Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Verniciatura: meccanica, termiche

verniciatura motore, cerchioni ecc.

Messaggioda Kranz » mar ott 18, 2005 11:43 pm

Gentile Vanni, approfitto di nuovo della tua disponibilità.

Quesito 1:
nei modelli di Guzzi in cui il blocco motore-cambio è verniciato
(penso a quelli che conosco, ossia V7, 850 T3 e California II) è possibile ottenere un risultato durevole utilizzando un acrilico catalizzato, oppure la vernice rischierà di staccarsi col calore?
O si deve usare il color alluminio in bomboletta per marmitte?
Suppongo che in fabbrica si usasse il metodo "a polveri", ma mi vien freddo a pensare di dover tirare giù il motore per portarlo da un carrozziere.
Mi è anche stato suggerito di far sabbiare il tutto prima di procedere con la verniciatura a polveri.
Io potrei invece pulire a fondo con sgrassante, schermare accuratamente il motore e spruzzarlo senza tirarlo giù dal telaio (le parti facili da levare le ho già tolte (serbatoio, sella, parafanghi, dinamo ecc.)

La necessità di riverniciare il motore è data dal fatto che ho ricostruito un'aletta rotta mediante un riporto di alluminio che poi ho pazientemente limato, non si nota alcuno "scalino" nel materiale aggiunto, è venuta proprio bene, ma si nota la differenza di colore.

Cosa mi consigli di fare?

Quesito 2: come verniciare i cerchi in lega della California II, attualmente me li trovo di uno strano color metallizzato argento con leggeri riflessi dorati (suppongo non originale - o forse è un ingiallimento dovuto al tempo).
Esiste un codice preciso per il colore dei cerchi?
Si può sovrapporre al colore preesistente (prima sgrassato e carteggiato) o ci va prima una mano di fondo?
Va poi coperto col trasparente?

Altra cosa: ho notato che un acrilico bicomponente, diluito col suo diluente, asciuga normalmente e diventa duro anche senza catalizzarlo. Qual'è allora la funzione del catalizzatore?

E fra vernici alla nitro e vernici acriliche (volendo, mettici anche le poliuretaniche!) cosa orienta la scelta di un tipo piuttosto che dell'altro?

Il forno (per chi ce l'ha...) serve solo ad abbreviare i tempi di asciugatura, o rende anche più dura la vernice?
Conosco anche uno che è stato lì mezz'ora col phon a provare se poteva essere un sostitutivo del forno (sono sempre io). Non ho notato differenze evidenti.

