Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Colori e Allestimenti V35 Imola, V50 Monza

Colori e Allestimenti V35 Imola, V50 Monza

Messaggioda maxref » sab giu 03, 2006 5:46 pm

Ciao a tutti. Io ed un amico siamo in procinto di comprare una V50 Monza e una V35 Imola.
Chiedo di sapere:
- Le principali differenze e se incidono sulla quidabilità (in termini anche di divertimento di guida) delle due moto
- I numeri di produzione
- Le quotazioni
- I colori con i quali venivano prodotte le due moto. In particolare chiedo anche di sapere perchè il bianco dell'Imola è un colore cosi raro (ne ho trovata solo una a fronte di 20 rosse inserzionate in vari annunci)
- Se esistono serie "speciali" (ho visto adesivi particolari e un signore mi ha parlato di una serie fila)
- Se e dove si possono trovare le decalcomanie dei fianchetti e del cupolino.
Grazie
Max
maxref
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sab giu 03, 2006 5:15 pm
Località: Arezzo

imola/monza

Messaggioda gtv47 » dom giu 04, 2006 7:07 pm

Max,
Le 2 motociclette sono praticamente identiche, variano le misure di corsa e alesaggio, i carburatori, i rapporti di trasmissione e le targhette sui fianchetti.
In pratica la versione 350 era nata per questioni fiscali, si pagava l'IVA al 12% anzichè al 18 %.
Anche le colorazioni erano uguali.Dapprima il rosso 101 accoppiato al nero met. 533, poi il metallizzato azzurro BMW 210 oppure grigio metallizzato 310 sempre accostati al nero metallizzato suddetto. Un'altra versione era bianco latte 410 al posto del nero metallizzato aveva un grigio scuro metall. 344.Un'ultima versione aveva il rosso 101 al posto del nero ( quindi la parte sopra e quella sotto del serbatoio ) e le pance del serbatoio nel grigio scuro metallizzato 344.
Le ultime 2 versioni sono state aggiunte nel 1983, quando le richieste erano in calo, per questo sono più rare.
Tutte queste versioni sono state prodotte a Pesaro, presso la Benelli. La Innocenti di Milano costruiva le parti meccaniche, motore, cambio e scatola trasmissione.
A mandello si costruivano le forcelle e ultimamente le ruote in lega.
Della versione FILA non ricordo perfettamente, comunque non ti saprei dire manco di che colore fosse.
La V35 va sempre tenuta su di giri,almeno sopra i 2500 mentre la V50 ha più tiro ed è più divertente da guidare.I numeri di produzione se non hai fretta mi informo mentre per le quotazioni per esemplari in ordine si sta sotto i 1000 €.Diverso il discorso per moto perfette o perfettamente restaurate.( non pensare di aver per mano una V7 sport o un Le Mans1!)
Per le decalco prova a sentire Stucchi a Mandello.
Ciao
Vanni
Ultima modifica di gtv47 il lun giu 05, 2006 7:29 am, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Imola/Monza

Messaggioda maxref » dom giu 04, 2006 8:53 pm

Grazie Vanni. Ti chiedo ancora
- Tecnica. Sulle differenze tecniche mi confermi quanto avevo letto. Il problema è che le Monza non si trovano (ne ho trovate 2 contro una ventina di Imola) e quindi cercavo di capire se dovendomi probabilmente orientare su di una Imola, scelgo una moto comunque divertente (considerando un uso in città o per gite a breve raggio - ho già una K100rs per qualche viaggetto). Colgo l'occasione per chiedere anche se a tuo giudizio per il mio uso sarebbe più indicata una v35/50 o una 65sp rimandendo su di un budget basso.
- Colori. Quindi sono 4 le colorazioni di cui due solo per l'anno 1983 uguali per Monza e Imola. La colorazione influisce sul valore della moto?
- Quotazioni. Ho letto 100 euro, volevi dire 1000?
Chiederei in particolare un tuo parere personale se può essere la moto giusta per ritornare alla Guzzi con gite di breve raggio (con una moto d'epoca) o se vi sono moto di simile periodo che potrebbero essere maggiormente consigliate.
Ciao e grazie
maxref
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sab giu 03, 2006 5:15 pm
Località: Arezzo

Imola

Messaggioda gtv47 » dom giu 04, 2006 9:49 pm

Riepilogo colori:
A)rosso con finiture in nero met.
B) grigio met. con finiture in nnero met.
C)grigio azzurro metallizzato con finiture in nero metallizzato
D) bianco con finiture in grigio scuro metallizzato
E)grigio scuro metallizzato con finiture in rosso

totale 5 versioni di cui le ultime 2 dal 1983.

Il colore, se originale,non ha alcuna influenza sulla quotazione

Volevo dire 1000€, uno zero è rimasto nelle intenzioni!

Nell'uso a solo è divertente anche l'Imolina. Io ho avuto una V35 custom, ero in crisi in autostrada trafficata con parabrezza, borse , bauletto e moglie sul sellino posteriore.
Per girare sulla strada del lago da solo era una bellezza.

Si possono montare i cilindri del V50 sulla V35 previo tornitura del piano di appoggio di un paio o 3 mm( vedere la differenza di corsa tra i 2 modelli.) la cilindrata ottenuta in questo caso è di quattrocento qualcosa cc.( non ho i dati sottomano!)
C'erano in commercio cilindri prodotti da Gilardoni in grado di portare la cilindrata vicina ai 500 cc ma non si trovani +.

A me sembra la moto giusta per un approccio non troppo impegnativo, la moto se usata con un minimo di giudizio è molto meglio di come veniva descritta a suo tempo, direi la moto di tutti i giorni.Di periodo simile ci sarebbe il Nuovo Falcone ma lo trovo più pesante e impegnativo
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Imola/Monza

Messaggioda maxref » dom giu 04, 2006 11:40 pm

Grazie del tuo intervento preciso e competente.
Mi è sembrato solo strano il consiglio per il Nuovo Falcone.
Non è moto ben più vecchia sia come produzione che come impostazione?
Rimanendo alle piccole (perchè delle grandi mi attira la Le Mans II o la 850 T3 California) avevo valutato:
- V 35/V50 prima e seconda serie
- V65 e V65 Sp
Mi sembravano solo queste le possibili alternative. Le V35 e V50 a parità di motore sono forse facilitate dal manubrio diverso e quindi dalla più comoda posizione di guida. Le V65 e V65 sp (peraltro + moderne) mi attraevano per la maggior cubatura del motore e forse per il fatto di unire maggiore modernità a linee sempre classiche. Che ne pensi? Hanno qualche cosa in più della Imola? (o in meno?)
Comunque mi conforta il buon giudizio sulla Imola.
Ciao
Massimiliano
maxref
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: sab giu 03, 2006 5:15 pm
Località: Arezzo

Messaggioda gtv47 » lun giu 05, 2006 7:25 am

Sì, il Nuovo falcone ha qualche annetto in più, è nato nel 69 ed è stato prodotto per quasi tutti gli anni 70.L'ho citato solo per alternativa ai piccoli bicilindrici, non che te lo voglia consigliare, anzi!
La v 65 e 65SP ( in pratica la stessa moto con carenatura)sono anch'esse delle buone moto, migliora parecchio la coppia del motore e inoltre montavano gli ammortizzatori koni di serie.
di fatto le v65 vanno un po meglio e sono più comode ma le monza/imola son più belle e, pensando in chiave "epoca" anche questo ha un suo peso.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda paperinik » mar feb 13, 2007 10:12 pm

Ciao, ripesco questo post perché ho deciso di rimettere in sesto la mia imola, finita distrutta in un incidente (io incolpevole, e miracolosamente incolume).
Ne ho già recuperata un'altra, che con qualche cura e il trapianto del mio motore perfettamente restaurato (più camme, più kit cilindri, più... :iko: ) potrei rimettere in strada, ma il fatto è che alla mia ci sono attaccato perché in tre anni scarsi ne abbiamo passate davvero tante, e inoltre è uno degli ultimi esemplari prodotti, ho controllato i numeri e dopo la mia ne hanno fatte altre 74, poi stop.

Ti posto qualche foto, sono quasi tutte scure, non sono un gran fotografo, sembrerebbe una versione "E" di quelle che citi.
Potresti darmi conferma?

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

I codici che citi sono ral, lechler o che altro? Chiedo scusa, non sono pratico, non so cosa devo chiedere al carrozziere o al colorificio....
Se vado dal carrozziere devo chiedere qualche procedimento particolare? Il nero del telaio è un nero particolare? Devono essere fatte delle preparazioni particolari al fondo? Sai, non vorrei fare una verniciatura di quelle "iperrealiste" che neanche alla fabbrica uscivano così, vorrei sapere come fare, anche appoggiandomi ad un professionista per ottenere una verniciatura "effetto originale"

Ti ringrazio fin d'ora per l'attenzione, sappi comunque che non c'è una gran fretta, la moto è sparsa per tutta la casa :asd:

Saluti

Paperinik
paperinik
 

Messaggioda gtv47 » sab feb 17, 2007 7:49 pm

La moto sembrerebbe riverniciata.
Inviato: Gio Gen 18, 2007 7:30 am Oggetto:

--------------------------------------------------------------------------------

I codici fanno parte di una codifica stilata dall'ufficio System della Lechler in collaborazione con Moto Guzzi e ASI, per ufficializzare il riconoscimento delle tinte sui veicoli storici.
RAL è una codifica internazionale nata dalla necessità delle industrie in genere di unificare le tinte industriali. questa ultima codifica comprende poche centinaia di tinte, tra cui un solo metallizzato e viene utilizzata occasionalmente nell'industria motociclistica.
Devi trovare un carrozziere che utilizzi prodotti Lechler o che disponga di una trascodifica tra Lechler e altre marche.

Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda paperinik » sab feb 17, 2007 8:28 pm

GTV47 ha scritto:La moto sembrerebbe riverniciata.


Ehm, te l'ho detto che sono un pessimo fotografo, nel smontarla ho provato a "saggiare" varie parti, sembra proprio che no, non sia stata ritoccata....

Solo un'ultima cosa, la semiculla rossa è un pelo più chiara del serbatoio. E' scolorita a causa dei lavaggi del motore fatti col petrolio o si usava un'altra tinta?

Saluti

Paperinik
paperinik
 

Messaggioda imola350 » dom feb 18, 2007 6:03 pm

I colori di questa IMOLA non li ho mai visti la mia è del 1980 originale unico proprietario (IO), la acquistai direttamente dal concessionario BIASCHELLI di Roma (distributore diretto per Roma e Lazio), ma ora non esiste più, la concessionaria era nel locale sotto la mia abitazione e pertanto le moto le vedevo tutti i giorni ma quei colori non li ho mai visti.
ciaooo
l'IMOLA non è più sola è arrivata la BREVONA
Avatar utente
imola350
Utente Registrato
 
Messaggi: 287
Iscritto il: ven ott 29, 2004 4:50 pm
Località: Roma
La/le tua/e Moto Guzzi: MOTO GUZZI V35 IMOLA
MOTO GUZZI BREVA 1100 ABS

Messaggioda paperinik » dom feb 18, 2007 10:14 pm

E infatti si tratta dell'ultima versione, e non è stata mai, ribadisco, MAI ne riverniciata ne ritoccata.

L'ho dovuta disassemblare completamente per poterla risistemare, e osservando bene i particolari non si notano rimaneggiamenti di alcun genere, anche le decals sia per come erano applicate che per il loro stato di usura denunciavano l'età del mezzo.
Prima di rimontarla dovrò per forza riverniciarla, per questo mi servivano delle informazioni ufficiali, tutto li.

Saluti
paperinik
 

Messaggioda gtv47 » lun feb 19, 2007 9:43 am

Mi lasciavano perplesso le grigliette dei copriaccumulatori, non li ricordavo rossi.
Il rosso dei bracci dovrebbe essere lo stesso del serbatoio però devo prima controllare.Può darsi che abbia in giro pure la foto originale della tua moto, se la trovo la posto.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda paperinik » lun feb 19, 2007 12:56 pm

Wow, grazie, sarebbe il massimo, infatti l'unico dubbio che avevo erano prprio i fianchetti, che una volta è capitato pure a me di perderne uno, (poi ritrovato..)

Per il resto no, la moto no era mai stata toccata, e prima dello schianto non era mai nemmeno caduta dal cavalletto :cry: :cry:
paperinik
 

Messaggioda gtv47 » lun feb 19, 2007 8:33 pm

Non ho trovato la foto ma la tabella di finitura.
Hai ragione tu.
Serbatoio: Sopra e sotto rosso 101 pance grigio met. 344
coperchietto serbatoio : rosso 101
copriaccumulatori; grigio 344
grigliette copriaccumulatori: rosso 101
gambali: grigio 344
carenatura, codino, parafanghi: grigio344
forcellone: grigio 344
ruote : nero opaco 513 con esterno alluminio 400
bracci culla : rosso 101
telaio e carpenteria. nero lucido 532
forcella completa: grigio 344
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda paperinik » mar feb 20, 2007 9:26 pm

Cavolo Vanni, grazie davvero.
sono commosso....

Adesso devo avere il responso del telaista. Come avrai capito è assolutamente antieconomico rimetterla in strada, so bene che non varrà di più di altre imola dello stesso perido, ma secondo me ne vale la pena comunque. E' un discorso di testimonianza: quante ne sono rimaste per strada con quella finitura?

Ancora grazie, spero di poterti incontrare qualche volta.

Saluti

Paperinik
paperinik
 

Messaggioda MERLOCHEVOLA » gio mag 03, 2007 7:48 pm

Ciao Vanni,potresti darmi anche a me gentilmente i colori del V35 Imola anno 80,colori principali rosso e nero.
Ti ringrazio tanto.
Ciauu :ok:
California II
ExV11RossoMandello149
Ex V35 Imola,V65 Lario,AF1 Replica
Avatar utente
MERLOCHEVOLA
Utente Registrato
 
Messaggi: 70
Iscritto il: ven lug 28, 2006 7:57 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: CALIFORNIA II
ExV11 ROSSO MANDELLO
ExV35 IMOLA
ExV65 LARIO

Messaggioda gtv47 » sab mag 05, 2007 2:59 pm

Il rosso corrisponde alla codifia Guzzi/ASI / Lechler 101 oppure nei tintometri Lechler è codificato " Moto 1-B " mentre il nero metallizzato del serbatoio e delle grigliette è 533 oppure " moto 12-C"
Il telaio è nero lucido ( RAL 9005 ).
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Lupo Mannaro » mer giu 06, 2007 8:43 am

Ciao a tutti ed in particolar modo a Vanni della cui conoscenza del mondo Guzzi ho estremamente bisogno! Sono felice possessore di un V 50 Monza del/dal 1982. Ovviamente ho riverniciato la moto, qualche anno fa, di colori diversi dall'originale. Ora la vorrei iscrivere al registro storico ed è indispensabile tornare ai colori primitivi. Ho visto la rubrica riguardo la mia moto ma non ho trovato il codice del celeste metalizzato. Devo dire che la mia era grigio/nera, ma essendo il celeste metalizzato più bello vorrei riverniciarla così. Ecco le domande:
3) E' ammesso il cambio colore?
1) I codici colore del celeste metallizzato e del nero.
2) I gambali dell'anteriore erano neri?
Tutto quello che può essere utile per fare un buon lavoro.
Tra l'altro chi conosce un carrozziere bravo, esperto ed onesto in Roma?
Grazie a tutti e buona strada!!! Lupo
Lupo Mannaro
Utente Registrato
 
Messaggi: 1
Iscritto il: gio mag 17, 2007 12:18 pm

Messaggioda dmancio85 » mar ott 30, 2007 7:20 pm

ciao, io ho acquistato da poco una monza dell'82 e sto facendo un restauro conservativo.
Anche io ho qualche problema, soprattutto per il fatto che ho un fianchetto rotto che non riesco a trovare!!!

Poi sul cupolino sono stati fatti dei fori dove sono stati messi gli specchietti, secondo voi è uscita così dal concessionario ho è un lavoro fatto in seguito!?!

Grazie!!
Sono vittima della meccanica applicata...

Lambretta 150 LI Special Silver - 1964
V50 Monza I - 1982
dmancio85
Utente Registrato
 
Messaggi: 36
Iscritto il: ven ott 05, 2007 8:19 pm

Messaggioda gtv47 » mer ott 31, 2007 1:12 pm

Stiamo parlando di periodi precedenti l'obbligatorietà degli specchietti, tant'è che sul Colombo kle moto di quell'epoca son fotografate senza specchi.
Allora erano considerati optional,si potevano montare sui supporti leve al manubrio, sfruttando gli appositi fori 10MA.
Credo che il lavoro eseguito sulla tua moto sia un lavoro amatoriale.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Prossimo

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti