Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Topic ufficiale delle NON-Guzzi

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Mauro Fiorentini » dom mar 19, 2017 3:08 pm

He59 ha scritto:
Mauro Fiorentini ha scritto:Allora ragazzi,
l'altro ieri avevo un quarto d'ora libero e sono andato al concessionario Triumph di Ancona, gestito dal mitico Angelo, per dare un'occhiata da vicino alla Bobber.

....Poi c'è da calcolare la presenza sul territorio dei concessionari e mille altre cose. Io tra le due prenderei la Triumph.
Grazie mille alla concessionaria Triumph di Ancona ed al titolare Angelo, sempre gentilissimo e vero appassionato!


...ti toccava dirlo altrimenti il tuo "mitico Angelo" non ti faceva più nemmeno guardare la sua vetrina :rollin


Gli devo già un giro con la California :rollin
Mauro ovvero... age073 :-)
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Utente Registrato
 
Messaggi: 2080
Iscritto il: sab ago 11, 2012 9:21 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, Vespa 150LX

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Mauro Fiorentini » dom mar 26, 2017 8:08 pm

[Provata] Harley Davidson Road Glide Special - Jesi come Sturgis!

Ciao a tutti! Stamattina mi è arrivata la notizia degli open days organizzati dallo storico concessionario Harley di Jesi (AN), Route 76, e così, con la scusa di far provare qualche HD ad un amico neofita, nel primo pomeriggio siamo andati tutti e due a Sturg… ehm Jesi.

L’atmosfera era satura di Harleyismo, c’erano mille moto, un gruppo che suonava, giubbotti neri, toppe, birra, body painting e tanta, ma tanta fi…… fila per provare le sette o otto moto a disposizione. Per fortuna, come Mosè, di fronte a me la fila si apre e arrivato al bancone do una scorsa alla lista delle moto. Noto subito che è presente quella che, per me, è la più bella, la moto che sognavo da ragazzino, la Road Glide con la sua carena a muso di squalo. Completo le formalità ed esco… ad aspettare le moto: non l’avevo previsto, ma si tratta di un giro guidato, ovvero bisogna mettersi tutti in fila dietro ad un apripista del concessionario come tanti pulcini dietro a una gallina. A fine giro scoprirò che è una modalità che non mi va a genio, ma mi rendo conto che, con la tanta gente che c’era, era l’unico modo per far provare le moto in sicurezza.

Insomma arrivano le moto e becco subito la mia, grande, imponente, asimmetrica tra il retrotreno alto e la seduta ed il retrotreno bassi. E’ bellissima, nera lucida, con tante cromature, il muso così particolare e la sella così incassata. E che rombo!
Luciano, il responsabile, mi sottopone ad un interrogatorio:”Hai mai guidato moto così pesanti? Che moto hai? Hai mai guidato moto così pesanti?” (non so a che birra fosse :D ). Alla fine capisce che ho già guidato la Electra Glide, ufficialmente più pesante della Road Glide di ben 4 chili (su oltre 400…) e molto gentilmente mi spiega i comandi. Chiudo la giacca, indosso il casco, i guanti, e sono in sella… con una certa acrobazia, perché il baulone dietro mi costringe a far passare la gamba destra di traverso sulla sella, ma tant’è.

Da fermo, con la moto sorretta dalle gambe, ritrovo il feeling immediato ed amichevole che avevo già provato con la Electra Glide. Il peso c’è e si fa sentire veramente tanto, sulle gambe: andrà ancora peggio agli stop, e non mi sentirò mai sicuro abbastanza da sorreggere la moto con una gamba sola, imparerò anzi ad usarle tutte e due. Mi servono entrambe anche per le manovre da fermo, durante le quali la ruota anteriore tende tantissimo ad andare sotto. Per fortuna mi aiutano i comandi al manubrio, ovvero un gas dalla risposta gentilissima, educata e prevedibile, ed una frizione che stacca piuttosto tardi aiutandomi a calibrare il movimento della ruota posteriore.

Ma è una scomodità che dura pochi attimi: superati i 15 km/h la moto assume un equilibrio tutto suo, e soprattutto una compostezza impeccabile. Dopo le prime tre o quattro curve mi sembra di aver guidato da una vita una moto del genere. Non scende in curva intuitivamente come la Indian Chief Classic, ma è un’ottima via di mezzo tra questa e la Harley Electra Glide.
In effetti, rispetto alla Indian riesco inaspettatamente ad usare anche le gambe per dirigere la moto, mentre rispetto alla Electra Glide non ho bisogno di inclinare la moto e poi affidarmi alla ciclistica: questa Road Glide posso guidarla, cambiare la traiettoria, accelerare anche a moto ben inclinata per uscire dalle curve.

E di potenza ce n’è a bizzeffe: premetto che è stata una carovana un po’ strana, in quanto mi sono piazzato dietro al battistrada ed abbiamo distanziato parecchio le moto che ci stavano dietro, quindi abbiamo fatto un po’ come ci pare. Ad ogni millimetrico movimento del polso destro corrisponde una risposta gentile, che solo una volta mi ha fatto prendere un mezzo spavento quando ho aperto pure troppo in mezzo ad una curva. In quel caso la moto ha allargato la traiettoria senza scomporsi. Ma basta impostare la curva alla giusta velocità che poi diventa molto facile ed intuitivo seguire la traiettoria – o correggerla, entro i limiti. L’impressione è stata di guidare una moto di peso e cilindrata inferiori, e mi dispiace non poter fornire un confronto con quest’ultimo tipo di moto non avendo ancora provato custom o cruiser intorno ai 1.000 cc e 250-300 chili di peso. Ma prima o poi provvederò; per adesso l’impressione sulla maneggevolezza della Road Glide è questa.

Ed ho poco altro da dire: il giro è stato breve ma carino, forse un pò “strozzato” dall’avere un apripista, che comunque è stato al gioco. Le buche vengono efficacemente filtrate dalle sospensioni. La seduta è regale, all’inizio sembra di avere le braccia appese al manubrio ma dopo pochi chilometri questa sensazione viene sostituita dall’impressione di avere il sedere, fluttuante sulla sella. Ottima la protezione di quest’ultima sulla parte inferiore della schiena. Il cilindro posteriore scalda moltissimo, quando si scende dalla moto è consigliabile mettere le palle a bagno. Le finiture sono impeccabili ed in linea col prezzo salato di almeno 27.700 Euro. A 140 km/h pare di stare in poltrona e bisogna appena alzare l’audio della potente radio, il motore romba ma non da fastidio. Proprio il motore non gradisce di riprendere dalla 6° a 1.000 giri, non ce la fa, bisogna scalare (il motore della Electra Glide ce la faceva da 1.200 giri nella stessa marcia). La frenata anteriore è molto potente e la forcella affonda un pochino, ma si mantiene sempre più che stabilissima, da lodare davvero.
La frenata posteriore quasi non si avverte, ma lavora. Qualche tentennamento nel traffico, dovuto alla mole ed agli ingombri: ho dovuto giudicare bene le distanze e preparare bene bene ogni sorpasso, ma alla fine basta farci l’abitudine e ricordarsi che si sta guidando un mastodonte e non una svelta naked.

In definitiva non è una moto che comprerei ora come ora, perché mi ha dato l’impressione di essere tanto completa che potrebbe essere un’ottima “ultima moto”, di quelle che mi durano quarant’anni e più il tempo passa più sono contento di averla comprata. Bellissima, grazie Route 76, grazie Harley!

Immagine
Mauro ovvero... age073 :-)
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Utente Registrato
 
Messaggi: 2080
Iscritto il: sab ago 11, 2012 9:21 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, Vespa 150LX

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda FlyOne » dom mar 26, 2017 8:46 pm

una 127 su 2 ruote praticamente :rollin
MOO-TOO GUZZIIII LA RALLA LA RALLA LA LA!
Avatar utente
FlyOne
Utente Registrato
 
Messaggi: 1743
Iscritto il: sab dic 11, 2004 2:25 am
Località: ancona

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda vinbrulè » dom mar 26, 2017 8:52 pm

Io sarei già rimasto schiacciato sotto... :rollin
Cercando l'erede del V65 Lario...
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 6128
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V
ora Ducati 900 SS

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Mauro Fiorentini » dom mar 26, 2017 8:53 pm

:asd: è una gran moto, meglio delle altre due che cito, anche se effettivamente non ha proprio molto in comune con la Indian...
Mauro ovvero... age073 :-)
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Utente Registrato
 
Messaggi: 2080
Iscritto il: sab ago 11, 2012 9:21 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, Vespa 150LX

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda X-hide » dom mar 26, 2017 11:55 pm

Un piccolo camion, non nego che avrei nonnpoca paura a provare un mastodonte del genere...

Ma... Una roba del genere in dei tornanti stretti?
X-hide
Utente Registrato
 
Messaggi: 712
Iscritto il: lun gen 22, 2007 12:14 pm

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Mauro Fiorentini » lun mar 27, 2017 12:02 am

Moooolto più agile di quanto sembri, a patto di tenere i giri alti :ok:
Certo non è una supermotard, ma immagino che il peso sia molto ben bilanciato.
Questa sua dote l'ho potuta scoprire perchè l'andatura, ad un certo punto, l'ha fatta l'apripista; bravo ragazzo!
E dopo un pò ci siamo fermati a uno stop ad aspettare gli altri :rollin
Mauro ovvero... age073 :-)
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Utente Registrato
 
Messaggi: 2080
Iscritto il: sab ago 11, 2012 9:21 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, Vespa 150LX

MT10

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 12:41 pm

Ieri ho avuto modo di ri-provare, questa volta meglio, la MT10 del mio compare. Rodaggio finito, moto slegata, strada preferita in situazione ideale, in discesa.

Non è bella e non è brutta. Nel senso che o piace o la odi. Forse perchè io ho la capostipite delle moto mazinga, e quindi tutte le altre mi paiono sempre da lei derivate, l'estetica non mi dice moltissimo. La moto è fatta bene, anche se alcuni dettagli come cavi, tappo del radiatore e altro, mi sarebbero piaciuti più "nascosti".

Ovunque ti fermi qualcuno va attorno a guardarla. Bene o male attira gli sguardi.

La prima nota dolente è la sella. Marmorea. Roba che la scomoda sella della zeta, in confronto, è turistica.

Manubrio bello aperto e largo, pedane forse un pelo avanti. Cruscotto digitale figo che ti dice tutto, incluso il tuo oroscopo......il mio compare "ma la tua zeta non dice in che marcia sei? :asd: no!!" :rollin

Giggino vuol farmi provare la moto prima con la mappatura intermedia (credo la B), poi con quella libera. (la A).

Parto, la moto è subito amichevole. Nel senso che è talmente sincera di ciclistica che in tre curve pieghi subito bene. Il motore ha un pò di on/off ma non è fastidioso, ed ha una schiena sinceramente impressionante.
Apri e vieni catapultato in avanti in un batter di ciglia.
Non è il classico 4 in linea fluido ed elettrico. con la particolare conformazione a croce dell'albero motore, è più ruvido, ignorante. Resta pastoso come tutti i 4 in linea, ma già dal rumore roco, bene diverso dal classico "sibilo" dei 4, si capisce che è un altra cosa. è meno regolare, credo che piacerebbe a coloro cui non piace il classico 4.

Il cambio è morbido e preciso.

Qualcosa non mi torna con la posizione di guida, le gambe sono un pò troppo avanti, e mi pare che il mio classico stile "chiappa fuori" non si adatti bene a questa triangolazione manubrio pedane sella. si guida meglio stando seduti fermi.

La moto è molto maneggevole, ma non nervosa. il motore spinge forte e quando apri .....cazzzooooooooooo....ti trovi letteralmente fiondato verso la curva dopo.

Onestamente è esaltante.
Anche se alla moto stai facendo il solletico perchè i led del contagiri arrivano a malapena a metà.

Mi stupisce però che non sia più maneggevole della zeta,a fronte di 20kg in meno, un interasse più corto ed un manubrio più largo. Forse il 190 al posteriore?

Però si guida bene, è piacevolmente neutra di assetto, e le sospensioni sono morbide nel primo tratto di corsa, e poi ben sostenute, e digeriscono bene le mille asperità della cisa.

E' pur vero che sto passeggiando. 13000 euro di moto sotto il sedere e non vorrei centrarla contro un muro, anche perchè luigi vendendo la MT ripaga la mia.......ma io vendendo la zeta non potrei ripagargli un tubo, mi toccherebbe la prostituzione. :asd:

i freni non sono invero potentissimi di primo tocco, ma sono modulabilissimi, mi piacciono. Non hanno quelle risposte sin troppo pronte di altre moto che ho provato, sono per il mio gusto perfetti per un utilizzo smanettone stradale del mezzo.

Sin qui la moto mi è piaciuta molto.

Dopodichè, cambiamo la mappa.

A-full power.

Tempo 10 metri, 15 massimo e già la odio.

Il motore spinge ancora di più e l'effetto on/off è bestiale. O meglio, non capisco proprio se è un on/off o se la moto risponde in modo terribilmente pronto.
Appena tocchi il gas la moto avanza fulminea, anche un colpetto, e senti l'anteriore galleggiare e le moto che parte di sorpresa

Il gas va centellinato.

Vado molto più piano di prima, non sto godendo per nulla, complice anche le curve realmente strette di Piantonia, e sto faticando il triplo..

Quando mi trovo a fare un pò di curvoni capisco dove nasce il senso di questa mappatura. Pista.

Dove puoi tenere su il motore, senza riprendere dai regimi più bassi, questa mappatura deve essere esaltante, ma su una strada come questa, è terrificante e intimidatoria. Quando apri sei spinto in avanti con una forza troppo elevata per la mia percezione di guida. il rombo è ......bellissimo.

Presa un briciolo la mano con la moto in questa versione faccio le ultime curve fatte meglio delle prima con la mappatura full.

Alla fine com'è?

Per me è una gran moto. Fosse mia rivedrei la sella. troppo troppo dura.

Per essere naked, la protezione non mi sembra male.

Tornato sulla zeta, il mondo sembrava molto più lento, ma anche più "sensato". Per spingere con la zeta devi srotolare molto di più la manetta, ci devi "pensare" per farlo. Con questa no. corre come missile sempre.

Per strada, senza elettronica, con una moto simile ti fai male. Con la mappa b e l'erogazione dolce è davvero un bell'andare, anche se in pratica non tiri mai.

La mappatura A non serve fuori da un autodromo. inutilizzabile.

In questo preferisco i 100cv della mia moto. hai la soddisfazione ti poter spalancare il gas e sentire il motore ululare e restare nel mentalmente comprensibile.

Con questa, se fai urlare il motore, in seconda, sei già ben oltre i 100kmh e la strada ti arriva incontro troppo forte.

Però, trovata la mappatura giusta per la strada oggettivamente diventa un mezzo molto godibile....... ma per chi non è di primo pelo, perchè è davvero velocissima.
Ultima modifica di Red27 il lun mar 27, 2017 2:52 pm, modificato 1 volta in totale.
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda TODD » lun mar 27, 2017 2:40 pm

mi piacerebbe guidare la mt-10, tra l'altro delle maxi naked è forse la più turistica, infatti dicono tutti che protegge dall'aria in maniera accettabile, l'ergonomia è molto buona (provata da fermo), e ci sono disponibili attacchi per valigie rigide V35 givi (o concorrenti), che per uno che viaggia da solo sono più che sufficienti.
la sella pare durissima, ma io metterei subito il cuscino della Tucano, e con 25 euro ti migliora tantissimo, resta però un grosso problema più strutturale, ovvero la moto beve, ma beve tanto, e in ogni circostanzam a quanto ho letto in giro, non solo quando uno apre il gas, che sarebbe anche comprensibile.

se non fosse stato per questo discorso, un nuovo comunque non l'avrei mai considerato, ma qualche usato che si potrebbe trovare nel futuro prossimo magari si.
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 431
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 2:55 pm

Luigi non ha ancora avuto modo secondo me di fare l'occhio sui consumi perchè non l'ha usata moltissimo per i giri lunghi.

Per ora però non si è lamentato, gli chiederò.
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda LIRO » lun mar 27, 2017 3:20 pm

Redduccio capito perchè sbavo dietro alla MT-10?
Cominciando dal design di Go Nagai a seguire.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: V11 SportNaked

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda TODD » lun mar 27, 2017 3:30 pm

Red27 ha scritto:Luigi non ha ancora avuto modo secondo me di fare l'occhio sui consumi perchè non l'ha usata moltissimo per i giri lunghi.

Per ora però non si è lamentato, gli chiederò.


nel forum specifico parlano tutti di consumi altissimi, magari appena migliorati dopo il rodaggio ma pur sempre alti, ricordo poi di aver intravisto qualche comparativa in cui era la più assetata, per dire, un Monster 1200, diretta concorrente, a parità di passo fa molto meglio.

per i proprietari registrati su spritmonitor e fuelly, le moto sono poche per avere una certa significatività, ma sono comunqe su consumi molto alti:

https://www.spritmonitor.de/en/overview ... owerunit=2

http://www.fuelly.com/motorcycle/yamaha/fz-10

ora è ovvio che al cliente tipico di questa moto possa non interessare moltissimo, il classico giro-sparata del sabato o domenica ti cambia poco, ma in uso turistico, con un bel numero di km annui, poi la cosa non è da sottovalutare. e ripeto, per il resto avrebbe potuto invece essere una moto molto versatile, più delle sue concorrenti (la Tuono, la Bmw s1000r per fare due nomi).
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 431
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 3:40 pm

LIRO ha scritto:Redduccio capito perchè sbavo dietro alla MT-10?


Ni.

Nel senso che dipende da come ti piace usare una motocicletta.
Il V11, come peraltro la zeta e perfino il gsx-r600 k1 che avevo, tutte di danno la soddisfazione di poter smanettare per strada. Al di là della velocità che fai.

Con la MT10 vai senz'altro forte, ma non ti da secondo me quel tipo di appagamento di cui sopra.
Per averlo devi fare veramente un tourist trophy.
Sei sempre li a solleticarla ma mai veramente ad usarla. In strada. E' decisamente "troppa".
Poi intendiamoci, con la mappa giusta diventa una moto utilizzabile, con una ottima ciclistica......insomma, un gran bell'oggetto. Ma da maneggiare con estrema cura.

Non sarei del tutto stupito se la nuova MT09 (che rispetto alla vecchia se piace il genere alienVSmazinga è decisamente più bella), fosse più godibile e divertente rispetto alla 10.

Personalmente in questo momento non ho dubbi. Una moto come la mt10 non la prenderò mai.

Aspetto comunque di riprovarla ancora (e ancora :asd: ) per farmi un idea più precisa.
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 3:43 pm

TODD ha scritto: (la Tuono, la Bmw s1000r per fare due nomi.


Tuono, S1000R e MT10 sono in pratica tre supersportive attuali scarenate e col manubrio alto. Addolcite addomesticate quanto vuoi, ma difficile renderle parche nei consumi.

Già la z1000 beve molto meno, ma è anche una moto di impostazione stradale a monte.
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda fabiolemans1 » lun mar 27, 2017 4:14 pm

bè sì, sulla mt10 le pedane aftermarket sono d'obbligo se uno è abituato a guidare in un certo modo.
rimane comunque comoda e godibile in strada; l'unica naked scomoda a mio avviso resta la tuono4.
-fabio-
la mente è come il paracadute: funziona solo quando è aperta
Avatar utente
fabiolemans1
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 12366
Iscritto il: ven lug 21, 2006 12:29 pm
Località: messina

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda LIRO » lun mar 27, 2017 4:21 pm

TODD dove vedi un utilizzo turistico della MT-10 me lo dovresti spiegare, senza offesa o polemica, secondo me se vuoi un moto sportiva utilizzabile per turismo devi guardare alla Suzuki GSXS1000, magari la F con la carena integrale o meglio ancora la Z1000 o la SX.
La MT-10 è una naked sportiva da pista, magari non estrema come la SuperDuke, la S1000R o la Tuono, ma pur sempre di impostazione pistaiola, i consumi e la possibilità di montare le borse (bleh) o il bauletto (bleeeeeeeeeh bleeeeeeeeeeh) non sono una priorità. Yamaha fa un kit denominato touring con borse di tela e plexi alto, ma è comunque un ripiego.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: V11 SportNaked

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda LIRO » lun mar 27, 2017 4:29 pm

fabiolemans1 ha scritto:bè sì, sulla mt10 le pedane aftermarket sono d'obbligo se uno è abituato a guidare in un certo modo.
rimane comunque comoda e godibile in strada; l'unica naked scomoda a mio avviso resta la tuono4.
-fabio-


Ecco, le pedano sarebbero l'unica modifica che farei a quella moto per come piace guidare a me.
Confermo Red per quanto riguarda la mappa A, in strada inutile magari in pista, però mi sa tanto di una mappa fatta solo per far scena, per premiare quello che è capace di aprire solo sul dritto facendogli credere di andare fortissimo.
Ritornando all'uso su strada, rispetto al V11 so che non costringe ad un impegno fisico e mentale a parità di velocità, alle velocità del V11 con la MT-10, ma anche una qualsiasi naked 1000, sei beato e tranquillo ben lontano dal suo limite, in questo senso di appagamento il V11 è superiore, però a volte quando vedo i miei soci beati e io che mi impegno per tenere a bada la ciclistica del mio cancello invidio una moto moderna con una ciclistica come si deve, non per ultimo l'ABS, che se ci fosse stato a luglio sarei rimasto in piedi evitando la panda che mi ha tagliato la strada.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: V11 SportNaked

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 5:16 pm

LIRO ha scritto: sei beato e tranquillo ben lontano dal suo limite, in questo senso di appagamento il V11 è superiore, però a volte quando vedo i miei soci beati e io che mi impegno per tenere a bada la ciclistica del mio cancello invidio una moto moderna con una ciclistica come si deve,


Ni anche qui.

L'MT è impegnativa in modo diverso dal V11. Nel senso che il v11 per farlo correre ti devi spremere tu perchè ha dei palesi limiti ciclistici e del cambio, oltre che un deficit di cavalli. Sono convinto che con una ciclistica migliore, il motore del v11 ti basterebbe. Perchè con la mia moto che ciclisticamente è meglio del v11, ma ben peggio della MT, ed ho pure 60cv in meno, non ho mai avuto problemi a tenere il passo dei milloni. E' più facile mettere giù i cavalli, semplicemente, che sono 106, e la moto la usi motoristicamente in una bella percentuale. e la ciclistica è sufficiente per strada.

L'MT10 non la spremi mai, ed il suo limite ciclistico è altissimo, ma per via del motore richiede una soglia di attenzione molto più alta perchè se ti fai prendere dalla manetta raggiunge delle velocità incredibili in poco spazio.
La zeta ha un ciclistica inferiore di molto alla MT, ma una volta salito sull'MT non è che ho avuto la percezione netta di poter andare più forte, perchè oggettivamente più forte di come già vado diventa rischioso e l'attenzione richiesta è troppa. Col v11 devi impegnarti perchè è difficile la moto, con l'MT devi impegnarti perchè la moto è facile, dopo son le strade a diventare strette,.
Questa è una cosa che mi ha lasciato interdetto, perchè la mia moto ciclisticamente non è un granchè in termini assoluti.

Quindi valuta bene quel che fai. Non dico che sarai deluso dalla MT10, è una grande moto, ma se sei abituato all'appagamento del v11, potrebbe essere davvero troppa roba.

Io starei sulla nuova mt09, e con quel che risparmi fai un bell'upgrade ciclistico, e poi non hai timori reverenziali verso nessuno a meno che tu non sia su un dritto di 20km.
E fai lo stesso che fai con la MT10 pista inclusa.


Immagine

Immagine


Onestamente la 9 a me piace parecchio di più.
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda vinbrulè » lun mar 27, 2017 5:23 pm

Un mio amico è andato in Spagna con il gsx-r 750. In vita sua ha avuto solo gsx-r e non concepisce perché qualcuno dovrebbe comprarsi qualcosa di diverso dal gsx-r.
Cercando l'erede del V65 Lario...
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 6128
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V
ora Ducati 900 SS

Re: Topic ufficiale delle NON-Guzzi

Messaggioda Red27 » lun mar 27, 2017 5:24 pm

vinbrulè ha scritto:Un mio amico è andato in Spagna con il gsx-r 750. In vita sua ha avuto solo gsx-r e non concepisce perché qualcuno dovrebbe comprarsi qualcosa di diverso dal gsx-r.


Avendo avuto un gsx.r lo capisco :rollin

Io tutt'ora mi pento di averlo venduto, per un v11 poi..... :asd:
Red27
Utente Registrato
 
Messaggi: 17503
Iscritto il: sab giu 14, 2008 8:17 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Kawasaki Z750R

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Aquilaspelacchiata, Bing [Bot], Google [Bot], gùaz, Harry, rizzi e 16 ospiti