Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda shokato » lun feb 19, 2007 7:02 pm

Ciao Vanni. Mi hanno contattato dalla Nuova Univer. Mi hanno detto di comprare dal sito gasup.it. Mi toccherà prenderne almeno un kg a 120, 00 euro (quando me ne basta solo mezzo). Cosa dovrei prendere argento lucido o opaco? Non ho ben presente la differenza... intanto ti posto una foto del motore come di presenta adesso. Un saluto Alessandro


Immagine
IL MONDO E' MIO!!!
Avatar utente
shokato
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: sab set 10, 2005 6:41 pm
Località: Turrilandia (SS)

Messaggioda gtv47 » lun feb 19, 2007 8:25 pm

L'opaco è quello che più somiglia all'alluminio.
E' più facile da applicare e nasconde meglio i difetti, inoltre è quello usato sulle Guzzi degli anni 90.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Ospite » mer feb 04, 2009 12:13 pm

Ginognaus ciao.
Ho letto tutti i tuoi interventi che testimoniano la tua esperienza
Ho il medesimo problema nel mio v65 sp.
Se rispondere dopo 2 anni e più non é un problema, (in genere detesto qualsiasi cosa che abbia a che fare con le chat ma da quando ho scoperto ANIMAGUZZISTA devo rivedere molte cose sui forum) sono nuovo e non ho ancora capito bene il funzionamento...
Ma come si é concluso il tutto? Come sono stati i risultati?
Io ho provato a sabbiare l'intero motore con una pistola sabbiatrice hobbistica abbinata ad un compressore di quelli piccoli. dopo aver otturato tutti i fori e apertute varie con dei tappi di sughero tagliati e costruiti a misura. Ho tolto solo la vernice che già si sollevava a bolle. Per il resto già pensavo di operare esattamente come hai fatto tu. Ora mi arricchisce la tua esperienza e i preziosi consigli dell'immenso VANNI.
Sarei molto curioso di sapere come é andata a finire.
Ginognaus e Vanni, vi ringrazio molto.
Un cordiale saluto
Gonario
Ospite
 

Messaggioda ginognaus » mer feb 04, 2009 1:07 pm

è andato tutto bene. Ho sverniciato, decapato, riverniciato con bomboletta alluminio e acrilico trasparente ed è ancora li (1 cilindro perchè nel frattempo ho cambiato l'altro). Però il procedimento è consolidato.
Ciao
Moto Guzzi V65C
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

sverniciatura e riverniciatura

Messaggioda Ospite » mer feb 04, 2009 2:35 pm

OK! Grazie
Ma che cosa intendi per "decapato" e come mai hai riverniciato?
Avevo capito che volevi dare subito il trasparente direttamente sopra la superficie lasciando il colore "narurale"
Ancora grazie.
CIAO!!!
Ospite
 

Messaggioda ginognaus » gio feb 05, 2009 9:12 am

dunque decapare significa creare delle microporosità dell'alluminio per mezzo di una soluzione molto leggera a base di soda caustica e acqua. In tal modo la vernice aderisce meglio(ovviamente devi sempre mascherare le parti dove vanno le guarnizioni). Dal momento che il blocco motore e frizione erano di 2 fusioni diverse come spesso succede e presentavano macchie ho usato per verniciare una bomboletta di alluminio per alte temperature e ho passato sopra un leggero strato di acrilico per evitare che la benzina sciogliesse la vernice(anche se vanni lo sconsigliava, lo ha fatto un certo penombra e a quanto pare ha funzionato).
Ciao
Moto Guzzi V65C
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

Messaggioda Nello » ven gen 29, 2010 12:38 pm

Gentile Vanni, approfitto di nuovo della tua disponibilità.

Quesito 1:
nei modelli di Guzzi in cui il blocco motore-cambio è verniciato
(penso a quelli che conosco, ossia V7, 850 T3 e California II) è possibile ottenere un risultato durevole utilizzando un acrilico catalizzato, oppure la vernice rischierà di staccarsi col calore?
O si deve usare il color alluminio in bomboletta per marmitte?
Suppongo che in fabbrica si usasse il metodo "a polveri", ma mi vien freddo a pensare di dover tirare giù il motore per portarlo da un carrozziere.
Mi è anche stato suggerito di far sabbiare il tutto prima di procedere con la verniciatura a polveri.
Io potrei invece pulire a fondo con sgrassante, schermare accuratamente il motore e spruzzarlo senza tirarlo giù dal telaio (le parti facili da levare le ho già tolte (serbatoio, sella, parafanghi, dinamo ecc.)

La necessità di riverniciare il motore è data dal fatto che ho ricostruito un'aletta rotta mediante un riporto di alluminio che poi ho pazientemente limato, non si nota alcuno "scalino" nel materiale aggiunto, è venuta proprio bene, ma si nota la differenza di colore.

Cosa mi consigli di fare?

Quesito 2: come verniciare i cerchi in lega della California II, attualmente me li trovo di uno strano color metallizzato argento con leggeri riflessi dorati (suppongo non originale - o forse è un ingiallimento dovuto al tempo).
Esiste un codice preciso per il colore dei cerchi?
Si può sovrapporre al colore preesistente (prima sgrassato e carteggiato) o ci va prima una mano di fondo?
Va poi coperto col trasparente?

Altra cosa: ho notato che un acrilico bicomponente, diluito col suo diluente, asciuga normalmente e diventa duro anche senza catalizzarlo. Qual'è allora la funzione del catalizzatore?

E fra vernici alla nitro e vernici acriliche (volendo, mettici anche le poliuretaniche!) cosa orienta la scelta di un tipo piuttosto che dell'altro?

Il forno (per chi ce l'ha...) serve solo ad abbreviare i tempi di asciugatura, o rende anche più dura la vernice?
Conosco anche uno che è stato lì mezz'ora col phon a provare se poteva essere un sostitutivo del forno (sono sempre io). Non ho notato differenze evidenti.

Ti ringrazio di nuovo e saluto cordialmente

Kranz
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven gen 29, 2010 12:38 pm

Kranz,
Per cominciare, ti dirò che il V7, il T3 e il California II avevano motore e cambio non verniciati.
Sulla serie grossa la verniciatura dei motori fu introdotta più tardi, perchè c'era notevole differenza di colore tra i vari componenti sabbiati.Succedeva che il carter era di alluminio grigio, il cambio tendesse al giallo e i cilindri al nero.
Importante per un buon aggrappaggio è il perfetto sgrassaggio e un buon decapaggio dell'alluminio.
Io ottenevo entrambe le cose con l'impianto a tunnel con prodotti soluti in acqua a base di acido fosforico.In sostanza, questi prodotti attaccano il silicio superficiale liberando delle microscopiche nicchie in cui si " abbottona " la vernice.
Ho provato a verniciare un motore già montato con risultati pessimi,nonostante un accurato lavaggio con diluente nito, dovuti alla microporosità dell'alluminio che lascia trasudare un minimo di untuosità.
Normali vernici catalizzate non vanno bene, servono prodotti siliconici per alte temperature.
Sconsiglio pure prodotti in bomboletta per questioni di aggrappaggio sull'alluminio.
La vernice alla nitro è più difficoltosa da spruzzare, non è brillante come un catalizzato e se data su pezzi già verniciati può " muovere " la vernice sottostante.Richiede lucidatura e tende a ritornare opaca.
I motori serie piccola, dapprima anch'essi solo sabbiati, furono poi verniciati, alcune serie con vernici apolveri epossidiche, che col tempo e la luce tendevano a "sfarinare ", perdendo l'aspetto grigio metallizzato e virando sul biancastro.
In genere, si può sovraverniciare. Evita di usare nitro e tieni conto che lo spessore esagerato degli strati di vernice peggiora l'aspetto estetico.I cerchi Guzzi erano verniciati con vernice nitro di quella per cerchioni e poi ricoperti con trasparente acrilico.
La vernice da catalizzare, usata senza catalizzatore asciuga ma non reticola, non secca cioè completamente e non raggiunge la durezza. Ti ricordo che la durezza della vernice si misura con la stessa scala della durezza delle mine delle matite. se scalfisci con una mina di grado B, hai una durezza scarsa mentre se scalfisci con una F o una H hai una verniciature antigraffio.
Il forno una volta era indispensabile perchè si usavano vernici sintetiche che dovevano cuocere a 80°C nei forni da carrozziere e a 120°C nei forni industriali. ( c'era differenza di prezzo tra i 2 tipi di vernice ).
Oggi il forno serve ad essicare immediatamente la vernice, in modo da essere subito " Fuori polvere " cioè che non si depositi polvere sulla vernice ancora bagnata ed avere la possibilità di maneggiare il prima possibile il pezzo verniciato.A disporre di ambiente pulito, in giornate non ventose, si ottengono gli stessi risultati a di stanza di qualche giorno dalla verniciatura ( a reticolazione avvenuta ).
Per riverniciare i tuoi cerchi, suggerisco di usare pure una vernice nitro, però spruzzarla in 3 o 4 volte, dapprima uno strato leggerissimo, che non riesca a coprire, poi un altro strato sempre leggerissimo, lasciare asciugare tra uno strato e l'altro , se si dovesse alzare o sfogliare la vecchia vernice carteggire per bene e una volta asciutto riprendere con strati ancora più leggeri.Quando sei riuscito ad avere una buona copertura dai una mano di trasparente.Se non vuoi correre rischi, usa un catalizzato.
Ti ricordo che la balconata delle ruote in lega era lucidata a specchio e incartata prima di verniciare.
Il miglior alluminio per motori usato in Guzzi era prodotto dalla Nuova Univer con codice 651FO/A, si tratta di un argento di facilissima applicazione, siliconico per temperatura max di 600°C.
Per le ruote si usava una vernice Svi Standard (ormai estinta ) 63606, oggi replicabile presso la Lechler con codice 460 della codifica Guzzi Lechler ASI.
Mi sembra di averti detto tutto

Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven gen 29, 2010 12:39 pm

Grazie Vanni, sei sempre esauriente e c'è sempre tanto da imparare.
Ho contattato la Nuova Univer tramite il loro sito Internet, anche lì ho trovato molta disponibilità (un responsabile, credo il titolare, mi ha intrattenuto al telefono una buona decina di minuti sul tema delle vernici speciali di loro produzione).
Se può interessare a qualcuno, tramite il sito http://www.gasup.it, anch'esso di loro pertinenza, è possibile acquistare i loro prodotti, o anche richiedere "soluzioni su misura", in base alle necessità del cliente, anche in piccole quantità (ovviamente si possono superare i 100 euro per un litro di vernice).
Per quanto mi riguarda, non vernicerò un motore che non è nato verniciato; mi terrò la "cicatrice" dell'aletta saldata, che forse col tempo, non dico scomparirà, ma sarà meno visibile.
Ciao
Kranz
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Re: Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda balubino02 » mer mag 30, 2012 11:13 am

Buon giorno a tutti, sono nuovo del forum e mi complimento per le informazioni presenti molto interessanti e introvabili altrove. Posseggo un Le Mans 1000 dell'84 a cui vorrei riverniciare i coperchi delle punterie del loro colore originale blu. Qualcuno potrebbe suggerirmi come fare e il codice colore? o se c'è qualche verniciatore specializzato nell'area lombardia e dintorni?
Grazie a tutti.
balubino02
Utente Registrato
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar mag 29, 2012 5:22 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Le Mans 1000

Re: Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda Nello » gio mag 31, 2012 4:27 pm

balubino02 ha scritto:Buon giorno a tutti, sono nuovo del forum e mi complimento per le informazioni presenti molto interessanti e introvabili altrove. Posseggo un Le Mans 1000 dell'84 a cui vorrei riverniciare i coperchi delle punterie del loro colore originale blu. Qualcuno potrebbe suggerirmi come fare e il codice colore? o se c'è qualche verniciatore specializzato nell'area lombardia e dintorni?
Grazie a tutti.



Ciao, cerca qui, nel topic specifico

viewtopic.php?f=9&t=12823

C'è stucchi a Mandello

viewtopic.php?f=9&t=45417
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Re: Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda balubino02 » dom giu 10, 2012 9:00 am

Grazie Nello, avevo già visto il topic che mi suggerisci, ma si riferisce a coperchi punterie di colore nero, mentre il mio Le mans li ha blu. Quelli neri credo siano dei modelli dal 1987 o 1988 in poi, per interderci i Le mans V con ruota anteriore da 18 pollici anziché la 16 montata inizialmente.
Se qualcuno riesce ad avere qualche idea....

Ciao a tutti e sempre in sella alle mitiche.
balubino02
Utente Registrato
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mar mag 29, 2012 5:22 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: Le Mans 1000

Re: Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda Ticcio93 » mer giu 20, 2012 7:40 am

balubino02 ha scritto:Grazie Nello, avevo già visto il topic che mi suggerisci, ma si riferisce a coperchi punterie di colore nero, mentre il mio Le mans li ha blu. Quelli neri credo siano dei modelli dal 1987 o 1988 in poi, per interderci i Le mans V con ruota anteriore da 18 pollici anziché la 16 montata inizialmente.
Se qualcuno riesce ad avere qualche idea....

Ciao a tutti e sempre in sella alle mitiche.



...per i coperchi puoi usare tranquillamente un 2K lucido diretto od anche un ciclo doppio strato base opaca1K+trasparente acrilico 2K...importante non alzarsi con lo spessore, accortezza necessaria per tutte le parti soggette ad escursioni termiche importanti

occhio perchè i blù sò bastardi!

Ticcio
SIMONE TICCIATI, SS tessera n° 149 simoneticciati@hotmail.it
Avatar utente
Ticcio93
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 3897
Iscritto il: gio nov 12, 2009 8:12 pm
Località: MASSA MARITTIMA (Alta Maremma Toscana)
La/le tua/e Moto Guzzi: Stelvio 1200 bersagliera
Griso 1200 ungulaticcio

Precedente

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti