Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Gatto del Cheshire » sab dic 28, 2019 1:36 pm

Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Gatto del Cheshire » lun gen 06, 2020 4:07 pm

Sabato mattina qui in Val Seriana ho fatto un faticoso lavoro di giardinaggio, a cui sono poco abituato.
La sera mi sono sentito poco bene. Senso di sfinimento, battito cardiaco irregolare e affrettato.
Mi sono spaventato un po' e, per la prima volta in vita mia, ho chiesto l'intervento di un'ambulanza per farmi portare all'ospedale (mia moglie non se la sentiva di guidare l'auto).
Mi è costato caro perchè in quell'ambulanza lungo le tortuose strade di montagna ho sofferto di mal d'auto e ho vomitato l'anima; questo però è tutto il prezzo che ho pagato.
All'ospedale mi hanno fatto tutti gli esami possibili, inclusa una radiografia del torace, senza trovare niente. Sono sano come un pesce. Quasi mi vergognavo sentendo parlare di un'epidemia di meningite là vicino, nel Bresciano, e di intossicazioni multiple da cibo avariato a un pranzo.
Sono rimasto là la notte poi ho trovato un taxi per tornare a casa .
Dimesso con la prescrizione di idratazione a sorsi e dieta leggera, e nel caso di febbre paracetamolo. Insomma niente.
Stanotte ci ho dormito su, ma mi sento ancora indebolito, ho un po' di abbassamento della vista e ho un forte prurito al torace.

Mi è venuto in mente che una cosa simile mi era capitata dopo un faticoso viaggio di lavoro; anche allora mi era comparso uno sfogo al torace, che la solita vicina aveva diagnosticato come Fuoco di S.Antonio, cioè Herpes Simplex, un disturbo che ha chi come me è portatore del virus della varicella, che ho fatto da bambino e che mi è rimasto dentro latente.
E mi è venuto in mente che il mio medico mi aveva prescritto dell'Aciclovir per uno sfogo sulle labbra (sintomo dell'Herpes) e mi aveva informato che l'Herpes può dare anche del prurito, come mi succede ogni tanto senza che ci faccia troppo caso. Devo concludere che ho avuto proprio una recidiva dell'Herpes, causata dalle fatiche di sabato, e appena tornato a MIlano mi farò prescrivere dell'aciclovir.
Ma non mi era mai successo di finire al pronto soccorso (senza che là gli venisse in mente di cosa poteva trattarsi).

E' proprio una bella seccatura. Ma almeno avrò un pretesto per rifiutarmi di faticare troppo in giardino.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Red27 » mar gen 07, 2020 11:18 am

Sicuro non sia un non pericoloso (ma per questo non banale, anzi l'opposto), attacco di panico?

Magari con l'avanzare degli anni stai diventando un pelo ipocondriaco nei confronti dei segnali del tuo corpo.

Te lo dico per esperienza vissuta dopo la diagnosi della mia malattia.
trasformo giunti cardanici rovinati in feste di paese
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 469
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar gen 07, 2020 4:14 pm

Non credo. Ancora oggi, dopo un tranquillo viaggio in auto di due ore, ero sfinito.
Ma mi ci fai pensare. Queste crisi che si autoalimentano si possono superare facilmente ma quando si è lontani dai soliti luoghi (per esempio in viaggio) possono essere molto spiacevoli. Mi è successo durante un viaggio in USA.
E qui il discorso si può allargare molto.
Manca l'amuleto da usare per ritrovare l'equilibrio. Una volta si poteva portar con sè una reliquia, un pezzetto d'osso di qualche santo protettore. Pochi Pater, Ave e Gloria e il panico passava.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda LucaF » mar gen 07, 2020 5:06 pm

Gatto del Cheshire ha scritto: Pochi Pater, Ave e Gloria e il panico passava.

o dei semplici esercizi di respirazione: funzionano bene (quando non ci sono problemi seri, altrimenti fanno ben poco....)
L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 3051
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Baviera, Germania
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda nedo » mar gen 07, 2020 5:33 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Sabato mattina qui in Val Seriana ho fatto un faticoso lavoro di giardinaggio, a cui sono poco abituato.
La sera mi sono sentito poco bene. Senso di sfinimento, battito cardiaco irregolare e affrettato.
Mi sono spaventato un po' e, per la prima volta in vita mia, ho chiesto l'intervento di un'ambulanza per farmi portare all'ospedale (mia moglie non se la sentiva di guidare l'auto).
Mi è costato caro perchè in quell'ambulanza lungo le tortuose strade di montagna ho sofferto di mal d'auto e ho vomitato l'anima; questo però è tutto il prezzo che ho pagato.
All'ospedale mi hanno fatto tutti gli esami possibili, inclusa una radiografia del torace, senza trovare niente. Sono sano come un pesce. Quasi mi vergognavo sentendo parlare di un'epidemia di meningite là vicino, nel Bresciano, e di intossicazioni multiple da cibo avariato a un pranzo.
Sono rimasto là la notte poi ho trovato un taxi per tornare a casa .
Dimesso con la prescrizione di idratazione a sorsi e dieta leggera, e nel caso di febbre paracetamolo. Insomma niente.
Stanotte ci ho dormito su, ma mi sento ancora indebolito, ho un po' di abbassamento della vista e ho un forte prurito al torace.

Mi è venuto in mente che una cosa simile mi era capitata dopo un faticoso viaggio di lavoro; anche allora mi era comparso uno sfogo al torace, che la solita vicina aveva diagnosticato come Fuoco di S.Antonio, cioè Herpes Simplex, un disturbo che ha chi come me è portatore del virus della varicella, che ho fatto da bambino e che mi è rimasto dentro latente.
E mi è venuto in mente che il mio medico mi aveva prescritto dell'Aciclovir per uno sfogo sulle labbra (sintomo dell'Herpes) e mi aveva informato che l'Herpes può dare anche del prurito, come mi succede ogni tanto senza che ci faccia troppo caso. Devo concludere che ho avuto proprio una recidiva dell'Herpes, causata dalle fatiche di sabato, e appena tornato a MIlano mi farò prescrivere dell'aciclovir.
Ma non mi era mai successo di finire al pronto soccorso (senza che là gli venisse in mente di cosa poteva trattarsi).

E' proprio una bella seccatura. Ma almeno avrò un pretesto per rifiutarmi di faticare troppo in giardino.


Gatto io eviterei le auto diagnosi
sappi che l'Herpes Zoster (e non herpes simplex) quando si riattiva riguarda solo un lato del corpo- è una malattia neurologica con manifestazione cutanea. Se lo sfogo di cui parli è bilaterale credo abbia poche possibilità di essere il fuoco di sant'antonio. Peraltro più che la stanchezza, la manifestazione è la sensazione di bruciore/dolore lungo il percorso di uno o più nervi. Il fatto che si riattivi riguarda uno stato di debolezza delle difese immunitarie, per cui l'eventuale stanchezza più che un sintomo potrebbe essere la causa. Ma si fa per chiacchierare tra amici, meglio sempre parlare con un dottore. L'antivirale per il fuoco di s.antonio è certamente indicato appena è chiara la diagnosi e subito appena vengono fuori le classiche bollicine dolorose, per evitare la cronicizzazione del dolore. Cmq i nervi sollecitati dall'herpes possono metterci tanto prima di silenziarsi. Il tutto per esperienza diretta :arrabbiato: .
r a m a g u s s i
https://www.youtube.com/watch?v=Qi75P9_lGN0
nedo
Utente Registrato
 
Messaggi: 4837
Iscritto il: mer set 08, 2004 8:51 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: motorevole motonauta

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Roxxana » mar gen 07, 2020 8:20 pm

coccia ha scritto:...
Scusate il lungo (e pesante!) post. Spero serva a qualcuno. Ad maiora!

Serve,si :volemose:

frank baldux ha scritto:....
Mio fratello medico (si sta specializzando in tutt'altro, ortopedia, ma sempre medico è )mi ha ordinato di fare accertamenti, e ora so cosa è la paura.

Li stai facendo? :volemose:
De Guzzibus et motoribus non disputacchiandum est
-Baffo52 uno di noi.
Avatar utente
Roxxana
Moderatore
 
Messaggi: 1503
Iscritto il: mar ago 12, 2014 4:35 pm
Località: somewhere, over the rainbow
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 750 + una jap, ma piccola piccola (io)
Le Mans 850 I + una jap, grossa e cattivona (mio marito)

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda frank baldux » gio gen 09, 2020 9:33 pm

Roxxana ha scritto:
frank baldux ha scritto:....
Mio fratello medico (si sta specializzando in tutt'altro, ortopedia, ma sempre medico è )mi ha ordinato di fare accertamenti, e ora so cosa è la paura.

Li stai facendo? :volemose:


Ti ringrazio molto per la domanda, ho bisogno d'affetto in questo periodo :volemose:

Sì, le analisi sangue(piuttosto approfondite, d'altronde mio fratello in quanto tale ci tiene, e io gli ho dato mandato di non badare a spese :rolleyes: ) sono tutte a posto, poi ho fatto la gastroscopia ed ho solo un lieve reflusso e nulla di preoccupante, l'urologo mi ha detto che è tutto ok...il medico di famiglia sta attendendo alcuni altri risultati di analisi per decidere se mandarmi a colonscopia, e nel frattempo ho prenotato una tac addome per tagliare la testa al toro. Il calo di peso si è pressoché fermato, ma pur mangiando di più non riesco a riprenderlo (mentre prima dovevo limitarmi per non ingrassare).

Prima di ogni diagnosi, cmq, da buon bancario ho fatto una polizza caso morte in favore dei miei figli :aaah:

È brutta, la paura. Non l'avevo mai provata così
frank baldux
Utente Registrato
 
Messaggi: 482
Iscritto il: lun ott 27, 2003 10:56 am
Località: Bari
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Vespa Pk50s
ex Moto Guzzi V35 Imola II
ex Honda Vfr 750 f

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Bikereddu » gio gen 09, 2020 10:16 pm

Quest'estate vado dal medico per dei dolori al torace e braccio sx (ma quello mi faceva gia male per la rottura del tendine mesi prima) ...
Dopo la classica fila entro per la visita e inizio a spiegare e gli dico, sa quel dolore che avevo stanotte adesso sta aumentando... La vedo sbiancate e mi dice di lasciare l'auto e correre al pronto soccorso per un consulto...
vado dopo le sue insistenze dopo una visita accurata con il giorno dopo anche una coronoscopia che se pur avendo il colesterolo alto hanno trovato tutto in ordine e pulito...
dovuto tutto questo al caldo stanchezza e altre fesserie che i medici non hanno saputo rispondere
Avatar utente
Bikereddu
Utente Registrato
 
Messaggi: 122
Iscritto il: mar ago 20, 2019 5:08 pm
Località: Sardegna
La/le tua/e Moto Guzzi: California special sport 2001

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Red27 » ven gen 10, 2020 1:38 am

frank baldux ha scritto:
Roxxana ha scritto:
frank baldux ha scritto:....
Mio fratello medico (si sta specializzando in tutt'altro, ortopedia, ma sempre medico è )mi ha ordinato di fare accertamenti, e ora so cosa è la paura.

Li stai facendo? :volemose:


Ti ringrazio molto per la domanda, ho bisogno d'affetto in questo periodo :volemose:

Sì, le analisi sangue(piuttosto approfondite, d'altronde mio fratello in quanto tale ci tiene, e io gli ho dato mandato di non badare a spese :rolleyes: ) sono tutte a posto, poi ho fatto la gastroscopia ed ho solo un lieve reflusso e nulla di preoccupante, l'urologo mi ha detto che è tutto ok...il medico di famiglia sta attendendo alcuni altri risultati di analisi per decidere se mandarmi a colonscopia, e nel frattempo ho prenotato una tac addome per tagliare la testa al toro. Il calo di peso si è pressoché fermato, ma pur mangiando di più non riesco a riprenderlo (mentre prima dovevo limitarmi per non ingrassare).

Prima di ogni diagnosi, cmq, da buon bancario ho fatto una polizza caso morte in favore dei miei figli :aaah:

È brutta, la paura. Non l'avevo mai provata così


Io mi auguro tutto vada bene, e calcola che comunque quando c'è qualcosa di supermerda che ti affligge....si manifesta!!!

È solo in quei telefilm del cazzo che i pazienti hanno malattie rare e non diagnostibili.

Il mio consiglio, comunque, sano o meno, è di parlare con qualcuno. Hai un ipocondria notevole, e parlo per esperienza vissuta
trasformo giunti cardanici rovinati in feste di paese
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 469
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Bikereddu » ven gen 10, 2020 5:01 am

Ma per sdrammatizzare, ricordate la cosa buona dato il costo di un funerale che si muore una volta sola
Avatar utente
Bikereddu
Utente Registrato
 
Messaggi: 122
Iscritto il: mar ago 20, 2019 5:08 pm
Località: Sardegna
La/le tua/e Moto Guzzi: California special sport 2001

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Enzo-NW » ven gen 10, 2020 9:57 am

Vorrei fare un ragionamento che non ha nulla a che fare con il caso sopra, anzi fa bene ad approfondire...

A fronte di un quadro sanitario senza nulla di rilevante, il medico di base che prescrive 4-5 esami costosi come TAC etc in realtà sta creando costi inutili che moltiplicati per migliaia di casi fanno esplodere i costi del sistema allungando le liste di attesa per i casi significativi

Se il distema fosse come in altri paesi in cui i costi pesano in maniera più significativa sul paziente probabilmente si eviterebbe il ricorso a esami clinici inutili.

Ma ripeto, è un ragionamento generale che nulla a che fare con il caso specifico.
È brutto parlare di costi quando c'è di mezzo la salute, ma appunto perchè le risorse non sono infinite il sistema deve essere selettivo nel modo in cui vengono spese, a tutela appunto della qualità ed efficienza del sistema.
Avatar utente
Enzo-NW
Utente Registrato
 
Messaggi: 4657
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Cane » ven gen 10, 2020 11:16 am

Enzo-NW ha scritto:A fronte di un quadro sanitario senza nulla di rilevante, il medico di base che prescrive 4-5 esami costosi come TAC etc in realtà sta creando costi inutili che moltiplicati per migliaia di casi fanno esplodere i costi del sistema allungando le liste di attesa per i casi significativi

Se il distema fosse come in altri paesi in cui i costi pesano in maniera più significativa sul paziente probabilmente si eviterebbe il ricorso a esami clinici inutili.

Ragionamento che ha un senso....

Ma e' una decisione complessa ed emotivamente contrastante....

Puo' essere in parte risolta solo col buon senso del paziente e del medico...

Mia moglie un anno fa ha accusato in un movimento brusco un forte dolore alla schiena e il medico di famiglia sosteneva che era solo una
contrattura muscolare non prescrivendo una lastra ma solo degli antidolorifici anche forti...(noi spingevamo per una lastra)
Non passando il dolore siamo andati da un ortopedico a pagamento, ordinata lastra in cui veniva evidenziata una frattura a una vertebra...
Nel frattempo e' stata due mesi senza un necessario bustino e probabilmente ne avra' dei postumi irreversibili... :-(

Insomma , e' difficile...
Paolo
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 38697
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Roxxana » ven gen 10, 2020 12:59 pm

Enzo-NW un esame non è inutile se prescritto da un medico coerentemente ad un quesito diagnostico.
Quella di cui tu parli, la c.d. medicina difensiva è un'aberrazione di cui vanno ringraziati certi affaristi con la citazione in tasca che non permettono ai medici di ragionare serenamente. Sull'altro fronte va detto che gli stessi medici subiscono pressioni per prescrivere o non prescrivere esami costosi, dalla parte manageriale del servizio sanitario e dagli "affaristi" della sanità.
De Guzzibus et motoribus non disputacchiandum est
-Baffo52 uno di noi.
Avatar utente
Roxxana
Moderatore
 
Messaggi: 1503
Iscritto il: mar ago 12, 2014 4:35 pm
Località: somewhere, over the rainbow
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 750 + una jap, ma piccola piccola (io)
Le Mans 850 I + una jap, grossa e cattivona (mio marito)

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven gen 10, 2020 1:16 pm

Ragazzi m'è venuta in mente una cosa, che ha a che fare anche con i Bancomat.
Nelle ultime settimane di Dicembre, causa ripetuti pagamenti di tasse e spese condominiali fatti col Bancomat (così comodo) mi sono trovato con la card disattivata per essere arivato al massimo consentito di 2500 euro al mese.
Poco di male, solo la seccatura di dover prelevare un po di soldi in banca (col bancomat c'è solo il limite giornaliero di 500 euro) e poi tirare avanti con i contanti.
Ma mi sono convinto che è assolutamente antiigienico e, nell'attuale epidemia influenzale, pericoloso maneggiare dei pezzi di carta passati fra le mani di chissà quanta gente, sana e malata.
Non è questione di pulizia, è che ogni banconota raccoglie dei germi dalla mano che l'ha spesa e li trasferisce alla mano che la riceve, per poi accumularli di mano in mano. Vi rendete conto di quanti germi possa raccogliere una banconota passando di mano in mano ?

In questi giorni a Clusone c'era una epidemia di influenza e, là vicino nel bresciano, una vaccinazione di massa contro la meningite che ha già ucciso diversa gente. Ho notato che là, perfino al supermercato. metà dei clienti pagavano con banconote, spesso vecchie e sporche; era la condizione ideale per la diffusione delle epidemie.
Quando mi sono reso conto dei pericoli, mi è venuto schifo per le monete e le banconote e ho ridotto al minimo le spese in contanti, finchè con il nuovo mese mi è stata ridata la possibilità di pagare col bancomat
Mi pare un buon argomento per favorire con legge il pagamento elettronico e limitare al minimo l'uso del contante e la circolazione di banconote. Mi spiace che con questo argomento non abbiano insistito abbastanza.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27806
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Enzo-NW » ven gen 10, 2020 1:33 pm

Roxxana ha scritto:Enzo-NW un esame non è inutile se prescritto da un medico coerentemente ad un quesito diagnostico.
Quella di cui tu parli, la c.d. medicina difensiva è un'aberrazione di cui vanno ringraziati certi affaristi con la citazione in tasca che non permettono ai medici di ragionare serenamente. Sull'altro fronte va detto che gli stessi medici subiscono pressioni per prescrivere o non prescrivere esami costosi, dalla parte manageriale del servizio sanitario e dagli "affaristi" della sanità.


Roxana d'accordo, se il medico non ha un quadro chiaro DEVE prescrivere un esame. La sicurezza e certezza della diagnosi e' fuori discussione nel mio intervento.
Avatar utente
Enzo-NW
Utente Registrato
 
Messaggi: 4657
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Enzo-NW » ven gen 10, 2020 2:38 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Ragazzi m'è venuta in mente una cosa, che ha a che fare anche con i Bancomat.
Nelle ultime settimane di Dicembre, causa ripetuti pagamenti di tasse e spese condominiali fatti col Bancomat (così comodo) mi sono trovato con la card disattivata per essere arivato al massimo consentito di 2500 euro al mese.
Poco di male, solo la seccatura di dover prelevare un po di soldi in banca (col bancomat c'è solo il limite giornaliero di 500 euro) e poi tirare avanti con i contanti.
Ma mi sono convinto che è assolutamente antiigienico e, nell'attuale epidemia influenzale, pericoloso maneggiare dei pezzi di carta passati fra le mani di chissà quanta gente, sana e malata.
Non è questione di pulizia, è che ogni banconota raccoglie dei germi dalla mano che l'ha spesa e li trasferisce alla mano che la riceve, per poi accumularli di mano in mano. Vi rendete conto di quanti germi possa raccogliere una banconota passando di mano in mano ?

In questi giorni a Clusone c'era una epidemia di influenza e, là vicino nel bresciano, una vaccinazione di massa contro la meningite che ha già ucciso diversa gente. Ho notato che là, perfino al supermercato. metà dei clienti pagavano con banconote, spesso vecchie e sporche; era la condizione ideale per la diffusione delle epidemie.
Quando mi sono reso conto dei pericoli, mi è venuto schifo per le monete e le banconote e ho ridotto al minimo le spese in contanti, finchè con il nuovo mese mi è stata ridata la possibilità di pagare col bancomat
Mi pare un buon argomento per favorire con legge il pagamento elettronico e limitare al minimo l'uso del contante e la circolazione di banconote. Mi spiace che con questo argomento non abbiano insistito abbastanza.


Fosse cosi avremmo ospedali e cimiteri pieni di cassiere !!!
Avatar utente
Enzo-NW
Utente Registrato
 
Messaggi: 4657
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Luka » ven gen 10, 2020 3:10 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Mi spiace che con questo argomento non abbiano insistito abbastanza.


È perché lavarsi bene le mani (una volta a casa, o comunque prima di toccare cibo o portarle alla bocca) in genere è sufficiente per limitare (o azzerare) il rischio anche se monete e banconote sono oggetti piuttosto zozzi.

L.
Avatar utente
Luka
Utente Registrato
 
Messaggi: 7128
Iscritto il: lun ott 27, 2003 1:10 am
Località: Milano

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda apemaia » ven gen 10, 2020 3:18 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:.......
Mi pare un buon argomento per favorire con legge il pagamento elettronico e limitare al minimo l'uso del contante e la circolazione di banconote. Mi spiace che con questo argomento non abbiano insistito abbastanza.


In parte hai sicuramente ragione ma il problema è che la legge sull'uso del pagamento elettronico nulla ha a che fare con la salute, ma solo per un mero interesse bancario (che infatti ci guadagnano alla grande).
Se, per ipotesi, ci fosse un reale pericolo di epidemia con il passaggi dei soldi cartacei sta pur sicuro che le società farmaceutiche avrebbero fermato la legge sul pagamento elettronico (e che altrimenti loro come fanno a guadagnare se non vendono farmaci?)! :aaah:
Avatar utente
apemaia
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 3087
Iscritto il: dom feb 02, 2014 9:45 pm
Località: Treviso
La/le tua/e Moto Guzzi: Furia G&B

Re: OT:Guzzisti (ed ex) acciaccati. L'outing dei malanni!

Messaggioda Red27 » ven gen 10, 2020 3:28 pm

Enzo-NW ha scritto:Vorrei fare un ragionamento che non ha nulla a che fare con il caso sopra, anzi fa bene ad approfondire...
A fronte di un quadro sanitario senza nulla di rilevante, il medico di base che prescrive 4-5 esami costosi come TAC etc in realtà sta creando costi inutili che moltiplicati per migliaia di casi fanno esplodere i costi del sistema allungando le liste di attesa per i casi significativi
Se il distema fosse come in altri paesi in cui i costi pesano in maniera più significativa sul paziente probabilmente si eviterebbe il ricorso a esami clinici inutili.Ma ripeto, è un ragionamento generale che nulla a che fare con il caso specifico.
È brutto parlare di costi quando c'è di mezzo la salute, ma appunto perchè le risorse non sono infinite il sistema deve essere selettivo nel modo in cui vengono spese, a tutela appunto della qualità ed efficienza del sistema.


E' complicato perchè si è sul filo del rasoio.

Mi spiego meglio. Io sino al 2013 non ho mai avuto paura di nessuna malattia. Dopodichè la scoperta della sclerosi multipla, mi ha per un pò reso realmente fobico nei confronti di qualsiasi cosa.

In taluni casi i medici si sono sbagliati....nel mio caso non si sono accorti che avevo la sclerosi in pieno attacco, su mia insistenza ho voluto fare una risonanza tempo dopo ed è saltato fuori il problema.

Banalmente un'altra volta volevano curarmi con antidepressivi pensando che fossi pazzo, quando invece un banale streptococco non curato era passato dalla fase flogosi alla fase reumatica.

Credo che sia comunque fondamentale, se ci si rende conto che si è ipocondriaci, andare da uno psicologo ed imparare ad ascoltare per bene il proprio corpo.

Infine un principio.

se hai qualcosa di serio, stai tranquillo. salta fuori. :asd: e non bisogna preoccuparsene, tanto dalla vita non se ne esce vivi! :asd:
Ultima modifica di Red27 il ven gen 10, 2020 3:28 pm, modificato 1 volta in totale.
trasformo giunti cardanici rovinati in feste di paese
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 469
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Andrea Ribeca, Google [Bot], scarverinside, SteSK e 138 ospiti