Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

Il motociclista, la moto, la neve

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda TODD » gio feb 07, 2019 10:51 pm

scusate una cosa, però il punto non è tanto cosa piace o non piace, il fatto è che a oggi sulla neve in moto proprio non ci puoi andare :nono:

io poi non riesco a difendere chi ha (a quanto pare, per quello che se ne sa, in attesa di smentite) combinato quel casino, perchè sapeva bene a cosa andava incontro, non è stata una nevicata in cui ti trovi per tornare a casa da qualche parte, e onestamente mi sa tanto di voler fare l'eroe, raccontare agli altri di quanto si è intrepidi e avventurosi...e così via...

se non ricordo male anche all'agnellotreffen di uno o due anni fa ci furono diverse cadute, anche con qualche osso rotto, ma la differenza è che su un passo alpino in inverno non credo ci sia tutto questo traffico, questi qua al brennero hanno provocato 12km e ore e ore di code, e poteva pure andare peggio. il tutto per cosa?
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 1651
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda vinbrulè » gio feb 07, 2019 10:58 pm

Diciamoci la verità: questi raduni invernali servono per farci sentire eroi o fighi o veri uomini...scegliete voi la parola.
Certo non è salutare passare l'inverno sul divano ma neanche rischiare la vita per andare su due ruote sul ghiaccio...
Ducati 900 SS
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 10572
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V
ora Ducati 900 SS

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Ardito » gio feb 07, 2019 11:54 pm

A te cosa ti fa sentire eroe o figo o vero uomo? scambiare la strada per un circuito e farti le pieghe?

Ognuno vive la moto come cazzo je pare, chi viaggia tutto l'anno sia che abiti in Sicilia sia che abiti nella punta più a nord del Piemonte, c'è chi invece la assicura da aprile ad ottobre.
A chi piace andare in Liguria a luglio ed agosto chi invece a febbraio va in Norvegia al Krystall.

Poi oh, se ti fa sentire sollevato pensare che tutti quelli che vanno in moto in inverno lo facciano per sentirsi eroi...buon per te.

@Todd: "tanto tuonò che piovve" dopo allerte meteo gialle arancioni e rosse come al solito non hanno alzato il culo per prevenire e per spazzare durante la nevicata. In Italia ormai funziona così, solo che se succede sulla SS33 dove abito io...ci si rassegna, se capita su un valico internzionale come il Brennero il casino è bello grande. Inoltre le autostrade si pagano.
Alberto "Memento Audere Semper"
MGCM n° 1138
Pressa le V35
Avatar utente
Ardito
Utente Registrato
 
Messaggi: 2639
Iscritto il: mer ago 15, 2007 9:33 pm
Località: Casale Corte Cerro(VB)
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Morini Excalibur 350 ex SP 1000 '82 ex California 1000 III Carb. '91, Stelvio 4V '08.

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Athlon » ven feb 08, 2019 12:46 am

TODD ha scritto:scusate una cosa, però il punto non è tanto cosa piace o non piace, il fatto è che a oggi sulla neve in moto proprio non ci puoi andare :nono:

io poi non riesco a difendere chi ha (a quanto pare, per quello che se ne sa, in attesa di smentite) combinato quel casino, perchè sapeva bene a cosa andava incontro, non è stata una nevicata in cui ti trovi per tornare a casa da qualche parte, e onestamente mi sa tanto di voler fare l'eroe, raccontare agli altri di quanto si è intrepidi e avventurosi...e così via...

se non ricordo male anche all'agnellotreffen di uno o due anni fa ci furono diverse cadute, anche con qualche osso rotto, ma la differenza è che su un passo alpino in inverno non credo ci sia tutto questo traffico, questi qua al brennero hanno provocato 12km e ore e ore di code, e poteva pure andare peggio. il tutto per cosa?



:aaah: :aaah: :aaah: :aaah: cosa sarebbe questa novita' , io ho solo la moto e ci devo andare al lavoro , se nevica mica posso stare a casa

il casino al brennero l'hanno combinato i camion senza le catene , un moto male che vada la strattoni a bordo strada e in 20 secondi hai liberato tutto
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1801
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Ardito » ven feb 08, 2019 12:51 am

Si tratta di una legge del 2003 che dice che non puoi andare in moto sulla neve, ghiaccio o se nevica.
In svizzera non ce l'hanno sta legge e li nevica forse più che qui.
Alberto "Memento Audere Semper"
MGCM n° 1138
Pressa le V35
Avatar utente
Ardito
Utente Registrato
 
Messaggi: 2639
Iscritto il: mer ago 15, 2007 9:33 pm
Località: Casale Corte Cerro(VB)
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Morini Excalibur 350 ex SP 1000 '82 ex California 1000 III Carb. '91, Stelvio 4V '08.

