Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Motoleggera 65, "Guzzino"

Motoleggera 65, "Guzzino"

Messaggioda sfabio1982 » mer mar 07, 2007 7:52 pm

Ciao Vanni...
Ho da poco acquistato un guzzino B messo male e pian pianino vorrei restaurarlo...allego foto:
http://img341.imageshack.us/my.php?image=dscn1689iz5.jpg

il telaio è 21111xxx

dunque avrei un pò di domande...

- innanzitutto il parafango posteriore...non è quello originale, conviene trovarne uno originale per un restauro a regola d'arte o anche con questo accessorio avrebbe il suo valore? premetto che il restauro è per pura passione, non lo venderei mai ma più è perfetto e meglio è!

- sul modello B quali pezzi e minuteria varia sono da cromare? (corona, marmitta, leveraggio cambio, molle, cerchi...)

- il serbatoio non dovrebbe avere il portapacchi avvitato sopra?

- ho letto in un altro post riguardante il guzzino che i cerchi li potrei prendere da stucchi, ma si intende cerchi completi di raggi o no?

- portesti indicarmi la sigla del carburatore? (so che questo tipo di informazioni le potrei trovare sul libro "il Guzzino" ma essendo del 1993 circa non è facile da reperire, ho già chiesto in giro per le librerie)

- quali sono le viti da brunire e quali potrei montare così come le vendono in ferramenta? meglio se le chiedo zincate quelle che mancano?

- i fanalini anteriore e posteriore originali sono rigorosamente CEV? come faccio a riconoscerli?

Ti ringrazio di cuore e spero di poter contare sui tuoi consigli appena avrò reperito tutti i pezzi mancanti e potrò iniziare il vero e proprio restauro.
Saluti, Fabio
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Messaggioda gtv47 » gio mar 08, 2007 3:34 pm

Eccomi Fabio:
Ti dirò che di Guzzini ne ho restaurati diversi e che si possono effettuare diverse opzioni.Prima però guarda qui.
http://it.pg.photos.yahoo.com/ph/vbette ... ir=f20are2
Partendo da un cadavere come quello delle foto 1 e 2, secondo le aspettative del restauratore si dovrebbero ottenere i risultati illustrati dalle foto2, 8, 5, 11, 14, 16. Cioè una " messa a nuovo " cercando di replicare le condizioni originali del mezzo, come fosse appena uscito dalla fabbrica.
Però io ho notato che quando si tratta di moto " importanti " tipo Frera, Della Ferrera e altri modelli di inizio secolo, ciò non avviene.
Normalmente in questi casi si preferisce operare secondo una regola tipica dell'antiquariato e del restauro artistico: NON DISTRUGGERE CIO' CHE IL TEMPO HA CONSERVATO.
E allora si vedono queste motociclette ammiratissime sulle pagine delle riviste che hanno subito un restauro conservativo, sono state smontate, aggiustate, ripulite e rimontate sostituendo il meno possibile per comunque rimetterle in efficienza, però senza verniciare e senza cromare. Allora mi son chiesto perchè questo trattamento solo per le moto importanti? è assurdo fare la stessa cosa per esempio col guzzino?
Quindi mi sono preso un rottame più conciato del tuo,mai riverniciato e ho tentato l'esperimento: lo puoi vedere nella foto001.
Nel caso mancassero molti pezzi originali invece mi sono chiesto cosa avrei fatto se fossi stato un sedicenne in vena di modifiche agli inizi degli anni 50, allora ho realizzato una microreplica del Gambalunga che puoi vedere nelle foto 6, 7 , 13, 15.
Le versioni completamente restaurate ho cercato di venderle subito, perchè mi seccava nel maneggiarle rischiare ammaccature che mi avrebbero fatto male al cuore.
Mi sono divertito a realizzare la versione sportiva ma che più mi ha divertito nell'uso è stato quello conservato.
Per realizzarlo l'ho smontato completamente, ho pulito tutti i pezzi a fondo, la vernice l'ho prima raspata col scotch brite e poi l'ho passata diverse volte con un buon polisch.Le cromature le ho pulite con della paglietta fine unita a benzina, poi ho lavato con detersivo e messo un po' di vasellina. Ho sostituito le trasmissioni e ripristinato l'impianto elettrico, ho trattato l'interno del serbatoio e revisionato il motore: oltre la rettifica, ho sostituito i gommini interni, le puntine , il condensatore e la bobina.L'ho usato anche al raduno dei Guzzini che si tiene a Sondrio, in mezzo a tanti guzzini restaurati perfetti, il mio era la mascotte, per fare la gimcana tutti lo vollero usare, perchè di ciclistica e meccanica era veramente perfetto.
Sulla via del ritorno ( 50 km ) mi sorpassavano le Kawa e i loro proprietari mi salutavano col pollice alzato!Uno spasso!
E adesso andiamo alle risposte:
Se vuoi ottenere l'omologazione ASI o FMI, bisogna che sia tu lo faccia conservato o restaurato, trovare e montare tutti i pezzi originali. Il parafango del B ha le bacchette costituite da ferro tondo mentre sul C sono di lamiera imbutita. Il portapacchi è fissato al serbatoio con 4 viti M6 a testa emisferica e taglio a cacciavite, cromate.
I cerchi che trovi in negozio sono privi di raggi, cioè trovi il cerchio nudo. Bisogna ricuperare e e zincare i nippli oltre a verniciare in nero i vecchi raggi perchè sono di tipo biconico, più spessi verso le estremità ( se li tocchi capisci ) e oggi non se ne fanno più.
Il carburatore è un dell'orto MA13,questa la regolazione:
Diffusore mm 13
getto max 60 estate 65 inverno
getto minimo 40
polverizzatore 260
spillo conico C8 alla quarta tacca partendo dall'alto
galleggiante gr 7,5
Il libro del Guzzino lo trovi in Guzzi presso il negozio interno oppure da Stucchi o da Valassi.
Quando compri le decalco controlla che abbiano lo stesso disegno di quelle che ancora intravedi sul tuo sebatoio ( ce ne sono 2 tipi ) e vanno applicate in modo che l'aquila guardi sempre avanti ( c'è una destra e una sinistra )
Le parti da cromare sono: Ghiera faro,calotte sterzo ( anche quelle pressate nel telaio) cerchi, leva cambio al serbatoio con la sua vite, molla,tirante, forcellini.Leva frizione sul motore, pedivella avviamento, viti del portapacchi,le viti faro,corona, manubrio, leve freno e frizione sul manubrio e anche il manettino acceleratore e aria, le levette dei freni sulle ruote . Per alcune epoche anche il silenziatore, o tutto o in parte a seconda dell'epoca.
Bisogna lucidare con una pulitrice il filtro aria, mentre il coperchio alternatore e il paracatena si presentano satinati.( il trattamento fatto ai tempi consisteva in una sbiancatura con acido fosforico, non ne consiglio l'esecuzione!)
Tieni presente che quasi tutta la bulloneria è M7 con esagono da 11 mm, viti introvabili presso le ferramenta.
Escluso quelle che ti ho detto , il resto della biulloneria è nero. il trattamento che veniva effettuato in Guzzi si chiamava parcherizzazione, era una passivazione effettuata con dei sali appositi tramite i bagni Parker, completata con l'immersione in una sorta di inchiostro nero.La bulloneria non da 7 mm è comunque eseguita con combinazioni di passi e diametri inusuali.
Completa l'esecuzuione del restauro una bella doppia filettatura oro/nero sulla forcella, sui parafanghi, sul forcellone.
Ho l'impressione che ti manchino i pezzi più costosi: il settore con la leva cambio a mano ce l'hai oppure hanno montato il cambio a pedale? C'è l'acceleratore a levetta o a manopola?
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda sfabio1982 » gio mar 08, 2007 7:39 pm

Grazie della risposta molto esaudiente...
la levetta del cambio a mano la ho completa di pomello, l'acceleratore a levetta mi manca purtroppo, spero nel mercatino di reggio emilia a fine mese, come anche per tutti i pezzi mancanti...
riguardo al restauro conservativo, sul mio guzzino non resta nulla di cromato, è tutto ruggine e la vernice è messa male quindi per ora opto per il restauro, magari quando ne avrò la possibilità cercherò un guzzino tutto sommato messo bene e tenterò un restauro conservativo...

quanto possono chiedere più o meno nei mercatini per i pezzi tipo acceleratore a levetta (doppio) e carburatore?

Riguardo ai fanalini cosa mi puoi dire? di quello anteriore è rimasto solo la calotta esterna e dentro ci sono due avvolgimenti, mi conviene cercare i pezzi (quali?) e completarlo o vedere di trovarne uno completo? è verniciata di nero la calotta esterna?

Il devio luci? come riconosco quello originale?

