Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

Quei giorni che giri la moto e torni a casa

L'unico, autentico, inimitabile....

Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » sab ott 10, 2020 10:15 am

Ciao, stamattina esco perché ho una mattinata libera e la voglio passare in moto......appena accendo mi raccomando:"È sabato..... è mattina..... è una bella giornata....vai piano perché di sicuro ci sono le pattuglie, i ciclisti e altre moto al circuito del Conero".
E infatti è proprio così: pattuglie, ciclisti e moto.
Ma il problema è un altro!
Alla fine di un rettilineo imposto la curva a sinistra, zero visibilità quindi me ne sto bello bello nella mia corsia lontano dalla riga di mezzeria, e a centro curva incrocio una macchina di merda che stava superando un ciclista!!!!!
Va be', meglio una curva buttata via che fare un frontale......un km dopo, tornante a sinistra STESSA STORIA!!!!

Ora, io i ciclisti non li sopporto, per tante ragioni lo ritengo gli utenti più inutili della strada.
Però, Dio madonna: li sorpassi in curva????? Ma sei scemo????? Quelli si stavano facendo la loro curva, buoni buoni a destra, e te che stai su un mezzo dieci volte più veloce non puoi aspettare di avere la visuale libera per passarli??? Teste di cazzo!!!!

E così giro la moto, mesto mesto, e me ne torno a casa; dal circuito del Conero per oggi è tutto :wall:

Immagine
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LucaF » sab ott 10, 2020 10:39 am

ed e' da queste esperienze che apprezzo sempre piu' il modo di sorpassare le bici che hanno qui in austria e germania: aspettano fino ad avere tutto lo spazio necessario per mettere tutte e 4 le ruote nella corsia opposta, come se stessero sorpassando un'auto,
e chi sta dietro, aspetta pazientemente
L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 3130
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Baviera, Germania
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda cipo » sab ott 10, 2020 10:55 am

purtroppo sono un ciclista e li odio pure io i ciclisti quando viaggiano in gruppo e occupano tutta la corsia, odio gli automobilisti che guidano come cani e i motociclisti che credono di essere marquez…. in sintesi odio tutti gli ignoranti e teste di c....
purtroppo non ci sono le strutture per poter far praticare a tutti il loro sport preferito e quindi si va in strada.
servirebbe un po' più di rispetto in generale verso gli altri.
Breva 750 Rossa Corsa Araba Fenice
Stelvio 2008
Stelvio Rosso Vulcano
Avatar utente
cipo
Utente Registrato
 
Messaggi: 2668
Iscritto il: ven apr 18, 2008 3:30 pm
Località: Spino D'Adda (CR)
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 750
Stelvio 1200 4v 2008
Stelvio 1200 8v 2016

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » sab ott 10, 2020 10:58 am

Ma infatti! Io quando sono in moto li sorpasso solo quando vedo di avere strada libera, restando sempre nella mia corsia ma tenendo la massima distanza possibile dal ciclista! E finché non posso farlo aspetto! E che cavolo se oggi guidavo il camion avevo ammazzato sia gli automobilisti che, forse, i ciclisti!
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LIRO » sab ott 10, 2020 2:06 pm

LucaF ha scritto:ed e' da queste esperienze che apprezzo sempre piu' il modo di sorpassare le bici che hanno qui in austria e germania: aspettano fino ad avere tutto lo spazio necessario per mettere tutte e 4 le ruote nella corsia opposta, come se stessero sorpassando un'auto,
e chi sta dietro, aspetta pazientemente
L


Ma quando vogliono applicarlo sulla strada del lago che sorgono i problemi
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 5007
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda vinbrulè » sab ott 10, 2020 2:24 pm

Pensa cosa succede quando nel medesimo tornante ci sono una bici e una macchina...se arrivi nel senso opposto semplicemente ti devi fermare, per questo mi viene l'ansia a fare il Nivolet, perché è una delle strade preferite dai ciclisti.
Ducati 900 SS
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 13192
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Ducati 900 SS
ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » sab ott 10, 2020 2:33 pm

Si ma oggi non erano i ciclisti il problema.....erano quei due cojoni in macchina!
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda TODD » sab ott 10, 2020 2:36 pm

io noto sempre più spesso gente che taglia le curve, anche senza sorpassi da fare, e anche a bassa velocità, tipo 40-50 orari. il tutto per la distrazione con cui guidano molti, e credo sia superfluo dire da cosa dipenda.

comunque, giri interrotti per il traffico o le paure prese non mi sono capitati, a volte posso aver cambiato strada se mi ero rotto di stare in coda.
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » sab ott 10, 2020 2:39 pm

Guarda, considera che proprio al Conero non più tardi di un mese fa un ragazzo di 27 anni è stato prima sbalzato, e poi schiacciato dal suo camper che si era ribaltato dopo aver fatto un frontale con un'auto in una delle curve più brutte ma anche più "invitanti"...io di solito faccio come te ma su quella strada la cosa più prudente per me, quando vedo che non è giornata, è prendere e tornare a casa...
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda vinbrulè » sab ott 10, 2020 2:39 pm

Mah... forse mi è capitato un paio di volte di tornare indietro per traffico eccessivo o pioggia...
Ducati 900 SS
Avatar utente
vinbrulè
Utente Registrato
 
Messaggi: 13192
Iscritto il: ven dic 12, 2008 12:16 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Ducati 900 SS
ex Suzuki GSF 400
ex V65 Lario 4V
ex Suzuki RG 250
ex Le Mans 850 II
ex Suzuki GSX-R 750 '91
ex V65 Lario 2V
ex 1200 Sport 2V

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LucaF » sab ott 10, 2020 3:15 pm

LIRO ha scritto:Ma quando vogliono applicarlo sulla strada del lago che sorgono i problemi


l'ho notato su strade ben piu' larghe del lungolago lecco-bellagio: sul lungolago, semplicemente starebbero in coda fino a un dritto sufficientemente lungo
L
LucaF
Utente Registrato
 
Messaggi: 3130
Iscritto il: lun ott 27, 2003 3:10 pm
Località: Baviera, Germania
La/le tua/e Moto Guzzi: non abbastanza

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LIRO » sab ott 10, 2020 7:16 pm

Parlavo della Regina, sponda di Como, sopratutto dopo Torrigia quando la vecchia e nuova Regina si uniscono, li comincia il calvario se un teutonico, francese o olandese incontra il ciclista, alcuni ancora un pò oedalano sul muro, ma loro nulla, rimangono impassibili in colonna a 15, 20 kmh magari per un paio di km.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 5007
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda Ticcio93 » sab ott 10, 2020 7:24 pm

se vuoi una chiave di lettura per poter capire meglio, non dico diventare un ciclista come me ma...


omettendo i gruppi ciclistici (più che altro i ciclisti dei gruppi ciclistici) prova ad andare in bicicletta da solo per un mesetto sulla strada poi torni qui e magari si ri-parla di civismo o menefreghismo, a scelta insomma
Avatar utente
Ticcio93
Utente Registrato
 
Messaggi: 5053
Iscritto il: gio nov 12, 2009 8:12 pm
Località: MASSA MARITTIMA (Maremma Toscana)
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 bersagliera

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda TODD » sab ott 10, 2020 7:31 pm

..allora, quando si dice "manco a farlo apposta...", ho fatto oggi un bel giro pomeridiano, visto che forse era l'ultima giornata bella e abbastanza calda dell'anno (a breve pare che arrivi freddo, e poi le giornate accorciano), direzione val d'orcia. strada rettilinea ma abbastanza stretta, davanti a me c'era un nissan Navara che contavo di passare poco dopo, in direzione opposta c'erano due bici, ora non ricordo se affiancati o in fila, comunque, l'auto che li seguiva li ha passati, invadendo la corsia opposta, cioè la mia. il Navara ha frenato bruscamente, io fortunatamente ero a distanza di sicurezza e ho a malapena toccato il freno, ma la dinamica è quella. l'auto che ha fatto la manovra non poteva non vedere un navara che gli veniva incontro.
l'anno prossimo cambio moto.....forse......
Avatar utente
TODD
Utente Registrato
 
Messaggi: 2941
Iscritto il: mar mag 24, 2016 10:11 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1200