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Athlon » ven feb 08, 2019 12:57 am

ho le gomme M+S
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1801
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Ardito » ven feb 08, 2019 1:01 am

Non cambia nulla. In moto non conta se hai le M+S o no, non puoi e basta. Secondo la legge.
Alberto "Memento Audere Semper"
MGCM n° 1138
Pressa le V35
Avatar utente
Ardito
Utente Registrato
 
Messaggi: 2639
Iscritto il: mer ago 15, 2007 9:33 pm
Località: Casale Corte Cerro(VB)
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Morini Excalibur 350 ex SP 1000 '82 ex California 1000 III Carb. '91, Stelvio 4V '08.

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Athlon » ven feb 08, 2019 1:21 am

:O :O ma robe da matti , capisco un blocco del traffico per inquinamento , io vengo bloccato perche' con i miei gas ammazzo le altre persone , ma le condizioni della strada sono sempre da valutare a carico del guidatore , se la mia moto offre condizioni di sicurezza piu' che sufficienti per muoversi devo potermi muovere , senza contare che sono targati come motocicli pure le motoslitte ( quelle poche che con targa sono ammesse alla circolazione stradale)
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1801
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven feb 08, 2019 8:21 am

E' lo stesso vecchio discorso dei caschi. Si potrebbe dire: se cado senza casco sono solo fatti miei. In Italia e in Europa hanno deciso che se sbatto la testa il danno per l'economia è troppo alto e ci obbligano a mettere il casco.
Però ci sono regioni dove il valore delle teste è minore...
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 25323
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda GuzziTopo » ven feb 08, 2019 8:44 am

Il valore delle teste è uguale in tutta Italia, oserei dire.

È la distribuzione di educazione, cultura/conoscenza che forse è diversa ma non credo dipenda dalla regione.

Il fatto che lo stato proibisca a chiunque di girare in moto anche se equipaggiato con gomme termiche mi sembra sciocco. Si passa dal divieto assoluto all obbligo di girare con le termiche anche se ci sono 15gradi e strade pulite(per le macchine).Mah!
Per non parlare delle catene o dispositivi simili che non sono neanche omologati.

10 moto (famo 15? Non conosco i numeri) che si intraversano su un autostrada mi sembra strano che riescano a bloccare tutto per decine di ore.
Moto che si intraversano, condizioni meteo particolarmente cattive, fondo pulito male/non pulito, traffico intenso(?), camion che si intraversano per cause loro: ecco si questo puo bloccare un autostrad, ma sono tutte concause, da vederequanto percentualmente hanno contribuito, di sicuro qualche colpa i bigommati l avranno avuta. Ma non gli darei il 100%.


Oramai non sono un “grande” viaggiatore (ammesso di esserlo stato) ma quando lo faccio il mio ego e la mia autostima non si alzano di una caccola, o di una caccola congelata se d’inverno (che è piu spessa). Si abbassa solo lo stress.
I raduni servono forse solo per aggregare un minimo e sono la parte meno interessante ai miei occhi, (iinfatti nn ne faccio quasi nessuno). Quest anno son salito da solo, l anno scorso nello stesso periodo sono andato in solitaria a monaco a prendermi una birretta ed uno stinco. Ovvio non c erano muri di neve, mi sarei fermato prima, probabilmente.

Doppi Lamp
Marco
Avatar utente
GuzziTopo
Socio Tesserato 2018
 
Messaggi: 1325
Iscritto il: mer gen 29, 2014 11:37 am
Località: Guidonia Montecelio (Rm)
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio1200 8V
Breva 1100 '05
850 T5 '86
1000SP
V35II '81
1/2 Zigolo 110 '61

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Mauro Fiorentini » ven feb 08, 2019 9:43 am

In definitiva il discorso è sempre quello, ciascuno usa la moto per farci quello che gli pare :ok:
age073
Il motociclista su Internet è lo snob per eccellenza!
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Utente Registrato
 
Messaggi: 3845
Iscritto il: sab ago 11, 2012 9:21 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, Vespa 150LX

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda zanza85 » ven feb 08, 2019 9:59 am

