Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda legnone » sab gen 02, 2010 6:52 pm

legnone ha scritto:Non ne posseggo ancora una ma, scava scava, ci sto la vorando per averla e credo non passerà più di qualche mese che potrò essere della famiglia.
Perchè MG mi chiedete?
Perche quelle teste un pò sporgenti fanno tanto potenza, spalle forti.
Poi perchè, da figlio di ferroviere, sono cresciuto in mezzo ai treni e da bambino (veraMente anche ora) mi affascinava il pulsare ritmico delle locomotive a vapore quando erano ferme in stazione: sembravano una cosa viva, un gigante buono pieno di forza.
Molto simile al sound delle MG.


Questo era ciò che scrivevo circa 6 mesi fa.
Poi, a Natale mi hanno regalato il libro "Quando le moto hanno l'anima". Bè, giuro che non l'avevo letto prima ma il capitolo iniziale è tutta una poesia sulla somiglianza tra una Guzzi e una locomotiva, con tanto di richiamo dettagliato alla storia narrata da Guccini nella sua famosissima canzone.
Quando mi sono divorato quelle prime pagine non potevo credere a quanto i miei pensieri collimassero con quelli dell'autore. E pensavo che mio padre, ferroviere, avrebbe disapprovato il colpo di testa dell'acquisto della moto ma poi avrebbe sicuramente detto "è proprio bella!" e mi sarebbe piaciuto fargli fare un giro sopra.
Ah, l'avessi comprata prima!
E ora scusatemi ma mi vengono i lucciconi! :cry:
Enzo
... In direzione ostinata e contraria.
Avatar utente
legnone
Utente Registrato
 
Messaggi: 2892
Iscritto il: mer mag 13, 2009 6:41 pm
Località: Garbagnate Milanese - Pineto, Abruzzo
La/le tua/e Moto Guzzi: Griso 1100 "Tarocco"

Messaggioda ranabout » sab gen 02, 2010 7:11 pm

non dire così che sennò goffredo si commuove pure lui... :asd:
Chi Vespa mangia le mele, chi Guzzi s'attacca ar cà...! >:(
Avatar utente
ranabout
Utente Registrato
 
Messaggi: 19055
Iscritto il: mer set 19, 2007 8:53 am
Località: Contigliano (Rieti)
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 750 '97 Brunilde

Messaggioda Facciadaguzz » dom gen 10, 2010 10:18 pm

Per me è stato il motore : bellissimo! :motocool:
T5 + Sp 1000 + Imola 1
Ex V50C-NTX 650
LA FORZA è NULLA SENZA UMILTà
Avatar utente
Facciadaguzz
Utente Registrato
 
Messaggi: 418
Iscritto il: sab feb 21, 2004 12:34 pm
Località: L'A - qui - la ...insomma un po qua un po la!
La/le tua/e Moto Guzzi: T5 Ex Polizia '87(sidecar)- SP 1000 '78 -Special - Imola 350 1a '84 - V7 Special '72

Messaggioda Pandora » lun gen 11, 2010 12:58 pm

legnone ha scritto:
Questo era ciò che scrivevo circa 6 mesi fa.
Poi, a Natale mi hanno regalato il libro "Quando le moto hanno l'anima". Bè, giuro che non l'avevo letto prima ma il capitolo iniziale è tutta una poesia sulla somiglianza tra una Guzzi e una locomotiva, con tanto di richiamo dettagliato alla storia narrata da Guccini nella sua famosissima canzone.
Quando mi sono divorato quelle prime pagine non potevo credere a quanto i miei pensieri collimassero con quelli dell'autore. E pensavo che mio padre, ferroviere, avrebbe disapprovato il colpo di testa dell'acquisto della moto ma poi avrebbe sicuramente detto "è proprio bella!" e mi sarebbe piaciuto fargli fare un giro sopra.
Ah, l'avessi comprata prima!
E ora scusatemi ma mi vengono i lucciconi! :cry:


Dai, che ti tiro su io il morale.

Anche mio babbo è ferroviere ma appena gli ho portato a casa la Breva mi ha detto con uno sguardo tristissimo e deluso:
"ANCHE la moto ti dovevi fare..." :-( :asd:

"anche"? :evil:

Beh, dopo un paio di mesi di digestione commissiono a lui i lavori di montaggio specchietto, cambio manopole, montaggio borse laterali e ricarica batteria. :asd: Con qualche dubbio perché quando una volta non si è accesa mi ha detto: "ma per accenderla non ha la pedivella....?" :lol
Breva 750 "Eugenio"
Avatar utente
Pandora
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mer gen 09, 2008 12:14 am
Località: provincia di Rimini
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 750

Messaggioda Cibbisio » mar gen 12, 2010 10:04 pm

...da sempre la meccanica mi appassionava, da piccolo smontavo le macchinine per vedere che c'era dentro.

Poi arrivarono i motorini, il primo un Si piaggio elaborato e pasticciato finche non me lo rubarono.

Poi vari sputerini plasticosi ed infine la vespa. Eh già quella caffettiera di lamiera e le ruotine da 10" che per gli ultimi 10 anni mi ha fatto visitare posti e gente meravigliosi.
E che mi ha dato anche i privilegi di diventare autore insieme ad altri 3 vespisti (...uno dei tre mi ha chiesto se andavo con lui a vedere una v65!!!) di un simpatico libro/diario di viaggio intitolato "Il Rettilineo è Una Tortura".
Racconto di un viaggio da milano alla sicilia in sella alla vespa.

Poi un mese e mezzo fa un amico mi chiama e... e alla fine arriva Lei. La SP II 1000.

In vespa ci sarò passato 1000 volte davanti allo stabilimento e tutte le volte rallentavo per guardare il caseggiato Moto Guzzi, e chi l'avrebbe mai detto che oggi avrei goduto partendo da Milano per andare alla Moto Guzzi.

E ogni giorno che passa lei mi fa capire che scodinzola quando l'accendo, sia per andare a fare la spesa che per andare a bere una birretta con gli amici.

Le vespe si son fatte un po' da parte e hanno lasciato un bel po' di spazio a lei, nuova amica di viaggio.

Lamps
Cibbisio
Avatar utente
Cibbisio
Utente Registrato
 
Messaggi: 98
Iscritto il: lun dic 21, 2009 3:54 pm
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: Sp II 1000 ...in specializzazione

Messaggioda AsTore » mer gen 13, 2010 10:59 am

amore a prima vista,
e tradizione di famiglia.
io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti. (morale:- devo cambiare spacciatore)
Avatar utente
AsTore
Utente Registrato
 
Messaggi: 683
Iscritto il: dom set 27, 2009 2:31 pm
Località: Ozieri SS
La/le tua/e Moto Guzzi: california ev AQUILANTE

Messaggioda Gigio_LeMans » mer gen 27, 2010 1:34 am

In casa le moto erano vietate, i motorini accettati con riserva.
Da un mio vecchio amico no:
nel lungo porticato di ingresso c'era sempre parcheggiata una moto,
sempre nello stesso punto, pulita e lucida come se non fosse mai usata.

A fine giornata, dopo aver giocato con i gemelli, tornando verso casa,
la rivedevo sempre ferma col suo bel fanalone che mi guardava.
Un giorno afoso, forse d'estate, mi son fermato, aiutato dagli amici son salito e, trovando le chiavi già infilate, ho provato il pulsante con la mano destra:
sorpreso ed entusiasta di quello che avevo appena fatto, da allora non ho dimenticato quel borbottio quasi ansimante del monocilindro orrizontale piu' famoso d'Italia.


ops.
Serenità è quando ciò che dici, pensi e fai sono in perfetta armonia.
Avatar utente
Gigio_LeMans
Utente Registrato
 
Messaggi: 778
Iscritto il: mar set 30, 2008 1:16 pm

FOLGORATO

Messaggioda ALBERTO T3 » lun feb 08, 2010 7:50 pm

a 21 anni prima moto xt 400 a casa mio padre minaccia di cacciarmi
di casa dopo sei mesi passo in centro conc. guzzi fuori in bella mostra un t3 california è come se tutto intorno a te scompare ma la
minaccia è ancora attiva, ho dovuto aspettare 22 anni ma adesso ne ho due. La vera passione x la guzzi è il motore imponente e dal
suono inconfondibile.
UN PULMAN DI GAY INCROCIA UNO DI NANI I GAY "ABBASSO LA FICA" I NANI "MAGARI"
ALBERTO T3
Utente Registrato
 
Messaggi: 21
Iscritto il: sab mag 16, 2009 2:15 pm
Località: PESCARA

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda prinznonfaster » mer apr 06, 2011 3:06 pm

1980. Ero il più piccolo della compagnia di paese; gli altri avevano tutti vespa o motorino, per lo più modificati..
il motorino me lo comprò il mio babbo a 12 anni per farmi scendere dal letto e uscire di casa dopo due settimane di sciopero della fame...
Era un MFM (Morini Franco Motori) 48 cc. Per passare il tempo, a parte gare di cross improvvisato sui campi di grano e orzo, con relativo rischio di impallinazione da parte del contadino, smontavamo e rimontavamo in continuazione scarichi, carburatori, testate, come se dovessimo preparare i motorini per le gare, e in realtà forse dopo andavano peggio di prima. Devo dire, però, che di solito non avanzavano pezzi...
Uno di noi dell'epoca oggi continua a fare il meccanico di professione.
A 14 anni guidavo regolarmente la macchina.
A 16 anni Vespa Primavera 125 faro tondo, marmitta a espansione, ruota di scorta su portapacchi posteriore, 110 km/h.
A 18 anni patente, e quindi per un pezzo niente più due ruote (i sedili ribaltabili, non so perché, mi affascinavano di più...)
Sui 25 mio zio mi presta per una settimana la sua V35C bianca appena restaurata. Il primo giorno ci ho fatto 300 km... Primo amore che non scorderò mai. Poi pausa, solo giri occasionali su moto prestate da amici o noleggiate per un weekend.
Un paio di anni fa al mare in passeggiata vedevo sempre una Cali rossa spettacolare, e dicevo a mia moglie: "Ma perché io non me la compro?". Lei minimizzava e glissava. All'epoca per entrare nella ztl di Roma usavo uno scassatissimo scooter Benelli 50 pagato 100 euro.
All'improvviso ho detto: ecchecca**o, ma se non me la faccio adesso, quando me la faccio??
Me la sono fatta.
La prima volta che ci sono salito, ho fatto salire i giri motore da fermo, quando ho sentito la vibrazione che mi "tirava" la sella verso la coscia, a momenti mi metto a piangere.
Adesso oltre a mia moglie e i miei tre figli ho la seconda fidanzata (la prima è la mia terzogenita di due anni...)
Credo che viaggiare sulla mia Nevada sia un'emozione a suo modo pura.
Quando esco, mi sento senza età, senza tempo. Si può dire... felice?
PrinzNonFaster



Siamo nani sulla sella di giganti
Avatar utente
prinznonfaster
Utente Registrato
 
Messaggi: 289
Iscritto il: gio gen 28, 2010 6:26 pm
Località: Etrusco ospite a Roma
La/le tua/e Moto Guzzi: California EV P.I. "La Capricciosa"
Ex Nevada 750 Club 2001 "La Bimba"
Ex V35C in prestito dallo Zio Peppe
Ex Vespa 125 Primavera
Ex Morini Franco Motori 48 cc

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda Mikelino » gio apr 07, 2011 10:36 am

Come dire fin da piccolo sono sempre stato con il c**o su una moto, a 7 anni la prima moto era un minicros 50 morini a 14 anni il primo 50ino e a 16 dopo tante fatiche sono riuscito a prendere la prima moto usata rs125 modello harada grande moto, grande telaio sempre a cambiare smontare marmitta, filtro carburazione, valvola lamellare. Un periodo smontai tutte le carene e ci misi un frontalino acerbis da cross avanti...insomma sempre con le mani sporche..
in cuor mio il sogno fin dalla tenera età era di avere il v7 di papà, qui sono a 3 anni la mattina volevo stare sempre e solo su quella benedetta sella ci mangiavo anche a volte Immagine

