Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » gio dic 05, 2019 9:14 pm

Il vero valore delle tesla sono le batterie. Non le compra, se le costruisce, e come avete già visto si degradano molto lentamente.

Comunque non è del tutto vero che i cinesi siano pronti a invadere il mercato, gli europei pretendono standard di qualità e sicurezza altissimi. Semmai sono coreani e giapponesi quelli che potrebbero approfittare del ritardo.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » gio dic 05, 2019 11:18 pm

olfra ha scritto: In India hanno obiettivi di conversione al 2025 per le due ruote.


una motoretta da 33,5cv che in India è venduta a 3.800€, in Europa a quanto verrà prezzata?
Immagine
Immagine
Immagine
(e sì, le 3 batterie sono estraibili e pesano 8,5kg l'una)
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15825
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » gio dic 05, 2019 11:25 pm

ma quanto è figo il nuovo Peugeot e-2008?
Immagine
prezzi da 38.000 a 44.000€.
136cv per 150km/h autolimitati.
ricarica: << in cinque ore e 15 minuti nel caso di una wallbox trifase da 11 kW, oppure in otto ore utilizzando una monofase da 7,4 kW, mentre collegandosi a una colonnina fast da 100 kW bastano 30 minuti per ripristinare l’80% dell’autonomia >>
autonomia: in modalità Sport, 310km nel ciclo Wltp.
pacchetti (eventuali): << si parte dal Pack Street (630 euro), che mette a disposizione una carta per ricaricare fino a 1.350 kWh sulle stazioni pubbliche Enel X; il pack Home, invece, è pensato per i clienti che dispongono di un garage e prevede l’installazione di una wallbox, da 3,7 kW (1.300 euro) o da 7,4 kW (1.500 euro). Al vertice dell’offerta c’è il pack Full Recharge, comprensivo della card con 1.350 kWh e la scelta di una tra le due wallbox (1.930 euro per la 3,7 kW e 2.130 euro per la 7,4). >>
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 15825
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda LucaF » ven dic 06, 2019 9:02 am

Mitsubishi outlander, ibrido a benzina, SUV medio grande;
Teoricamente il motore elettrico dovrebbe aiutare il motore, ma ben poco i consumi, a meno che non si faccia solo citta'.
Da spritmonitor, ho selezionato solo auto che hanno fatto almeno 50'000 km, mi sembra un chilometraggio sufficiente per un tragitto su tutti i percorsi, non solo in citta'
https://www.spritmonitor.de/en/overview ... owerunit=2


Count Fuel type min Ø max
44 Plug-in hybrid gasoline 1,44 4,45 6,79


una media invidiabile anche ai diesel 1.6
e un consumo massimo ben inferiore ad altri SUV della stessa categoria, che siano a benzina o a gasoio

forse il motore ibrido, fatto come si deve, puo' aiutare veramente ad abbassare i consumi, e non sono per i cicli di omologazione o per gli accessi ai centri storici

Luca
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 3130
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Baviera, Germania
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven dic 06, 2019 10:51 am

fabiolemans1 ha scritto:ma quanto è figo il nuovo Peugeot e-2008?
Immagine

Bellissima... :ok:
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39566
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » ven dic 06, 2019 10:54 am

Google, a me!
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven dic 06, 2019 10:57 am

LucaF ha scritto:una media invidiabile anche ai diesel 1.6
e un consumo massimo ben inferiore ad altri SUV della stessa categoria, che siano a benzina o a gasoio

forse il motore ibrido, fatto come si deve, puo' aiutare veramente ad abbassare i consumi, e non sono per i cicli di omologazione o per gli accessi ai centri storici

Luca

Ma alla fine come si fa con la CO2 se anche le elettriche e le ibride emettono consistenti quantita' di CO2? :rolleyes:

Forse ho ragione io quando dico che la battaglia alla CO2 e' persa da tempo... :-(
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39566
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda TODD » ven dic 06, 2019 11:16 am

non seguo molto più il settore auto, una volta mi piacevano di più, però per le ibride mi ero informato molto, perchè mi piaceva l'idea, prima ancora che andasse di moda, e per il sistema toyota, stile Prius, vi assicuro che tanti proprietari raccontavano di esperienze dove il grosso del risparmio in termini di carburante non era la città ma l'extraurbano scorrevole, diciamo strade sui 90 con velocità non costante, così da ricaricare con le frenate. che se ci pensate bene, è un utilizzo molto realistico per molti, l'uso in statale. in autostrada rende meno ma se vai a velocità anche più alte di quelle previste, ripeto, racconto cose di altri, però molti stavano senza problemi sui 25km/l, con auto comunque di 4 metri e mezzo. ora poi come vadano le più recenti yaris e chr ibride non lo so.

il sistema plug in hybrid è un buon compromesso tutto sommato, perchè hai un autonomia mettiamo pure di diverse decine di km, che per alcuni tipi di pendolarismo può essere anche quello che uno fa in un giorno, e quando hai finito la riserva entra il benzina ma hai comunque l'elettrico di supporto, ricaricabile sempre in frenata. diciamo che in attesa di tecnologie superiori ti da un'auto "quasi elettrica" ma senza la pura dell'autonomia.
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » ven dic 06, 2019 12:54 pm

Immagine

Il blindato tesla va a ruba anche tra le polizie... :ok:
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 39566
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » ven dic 06, 2019 12:56 pm

Cercasi poliziotti con la testa quadrata. :asd:
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven dic 06, 2019 2:14 pm

TODD ha scritto:non seguo molto più il settore auto, una volta mi piacevano di più, però per le ibride mi ero informato molto, perchè mi piaceva l'idea, prima ancora che andasse di moda, e per il sistema toyota, stile Prius, vi assicuro che tanti proprietari raccontavano di esperienze dove il grosso del risparmio in termini di carburante non era la città ma l'extraurbano scorrevole, diciamo strade sui 90 con velocità non costante, così da ricaricare con le frenate. che se ci pensate bene, è un utilizzo molto realistico per molti, l'uso in statale. in autostrada rende meno ma se vai a velocità anche più alte di quelle previste, ripeto, racconto cose di altri, però molti stavano senza problemi sui 25km/l, con auto comunque di 4 metri e mezzo. ora poi come vadano le più recenti yaris e chr ibride non lo so.

In realtà è proprio il contrario. Su statale a velocità costante il risparmio si ha solo sulle poche frenate che si fanno, che in città invece sono frequenti.

La Prius poi è una macchina speciale, con un motore a ciclo Atkinson invece che a ciclo Otto, che consuma di meno. E non ha un cambio meccanico che disperde uun bel po' di energia, ma alle basse velocità si fa aiutare da due motori elettrici.
Resta il fatto che a velocità costante, su statale, i consumi si abbassano perchè la trazione la dà il motore termico più efficiente, e in città e a bassa velocità ci pensano i motori elettrici, che usano spesso l'energia della batteria, caricata anche dalle frenate.
Non so se il sistema Prius, piuttosto complicato, è stato copiato da altri. Certo usando un motore ad alta efficienza, abolendo il cambio meccanico e recuperando l'energia cinetica dà dei bei risparmi.
In autostrada però i soli risparmi sono dati dal motore Atkinson e da una linea molto aerodinamica.
(ho solo corretto gli errori di ortografia; mia moglie mi stava chiamando a tavola...)
Ultima modifica di Gatto del Cheshire il ven dic 06, 2019 4:15 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda TODD » ven dic 06, 2019 3:47 pm

gatto ti ripeto, parlo di esperienze lette sui forum, ma di persone -credo- molto attendibili, e attente ai consumi, quasi maniacali in qualche caso. sulla statale il fatto è che raramente puoi girare a velocità costante, anzi, rotonde, cambi di limiti, sorpassi e poi rallentamenti ti fanno tipicamente cambiare spesso la velocità, e li la ibrida da il meglio di sè. so anche che per molti è inutile la funzione EV, che ti consente di andare in elettrico puro, ma solo per un paio di km, mentre è meglio lasciar fare al sistema che sceglie di volta in volta quello che è meglio (per farla breve).

so che il sistema Toy è stato preso da Ford, non so se con qualche accordo, ma mi pare di aver capito che la Mondeo ibrida (ne vedo una anche in zona) replica lo schema di toyota e lexus. non sono bene informato sui progressi delle auto coreane, come detto prima, una volta mi interessava di più l'intero settore automotive.
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » sab dic 07, 2019 9:24 am

Nel mio condominio un tale ha comprato un'auto elettrica e ora chiede di peter collegare il suo contatore in cantina, a spese sue, alla presa di corrente nel suo box, a 50 metri di distanza. E visto che la legge glielo permette, ha cominciato a stendere cavi e tubi.
Siccome siamo 60 box, l'amministratore comincia a preoccuparsi dei danni "ambientali" che potrebbero fare tutti quei cavi e tubi e ci ha chiesto consiglio.
Ora i box hanno tutti un collegamento con un contatore unico condominiale, che potrebbe sopportare il carico di pochi kW di ricarica, magari non tutti insieme. L'esistenza delle prese di corrente, che ognuno usa come vuole, è un permesso implicito a farne anche una presa di ricarica, almeno finchè il carico non è eccessivo. Per esempio non credo che mi sentirei in difetto per caricarci uno scooterino elettrico, un paio di kWh di consumo. Ma sarebbe diversa se qualcuno volesse caricare una batteria di 50 kWh, anche perchè farebbe saltare la protezione di sovraccarico del contatore condominiale.
Che soluzione si può trovare senza obbligare tutti a collegarsi al proprio contatore in cantina, migliaia di metri di fili e tubi ?
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda nonnomario » sab dic 07, 2019 10:46 am

Gatto del Cheshire ha scritto:... Che soluzione si può trovare senza obbligare tutti a collegarsi al proprio contatore in cantina, migliaia di metri di fili e tubi ?

nel mio condominio è da anni che, cantine e box, sono collegati ognuno ai propri contatori; è l'unica soluzione per non avere contrasti e beghe.

il lavoro fatto da professionisti viene bene.
Mario su: 1000SP ( '83) - " Il BUE "
A.G. n. 70/2020
Avatar utente
nonnomario
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 9428
Iscritto il: dom mag 02, 2004 4:40 pm
Località: Vimercate (MB)
La/le tua/e Moto Guzzi: non prendere la vita troppo seriamente ... tanto non ne uscirai vivo ! ! !

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » sab dic 07, 2019 12:47 pm

Penso che 1-1,5 Kw pro-condomine non farebbero saltare niente in garage. Pensa che io ho un phon-asciugacapelli da ben 1200 Watt in casa! : )

E' sufficiente che ogni presa in garage abbia il suo bel interruttore di protezione: se uno ciuccia più di quanto ammesso l'interruttore "scatta" ed il problema è risolto alla radice.
Parlo di quegli interruttori di sicurezza che si trovano normalmente in un qualsiasi quadro elettrico di una casa, nulla di trascendentale.
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » dom dic 08, 2019 4:44 pm

Magnetotermico o non magnetotermico e limiti in ballo vari, dubito che uno con una batteria da 50 kWh da ricaricare si possa accontentare di un 1,5kw "sfigato" di un garage classico di condo... i tempi diventano biblici.
Chiaro che deve far fare un impianto dedicato.

Anche lo scooterino elettrico classico temo che possa far saltare fuori i limiti di molti impianti storici che erano stati pensati giusto per la luce ad incandescenza e al massimo l'aspirella quei 5 minuti.
Gia' succede oggi quando qualcuno attacca a caso le classiche stufine elettriche (carico costante per ore...), anche solo dal punto di vista termico sui cablaggi...
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 1239
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » dom dic 08, 2019 6:38 pm

olfra ha scritto:dubito che uno con una batteria da 50 kWh da ricaricare si possa accontentare di un 1,5kw "sfigato" di un garage classico di condo... i tempi diventano biblici.

Vedo che oramai siamo tutti "formattati" dai benzinai... Personalmente mi sono stufato di rispondere sempre alla stessa domanda/obiezione.
Facciamo così: ti dico solo che se t'impegni ci puoi arrivare... :hehe:

Cane e Gatto, mi raccomando: niente aiuti da casa! Deve rispondere da solo! :asd:
Ultima modifica di gimpo il dom dic 08, 2019 7:05 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » dom dic 08, 2019 6:44 pm

Non credo che i cavi siano differenti da quelli usati nel resto dell'edificio... Ma nel caso si filano nuovi cavi nella canalina.

Io la farei corta: impianto a 6 kW, casa e garage serviti dal medesimo contatore. Nel mio condominio a Torino (soli 5 piani) tutti i contatori sono raggruppati nello stesso armadio, sarebbe facile facile.

Poi in 10 ore i 15 kW che ti servono il giorno dopo li fai...
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda gimpo » dom dic 08, 2019 7:12 pm

A casa non serve affatto una super-potenza, a meno che uno non faccia il tassista o cose simili e gli serva l'auto al 100% completamente carica e sempre disponibile.

P.S.
Una tesla Model 3 ha la batteria da 50 Kwh e ci fai 400 chilomentri (dati dichiarati). Anche se fossero 320/330 Km quelli "reali", con 10 ore di ricarica a 1500 Watt ci fai circa 1/3 di quel chilometraggio in città. Ovvero 100 chilometri o più.
Ma voi la mattina per andare a lavorare fate un tragitto di 100 chilometri ogni giorno???
(Mannaggia, ho dato un indizio a Olfra...)
Avatar utente
gimpo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: gio nov 23, 2017 10:08 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 4V

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ilmitico » dom dic 08, 2019 8:20 pm

Per le wallbox domestiche le taglie standard sono: 3,7 - 7 - 12 kW.

Come dicevo qualche mese fa, attualmente c'è un grosso vuoto normativo a proposito della ricarica di veicoli elettrici all'interno di autorimesse soggette al controllo dei Vigili del Fuoco.
Mi è arrivata la voce che, a breve, dovrebbe uscire una linea guida dei Vigili del Fuoco su come realizzare le stazioni di ricarica all'interno delle autorimesse ... io non ho avuto modo di vederla (e visto che in questo topic c'è gente del mestiere, se qualcuno ce l'ha nella versione bozza che sta circolando mi piacerebbe leggerla) ma mi dicono che si dovrà prevedere una compartimentazione dell'area dove avverranno le ricariche e l'installazione di un impianto di spegnimento automatico.
Avatar utente
ilmitico
Moderatore
 
Messaggi: 16743
Iscritto il: gio dic 07, 2006 9:16 pm
Località: VA
La/le tua/e Moto Guzzi: guzzista esodato, suo malgrado

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 123 ospiti