Gatto del Cheshire ha scritto:Si potrebbe dire: se cado senza casco sono solo fatti miei. I


No, non si potrebbe dire. Sono fatti di quello che cade e della sanità pubblica. E, se me lo concedi, io non sono tanto concorde che vengano impiegati soldi pubblici in cure per il nostalgico del vento fra i capelli di turno. O di quello che ha fastidio al costato nell'indossare la cintura di sicurezza.
E anche se non ci fosse il problema legato alla sanità pubblica, un legislatore ha comunque il dovere di tutelare il c.d. "bene superiore" (in questo caso l'incolumità del centauro) anche a fronte di una -più che accettabile- limitazione delle libertà personali.
Ultima modifica di zanza85 il ven feb 08, 2019 10:06 am, modificato 1 volta in totale.
Se mia nona la gh'era i roeudd, la faseva ul Gussi
Avatar utente
zanza85
Utente Registrato
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 21, 2014 11:12 pm
Località: Lierna (LC)
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1100 ABS '06 - La Druga

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda zanza85 » ven feb 08, 2019 10:02 am

vinbrulè ha scritto:Diciamoci la verità: questi raduni invernali servono per farci sentire eroi o fighi o veri uomini...scegliete voi la parola.
Certo non è salutare passare l'inverno sul divano ma neanche rischiare la vita per andare su due ruote sul ghiaccio...


Diciamoci la verità: è sempre la soluzione più semplice derubricare a "complessati" quelli a cui piacciono cose diverse da quelle che piacciono a noi, vero?
Se mia nona la gh'era i roeudd, la faseva ul Gussi
Avatar utente
zanza85
Utente Registrato
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 21, 2014 11:12 pm
Località: Lierna (LC)
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1100 ABS '06 - La Druga

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda vinbrulè » ven feb 08, 2019 10:36 am

Ognuno ha i suoi complessi: anche lo smanettone col ducati nuovo di pacca che deve dimostrare che ha gli sghei... ;)
Si tratta solo di non mettere a repentaglio la propria e altrui vita per i nostri complessi...
Ducati 900 SS
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 10572
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V
ora Ducati 900 SS

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven feb 08, 2019 10:50 am

zanza85 ha scritto:
Gatto del Cheshire ha scritto:Si potrebbe dire: se cado senza casco sono solo fatti miei. I


No, non si potrebbe dire. Sono fatti di quello che cade e della sanità pubblica. E, se me lo concedi, io non sono tanto concorde che vengano impiegati soldi pubblici in cure per il nostalgico del vento fra i capelli di turno. O di quello che ha fastidio al costato nell'indossare la cintura di sicurezza.

E una questione di costi e benefici. Proibirmi di andare (stupidamente) col vento nei capelli è una violazione della mia libertà personale. Ma visto che se mi faccio male lo Stato E' OBBLIGATO (su questo non transigo) a spendere risorse per curarmi, allora lo stesso Stato è giustificato a impormi il casco, perchè alla fine se mi faccio male i danni sono per tutti.

E' un argomento scivoloso. Con la stessa analisi di costi e benefici lo Stato mi proibisce di andare in moto quando c'è la neve (ma in Austria è permesso9.
Potrebbe anche proibirmi i caschi jet, o di frequentare strade troppo dissestate (come a Roma o recentemente in Abruzzo). Anche imporre alle moto l'uso dell'ABS è stato un compromesso fra libertà e risparmio di spese e interessi privati più o meno sporchi; io l'ABS non ce l'ho ma per fortuna non mi hanno ancora proibito di circolare). Dipende dal buonsenso dei nostri governanti, che non è diffuso.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 25323
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda zanza85 » ven feb 08, 2019 10:58 am

vinbrulè ha scritto:Ognuno ha i suoi complessi: anche lo smanettone col ducati nuovo di pacca che deve dimostrare che ha gli sghei... ;)


C'è anche chi ha il complesso di voler vedere per forza un complesso nelle azioni degli altri, pensa.
L'idea che uno possa comprarsi un "ducati nuovo di pacca" perchè gli piace, perchè se lo può permettere e senza dover dimostrare niente a nessuno non ti sfiora nemmeno, immagino.

Tu vivi la tua vita sempre con la smania di dover dimostrare qualcosa a qualcuno? O prendi delle decisione anche per interesse, passione, amore, emozione? Io pensavo che il SS te lo fossi preso perchè ti piaceva, a sto punto, seguendo la tua logica e le tue piccinerie, mi viene da pensare che l'hai preso per dimostrare al mondo che un orribile ravatto di qualche lustro fa può stare in strada anche oggi.