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » sab ott 10, 2020 7:50 pm

Sono dei deficienti patentati!
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LIRO » sab ott 10, 2020 8:24 pm

Ticcio93 ha scritto:se vuoi una chiave di lettura per poter capire meglio, non dico diventare un ciclista come me ma...


omettendo i gruppi ciclistici (più che altro i ciclisti dei gruppi ciclistici) prova ad andare in bicicletta da solo per un mesetto sulla strada poi torni qui e magari si ri-parla di civismo o menefreghismo, a scelta insomma


Guarda che molte volte la colpa non è del ciclista, perchè come ho scritto è talmente sulla liena bianche del bordo che ancora un pò si appoggia al muro, il problema sono i turisti che hanno paura o aspettano lo slargo per sorpassare.
Stendiamo un velo pietoso sui grupponi di amatori, oppure della squadra con annesso ammiraglia, ho visto di quelle scene che è stato meglio non avere a portata di mano un AK47
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 5007
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda Ticcio93 » sab ott 10, 2020 8:44 pm

ci mancherebbe, certo che si capisce


io mi riferisco alla approssimazione/sufficienza/disinteresse (sò buono) coi quali i soggetti di turno (vuoi ciclista, automobilista, motociclista e pure pedone) VALUTANO le situazioni che gli si parano davanti...mentre guido (qualsiasi mezzo) spesso penso: "te non ci vuoi tornare a casa stasera" ed in cui TE è chiaramente riferito a colui che sta facendo la manovra a membro di segugio davanti ai miei occhi
Avatar utente
Ticcio93
Utente Registrato
 
Messaggi: 5053
Iscritto il: gio nov 12, 2009 8:12 pm
Località: MASSA MARITTIMA (Maremma Toscana)
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 bersagliera

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda LIRO » sab ott 10, 2020 8:52 pm

Ticcio93 ha scritto:ci mancherebbe, certo che si capiscei



ok, allora ci eravamo intesi.
Avatar utente
LIRO
Utente Registrato
 
Messaggi: 5007
Iscritto il: gio set 21, 2006 5:34 pm
Località: Lipomo (COMO)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ex V11 SportNaked
RSV4 Tuono Factory M.Y. 2018

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda Enzo-NW » dom ott 11, 2020 9:20 am

In Italia non é un problema di motociclisti, camionisti, automobilisti etc etc: manca totalmente la cultura della sicurezza stradale.
Esiste solo la legge del più arrogante.
Ieri ero sulla tangenziale ovest di Milano, traffico congestionato causa incidente, con continue accelerazioni e frenate. Ogni volta che lasci le giuste distanze per evitare i classici tamponamenti a catena trovi quelli che fanno zig zag violenti tra le corsie e poi ti inchiodano poi davanti. Ovviamente tutto questo spesso con un telefono in mano.
Si stringe la corsia? Nel mondo civile entra uno da destra e uno da sinistra, in Italia stringono per passare prima ed il traffico si blocca.
Autostrada a 3 corsie nessuno usa la corsia di destra anche se va a 100 all'ora.
Idioti che scrivono su what'sup alla guida sono normale amministrazione.
A fine della giornata torno a casa attraverso il tunnel del San Gottardo, limite di 80 e distanza minima di sicurezza 150 Mt. Dopo un km dall'ingresso butto l'occhio allo specchio e vedo 4 fari di un grosso SUV BMW tanto vicini che non vedo la targa: accelero un attimo a 90 e guarda caso la targa era italiana...
Avatar utente
Enzo-NW
Utente Registrato
 
Messaggi: 4711
Iscritto il: sab gen 04, 2014 1:27 pm
Località: Svizzera centrale
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio NTX rossa, ex V7 II

Re: Quei giorni che giri la moto e torni a casa

Messaggioda age073 » dom ott 11, 2020 9:32 am

......ecco perché poi i turisti si sfogano tutti qui, o si adeguano al costume locale o per loro siamo il paese dei balocchi :asd:
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 4767
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California, 1973
Suzuki Bandit 600, 1995
Vespa 150 Lx, 2007
Mi-Val 125 Sport, 1954
Gilera Arcore 125 "C", 197boh
Cimatti Bat Boy, 1973

Prossimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Matteo990 e 95 ospiti