Uploaded with ImageShack.us

certo ammiravo i modelli che ogni anno le case giapponesi sfornavano sempre più avanzati tecnologicamente...ma quando le sentivi in moto...anche se avevano scarichi akrapovic, yoshimura e chi più ne ha più ne metta...non c'era niente da fare erano senz'anima, non c'era quel battito "animale" citando la canzone di raf, non si sentiva l'aspirazione per me le moto con l'anima sono sempre state le Guzzi, nonostante tutti gli sfottò degli amici ma che ci devi fare con quei trattori, non vanno nulla, vedi le giapponesi tecnicamente sono mostruose, queste non servono a niente, ci puoi andare solo dritto, sono inaffidabili...in quei momenti mi sentivo come se stessero sfottendo qualcuno a me caro e iniziava la diatriba sulla storia, sui progressi sui record...ma non c'era niente da fare e lasciavo perdere
ricordo come se fosse ieri che da piccolo verso le 2 ora in cui papà tornava dal lavoro, mi mettevo fuori in giardino e lo sentivo arrivare da 3-4km appena imboccava la salita che arrivava al paese dove abito e allora dicevo mamma puoi buttare la pasta papà arriva.
A 19 anni mi levo l'rs e inizio a girare con la macchina, papà dice ma la moto non la porti più? andiamo a cercarne una usata...la mia risposta fu per ora aspetto, in ragione anche delle nostre care leggi a2 a3 bla bla bla...feci la patente a2 giusto per avere la possibilità dello scatto automatico dopo due anni, in questo arco di tempo dai 19 ai 23 (ho atteso un pò di più per via di impegni universitari) mi sono preso cura del v7 accendere regolarmente, vasellina sulle parti in gomma diciamo lavori di mantenimento fino a qualche mese fa quando dissi a papà, voglio portare il guzzi! La faccia che fece papà fu strana da un lato gli faceva piacere dall'altro era impaurito per la sua bimba, vedi che è una moto che non frena benissimo, quando i tamburi si scaldano non prendono bene, non è una moto dove ci puoi correre però se la vuoi portare, mi fido di te e del tuo buon senso, rimettila in sesto tutta fai tutto quello che devi fare.
E da quel giorno sono iniziati i lavori, in quel giorno felice come una pasqua, smontai motorino di avviamento per effettuare una revisione e pulizia generale, smontai l'elettroruttore che era un pò ossidato per via di uno spacco per incottatura sul coperchietto, lo pulii con un olio riattivante per contatti, aggiustai il coperchietto con la vetroresina, cambiai tutti e 3 gli oli, smontai serbatorio e sella mi feci uno per uno tutti i contatti elettrici pulendoli con uno spazzolino e olio disossidante, cambiai le manopole dello sterzo, pedalini e gommini cambio e freno (che avevo mandato a prendere da stucchi qualche giorno prima), comprai la batteria, il pomeriggio rimontato il tutto la accesi, era un orologio, la presi e la portai davanti casa, feci uscire papà e dissi guarda un po' qui, la spensi e dissi adesso prova ad accenderla, papà si mise sopra mezzo giro di chiave e la moto partì, la sua risposta fu,che diavolo ci hai fatto non è mai partita così bene!
Iniziò a guardare i vari tappi di carico e scarico olio, la coppettina del cardano e disse bene hai fatto un ottimo lavoro nemmeno un segno d'olio nemmno una vite spanata, adesso si deve lavare. Il giorno dopo l'ho lavata e ho lucidato tutto con cera per la vetroresina e iosso per le parte metalliche.
Ora la moto è intestata a me, nei prossimi giorni mi deve arrivare l'assicurazione, revisione e via in giro!
Ho ancora un conto in sospeso con chi diceva sono più belle le giapp!
ONORE ALLE GUZZI E ALLA FILARMONICA CHE ESCE DAGLI SCARICHI!
Mikelino
Utente Registrato
 
Messaggi: 94
Iscritto il: lun mar 28, 2011 10:50 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Moto Guzzi V7 Sport 1973

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda Pandora » gio apr 07, 2011 12:36 pm

Come ho raccontato a qualcuno di voi, diciamo che volevo la moto visto che il Pandoro mi ha attaccato questa passione. Dopo anni come passeggera volevo essere indipendente e guidare io. Una sfida visto che avevo finora guidato solo lo scooter 50 e non avevo in me alcuna "spericolatezza". Prendo la patente di nascosto dai miei. Inizio a girare per concessionari. Imparo a memoria ogni modelli, cilindrata, cavalli, pur continuando a non capire un cavolo di moto. Cercavo una moto piccola e con pochi cavalli e mi interessavano (...omissis...).
Arrivo da un concessionario aprilia-guzzi un po' per caso, chiedo di una moto che fosse adatta alle mie esigenze, e mi mostra una breva 750 nera con le borse.

Amore a prima vista. Io che non sono per i colpi di fulmine, io che non decido mai subito.
Quei cilindri, quel suo essere non pretenzioso, e poi quel marchio così affascinante che ti rende parte di un grupppo. Strano per me che rifuggo da appartenenze e gruppi.

Mando un messaggio al Pandoro che resta interdetto (ora è più talebano guzzista di me nonostante lui guidi una giappa).

Volevo quella moto e alla fine la trovo usata che non costava tanto e di un colore che mi piaceva.

E' mia.

Non sapevo che l'acquisto di un oggetto avrebbe cambiato la mia vita e in qualche modo mi avrebbe "salvato".
Di sicuro non mi ha "cambiato la vita" come il giorno che ho incontrato il Pandoro, anni fa, ma diciamo che la mia moto e il mondo che le gira intorno mi ha portato tante cose che altrimenti non avrei mai avuto.



Porto Eugenio a casa dal Pandoro e inizio a girarci.

Intanto un giorno annuncio ai miei, falsa come non mai: "voglio prendere la patente per la moto, sapete, vorrei uno scooterone un po' più grande".


Dopo pochi giorni arrivo a pranzo e annuncio ai miei: "ho comprato una moto".

Premessa. Sono sempre stata una ragazza "brava", nel senso che non ho creato grossi problemi ai miei. Niente droga, pochi uomini, studiosa. Sempre "brava" tranne un mio periodo negativo in cui ho fatto penare i miei, ma è un'altra storia.

Vedere lo sguardo di mio padre misto di delusione, timore è stato un colpo al cuore.


Vado dal Pandoro, prendo la moto, lui mi segue con lo scooterone di suo padre e la porto a casa.

Vedendola, mio padre mi ha detto una frase terribile: "ANCHE la moto ti dovevi fare". Per la serie "dopo tante delusioni" (ma quali?!?!) ANCHE la moto.

Volevo venderla. Mi è passata dopo 5 muniti.


Ora il babbo la taglianda e la lava e quando le ha rotto uno specchietto stava per piangere.



Detto questo, qual è il nocciolo per cui mi piace questa moto?
Libertà? Voglia di fare qualcosa che non è per tutti (una moto, per una donna, e per giunta una moto guzzi)? non lo so, penso che la questione sia insita dentro di me.

Diciamo che lo spiego con un parallelismo con le mie scelte affettive.

Mi piacciono le persone e gli uomini complicati, magari insondabili, che non sono per tutti, ma che ti sanno dare tanto una volta capiti e squarciato il velo che ricopre il loro animo.
Breva 750 "Eugenio"
Avatar utente
Pandora
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mer gen 09, 2008 12:14 am
Località: provincia di Rimini
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 750

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda mgm_r27 » gio mag 05, 2011 12:50 pm

beh, quasi 15 anni fa mio padre comprò il V50 II che abbiamo tutt'ora, e che proprio in questi giorni sto sistemando per rimetterla in strada.

ci sono praticamente cresciuto con quella moto, tra giretti in montagna e giornate a guardarla ferma in garage. mi sono innamorato senza dubbio del motore, ma anche del colore che scelse mio papà all'epoca, una vita fa quasi (per me...)

non mi piacciono particolarmente le moto, per me fino ad oggi, esiste solo la guzzi... è la moto che ho sempre voluto guidare (e ovviamente far rombare!)
MOTO GUZZI V50 II '80
Avatar utente
mgm_r27
Utente Registrato
 
Messaggi: 170
Iscritto il: gio mag 17, 2007 8:28 pm
Località: (BI)
La/le tua/e Moto Guzzi: Moto Guzzi V50 II 1980

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda TATOoine » mar lug 12, 2011 8:38 am

avere una MOTOGUZZI è un desiderio che è aumentato poco a poco, da anni non avevo-guidavo più la moto.
ho sempre visto e ammirato le varie MOTOGUZZI che girano dalle mie parti
che dire poi delle bellissime "vecchiette" rosse ............
dai che prendiamo una MOTOGUZZI anche noi e poi la CRI mi ha presentato le nostra Nevada.

ciao
Donato
vedo le aquile della Grigna volare
e vago su
Nevada 2002
Centauro 1997
Avatar utente
TATOoine
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 501
Iscritto il: ven lug 08, 2011 11:28 am
Località: Magreglio Co
La/le tua/e Moto Guzzi: Nevada 2002
Centauro 1997

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda dzacca » ven lug 22, 2011 7:09 pm

Varie cose...

In primis il ricordo di quando, ancora bambino, mio padre mi fece fare il primo giro in moto: un Falcone ex-esercito.
Poi, un tot di anni fa, mentre giravo con mio fratello, mi sono trovato davanti ad V11 verde con telaio rosso, un colpo di fulmine...

Da li in poi è stato un continuo: il suono suadente dei motori del Griso e di un V11 di due amici, la 1200 sport su cui sono salito all'EICMA qualche anno fa...

Ho passato gli anni a sognare Guzzi, quando 4 anni fa stavo per prendere un V11 usato sono stato costretto a trasferirmi all'estero e l'acquisto è saltato, un'anno fa sono rientrato in Italia e sono finito su una jappa, per motivi di budget, ora la jappa è in vendita e una Guzzi, là all'orizzonte, mi sta già aspettando...
Diego
Breva V1100 i.e. "Sheila"
Avatar utente
dzacca
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 361
Iscritto il: dom mar 21, 2010 1:42 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: Breva 1100 i.e. 2006 "Sheila"

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda AlcideX » mar set 27, 2011 10:07 am

xxy ha scritto:che vi ha fatto innamorare della Moto Guzzi?


La prima Guzzi è stato un caso: la presi solo perchè somigliava a quella dei Chips.

Ero piccolino (6 o 7 anni) e stavo giocando con altri fuori dal caseggiato quando abbiamo visto passare un gruppone di motociclisti (saranno stati almeno 5, per allora tantissimi!) con moto enormi (magari la più grossa era un 350, ma che ne capisci a quell'età). Sono rimasto folgorato ed allora ho deciso "sarò un motociclista".
Almeno questo traguardo l'ho raggiunto :b

La seconda moto "vera" (quella chips like) era una mediocre V35C, però .... era viva, pulsava, respirava e, sopratutto, cambiato il meccanico incompetente, funzionava! Ecco, allora decisi che ero un Guzzista. Ho tentato diverse volte di cambiare, ma alla fine sempre li sono tornato.
Con l'età ho capito che sono malato ed incuRabile e mi sono rassegnato.
Gaudente Seriale
http://goo.gl/HTR52
Avatar utente
AlcideX
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 4675
Iscritto il: ven gen 13, 2006 12:26 pm
Località: Lomellina e/o dintorni della Paulese - Europa - Terra - Via Lattea (Quadrante Alpha)
La/le tua/e Moto Guzzi: prima un mucchio di gussi, benelli, yamaha, bwm, honda, ora V9 "Sfida a White Puffo" & 1200 "Grigia come me"

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda Phantom » gio set 29, 2011 6:36 pm

