Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

affaticamento freno posteriore Nevada ?

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda Luka » lun giu 23, 2014 6:47 pm

ranabout ha scritto:
Luka ha scritto:
(*) per meglio dire: ha scritto che è da principianti arrivare al fading, ma in realtà negli impianti con tubi in gomma (come il posteriore di Brevuzza e Nevada) non ci vuole tantissimo per arrivarci, massime se la discesa è lunga e la si fa allegramente. Come detto i tubi in treccia aiutano molto, per via del fatto che probabilmente la dilatazione del tubo è il primo problema che si manifesta.

ma il bello è che, signore e signori, non l'ho scritto nemmeno io!!! :rollin :rollin :rollin :rollin


Ed infatti ho corretto, come si evince abbastanza chiaramente anche dalla tua citazione...

ranabout ha scritto:L'esempio sono proprio io, che viaggio normalmente con 200Kg di passeggeri, sempre e solo per montagne (con discese e curve da staccata annesse, roba che prima o poi Monnalisa mi pianta un cazzotto nelle coste che me lo ricordo per tutta la vita :asd: ) e per niente tranquillo, perdipiù con l'impianto vecchio di 16 anni, pastiglie sostituite un tot di anni fa, col fluido freni del secolo scorso... eppure al fading, sempre che davvero non lo voglia io di mia sponte, non ci arrivo MAI!!


Anche io viaggiando in coppia ed a pieno carico (tipicamente, per dire, su quella simpatica stradina che da Guspini ti porta ad Iglesias passando per Fluminimaggiore - circa 50 km di curve e saliscendi: il rettilineo più lungo deve essere di 100 metri) non ci sono mai arrivato; viaggiando dassolo un paio di volte si. In dieci anni e oltre 70000km, neh?, quindi non dico che capiti di frequente; però con quell'impianto a me è capitato. Con il Ramarro, per dire, che ha tubi in treccia anche dietro, e va corretto più della brevuzza, mai.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6149
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda Luka » lun giu 23, 2014 6:49 pm

Nello ha scritto:
Luka ha scritto:... l'ha sostenuta a più riprese anche il già ricordato cazzaro quando si presentava come wvilla e dispensava pillole di saggezza...


mammai che esempi tiri fuori ... :asd:


Era giusto per far sentire un po' in colpa ranabout... :lol :rotfl:

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6149
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda ranabout » lun giu 23, 2014 6:54 pm

allora vabbè...

m'avete convinto...

d'ora in avanti frenerò dai 160 a zero, in due, stracarichi di bagagli e in discesa giusto prima di un tornantone SOLO col freno dietro e vediamo se è vero che ho il tubo in treccia pure lì... :asd:
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19138
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda Luka » lun giu 23, 2014 6:58 pm

Nello ha scritto:p.s. Almeno dalla Nevada del 97 anche la serie piccola monta i tubi in treccia, ricoperti con la plastica nera. Molti pensano che siano il vecchio tipo in gomma e li sostituiscono.


Posso sbagliare, ma quelli della brevuzza a me sembrano proprio in gomma e basta.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6149
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda ranabout » lun giu 23, 2014 7:00 pm

ma la brevuzza è sciocca quindi non fa testo... :asd:
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19138
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda alexmas » lun giu 23, 2014 8:50 pm

capita anche a me con la Stone..... non mi decido mai di cambiare il tubo in gomma con uno in treccia.
prima o poi lo farò, mi sono abituato ai surriscaldamenti del post, che poi dopo mi mancherà.....
Alessandro

Memento Audere Semper
alexmas
Utente Registrato
 
Messaggi: 279
Iscritto il: lun apr 17, 2006 6:23 pm
Località: cento (FE)

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda mauldinamica » lun giu 23, 2014 10:22 pm

Nello ha scritto:- Su tutte le moto, il freno posteriore è ausiliario. A scuola guida insegnano come e quando. Punto
- Il freno posteriore "deve" essere sottodimensionato. Punto, punto e virgola e apici
- Sul Nevada la sostituzione era prevista a 15k e 30k km. Ogni due anni, secondo le raccomandazioni generali, ne dovete tenere nota e non delegare al meccanico ( come per tutta la manutenzione, del resto)
- Se il pedale va a fondo per surriscaldamento dell'olio, è perché lo stato usando male.
Sulla MotoGuzzi, anche durante l'era De Tommaso, l'impianto frenante è stato sempre l'eccelenza dell'allestimento, sono stati costretti a scriverlo anche quelli di Motociclismo durante le recensioni delle varie v35.
Potete fare i permalosi e mantenere il vostro punto di vista, oppure fare come me e, dopo diverse sgrugnate a terra, dare retta a chi vi dice che state sbagliando
Isa è più simpatica di me e Rana, e fai un corso di guida sicura


Chi utilizza la Nevada, mia moglie, ha fatto più di un corso di guida sicura, tutti negli ultimi 3 anni. Non so se quelli elvetici sono meno aggiornati di altri.
Dagli stessi si è potuto evincere che:
-il freno posteriore è ausiliario (ma vah?)
-il freno posteriore NON deve essere sottodimensionato in assoluto, ma dimensionato per il veicolo e l' impiego che se ne fa
- se il freno va a fondo è perché lo si utilizza troppo, non "male", oppure è sottodimensionato.
Nella Nevada, ed in tutti i 750 che ho in garage, il freno posteriore è sottodimensionato perché in un utilizzo NORMALE sui passi alpini alla fine "va piatto".
Occorrerebbe avere un maggior raffreddamento di pinza e disco, una pinza più grande o più performante, soprattutto una manutenzione capillare che, sul libretto della Nevada 2002, giusto per essere pignoli, riporta il cambio del liquido frenante ALMENO ogni anno o ogni 20.000 km, il primo parametro che si raggiunge.
Nel caso del nostro Nevada le cose si sovrappongono, visto che le percorrenze degli ultimi due anni sono state con quella moto rispettivamente 25.000 e 22.000 Km
Quando si arriva al vapor lock sento mia moglie nell' interfono che mi dice" è andato il posteriore", lei incomincia ad usare solo l' anteriore e invariabilmente mi chiede, che io stia usando il Norge, Il V11, il Griso: "ma a te? Non va a fondo?"
Che gli devo dire " si, si, va a fondo perché usiamo entrambi male allo steso modo il freno posteriore", mentendogli, oppure, "no, l' impianto del serie grossa è meglio dimensionato e si stanca molto meno di quello del serie piccola"?
Quest' inverno abbiamo in programma di adattare il V11 per Cinzia. Vedremo se arriverà a "vaporizzare" anche quello. Sinceramente ne dubito, visto che non ci riesco ora con quasi un quintale in più.
Ti terro' aggiornato quest' inverno/primavera.
Grazie per l' interessamento.

P.S.
iverdog ha scritto:.. e comunqe la frenata non è unicamente del posteriore, ma bilanciata tra ant. e post. :b


dal 2002 le nevada,e tutte le V7 hanno la frenata separata, anteriore a manubrio e posteriore a pedale
PRESIDIO IL SEGMENTO
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2487
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda ranabout » mar giu 24, 2014 10:39 am

mauldinamica ha scritto:Nella Nevada, ed in tutti i 750 che ho in garage, il freno posteriore è sottodimensionato perché in un utilizzo NORMALE sui passi alpini alla fine "va piatto".
Occorrerebbe avere un maggior raffreddamento di pinza e disco, una pinza più grande o più performante, soprattutto una manutenzione capillare che, sul libretto della Nevada 2002, giusto per essere pignoli, riporta il cambio del liquido frenante ALMENO ogni anno o ogni 20.000 km, il primo parametro che si raggiunge.


quindi per la mia vale la trasposizione di "La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso."

cioé "l'impianto frenante della Brunilde, in relazione al suo peso (che è parecchio :asd: ), non è adatta ai passi alpini, ma lei non lo sa e frena lo stesso."

:rollin :rollin :rollin :rollin

mo me lo scrivo pure in firma!!

:rollin :rollin :rollin :rollin

mauldinamica ha scritto:
iverdog ha scritto:.. e comunqe la frenata non è unicamente del posteriore, ma bilanciata tra ant. e post. :b


dal 2002 le nevada,e tutte le V7 hanno la frenata separata, anteriore a manubrio e posteriore a pedale


veramente la frenata tradizionale, non combinata, sulla nevada c'è sempre stata, sin dal 1991.

e un po' la rimpiango, anche se non ho mai avuto modo di provarla... :rolleyes:

ma credo che iverdog intendesse dire che lui (giustamente, come me, del resto) frena non solo con l'anteriore ma anche col posteriore, solo che con l'anteriore si frena, col posteriore si corregge.
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19138
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda max centauro » mar giu 24, 2014 12:08 pm

Il freno dietro deve essere solo di aiuto alla frenata. Mettere un impianto sovradimensionato porta al rischio di bloccaggi della ruota posteriore al minimo tocco. I freni che ci sono, sono giusti. Ci potete mettere anche un tubo rigido di acciaio inox, ma se l'olio bolle c'è nulla da fare. l'unica soluzione, già consigliata, è mettere olio fresco con le scadenze da libretto.
Conosco solo due definizioni di infinito: l'Universo e la stupidità umana.
Per l'Universo ho qualche dubbio!
Albert Einstein
Avatar utente
max centauro
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 3179
Iscritto il: lun ott 27, 2003 7:34 am
Località: cassino

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda nedo » mar giu 24, 2014 12:10 pm

in tutte le moto il freno posteriore è sottodimensionato al peso della moto stessa
basta confrontare lo spazio di frenata usando rispettivamente solo il posteriore o solo l'anteriore
perché le case motociclistiche si ostinino a progettare i due impianti frenanti (anteriore e posteriore) così diversi è un mistero! forse l'antarallo...

...ognuno ha il proprio stile di guida che comprende anche la modalità di frenata e quindi ognuno mette più in crisi una parte della moto rispetto ad un'altra- questo fatto sommato ad una cattiva manutenzione può portare a "fenomeni" come quello di cui state parlando

trovo invece che sia molto difficile parlare di errori di progettazione dacché la problematica è trasversale alle moto e ai modelli
r a m a g u s s i
https://www.youtube.com/watch?v=Qi75P9_lGN0
nedo
Utente Registrato
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: mer set 08, 2004 8:51 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: motorevole motonauta

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda iverdog » mar giu 24, 2014 12:31 pm

ranabout ha scritto:
mauldinamica ha scritto:Nella Nevada, ed in tutti i 750 che ho in garage, il freno posteriore è sottodimensionato perché in un utilizzo NORMALE sui passi alpini alla fine "va piatto".
Occorrerebbe avere un maggior raffreddamento di pinza e disco, una pinza più grande o più performante, soprattutto una manutenzione capillare che, sul libretto della Nevada 2002, giusto per essere pignoli, riporta il cambio del liquido frenante ALMENO ogni anno o ogni 20.000 km, il primo parametro che si raggiunge.


quindi per la mia vale la trasposizione di "La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso."

cioé "l'impianto frenante della Brunilde, in relazione al suo peso (che è parecchio :asd: ), non è adatta ai passi alpini, ma lei non lo sa e frena lo stesso."

:rollin :rollin :rollin :rollin

mo me lo scrivo pure in firma!!

:rollin :rollin :rollin :rollin

mauldinamica ha scritto:
iverdog ha scritto:.. e comunqe la frenata non è unicamente del posteriore, ma bilanciata tra ant. e post. :b


dal 2002 le nevada,e tutte le V7 hanno la frenata separata, anteriore a manubrio e posteriore a pedale


veramente la frenata tradizionale, non combinata, sulla nevada c'è sempre stata, sin dal 1991.

e un po' la rimpiango, anche se non ho mai avuto modo di provarla... :rolleyes:

ma credo che iverdog intendesse dire che lui (giustamente, come me, del resto) frena non solo con l'anteriore ma anche col posteriore, solo che con l'anteriore si frena, col posteriore si corregge.


oui!!! :ok:
Intendevo proprio quello, figuriamoci, che sono abituato a fare il cazzone con la XL350R che davanti ha un dischettino da freesbee (occomecacchiosiscrive!) e dietro un misero tamburo che posso andarci a suonare alla festa di paese... e quando non basta ci sono... i piedi!! :look:
Dov'è parcheggiata la mia moto c'è sempre uno straccio e un cacciavite
Avatar utente
iverdog
Utente Registrato
 
Messaggi: 273
Iscritto il: mar giu 10, 2014 5:59 pm
Località: Chieti
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '00
Honda XL350R '89

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda nafta » mar giu 24, 2014 12:33 pm

[quote="mauldinamica"][
Quest' inverno abbiamo in programma di adattare il V11 per Cinzia. Vedremo se arriverà a "vaporizzare" anche quello. Sinceramente ne dubito, visto che non ci riesco ora con quasi un quintale in più.



@Mauldinamica, sul freno posteriore del v11 non esserne così convinto, si lamentavano in tanti, ma forse era solo questione di buona manutenzione per evitare il vapor look.
a me comunque si scalda parecchio ma anche qui sarebbe il caso di darci una bella revisionata. :oops:
Ne parleremo alla prima occasione.
Avatar utente
nafta
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 1083
Iscritto il: sab dic 13, 2008 7:10 pm
Località: BERGAMO
La/le tua/e Moto Guzzi: v11#3 lm2 lm3 california 3

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda mauldinamica » mar giu 24, 2014 1:56 pm

continuo a non spiegarmi bene. Pazienza.

ESCLUSIVAMENTE per Nafta: se io e mia moglie facciamo, come d' abitudine, un viaggio assieme e, come è capitato spesso io uso il V11 e lei in Nevada, non è mai capitato che a me andasse in ebollizione il liquido frenante del posteriore mentre a lei si. Chiaro che la strada e la velocità di percorrenza in queste circostanze fossero per forza uguali. Quindi precise identiche condizioni.
Capita solo sui passi, alpini o meno, con lunghe e ripide discese.
Freniamo tutti e due nello stesso modo, posteriore in discesa, ma lei, anzi, usa molto meno il freno in qualunque circostanza rispetto a me perché sa far scivolare molto meglio la moto.
Il posteriore del V11, con il mio peso (110 e lode) mai messo in crisi. A lei, (50 kg) il suo Nevada si.

Per questo ti dico che è logicamente impossibile che metterà in crisi il V11. Alle nostre andature, con le nostre abitudini.
Se tu mi dici che si può mettere in crisi il freno posteriore del V11, sfondi una porta aperta. Si può mettere in crisi qualunque impianto frenante, se portato al limite.
Quello che io e, credo, Gigetto diciamo è che in condizioni NON-LIMITE, il freno posteriore del NEVADA "si affatica" cronicamente, ed io sostengo che nelle stesse identiche condizioni altri prodotti Guzzi NO.
Se ci fosse chi ha provato sulla NEVADA qualche soluzione più radicale della normale manutenzione, io sarei felicissimo di poterne discutere e magari "copiargli" il lavoro o, se è un meccanico professionista, di farglielo eseguire.
Cose normali da forum di Moto Guzzi.
Credo.
Parliamone tra di noi sicuramente alla prima occasione, l' invito è sempre valido.
Ma magari stuzzicare l' ingegno di qualche professionista utilizzando il forum per sistemare quello che per noi è una scocciatura trovo che sia comunque usa strada che vale la pena percorrere.
Preferisco risolvere un problema piuttosto che chiacchierarne.
PRESIDIO IL SEGMENTO
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2487
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda Luka » mar giu 24, 2014 2:10 pm

Per quello che costa la modifica io proverei il tubo in treccia metallica - forse non risolve, ma certamente aiuta eliminando il problema della dilatazione dei condotti e migliorando in qualche misura il raffreddamento del liquido.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 6149
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda ranabout » mar giu 24, 2014 2:13 pm

mauldinamica ha scritto:Freniamo tutti e due nello stesso modo, posteriore in discesa, ma lei, anzi, usa molto meno il freno in qualunque circostanza rispetto a me perché sa far scivolare molto meglio la moto.

allora, scusami eh, ma voi, L'ANTERIORE QUANDO LO USATE?!? :look:

comunque è l'ora dell'aneddoto dentone :
quando mi si è bloccata la pinza anteriore sinistra e i pistoncini non tornavano a riposto nemmeno col freno rilasciato, non mi sono accorto subito di questo problema... sentivo solo una certa "pigrizia" dell'anteriore ma imputavo tutto alle Merdad...ehm... Macadam...

un giorno, per curiosità, controllo con mano i due dischi, se sono usurati... controllo il destro "uhm, ok, come nuovo!! :celebrate: "... controllo il sinistro " :shock: :shock: :shock: awais awais awais awais :nohope: :nohope: :nohope: :nohope: :crying: :crying: :crying: "

BRUCIAVA COME L'INFERNOOOO!!!! :wall: :wall: :wall:

e da lì, tra una madonna e l'altra, mi sono accorto che avevo una pinza bloccata... mo sfido chiunque a bestemmiare quanto abbia fatto io in quell'occasione ma sono abbastanza sicuro che ci ho viaggiato per parecchio tempo, in quelle condizioni, quindi la temperatura dell'ambaradan è salita parecchissimo e per parecchio tempo!

il fatto è che non ho mai avuto problemi di fading all'anteriore!!! segno che il liquido non è mai andato in ebollizione e questo è segno di quanto si raffreddano di più i dischi anteriori, esposti all'aria, pur se azionato COME NON DEVE ESSERE AZIONATO (cioé una luuuuuunga frenatina leggera continua, cioé alla principiantesca o, che dir si voglia, alla cazzo di cane!) in confronto al posteriore della nevada della dolce metà (dolce quarto, vista la differenza di stazza... :asd: ) di mauldinamica, seppur utilizzato ad intermittenza...
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19138
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda mauldinamica » mer giu 25, 2014 9:18 am

Luka ha scritto:Per quello che costa la modifica io proverei il tubo in treccia metallica - forse non risolve, ma certamente aiuta eliminando il problema della dilatazione dei condotti e migliorando in qualche misura il raffreddamento del liquido.

L.


Verrà montato la prossima settimana. Grazie del suggerimento. Proprio per raffreddare meglio il liquido. Faccio tesoro degli aiuti concreti.
Anche le pastiglie hanno un loro significato nell' abbassare la temperatura del liquidi dell' impianto frenante del posteriore della Nevada.
Sugli originali c'è poco materiale e, ben prima che sia troppo basso per DOVER essere sostituito, non fa che rendere la piastrina di supporto del materiale frenate INFUOCATA al minimo utilizzo. Il calore viene trasmesso pari pari al pistone della pinza e quindi al liquido frenante. Quindi le cambiamo ben prima della fine della loro vita effettiva.
Oltre al cambio del liquido frenante, l' ultima volta eseguito 15.000km fa. Come di routine.

Ma rimango convinto che avere un altra pinza, che non deve essere più "potente" ma meglio dimensionata come materiali e pastiglie, risolverebbe veramente il problema nell' utilizzo "normale".
PRESIDIO IL SEGMENTO
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2487
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda ranabout » mer giu 25, 2014 11:11 am

intanto metti il dot 5.1, che ha un punto di evaporazione più alto...
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19138
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde in rianimazione

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda mauldinamica » mer giu 25, 2014 5:26 pm

non conviene cambiare tipo di liquido frenante se TUTTI i componenti non sono approvati per quella particolare specifica.
Il Griso dice ad esempio SOLO DOT 4. Il problema sembrano essere le guarnizioni, differenti per un tipo e per l' altro di liquido frenante.
Inoltre resiste, anche se di poco, meglio alle alte temperature ma ha una emivita dimezzata rispetto al DOT 4, quindi non più di 6 mesi.

Grazie del consiglio ma cercherei qualche cosa di più "strutturale".
SE metto un DOT 5.1, al limite metto anche un impianto appositamente pensato per questo fluido. Top del Top.
Sarebbe quello che sto cercando da tempo, sperimentato su un serie piccola con impianto frenante a sx.
PRESIDIO IL SEGMENTO
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2487
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda manuelito1979 » mer giu 25, 2014 9:26 pm

Ragazzi, la butto lì, ma non è che avete troppo poco gioco tra puntale e pompa che vi fa mantenere il freno posteriore sempre leggermente azionato?
Io cambio l'olio ogni anno, controllo spesso che il disco rimanga libero e uso il freno posteriore come supporto... mai avuto problemi di surriscaldamento!
"Esiste un solo modo di fare le cose: farle bene".
Avatar utente
manuelito1979
Utente Registrato
 
Messaggi: 200
Iscritto il: mer set 05, 2012 7:44 am
Località: Roma nord-ovest
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 i.e. Touring '06

Re: affaticamento freno posteriore Nevada ?

Messaggioda mauldinamica » gio giu 26, 2014 8:37 am

diremo al meccanico di controllare anche questo settimana prossima. al tagliando. Thanks.
PRESIDIO IL SEGMENTO
Avatar utente
mauldinamica
Utente Registrato
 
Messaggi: 2487
Iscritto il: lun ott 01, 2012 6:27 pm
Località: a 56 Km da Mandello
La/le tua/e Moto Guzzi: v11 sport 2000 prima serie, Griso 8V 2008 prima serie, Stelvio 2017 ultima serie
"Mi sento come una vecchissima Guzzi, senza di lei ora non esisterebbero le Breva, Norge ecc "
Kunta Kinte

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], dooan, Toscano e 39 ospiti