"Vivi e lascia vivere" te lo hanno mai detto? Per forza tutti quelli col SUV ce l'hanno piccolo? Ma ce la fai?
Se mia nona la gh'era i roeudd, la faseva ul Gussi
Avatar utente
zanza85
Utente Registrato
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 21, 2014 11:12 pm
Località: Lierna (LC)
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1100 ABS '06 - La Druga

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda zanza85 » ven feb 08, 2019 10:58 am

Gatto del Cheshire ha scritto:E una questione di costi e benefici. Proibirmi di andare (stupidamente) col vento nei capelli è una violazione della mia libertà personale. Ma visto che se mi faccio male lo Stato E' OBBLIGATO (su questo non transigo) a spendere risorse per curarmi, allora lo stesso Stato è giustificato a impormi il casco, perchè alla fine se mi faccio male i danni sono per tutti.

E' un argomento scivoloso. Con la stessa analisi di costi e benefici lo Stato mi proibisce di andare in moto quando c'è la neve (ma in Austria è permesso9.
Potrebbe anche proibirmi i caschi jet, o di frequentare strade troppo dissestate (come a Roma o recentemente in Abruzzo). Anche imporre alle moto l'uso dell'ABS è stato un compromesso fra libertà e risparmio di spese e interessi privati più o meno sporchi; io l'ABS non ce l'ho ma per fortuna non mi hanno ancora proibito di circolare). Dipende dal buonsenso dei nostri governanti, che non è diffuso.


Certo, tutto può essere. Può essere che il legislatore pensi a tutelare l'incolumità del centauro o può essere che il legislatore sia colluso con le sedicenti lobby dell'abbigliamento e dei dispositivi di sicurezza e lo fa solo per il proprio tornaconto.
Del resto se è vero che omnia munda mundis, è vero pure il suo contrario.
Se mia nona la gh'era i roeudd, la faseva ul Gussi
Avatar utente
zanza85
Utente Registrato
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: mar ott 21, 2014 11:12 pm
Località: Lierna (LC)
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1100 ABS '06 - La Druga

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda LucaF » ven feb 08, 2019 11:05 am

Athlon ha scritto:il casino al brennero l'hanno combinato i camion senza le catene , un moto male che vada la strattoni a bordo strada e in 20 secondi hai liberato tutto


di moto per terra al brennero non ne ho viste, e ci ho passato diverse ore nel traffico, dentro e fuori l'auto, quindi ho avuto tutta la possibiilita' di vedere se ci fossero delle moto per terra; e non ne ho viste;

invece ho visto un sacco di camion, almeno 5, che occupavano entrambe le corsie, che stavano sulla corsia di sinistra e che erano fermi nelle piazzole di emergenza

Stava nevicando parecchio, ma non da bloccarsi in moto, e qualche idea di guida sotto/sopra la neve ce l'ho: http://www.animaguzzista.com/?p=424

Il casino al brennero e' stato causato dai camion, non dalle moto

L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 2678
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Tirolo, Austria
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda vinbrulè » ven feb 08, 2019 11:13 am

Zanza...se ti sei arrabbiato tanto qualche complesso ce l'hai pure tu... ;)
Ducati 900 SS
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 10572
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V
ora Ducati 900 SS

Re: Il motociclista, la moto, la neve

Messaggioda Gatto del Cheshire » ven feb 08, 2019 11:15 am

"Può essere che il legislatore pensi a tutelare l'incolumità del centauro ".
Ecco, a me i legislatori che si preoccupano della mia incolumità tanto da limitare le mie scelte stanno molto antipatici. Ma potrei capirli solo se le statistiche dimostrassero che in Italia c'è una moria di motociclisti a causa, per es., del bloccaggio di una ruota della moto.
In fondo andare su due ruote è già di per sè rischioso, molto più rischioso che andare in auto. Ma visto che le moto (e gli scooter) sono veicoli popolari e economici, non possono arrivare a impedirle; potrebbero tassarle pesantemente, o far pagare un pedaggio autostradale pieno, o aumentare le spese di assicuraazione... Le vie sono infinite e secondo me ci siamo già avviati, perchè le statistiche sono lì a dimostrare che i morti in moto sono tanti.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 25323
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Breva 750
ora YBR 250

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti
cron