensò di abbinare ai motori elettrici un motore a combustione interna che mantenesse il veicolo "sempre vivo". Inoltre abbinando un motore termico alle batterie si poteva diminuire la dimensione di queste ultime, risparmiando chili. Fu così che nacque la prima Lohner-Porsche Mixte, prima auto ibrida della storia: i motori elettrici erano posizionati ancora sui mozzi anteriori, mentre ad alimentare le batterie provvedeva un motore quattro cilindri Daimler da 16 CV. In frenata parte dell'energia dissipata veniva restituita alle batterie ... [...] "

Immagine
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » sab ago 03, 2019 6:54 am

Secondo me l'hanno copiata... :lol

Gia' il recupero energia in frenata.... :clap:

Ammazza che evoluzione di idee ci sono state in 120 anni... :asd:


Hai nostri avi piu' che le idee e' sempre mancata la potenza disponibile...

Quando vedo le macchine di leonardo azionate dall'uomo, da animali, da molle, mi viene di sognare e dargli un motore da 100CV, chissa'
cosa ci avrebbe studiato... :aaah:

Ma forse e' meglio di no....ci si sarebbe ammazzato... :lol
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » sab ago 03, 2019 3:34 pm

Motociclismo di agosto fortemente "electric oriented".
Prova della Livewire, che si conferma ben fatta e con ottima componentistica ma costosissima, abbastanza pesante (sui 250kg e oltre) e con un livello di potenza "medio" (105cv).
Più interessante il confronto fra Energica Eva e Zero RF; con mio grande dispiace, l'italiana si rivela più cara e più pesante di ben 70kg.
Aggiungo che è orrenda, e non la comprerei già solo per questo; l'americana è bella e proporzionata, ma ad un primo sguardo difficilmente distinguibile da una Ducati Monster o dal suo clone cinoitaliano.
Nonostante la differenza di potenza a favore dell'italiana, le prestazioni sono assolutamente sovrapponibili.
Ma la Zero avrà anche dei difetti?
Sì, qualche plastica assemblata con meno cura, l'impianto frenante J-Juan e non Brembo, l'assenza dello standard di ricarica ccs-2.
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 14815
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » lun ago 05, 2019 1:03 pm

fabiolemans1 ha scritto:Motociclismo di agosto fortemente "electric oriented".
Prova della Livewire, che si conferma ben fatta e con ottima componentistica ma costosissima, abbastanza pesante (sui 250kg e oltre) e con un livello di potenza "medio" (105cv).
Più interessante il confronto fra Energica Eva e Zero RF; con mio grande dispiace, l'italiana si rivela più cara e più pesante di ben 70kg.
Aggiungo che è orrenda, e non la comprerei già solo per questo; l'americana è bella e proporzionata, ma ad un primo sguardo difficilmente distinguibile da una Ducati Monster o dal suo clone cinoitaliano.
Nonostante la differenza di potenza a favore dell'italiana, le prestazioni sono assolutamente sovrapponibili.
Ma la Zero avrà anche dei difetti?
Sì, qualche plastica assemblata con meno cura, l'impianto frenante J-Juan e non Brembo, l'assenza dello standard di ricarica ccs-2.
-fabio-



Se uno vuole una elettrica, probabilmente oggigiorno, una Zero è la scelta più razionale ed intelligente, sia come esperienza nel campo, soluzioni, costi.

A parte la razionalità, devo dire che la Harley è una delle più belle elettrificate...
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 364
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » lun ago 05, 2019 1:13 pm

olfra ha scritto:A parte la razionalità, devo dire che la Harley è una delle più belle elettrificate...

Concordo...

Direi anche che HD e' un po' costretta a fare una moto bella e curata...(anche il prezzo su una HD e' meno importante)
Paolo ... "Mia mamma mi ha fatto nascere Guzzista"
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 35807
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gabrielebig » lun ago 05, 2019 1:55 pm

HD tanta roba. Comprerei, avessi i soldi.
Zero bella ma mi fa un po' moscio.
Manca davvero pochissimo. Anzi, con qualche sacrificio ci siamo.
Forza Guzzi. Entrare a gamba tesa.
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 6548
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 24 ospiti
cron