Ti ringrazio di nuovo e saluto cordialmente

Kranz
Kranz
 

varie verniciature

Messaggioda gtv47 » mer ott 19, 2005 2:18 pm

Kranz,
Per cominciare, ti dirò che il V7, il T3 e il California II avevano motore e cambio non verniciati.
Sulla serie grossa la verniciatura dei motori fu introdotta più tardi, perchè c'era notevole differenza di colore tra i vari componenti sabbiati.Succedeva che il carter era di alluminio grigio, il cambio tendesse al giallo e i cilindri al nero.
Importante per un buon aggrappaggio è il perfetto sgrassaggio e un buon decapaggio dell'alluminio.
Io ottenevo entrambe le cose con l'impianto a tunnel con prodotti soluti in acqua a base di acido fosforico.In sostanza, questi prodotti attaccano il silicio superficiale liberando delle microscopiche nicchie in cui si " abbottona " la vernice.
Ho provato a verniciare un motore già montato con risultati pessimi,nonostante un accurato lavaggio con diluente nito, dovuti alla microporosità dell'alluminio che lascia trasudare un minimo di untuosità.
Normali vernici catalizzate non vanno bene, servono prodotti siliconici per alte temperature.
Sconsiglio pure prodotti in bomboletta per questioni di aggrappaggio sull'alluminio.
La vernice alla nitro è più difficoltosa da spruzzare, non è brillante come un catalizzato e se data su pezzi già verniciati può " muovere " la vernice sottostante.Richiede lucidatura e tende a ritornare opaca.
I motori serie piccola, dapprima anch'essi solo sabbiati, furono poi verniciati, alcune serie con vernici apolveri epossidiche, che col tempo e la luce tendevano a "sfarinare ", perdendo l'aspetto grigio metallizzato e virando sul biancastro.
In genere, si può sovraverniciare. Evita di usare nitro e tieni conto che lo spessore esagerato degli strati di vernice peggiora l'aspetto estetico.I cerchi Guzzi erano verniciati con vernice nitro di quella per cerchioni e poi ricoperti con trasparente acrilico.
La vernice da catalizzare, usata senza catalizzatore asciuga ma non reticola, non secca cioè completamente e non raggiunge la durezza. Ti ricordo che la durezza della vernice si misura con la stessa scala della durezza delle mine delle matite. se scalfisci con una mina di grado B, hai una durezza scarsa mentre se scalfisci con una F o una H hai una verniciature antigraffio.
Il forno una volta era indispensabile perchè si usavano vernici sintetiche che dovevano cuocere a 80°C nei forni da carrozziere e a 120°C nei forni industriali. ( c'era differenza di prezzo tra i 2 tipi di vernice ).
Oggi il forno serve ad essicare immediatamente la vernice, in modo da essere subito " Fuori polvere " cioè che non si depositi polvere sulla vernice ancora bagnata ed avere la possibilità di maneggiare il prima possibile il pezzo verniciato.A disporre di ambiente pulito, in giornate non ventose, si ottengono gli stessi risultati a di stanza di qualche giorno dalla verniciatura ( a reticolazione avvenuta ).
Per riverniciare i tuoi cerchi, suggerisco di usare pure una vernice nitro, però spruzzarla in 3 o 4 volte, dapprima uno strato leggerissimo, che non riesca a coprire, poi un altro strato sempre leggerissimo, lasciare asciugare tra uno strato e l'altro , se si dovesse alzare o sfogliare la vecchia vernice carteggire per bene e una volta asciutto riprendere con strati ancora più leggeri.Quando sei riuscito ad avere una buona copertura dai una mano di trasparente.Se non vuoi correre rischi, usa un catalizzato.
Ti ricordo che la balconata delle ruote in lega era lucidata a specchio e incartata prima di verniciare.
Il miglior alluminio per motori usato in Guzzi era prodotto dalla Nuova Univer con codice 651FO/A, si tratta di un argento di facilissima applicazione, siliconico per temperatura max di 600°C.
Per le ruote si usava una vernice Svi Standard (ormai estinta ) 63606, oggi replicabile presso la Lechler con codice 460 della codifica Guzzi Lechler ASI.
Mi sembra di averti detto tutto
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

varie verniciatura

Messaggioda Kranz » ven ott 28, 2005 1:24 am

Grazie Vanni, sei sempre esauriente e c'è sempre tanto da imparare.
Ho contattato la Nuova Univer tramite il loro sito Internet, anche lì ho trovato molta disponibilità (un responsabile, credo il titolare, mi ha intrattenuto al telefono una buona decina di minuti sul tema delle vernici speciali di loro produzione).
Se può interessare a qualcuno, tramite il sito http://www.gasup.it, anch'esso di loro pertinenza, è possibile acquistare i loro prodotti, o anche richiedere "soluzioni su misura", in base alle necessità del cliente, anche in piccole quantità (ovviamente si possono superare i 100 euro per un litro di vernice).
Per quanto mi riguarda, non vernicerò un motore che non è nato verniciato; mi terrò la "cicatrice" dell'aletta saldata, che forse col tempo, non dico scomparirà, ma sarà meno visibile.
Ciao
Kranz
Kranz
Kranz
 

Messaggioda fabri » mar gen 17, 2006 11:57 pm

scusate se mi intrometto
il colore 651FO/A della Nuova Univer, di cui si parla sopra, è lo stesso impiegato sul motore/cambio del centauro del 97 (con motore colore grigio chiaro)?
distinti saluti

Fabrizio
V7 Special 1971 "e Mutòr"
Breva 1100 ABS "la comoda"
ex V10 Centauro "che caratteraccio!!"
Cilindri Italiani
fabri
Utente Registrato
 
Messaggi: 80
Iscritto il: lun dic 27, 2004 6:47 pm
Località: Lugo (RA)

Messaggioda gtv47 » mer gen 18, 2006 11:10 am

A memoria non mi ricordo del motore grigio chiaro sul centauro, nel 97 la verniciatura era già stata attribuita all'esterno.Ricordo che veniva realizzata dalla ditta VML di Lecco che continuava a usare prodotti Unver.
Se esiste un centauro col motore grigio chiaro, questo è senz'altro Univer.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Verniciatura: meccanica, termiche

Messaggioda ginognaus » mer mag 17, 2006 3:48 pm

Salve Vanni,

dal momento che ho il motore del mio v65c smontato per la sostituzione di guarnizioni e paraoli vari, vorrei sverniciare il blocco che attualmente è bianco e pieno di parti di vernice staccate, per portarlo all'alluminio grezzo.
Ho letto un post relativo a un sp65 ma non vorrei smontare la parte centrale del blocco, quella che contiene l'albero motore e le bielle per intenderci. Al momento ho smontato il coperchio trasmissione e la scatola del cambio.

Dato che mi pare di aver capito che la sabbiatura è dannosa per l'alluminio (ho capito bene? è forse troppo aggressiva) non esiste uno sverniciatore da applicare a pennello?
Eventualmente sarebbe possibile o addirittura necessario verniciare il blocco con della vernice trasparente?

Inoltre come posso lucidare le alette dei cilindri e le teste?
E se volessi verniciare le teste di bianco? (la moto è bianca)
Ho visto un post che diceva come fare le scritte delle teste rosse usando del silicone rosso e rimandava ad un altro post per ulteriori consigli.Ma quest'ultimo non esiste più. Che puòi dirmi in merito?.

Scusa per la tempesta di domande :-)
Grazie

Ciao
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

Messaggioda gtv47 » sab mag 27, 2006 1:14 pm

Gino,
Non è che la sabbiatura sia aggressiva, il problema è che i granelli tendono a infiltrarsi ovunque!.
Tenere il motore montato e pretendere di sabbiarlo è una soluzione sconsigliabile.
Esiste in commercio, presso i colorifici, uno sverniciatore in gel.
L'ho usato diverse volte ma solo su residui di vernici sintetiche facili a togliersi.Non ne conosco l'efficacia su vernici o polveri epossidiche.
Industrialmente si usano degli stripper. che sono sverniciatori liquidi da utilizzare in vasca, in cui si immerge il pezzo ( ovviamente completamente smontato ).
Per materiali ferrosi si usa anche soda caustica in soluzione 10% riscaldata a 60°C, questa però non va bene per l'alluminio che se lo mangia completamente.
Non serve applicare trasparente.
Puoi verniciare di bianco le teste a patto di usare un buon prodotto siliconico per alte temperature, con resistenza fino a 600°C.
Per le scritte , puoi usare una vernice un po densa, poi con uno straccetto appena imbevuto di alcool e un tampone in gomma piano, puoi strofinare a filo e, una volte essicato lucidare i residui.
Questo se la superficie intorno alla scritta è lucida. Se invece la superficie è rugosa, bisogna pennellare all'interno delle scritte con estrema precisione.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda ginognaus » sab mag 27, 2006 9:11 pm

Ciao Vanni

come al solito sei una minera di informazioni.
Lo sverniciatore in gel l'ho provato sulla vernice siliconica (credo)con risultati soddisfacenti come puoi vedere nel post http://www.guzzisti.it/forum/phpBB2/viewtopic.php?t=12203&postdays=0&postorder=asc&start=520 Quindi
La soda caustica ho scoperto, per fortuna su un punto nascosto, che fa solo danni.

Veniamo al trasparente: ho sverniciato il blocco perchè le macchie d'olio sullo stesso avevano fatto scrostare la vernice in più punti. Con l'alluminio a zero mi sono accorto che le stesse macchie avevano lasciato degli aloni che non so come rimuovere.
Che tu sappia esiste un prodotto chimico oppure devo andare con la lana d'acciaio o con un altro metodo?(ho letto in un post del gazzettiere che parlava della creolina. Sai niente?)
Lo scopo del trasparente quindi è quello di impedire che altre eventuali macchie penetrino nell'alluminio lasciando segni. Dici che va bene l'acrilico come ha fatto penombra?
Per le teste bianche mi sa che lascio perdere e che le lucido come ho fatto per il cardano e il coperchio del disco posteriore (qui ho usato le spazzole da trapano con setole di plastica rosse e poi rifinirò con pasta abrasiva e peltro bianco sempre da trapano. Per concludere il trasparente anche qui).
Le scritte sulle teste in rosso però ci stanno benissimo.
Vedremo cosa ne esce...

Ciao e grazie ancora per la tua disponibilità.
Domenico
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

trasparente

Messaggioda gtv47 » dom mag 28, 2006 8:34 pm

L'importante è che anche il trasparente sia termoresistente.
In linea di massima sconsiglio la sua applicazione, si va a raddoppiare gli spessori, può sorgere problema di aggrappaggio tra vernice sottostante ( siliconica ) e trasparente, diventa difficile effettuare ritocchi anche se indubbiamente l'impatto estetico ci guadagna.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda ginognaus » lun mag 29, 2006 12:42 am

e se invece do la vernice lucida sul blocco grezzo? Ci potrebbero essere problemi di aggrappaggio?
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

vernice lucida

Messaggioda gtv47 » lun mag 29, 2006 11:15 am

Se per lucida intendi una vernice di aspetto lucido ( nera, argento, canna di fucile o altro )esistono molte tinte , in pratica tutte le RAL, prodotte dalla Nuova Univer per alte temperature, sia lucide che opache.
Se invece intendi un lucido trasparente, del tipo di quello utilizzato sulle marmitte in titanio, penso non ci siano problemi, salvo che vai ad evidenziare i difetti di fusione.
Una vernice colorata lucida, tende comunque a proteggere facendo 2 scivolare 2 lo sporco e non ha niente da invidiare al trasparente sovrapposto.( perde al limite 5- 10 gloss.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda ginognaus » lun mag 29, 2006 11:39 am

scusa Vanni per l'imprecisione del mio linguaggio ma io intendevo il trasparente. Il blocco mi piace del colore originale.
Ora invece mi trovo a dover togliere le macchie d'olio penetrate nell'alluminio. Che cosa mi consigli? pasta abrasiva e olio di gomito oppure un prodotto chimico? Ho provato con uno sgrassatore(shante-claire se sis scrive così) ma non ha funzionato.

Ciao
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

macchie d'olio

Messaggioda gtv47 » lun mag 29, 2006 3:42 pm

Se sono macchie d'olio si tolgono con diluente nitro.
Se invece ti riferisci al charo/scuro della fusione, queste sono tipiche delle fusioni in conchiglie e responsabili in parte della decisione in MG di verniciare i motori ( l'altra causa era che c'erano tinte diverse tra le diverse fusioni, si andava dal giallastro al nerastro al biancastro ).
Il trasparente non dà ulteriore protezione rispetto ad altre vernici di finitura, se intendi che essendo una vernice lucida lo sporco " scivola via " meglio, usa una vernice lucida, se invece ti piace un aspetto alluminio grezzo, usa la tinta 651 FO/A della Nuova Univer, che resiste a 600°C ed è stata usata fino a qualche anno fa in Guzzi per California e Nevada , sui modelli col motore color alluminio.
Nel catalogo Nuova Univer dovrebbe esserci anche il trasparente per alte temperature, del tipo usato sugli scarichi in lamiera grezza.
Però col trasparente e basta, ti rimangono visibili le chiazze e le differenze di colore.
Se le macchie che dici sono invece quelle visibili sulla scatola di trasmissione, queste sono dei sali di silicio,credo si possano togliere meccanicamente oppure con un attacco acido che poi andrebbe neutralizzato.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Re: macchie d'olio

Messaggioda Alex TatiK® » mar mag 30, 2006 6:41 pm

Ciao Vanni,
ti volevo chiedere se hai mai usato la creolina come sgrassatore....
insieme a mio zio l'abbiamo utilizzata per pulire il motore della sua 850 T ed è tornato come nuovo !!!!
Puzza a parte è fenomenale !

Ciao
Alessandro
AlexTatiK®

BMW R 1200 RS
Avatar utente
Alex TatiK®
Utente Registrato
 
Messaggi: 573
Iscritto il: mar apr 20, 2004 6:21 pm
Località: Montone (Perugia)

creolina

Messaggioda gtv47 » mar mag 30, 2006 9:08 pm

No, non l'ho mai provata. Mi dici dove si compra e come si usa?
Grazie
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Re: creolina

Messaggioda Alex TatiK® » mar mag 30, 2006 9:23 pm

GTV47 ha scritto:
No, non l'ho mai provata. Mi dici dove si compra e come si usa?



Direi in qualsiasi ferramenta.
La si spennella bene sull alluminio e poi si risciaqua bene (io uso uno spruzzino da giardinaggio, di quelli che ti permettono di attenere un getto più o meno nebulizzato, caricato ad acqua calda).
A vedere la creolina è color scuro (tipo caramellato), e quando la si risciacqua vira in un bianco latte.
Sgrassa molto bene (il suo utilizzo era anche descritto in un libro, mi pare fosse "L'uomo che parlava con le moto").
L'unico problema è che per un po lascia il suo odore forte sul motore.....
Ciao
Alessandro
AlexTatiK®

BMW R 1200 RS
Avatar utente
Alex TatiK®
Utente Registrato
 
Messaggi: 573
Iscritto il: mar apr 20, 2004 6:21 pm
Località: Montone (Perugia)

Messaggioda ginognaus » gio giu 01, 2006 11:52 am

Ciao,

Quoto Alex

Ho comprato la creolina o cresosolina dalla ferramenta e come sgrassatore è ottimo. Soprattutto sulla coppa dell'olio è una mano santa.

Per le macchie d'olio nere sul blocco non è stato efficace come pure il diluente alla nitro.
Quindi non mi rimane che verniciare sempre ammesso che riesca a trovare la vernice alluminio che mi ha indicato Vanni. Vanni, sai se è possibile ordinarla dal sito della univer?
Su questa devo dare il trasparente oppure non serve?

Vado a continuare l'opera.
Ciao
Avatar utente
ginognaus
Utente Registrato
 
Messaggi: 314
Iscritto il: mer mag 05, 2004 12:22 am
Località: Pavia - Bari

Messaggioda gtv47 » gio giu 01, 2006 1:46 pm

Qualcuno l'ha trovata sul sito Univer.
Non ci vuole trasparente.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

il motore non reticola...

Messaggioda shokato » ven feb 16, 2007 4:04 pm

Ciao Vanni. Ci siamo conosciuto a maggio in Sardegna...V11 Rosso Mandello ricordi? Ricorro alla tua somma conoscenza per chiedere aiuto su una verniciatura di un motore. Ho preso un T5 850 dell'84 (versione civile con ruote da 16") da mettere in strada per farne una special. L'allumino del motore era fortemente corroso e...dopo aver verificato il motore e aver provveduto ad un tagliando, ho smontato tutto per pulire e/o verniciare il blocco motore.
Dopo averle provate tutte ho finito per usare un Dremel e, anche se ho abraso l'alluminio, sono riuscito a ottenere un risultato apprezzabile.
Poichè con il Dremel non ho ottenuto un risultato uniforme, ho deciso di verniciare tutto color argento. Sono andato in un negozio di vernici e mi hanno dato della vernice per alte temperature, dandomi indicazioni per darla così com'era...senza primer e senza diluente. In pratica la vernice non è mai asciugata e al tatto mi sporcava di polvere argentata la mano...la tipa del negozio non si riusciva a spiegare l'inconveniente e la risposta della casa produttrice della vernice non è mai arrivata.
Ovviamente non potevo rimontare il motore in quelle condizioni, avevo il terrore di vedermi la vernice a pezzi dopo il primo giro.
Allora, munito di pennellino e diluente nitro l'ho asportata tutta!!!
La mie intenzione è (come sostenuto da Tatuato in uno dei suoi post) utilizzare un epossidica con un primer per l'alluminio. Può andare bene? L'altro mio timore è il seguente: anche se ho eliminato la vernice...potrebbero essere presenti ancora dei residui negli spazi angusti e nelle alette, l'epossidica quindi potrebbe fare reazione con la preesistente vernice (immagino sia una siliconica....quell'asina del negozio non mi ha reperito neanche la scheda tecnica).

Sono in crisi e spero di finire la moto per l'estate....ti ringrazio in anticipo. Un saluto, Alessandro.
IL MONDO E' MIO!!!
Avatar utente
shokato
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: sab set 10, 2005 6:41 pm
Località: Turrilandia (SS)

Messaggioda gtv47 » sab feb 17, 2007 7:38 pm

Posto che io lo lascerei grezzo, al massimo ti consiglio di usare
N.UNIVER 651FO/A thermoplast,in mano unica senza bisogno di aggrappanti.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Prossimo

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite