Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

TOPIC UFFICIALE: V7 III

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda Enzo-NW » ven ago 30, 2019 11:40 pm

Continuo a non capire esattamente che puoi fare se si ferma:
- nella stragrande maggioranza dei casi hai bisogno del ricambio, quindi non fai nulla.
Ti accorgi di un dado svitato? Una chiave da 13, 17 o qualche brugola te le presta un attimo qualsiasi meccanico.
Piuttosto mi porterei un cavo acceleratore e uno frizione se devo andare in capo al mondo. Poi il kit per forature.
Avatar utente
Enzo-NW
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 4146
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » sab ago 31, 2019 9:49 am

Nella mia carriera automobilistica e motociclistica sono capitati vari momenti nei quali ho potuto fare riparazioni provvisorie d'emergenza, che senza utensili non sarebbero state possibili perché non avrei raggiunto le parti difettose. Certo che lo scopo di tale tipo di riparazioni si sta riducendo, specie per le automobili, e in genere il macchinario è diventato parecchio più affidabile e d'altro canto più complesso (specie l'iniezione e l'elettronica) però mi sono anche trovato di fronte a situazioni dove ho potuto aiutare amici ed altri motociclisti con problemi minori. È un tipo d'assicurazione poco costoso. Poi mi scoccierebbe dover andare a trovare un meccanico per fissare uno specchietto, a dire il vero. Buona l'idea dei cavi freno/frizione (a medio termine).

Farò una lista nei prossimi giorni.
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda Enzo-NW » sab ago 31, 2019 12:20 pm

Il mio approccio è ottimistico, cerco di controllare prima di partire per un viaggio quello che è possibile e poi se si rompe qualcosa di serio... non saprei doce cominciare.
Non mi porto la busta degli attrezzi sostituita dal kit pronto soccorso obbligatorio in alcuni paesi, il kit se buchi, un coltellino multiuso e la tesaera del soccorso stradale !
Avatar utente
Enzo-NW
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 4146
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » dom set 01, 2019 10:31 am

Anche il mio è ottimistico, nel senso che secondariamente coltivo la speranza superstiziosa che non capiti nulla se mi porto addosso (o piuttosto sulla moto) gli attrezzi per affrontare piccoli problemi se accadessero. Però la moto è nuova, veramente non dovrebbe andare in malora, e poi per problemi non affrontabili a mano il tesserino ce l'ho anch'io ;)
Kit pronto soccorso nella borsa sul portapacchi anch'io, già che l'Austria lo prescrive e la Germania lo suggerisce (sulla moto; d'obbligo in macchina).

A proposito di kit forature... sulla BMW (tubeless) ne avevo uno di fabbrica, mai usato nei 18 anni che l'avevo - da ringraziare la pulizia manto stradale alla Teutonica. Per le gomme della Special (ruote a raggi, con camera d'aria) che tipo di kit servirebbe?

Poi qualcuno può suggerire un kit o almeno le dimensioni (diametro, lunghezza) per i fili dei cavi frizione e acceleratore?
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » dom set 01, 2019 6:16 pm

MonaGuzz ha scritto:Intanto sono arrivati vari utensili per posta, per completare l'"attrezzamento" di serie :rollin
La borsa originale, ora ben riempita, appena appena trova posto sotto la sella. :ok:


Ah si, la lista...

chiavi a brugola 3, 4, 5, 6, 8, 10 mm
"testa" a brugola multidimensionale per assi ecc.
chiavi combinate aperte da 8+10, 10+13, 17+19, 19+21 mm, le ultime due in versione extrapiatta
chiave chiusa 24 mm (versione da moto) (x asse post)
chiave a tubo per candele 16+18 mm (per la V7III serve la 16)
chiave a rullino
semplice tester elettrico
cacciavite a croce e a lama lunghi inseribili in un manico di plastica nera
pinza, versione moto

Poi lampadine, fusibili e candela di scorta nella borsa sul portapacchi assieme a guanti, kit pronto soccorso ecc., e vari materiali (filo, fascetti, nastro) ancora sotto la sella.

Probabilmente aggiungerò un mini-cricchetto esagonale da 1/4 pollice con vari inserti, forse rimpiazzando qualche brugola fissa... e forse qualche filo per cavi frizione/acceleratore.
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda gabrielebig » lun set 02, 2019 8:37 am

Hai dimenticato le cose più importanti: fil di ferro, nastro americano e fascette. :D
Un suggerimento serio, per risparmiare lo spazio di un rotolone di nastro, stenderne striscia su striscia all'interno dei fianchetti, bauletti, sotto sella, vano batteria, ecc. All'occorrenza ne stacchi qb. Tra l'altro, ti assorbe vibrazioni, isola e protegge. Fa solo bene.
Avatar utente
gabrielebig
Socio Tesserato 2019
 
Messaggi: 6598
Iscritto il: lun feb 05, 2007 2:49 pm
Località: Salo'
La/le tua/e Moto Guzzi: - V7 '73 -

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » lun set 02, 2019 11:11 am

gabrielebig ha scritto:Hai dimenticato le cose più importanti: fil di ferro, nastro americano e fascette. :D
Un suggerimento serio, per risparmiare lo spazio di un rotolone di nastro, stenderne striscia su striscia all'interno dei fianchetti, bauletti, sotto sella, vano batteria, ecc. All'occorrenza ne stacchi qb. Tra l'altro, ti assorbe vibrazioni, isola e protegge. Fa solo bene.


Beh... dimenticato non veramente... :-)
MonaGuzz ha scritto:... e vari materiali (filo, fascetti, nastro) ancora sotto la sella....

ma di nastro ne avevo messo poco, causa ingombro, ed è buonissima l'idea di "ricoprire" in nastro l'interno dei fianchetti :ok: , grazie!

Poi ho anche pensato d'aggiungere i seguenti:
- nastro in schiuma con adesivo sulle due facce, ne ho un rotolo, basta confezionarne qualche striscia
- qualche metro di corda Paracord (per eventuali bagagli improvvisati o altro uso vario, s'intende a distanza da scarico, collettori, motore ecc.)
- qualche metro di filo elettrico e morsettiere per fare connessioni d'emergenza? Anche qualche spillo, per penetrare in cavi attraverso l'isolatore senza distruggerli completamente...

Poi qualcuno aveva suggerito di scaricare manuali e schemi sul telefonino, il che farò (solo per la mia moto, s'intende :rollin )
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda DannyTheKid » dom set 08, 2019 2:27 am

C è un dubbio che mi gira per la testa:
Il minimo della V7 è a 1200 giri? Non è un po’ alto?
V7III “Il Bacarozzo”
DannyTheKid
Utente Registrato
 
Messaggi: 145
Iscritto il: lun mag 20, 2019 9:45 am
La/le tua/e Moto Guzzi: V7III Stone

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda gio1965 » dom set 08, 2019 8:08 am

DannyTheKid ha scritto:C è un dubbio che mi gira per la testa:
Il minimo della V7 è a 1200 giri? Non è un po’ alto?



Se e' impostato cosi 'dalla casa andra bene,a me a volte capita dopo l'accensione che vari a 1400/1500 x una ventina di secondi specie se riaccendo a caldo,x poi ristabilizzarsi sui 1200.
gio1965
Utente Registrato
 
Messaggi: 53
Iscritto il: lun gen 21, 2019 11:20 pm
Località: Livorno
La/le tua/e Moto Guzzi: v7/3 special nera.

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » mer set 11, 2019 9:39 am

Per tornare sugli attrezzi e materiali, avevo messo i materiali in un piccolo astuccio separato che trovava posto sotto la sella accanto alla borsa attrezzi rossa Guzzi. Questo astuccio (di età avanzata, pare) si è disintegrato quando volevo metterci il kit cavi frizione/acceleratore... Poi ho trovato un astuccio ex kit primo soccorso (con contenuto in parte scaduto da parecchi anni) che ha dimensioni come se fosse fatto apposta per il sottosella della V7 III, ed nel quale ho messo tutti gli attrezzi e i vari materiali, e avanza un pò di spazio. Il kit primo soccorso (dotazione moto) era (forse lo è ancora*) in vendita all'epoca (anno 2012?) dall' ADAC (ACI tedesco); può darsi che abbia trovato un mercato più ampio, anche se non mi ricordo averne visto altrove. (Ho dimenticato di fare una foto, però posso farla se qualcuno ha interesse.)