chevvoletechevvidica.....non avevo mai pensato molto seriamente alle moto prima...grande passione per gli aerei, specie quelli della 2a G.M. , coi loro motoroni stellari o gli affilatissimi cilindri in linea a V....e il loro rombo che ti scuote dentro...ecco forse stanno li i germi della malattia di oggi....unico avvicnamento alle due ruote a motore, gli amici che si elaboravano Garelli e Malaguti a manetta negli eighties, mente a casa, nada, neanche pronunciare la m....niet! Motorino ? Troppo pericoloso...quando sarai adulto se ne parlerà...e qui l'orgoglio che ti fa incidere nella roccia le parole...oh, intendiamoci, il rapporto coi miei è ottimo, oggi comprendo i loro timori, però....
Intanto gli anni passano, arriva la patente...e la Fiat 500L di mia mamma...e già lì un'altra volta il lato oscuro del Vintage mi ha carpito, perchè lungi dal dismetterla una volta raggranellati un po di dindi,inorridto dalla proposta dei miei di darla dentro a un conce per una moderna, iniziai un viaggio da pazzi (i Guzzisti non sono i soli) nella passione per il cinquino...che continua ancora oggi e che mi ha portato a conoscere alcune persone a me carissime...
Ma torniamo a noi: 1996 parto per il servizio civile in veneto...piccolo paese fra la provincia di padova e quella di venezia, grazie ad un ambiente parecchio biruotense ed un collega che ha in testa le custom e "il Ssiadou", la Honda Shadow per intenderci, incomincia a portarmi sul lato Oscuro della Forza...arriva la lettura di Freeway, quello vero, origuinale, unico...si, verità,un mondo versato sulla Kustom Kulture classica ammerregana, Harley & Indian su tutto, ma incomincio ad entrare iin questo mondo...il contagio è avvenuto...complice anche un gruppetto di ragazzacci che mi coinvolge nel restauro di una HD, una RL del 1934 (tanto alla sera che vuoi fare nel bel mezzo della campagna veneta dopo una giornata di sbattimenti?O magni, o bevi o ...vabbè, lassamo perde)....
Torno a casa e i me inizia a farsi largo il desiderio...finchè, un amico motociclista da sempre, Guzzista Dentro fino alle ossa, ma irrimediabilmente giappista :crying: fuori, finisce per fare il miracolo :shock: awais
Mostra scambio di Novegro, novembre 2001, siamo in giro a zonzo io e il Teto: io per pezzi originali con cui continuare il restauro della Cinquina, lui a cercare una motina leggera per la sua ragazza del tempo....
improvvisamente la vediamo, allo stand di un restauratore della valbrembana, che dell Guzzi non ha troppo interesse...è in conto vendita, conciata maluccio, con diavoloni e fiammazze sul serbatoio ed improponibili adesivi che recitavano V7 Special sulle fiancatine...serve a tenere una catasta di V50 pubblica amministrazione rilevati ad un'asta, ma intorno ha un po di gente che le gira, come squali che rimirano la preda...e da lì il primo sospetto...il tipo la accende, con il booster esterno: il rombo che ne esce mi lascia :shock: :shock: :shock: ...ma sta roba l'ho sentitta solo dalle Harley prima!!!
Il Teto continua per tutto il tempo a farmi una capa tanta, mentre giriamo , mentre ci mangiamo la meritata salamella...io fremo...a casa come lo dico...con cosa la pago..dove minchia la metto... "è fatta per te! Ora io mai piùùù!!" continuava lui, mononeuronico maledetto per natura e monocilindrista per passione....così, il primo grande colpo di testa di una vita da bbravorragazzo...vado li, centomila lire per caparra e una stretta di mano all'anziano meccanico...duemilioniemmezzo di vecchie lire e sono il proprietario felice di duecentosessanta chili di ferro grezzo e/o semilavorato....e sono ufficialmente al verde!!!
Notare: esperienza su mezzi a motore biruotensi: ZERO. A parte qualche km sul si di mio cugino al mare e sullo sputer di un collega al servizio civile...NADA
Patente: naturalmente io NON AVEVO patente per la moto...quindi da allora, peripezie per presentare la moto a casa, prendere la patente prima (di nascosto...quanto devo ai miei genitori!!! Che mi hanno perdonato anche questa cosa, loro, apprensivi per il loro figlio unico che vuol diventare un centauro....), parcheggiare da amici compiacenti la belva, portarla a casa un piovoso dì del marzo successivo, pilotata dal solito Teto....MOTO GUZZI? E CHI CAZZO NE SA QUALCOSA DI STE GUZZI??? così incomincia anche il viaggio nei libri e nella Storia: grazie a un bel libricino scritto ed illustrato da due Guzzisti di Fede Eterna, GUZZI ERGO SUM, scopro che io ho un pezzo di storia della moto: Moto Guzzi V7 700cc , sesto proprietario sul libretto, pesa una badilata, non ne capisco nulla della sua meccanica, di come si guida men che meno...ma ormai l'Amore è partito e si insinua nel mio sangue
Da allora una serie di peripezie, meccanici, problemi, spese pazze, follie....e intanto conosco nomi, luoghi, modelli, aneddoti, storie intrecciate con quella del nostro paese e non solo...Carlo Guzzi, Giorgio Parodi, Giovanni Ravelli, Omobono Tenni, Umberto Todero, Giulio Cesare Carcano, Ken Kavanagh, Duilio Agostini,la Normale, Giuseppe Guzzi e la Norge, la 8 cilindri, il Tourist Trophy, Le Mans e la Endurance del '72, i fratelli Brambilla, il V7 Sport, la California....e chi più ne ha, più ne metta....
Ma sopratutto, la scoperta di una Storia umana e tecnologica che non ha eguali al mondo secondo me....a un passo da casa mia alla fine...
E I GUZZISTI? Persone con la P maiuscola....da allora è un crescendo di conoscenze, amicizie :volemose: , viaggi ...il primo in Italia,nella primavera 2005, dagli amici tosco-umbri, assieme a un certo Bruno Scola, senza parabrezza, col motorino d'avviamento quasi ko,la mia prima multa per eccesso di velocità (sul muraglione tornando a casa, nessuno ci credeva...e nemmeno io!!!!) e una cinghia di distribuzione spezzata sulla E45....ma nel vento, finalmente!!! il primo all'estero, nel 2006, fino in Danimarca coi ragazzi del Guzzi Mandello Club, e poi, giù, per tutta l'Europa, un'epopea di acqua dal cielo, km e risate. E il metterci le mani finalmente sul mezzone, assieme a mio padre, che da giovane un po di moto lo ha fatto, alla fine si scopre tutto....sul Galletto dello zio qualche volta ci andava e tornava nella natia Sicilia da Taranto...correvano i primi anni 60 e mio babbo era in marina, militare di carriera....
Ormai...penso che non tutto succede a caso, penso che Lei sia venuta a me, penso che fossi predestinato a diventare Guzzista.....ma era qualcosa che era scritto nel mio karma, forse.....

Questa estate ho compiuto il mio Primo Giro di contakm, giusto per festeggiare i miei primi 10 anni in moto,sempre a pensare cosa migliorare, sempre a pensare cosa aggiungere e cosa togliere sempre con lei la Mia Moto: La Petroliera.
Ormai sono Guzzista nell'anima, partito per un viaggio che non ha fine , di porto in porto, nocchiero della mia Nave, nella meravigliosa umanità di questo mondo, nelle meraviglie meccaniche che di volta in volta scopri tra le pieghe di una storia incredibile.... storia di cose, ma anche di valori profondi.......



E m'è sì dolce perdermi in questo mare......
"Guzzi, Ergo Sum"
Avatar utente
Phantom
Utente Registrato
 
Messaggi: 4705
Iscritto il: dom dic 05, 2004 9:59 pm
Località: A Ovest Di Paperino...
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 703cc "Eudora Wanda"(la Petroliera)
California Stone '05 "Flyin' Magic Carpet " (er Tappeto Volante)
Fiat 500 L '72 "Christine" (la Cinquina)

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda AlcideX » ven set 30, 2011 10:29 am

:shock: aho', due righe bastavano, anche 15....

PROLISSO!




:rollin
Gaudente Seriale
http://goo.gl/HTR52
Avatar utente
AlcideX
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 4675
Iscritto il: ven gen 13, 2006 12:26 pm
Località: Lomellina e/o dintorni della Paulese - Europa - Terra - Via Lattea (Quadrante Alpha)
La/le tua/e Moto Guzzi: prima un mucchio di gussi, benelli, yamaha, bwm, honda, ora V9 "Sfida a White Puffo" & 1200 "Grigia come me"

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda Phantom » lun ott 03, 2011 5:07 pm

AlcideX ha scritto: :shock: aho', due righe bastavano, anche 15....

PROLISSO!




:rollin



Mannaggia...ma l'esplosione della passione tu la liquidi così?????

:look: ..... :help .............

ok ok.....m'inabisso....

:wc:
"Guzzi, Ergo Sum"
Avatar utente
Phantom
Utente Registrato
 
Messaggi: 4705
Iscritto il: dom dic 05, 2004 9:59 pm
Località: A Ovest Di Paperino...
La/le tua/e Moto Guzzi: V7 703cc "Eudora Wanda"(la Petroliera)
California Stone '05 "Flyin' Magic Carpet " (er Tappeto Volante)
Fiat 500 L '72 "Christine" (la Cinquina)

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda omar1963 » mar ott 04, 2011 8:57 pm

Ho sudato per avere una guzzi anche perche' sono sempre capitato con conce che non ritiravano il mio usato, ma alla fine eccola, il mio motivo e' uno solo: perche' e' GUZZI :ok:
Per me quando salgo sulla mia guzzi ed accendo il motore, sento che pulsa tanta storia della moto italiana per eccellenza.
Zx10,zzr1100,rst futura 1000,r1150r,klv1000,zzr1400,stelvio ntx
omar1963
Utente Registrato
 
Messaggi: 72
Iscritto il: dom set 18, 2011 7:17 am
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio ntx 2010

Re: Qual'e´ stato il motivo.....

Messaggioda gecampa » ven mar 09, 2012 4:43 pm

Nonno Guzzista con 500S del 1934 e Airone 250!!! cosa potevo comprare?
Non ho avuto però moto di nessun genere fino a tarda età. Nel frattempo però la passione Guzzi aumentava sempre di più.
Ogni volta che incontravo la polizia o i carabinieri sui loro T5 li guardavo, li seguivo per sentire il favoloso "sound", li fotografavo!!!
Comunque non ho mai guidato una Guzzi fino al momento in cui, a 30 anni suonati, con moglie incinta del primo figlio entro per caso nel concesisonario Guzzi di zona e chiedo per qualcosa di usato. Mi dicono : "no! per ora nulla, solo quei T5 della polizia ma da rimettere a posto!" un millisecondo di esitazione e dico : OK lo prendo!!! Da allora quel T5 è dventato la "mia moto" e non lo cambierei con nessun'altra!!!
E a chi mi dice la Guzzi non va bene, è brutta, non è affidabile e minch..ate simili rispondo : Fanculo a voi e alle altre moto!
Avatar utente
gecampa
Utente Registrato
 
Messaggi: 39
Iscritto il: ven lug 08, 2011 7:40 pm
Località: Castel di Lama (AP)
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 T5

PrecedenteProssimo

Torna a Sondaggi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti