Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » dom giu 23, 2013 7:32 pm

Athlon ha scritto:
Gatto del Cheshire ha scritto:Ma siamo così sicuri che la spina per la ricarica della batteria sia compatibile con le normali prese di corrente ?



:rollin :rollin :rollin :rollin :rollin siamo cosi' sicuri che quando comperi una moto l'imboccatura del serbatoio sia compatibile con le pompe di benzina :celebrate: :celebrate:

Guarda che non scherzavo. Le spine da usare per la ricarica alle colonnine sono speciali, non compatibili con le solite prese. E i costruttori devono ancora mettersi d'accordo sul tipo di presa.

http://www.ilsole24ore.com/art/tecnolog ... d=Ab60R5pH

http://www.autoage.it/info/presa-univer ... ttrica.php

http://it.wikipedia.org/wiki/Colonnina_ ... _elettrici
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 26640
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda mauldinamica » dom giu 23, 2013 7:48 pm

Oggettivamente, per la ricarica rapida (95% in 1 ora) occorre spina ed attacco speciali (perché l' allacciamento alla rete elettrica non è quello comune "casalingo" ma ne occorre uno "piu potente").
Per la ricarica notturna lenta, in garage per intenderci, basta in effetti qualunque presa di corrente. Monti un adattatore all attacco della macchina e ti attacchi alla 220 casalinga
In Ticino i punti di attacco rapidi purtroppo sono pochissimi e questo limita molto la diffusione del mezzo elettrico.
Pensare di diffondere capillarmente la vettura elettrica senza dei punti di attacco "rapidi" non ha molto senso
Una V35 pressata nel deserto fa rumore?
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2797
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » lun giu 24, 2013 5:12 pm

Ha senso con gli scooter elettrici, che hanno batterie da pochi kWh che si possono ricaricare con poca corrente.
Però non so se gli scooter hanno una spina normale o speciale. Per questo chiedevo.

PS. Sinceramente se insieme alla spina di ricarica piazzassero sullo scooter un motorino di 50 cc che in 1-2 ore mi ricarica la batteria mi sentirei più tranquillo.
Si scarica la batteria dopo 50 km ? Ti fermi a un bar, aspetti 1 ora e riparti. Mi pare molto più pratico e sicuro
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 26640
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » lun giu 24, 2013 9:45 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Si scarica la batteria dopo 50 km ? Ti fermi a un bar, aspetti 1 ora e riparti. Mi pare molto più pratico e sicuro

meglio auspicare la diffusione sul territorio delle colonnine di ricarica :D
ho assistito alla disavventura di un tipo con il vectrix rimasto a secco in prossimità di un piccolo centro commerciale, di quelli che si sviluppano su un unico piano, allo stesso livello del parcheggio; nessun commerciante gli ha permesso di attaccarsi alla rete, hanno preferito farlo rimanere lì come un fesso (il posto era abbastanza lontano dai centri abitati).
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 14976
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » lun giu 24, 2013 10:32 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:PS. Sinceramente se insieme alla spina di ricarica piazzassero sullo scooter un motorino di 50 cc che in 1-2 ore mi ricarica la batteria mi sentirei più tranquillo.
Si scarica la batteria dopo 50 km ? Ti fermi a un bar, aspetti 1 ora e riparti. Mi pare molto più pratico e sicuro

OK, ma il tanto decantato rendimento del 60%?
Si torna al normale rendimento di un motore a scoppio....e i costi? e il peso? :rolleyes:
No, serve la spina...alcuni supermercati hanno messo il distributore benzina/diesel a meno, un parco/spine e' perfino una banalita'.... :ok:
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 36410
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar giu 25, 2013 7:07 am

Il fatto è che una pompa di benzina ti fa il pieno in un minuto, una presa elettrica in molto più tempo.
Credo che l'auto elettrica abbia ancora un senso se la ricarica viene fatta di notte, o autonomamente con un motore ausiliario.

Rendimenti ? La corrente elettrica prima o poi deve essere prodotta, con i normali rendimenti di una centrale e le perdite di una rete di distribuzione (che on sono trascurabili). Un motore ausiliario che funziona in condizioni ottimizzate per quello scopo avrebbe un rendimento migliore.

Alla fine comunque la forma migliore di accumulo dell'energia non è una batteria ma un combustibile liquido. Problema della CO2 ? Basta bruciare qualcosa che non contiene carbonio: l'idrazina, il perossido di idrogeno, che sono usati nei motori a razzo. L'acqua ossigenata non solo non produce CO2, ma produce OSSIGENO. E rende più energia, a parità di peso, di una batteria.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 26640
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Dogwalker » mar giu 25, 2013 12:04 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:idrazina

Corrosiva, tossica e cancerogena. Inoltre non cresce sugli alberi. E' sempre un prodotto petrolchimico, quindi con rendimenti globali inferiori rispetto ad un diretto derivato del petrolio.

Gatto del Cheshire ha scritto:perossido di idrogeno

Corrosivo, tossico ed esplosivo (ad alti volumi, quelli usati come propellente, basta venga a contatto con un qualsiasi combustibile, corpo umano compreso), per il resto, vale quanto detto per l'idrazina.

DogW
Attività Neurali Avanzate ®
Avatar utente
Dogwalker
Utente Registrato
 
Messaggi: 25493
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:32 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar giu 25, 2013 12:50 pm

Gatto del Cheshire ha scritto: Il fatto è che una pompa di benzina ti fa il pieno in un minuto, una presa elettrica in molto più tempo.

Certo, se non arriviamo a batterie con cariche veloci e' un problema, ma secondo dove vado, per esempio a lavoro, ci rimango tanto tempo...

Gatto del Cheshire ha scritto:Rendimenti ? La corrente elettrica prima o poi deve essere prodotta, con i normali rendimenti di una centrale e le perdite di una rete di distribuzione (che on sono trascurabili). Un motore ausiliario che funziona in condizioni ottimizzate per quello scopo avrebbe un rendimento migliore.

La produzione attuale termoelettrica e' mediamente (tra vecchie e nuove centrali) intorno al 50%, il trasporto sara' sul 90%...
Nessun motore a benzina anche ottimizzato (dai costi e tecnologia compatibili con uno scooter) si puo' avvicinare a questo rendimento...
Poi, se bruci benzina a 1,8€ il vantaggio economico dell'elettrico sparisce, a parte le zone verdi... (il mio primo ragionamento sul rendimento era invece solo nell'interresse della collettivita')
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 36410
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » lun feb 03, 2014 1:00 pm

E di questa tecnologia che ne dite?

http://la1.rsi.ch/home/networks/la1/ilq ... tabEdition

Mah... :rolleyes:
Avatar utente
Elk
Utente Registrato
 
Messaggi: 4795
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda fabiolemans1 » lun feb 03, 2014 1:09 pm

Elk ha scritto:E di questa tecnologia che ne dite?

http://la1.rsi.ch/home/networks/la1/ilq ... tabEdition

Mah... :rolleyes:

fosse vero sarebbe l'uovo di colombo che tutti cercano; dicono che già ad aprile saranno disponibili le prime auto, è una cosa da tenere d'occhio.
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Utente Registrato
 
Messaggi: 14976
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda max centauro » lun feb 03, 2014 1:19 pm

Troppo bello per essere vero.
Conosco solo due definizioni di infinito: l'Universo e la stupidità umana.
Per l'Universo ho qualche dubbio!
Albert Einstein
Avatar utente
max centauro
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 3219
Iscritto il: lun ott 27, 2003 7:34 am
Località: cassino

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Dogwalker » lun feb 03, 2014 1:25 pm

Ormai si possono fare anche test comparativi tra moto elettriche in commercio.

http://www.cycleworld.com/2013/10/31/br ... cs-photos/
http://www.motorcycle.com/shoot-outs/20 ... 91574.html

DogW
Attività Neurali Avanzate ®
Avatar utente
Dogwalker
Utente Registrato
 
Messaggi: 25493
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:32 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » lun feb 03, 2014 1:46 pm

Mi piacerebbe vederla andare dopo che hanno levato il motore...

Ricordo dall'anno scorso il generatore di energia a fusione fredda di nickel e idrogeno presentato da Rossi, l'inventore, e Focardi, suo consulente e professore di fisica nucleare dell'università di Bologna (che ne capiva molto di più ma era meno bravo a procurarsi finanziamenti). La reazione nucleare fra idrogeno e nickel produce rame e un bel po' di energia.
http://www.vip.it/e-cat-di-rossi-focard ... kullander/
http://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Focardi
Fu tenuta nello scorso gennaio 2011 una pubblica dimostrazione del funzionamento del reattore pilota, che effettivamente produsse un bel po' di energia, poi non si è saputo più niente.

Chissà perchè queste invenzioni miracolose finiscono sempre nel nulla (di solito dopo che hanno raccolto un po' di finanziamenti di interessati inesperti).
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 26640
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Dogwalker » lun feb 03, 2014 2:09 pm

Attività Neurali Avanzate ®
Avatar utente
Dogwalker
Utente Registrato
 
Messaggi: 25493
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:32 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » lun feb 03, 2014 2:18 pm

fabiolemans1 ha scritto:
Elk ha scritto:E di questa tecnologia che ne dite?

http://la1.rsi.ch/home/networks/la1/ilq ... tabEdition

Mah... :rolleyes:

fosse vero sarebbe l'uovo di colombo che tutti cercano; dicono che già ad aprile saranno disponibili le prime auto, è una cosa da tenere d'occhio.
-fabio-

Quasi di sicuro una stronzata...
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 36410
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Elk » lun feb 03, 2014 2:38 pm

Cane ha scritto:Quasi di sicuro una stronzata...


Ahahah... sono tendenzialmente d'accordo! :-)
Avatar utente
Elk
Utente Registrato
 
Messaggi: 4795
Iscritto il: gio ago 20, 2009 3:16 pm
Località: Svizzera
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV - '98 - Lizbeth
V10 Centauro '97 - Centauro, what else?
1100 T3 California '95 - Cinghiala
(ex) SP 1000 VG - '83 - Baghera
850 T3 California '77 - Marilyn
Nuovo Falcone ‘72 - ...è capitato, potevo non salvarlo?
Stornello Sport America - '66 - Il Mulo

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Dogwalker » lun feb 03, 2014 3:25 pm

Che si possa ottenere elettricità dai campi magnetici è sicuro (la radio a cristallo ad es, funziona avendo come fonte energetica la stessa onda radio che riceve). Che se ne possa ottenere con il rendimento descritto (200km con un quarto d'ora di esposizione), è una minchiata.

DogW
Attività Neurali Avanzate ®
Avatar utente
Dogwalker
Utente Registrato
 
Messaggi: 25493
Iscritto il: lun ott 27, 2003 8:32 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » lun feb 03, 2014 3:29 pm

Se davvero fosse possibile ricavare energia dal campo magnetico terrestre potrei anche installare sulla moto una grossa antenna e andarci in giro

Immagine
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 26640
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » lun feb 03, 2014 3:38 pm

Dogwalker ha scritto:Che si possa ottenere elettricità dai campi magnetici è sicuro (la radio a cristallo ad es, funziona avendo come fonte energetica la stessa onda radio che riceve). Che se ne possa ottenere con il rendimento descritto (200km con un quarto d'ora di esposizione), è una minchiata.

DogW

Infatti l'assurdita' e' per l'energia necessaria a muovere l'auto...
La potenza dei campi magnetici alternati e' debolissima, in grado come dici di far funzionare la famosa "Radio Galena" (che ricordo da piccolo) con la cuffia...

Intensifica i campi magnetici, poi raccoglie le "particelle"...

Ma che l'inguaggio tecnico e', di cosa parla? :rolleyes:
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 36410
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda ranabout » lun feb 03, 2014 3:41 pm

fabiolemans1 ha scritto:
Elk ha scritto:E di questa tecnologia che ne dite?

http://la1.rsi.ch/home/networks/la1/ilq ... tabEdition

Mah... :rolleyes:

fosse vero sarebbe l'uovo di colombo che tutti cercano; dicono che già ad aprile saranno disponibili le prime auto, è una cosa da tenere d'occhio.
-fabio-


il Kem (?) è un sistema che intensifica i campi magnetici e coglie questa densità di particelle; dal kem vengono trasferite alla batteria attraverso un sistema elettronico di intensificazione delle frequenze


:trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca: :trinca:

ma di brutto, eh!

mi fa quasi piacere che questo video mostri che le minchiate non abbiano terreno fertile solo in italia...
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19154
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AndreaM, Google [Bot], Majestic-12 [Bot], sevendays, strata e 30 ospiti