Intanto prosegue, a passo lento ma sostenuto, la realizzazione del mio circuito integrato "4 frecce" e comando fendinebbia. Lo schema elettrico della V7 III non si presta a soluzioni semplici o prefabbricate a causa dell' alimentazione separata delle frecce anteriori e posteriori (specie se si vuole poter rimuovere tale circuito senza lasciare (troppe) tracce) e ha causato qualche rompicapo, però adesso quasi ci sono...

*) infatti, lo è :)
Allegati
811201995919[1].jpg
Schema approssimativo
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda Uoteghein » gio set 12, 2019 11:16 am

Ciao a tutti!! A breve sarò possessore di una V7 III Stone Night Pack, la mia prima moto! Sono uno scooterista ma non resistevo più. Dopo mesi di indecisione tra Bmw Xrs 750, Kawasaki W 800, Triumph Street Tein, ho scoperto lei. Amore subito a prima vista. Sono solo molto molto alto ma non voglio moto più grandi, quindi non smontatemi!
Domanda importantissima:

Sto cercando borse laterali non troppo ingombranti e di pelle belle, ma non posso spendere 1200 per quelle di Guzzi. Cosi come per telaietto pensavo di rivolgermi a Givi o qualcosa d’altro che qualcuno di voi mitici guzzisti ha già provato.
Cosa mi consigliate?
Quale cupolino inoltre?
Starei cercando anche un portapacchi con schienale, ho visto soli quello H&B Sissy a 200 e rotti euro. Qualcuno l’ha montato o conosce altre soluzioni?
Grazie!!!!
Uoteghein
Utente Registrato
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio set 12, 2019 12:27 am

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » dom set 15, 2019 5:18 pm

Ho colto l'occasione del bel tempo questo weekend per installare il circuito lampeggiatore 4 frecce ed i fendinebbia (con relé) nonché gli appositi comandi sul manubrio.

Tutto funziona a dovere :ok:

Occhio che i spinotti che avevo comprato da Stein-Dinse non corrispondono agli originali! Sono molto simili di forma, ma quelli della Guzzi sono più piccoli di circa 30%. Invece ho dovuto intervenire direttamente sui fili delle frecce anteriori (tanto fra qualche anno le rimpiazzerò con unità a LED).
Allegati
8152019164051.jpg
8152019164531.jpg
8152019164231.jpg
8152019164213.jpg
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda vittorio,fili » lun set 16, 2019 10:42 am

Potersti rimettere a disposizione lo schema elettrico , nel precedente , non è ben chiaro , e divulgare dove hai reperito i vari spinotti ,lo vorrei montare anche io sulla mia .

Grazie in anticipo
vittorio,fili
Utente Registrato
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mar giu 12, 2018 4:49 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: v7 tre special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda DannyTheKid » lun set 16, 2019 11:08 am

@MonaGuzz

Fenomeno!
V7III “Il Bacarozzo”
DannyTheKid
Utente Registrato
 
Messaggi: 145
Iscritto il: lun mag 20, 2019 9:45 am
La/le tua/e Moto Guzzi: V7III Stone

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » lun set 16, 2019 4:57 pm

DannyTheKid ha scritto:@MonaGuzz

Fenomeno!


:inchino: ma non esageriamo, per favore...

vittorio,fili ha scritto:Potersti rimettere a disposizione lo schema elettrico , nel precedente , non è ben chiaro , e divulgare dove hai reperito i vari spinotti ,lo vorrei montare anche io sulla mia .

Grazie in anticipo


Per lo schema ho l'intenzione di ridisegnarmelo (anche incorporando qualche modifica intervenuta "al vero") usando un programma per PC, però ci vorrà un pò di tempo. Domando pazienza.

Gli spinotti:
Per inserire il nostro circuito tra i spinotti maschio/femmina a 6 poli nominali (tipo "giapponese") dell'illuminazione posteriore (che si trova dietro al fianchetto destro, a fianco della batteria) serve, ovviamente, un paio analogo di questi spinotti, tra i quali si realizzano varie connessioni a ponte e (dove serve) col nostro circuito. Sui spinotti di serie esistono solo 5 fili - c'è un "polo" non occupato.

Occhio: avevo comprato un set di spinotti (articolo 10003843) dalla Louis.de, che comprende spinotti da 2 a 6 poli. Mi sono però accorto facendo le prime prove che gli inserti metallici (maschi e femmina) che formano i contatti erano di qualità abbastanza scadente - mollavano quasi subito i fili (malgrado l'uso di una pinza Rothenwald apposita). Per ottenere inserti di qualità mi sono rivolto ad un specialista in cavi e connettori: Kabel Schmidt. Anche se un inserto costa 35 centesimi, vale la pena, perché di qualità superiore (materiale più spesso) e trattengono i fili in modo sicuro.

Avendo già il set di spinotti e inserti, ne ho usato anche per fare le connessioni (1 cavo a quattro poli per le 4 frecce inclusa la spia, un cavo a tre poli per i fendinebbia inclusa la spia) tra i comandi sul manubrio e la scatola che contiene maggior parte del circuito: i relé, il lampeggiatore e una resistenza da 47 Ohm. Questa scatoletta appena appena ha trovato posto dietro al fianchetto sinistro.

Inoltre ho creato nel suddetto spinotto a 6 poli (solo la parte "moto", opposta alla parte collegata alle luci posteriori!) un polo addizionale (inserendo un inserto metallico apposito, e portando al completo questo spinotto) che riceve una diramazione dal filo arancione che esce dal portafusibili, per alimentare i fendinebbia e risparmiare sul numero di cavi da realizzare. Così, tra gli spinotti a 6 poli e la scatoletta c'è un solo cavo a 7 poli.

Il nostro circuito va inoltre connesso col spinotto a 9 poli dedicato all' antifurto, che si trova sotto il serbatoio, circa a metà strada. Questo è già equippaggiato con uno spinotto opposto in cui solo due dei contatti sono collegati a ponte con un filo nero (così collegando certi fili in modo fisso che andrebbero interrotti dall' antifurto, suppongo). Qui ci si aggiungono due inserti extra, uno per il +12V continuo (contatto opposto arancione/nero) e uno per il +12V a chiave accensione (verde/rosso) che serviranno per il circuito (cavo a due poli).*)

Per "intercettare" le frecce anteriori speravo di poter usare degli spinotto ottenuti da Stein-Dinse (di cui qualche pagina sopra), però non vanno bene, sono troppo grandi. Allora ho tagliato e connesso "a mano" (saldando in stagno, poi isolando) dove necessario.

*) Edit: descrivo la situazione senza antifurto montato, ovviamente. Se l'antifurto c'è, va aggiunto un spinotto dalla parte dell'antifurto opposto a quello esistente, facendo ponti dove necessario.
Ultima modifica di MonaGuzz il mar set 17, 2019 2:20 pm, modificato 1 volta in totale.
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda DannyTheKid » lun set 16, 2019 6:46 pm

Grandissimo!
Prendendo spunto dalla tua guida (che secondo me meriterebbe un tipico a parte), ho deciso che scriveró una guida i italiano per installare e far funzionare il guzzidiag più ovviamente una nota per ogni funzione e su come interpretare i dati.

Ovviamente in italiano

Se qualcuno ha esperienze a riguardo e vuole condividerle è il benvenuto!
V7III “Il Bacarozzo”
DannyTheKid
Utente Registrato
 
Messaggi: 145
Iscritto il: lun mag 20, 2019 9:45 am
La/le tua/e Moto Guzzi: V7III Stone

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda gio1965 » lun set 16, 2019 8:36 pm

MonaGuzz ha scritto:Ho colto l'occasione del bel tempo questo weekend per installare il circuito lampeggiatore 4 frecce ed i fendinebbia (con relé) nonché gli appositi comandi sul manubrio.

Tutto funziona a dovere :ok:

Occhio che i spinotti che avevo comprato da Stein-Dinse non corrispondono agli originali! Sono molto simili di forma, ma quelli della Guzzi sono più piccoli di circa 30%. Invece ho dovuto intervenire direttamente sui fili delle frecce anteriori (tanto fra qualche anno le rimpiazzerò con unità a LED).



Caspita sei propio forte.belli a che i cablaggi,da uno come te avrei tanto da imparare. :celebrate:
gio1965
Utente Registrato
 
Messaggi: 53
Iscritto il: lun gen 21, 2019 11:20 pm
Località: Livorno
La/le tua/e Moto Guzzi: v7/3 special nera.

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » mar set 17, 2019 2:21 pm

DannyTheKid ha scritto:Grandissimo!
Prendendo spunto dalla tua guida (che secondo me meriterebbe un tipico a parte), ho deciso che scriveró una guida i italiano per installare e far funzionare il guzzidiag più ovviamente una nota per ogni funzione e su come interpretare i dati.

Ovviamente in italiano

Se qualcuno ha esperienze a riguardo e vuole condividerle è il benvenuto!


Grazie!

Buona fortuna! Temo che ho zero esperienza in materia, purtroppo...
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Re: TOPIC UFFICIALE: V7 III

Messaggioda MonaGuzz » mer set 18, 2019 7:49 am

Ecco qui lo schema del circuito. Ho cercato d'usare le convenzioni dello schema Guzzi (di cui in un post di Ardy più sopra).

In principio le luci hazard (4 frecce) funzionano così: interruttore a destra (che poi ritorna in posizione intermedia quando lo rilasci) alimenta in modo momentaneo il relé a 3 poli (2 contatti per polo = deviatore) in tensione da 12v provvenendo dal circuito legato alla posizione d'accensione della chiave (circuito verde/rosso sulla Guzzi). Dal momento che si chiude il relé, si autoalimenta in tensione continua provvenente dal circuito 12V continuo (circuito arancione/nero), però abbassato a circa 8-9V mediante la resistenza di (nel mio esempio, che può cambiare per altri tipi di relé) 47 Ohm. Così il relé rimane attivo anche quando lasci l'interruttore, e anche dopo aver tolto la chiave d'accensione. Per spegnere le luci hazard, interruttore momentaneo a sinistra, in effetti cortocircuitando per un momento minimo il solenoide del relé finché si stacca dopo qualche millisecondo.

Il circuito d'autoalimentazione alimenta inoltre un secondo relé a due deviatori, di cui più qui sotto.

Il primo relé comanda, oltre al contatto d'autoalimentazione, due contatti deviatori per cambiare l'alimentazione delle frecce posteriori dal circuito Guzzi (funzione normale) in alimentazione dal nostro circuito, ovviamente mediante un lampeggiatore apposito (nel mio caso uno che funziona con un numero qualsiasi da 2 a 6 di frecce comuni, anche a LED), il quale inoltre alimenta la spia dell' interruttore.

Il secondo relé, con due deviatori, fa lo stesso per le frecce anteriori.

Nel circuito è visibile anche un terzo relé da interrutore semplice, per comandare i faretti fendinebbia Givi S321. Data la corrente moderata in questo caso (faretti LED da 8 W ciascuno) non è strettamente necessario usare un relé, però è più universale.

Nel circuito ho usato:
Per l'interruttore hazard: 633-MLW3028-12-DC-1A della NGK tipo (ON)OFF(ON) con spia 12V, http://www.mouser.com, art. 8536508099
Per l'interruttore fendinebbia: incrocio dell' interruttore che accompagnava i faretti Givi (che però non è illuminato), di cui ho usato lo scatolato per il manubrio, con l'interruttore stesso illuminato SW-Motech (http://www.louis.de, art. 10036363)
Per i relé, spiacente, non ho i dati esatti, comunque basta che siano alimentati a 12V CC nominali. Quello dei fendinebbia è uno comune di tipo automobilistico.
La resistenza da 47 Ohm l'ho montata in versione da 5 W.
Lampeggiatore: Motogadget M.flash digitale (http://www.louis.de, art. 10032190)
Inserti in metallo migliori per i spinotti a 6 e a 9 poli compatibili con la Guzzi: Kabel Schmidt (http://www.kabel-schmidt.de, art. 730282j e 731281j)
Spinotti da 6 poli (parte in plastica) provvengono dal kit spinotti Louis (http://www.louis.de, di cui in uno dei post precedenti)
Il contenitore in ABS nero per l'interruttore hazard (che lo colloca sotto al blocchetto sinistro in posizione raggiungibile con facilità col pollice, fissazione mediante nastro bi-adesivo): progetto e produzione propria mediante stampante 3D.

Lo schema viene messo a disposizione senza alcuna garanzia di riproducibilità o funzione! :D

Buona fortuna a chi vuole provarci :ok:

Ringrazio Ardy per gli appunti su dove trovare i vari spinotti sulla V7, e di quale tipo sono :inchino:
Allegati
81820197431.jpg
Schema elettrico circuito luci hazard e fendinebbia
MonaGuzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 46
Iscritto il: gio giu 13, 2019 6:02 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 III Special

Precedente

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Baronferrari, CrazyDiamond55, Gatto del Cheshire, Google [Bot], ledzep, TODD e 45 ospiti