I tamburi dei freni sono verniciati di nero?

Le bacchette del parafango anteriore non sono a sezione tonda ma in lamiera, sarà dunque del guzzino C? posso cambiare solo le bacchette? che diametro ha il tondino?

I nippli dei raggi se non erro sono in ottone, c'è qualcosa con cui pulirli ed evitare la zincatura?i miei non sono proprio messi male...

Grazie ancora
Fabio
Aquila del Salento
V65 Florida
Bellagio Luxury
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Messaggioda gtv47 » ven mar 09, 2007 8:40 am

Anche il mio conservato non aveva più cromo ed era messo male di vernice.....
Non è che esista un listino prezzi, comunque l'acceleratore a levetta doppia può costare intorno ai 30€, il carburatore tra 40 e 60 €, il faro una trentina di €, ( puoi cercare anche solo i componentii ma li devi conoscere.)
Il devioluci tra 30 e 40 €
Le bacchette anteriori sono sempre in lamiera, sia A che B che C.
Calotta del faro nera come i tamburi.
I nippli sono in ottone zincato oppure nichelato a seconda della marca ( Alpina se sulla capocchia hanno scritto A oppure Star se c'è impressa una stella. Se hai problemi a zincarli li puoi nichelare che è il trattamento di preparazione alla cromatura.
Tieni conto che vai incontro a spese sostenute e difficilmente il valore del mezzo finito supererà quello che hai speso.
Di che paese sei? io sono tutti gli anni in Salento, passo le vacanze a Otranto o, meglio a Casamassella.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda sfabio1982 » lun mar 19, 2007 6:03 pm

Ciao Vanni, mi sono sorti un paio di ulteriori dubbi...
da foto su internet ho visto che alcuni modelli hanno un carter affianco al volano che copre il pignone e parte della catena, è originale? e poi...alcuni fanalini anteriori hanno una specie di commutatore posto sopra, nn so se serve per accendere/spegnere o commutare luce alta/bassa...nel mio caso ci deve essere o no?
E la pompa per gonfiare le ruote?è qualche modello particolare?
Grazie ancora
Fabio
Aquila del Salento
V65 Florida
Bellagio Luxury
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Messaggioda gtv47 » mar mar 20, 2007 8:18 am

Il tuo guzzino deve montare il carterino in alluminio, quello più grande rispetto al modello A.
Ho visto che manca anche il coperchio del volano. se lo acquisti, controlla il diametro di calettamento, perchè quelli del Cardellino sono leggermente più larghi.
Il commutatore sul faro è tipico del modello A, sul tuo non ci va.
La pompa originale Guzzi con il logo stampato non si trova ormai più. Si può prendere una pompa da bicicletta della lungheza giusta, verniciarla in nero e applicare una decal.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda vbb1t » sab mar 24, 2007 5:52 pm

ciao vanni, come vedi dai messaggi, sono un neo pivello del forum.
come fabio, anch'io posseggo una motoleggera, penso tipo B (visto che prima del numero di telaio e'presente la lettera) ed avrei un po'di domandine da fare.

prima di tutto vorrei capire come posso inserire una foto in modo da farti capire in che stato versa il guzzino.

1) di che cilindrata potrebbe essere e come faccio a scoprirlo

in base alle foto che ho trovato e dopo aver visto le tue non riesco a capire quale sia il parafango post. originale.

2) il mio e' largo ai lati e si vede chenon scende fino al fermo vicino la molla interna

3) il faro posteriore e'molto grande e montato su una staffa in modo da farlo sporgere di parecchio. ha il vetro bianco con un altro vetrino rosso al suo interno, il tutto circolare e non simil ovale come vedo dalle foto.

4) non ha il porta pacchi sul serbatoio (anche se ci sono le quattro viti), ma sul parafango post.

5) l'acceleratore non e' a doppia leva, ma penso che si a manopola visto che un cavo esce dai pressi, e'normale? (specifico che qualsiasi leva molla e quant'altro e'BLOCCATO e non so quanti santi dovro' scomodare durante lo smontaggio) :-)

6) sul lato destro dove vi e'la pedivella di accensione, c'e'una leva che non e'collegata da nessuna parte e non so a cosa possa servire.

7)mi piacerebbe conoscere il colore originale delle manopole e dei gommini poggia piedi (oltre la loro forma e magari dove reperirli o cosa adattare.

8) dove posso reperire eventuale bullonistica che sicuramente si rompera' e quant'altro.

per il momento smetto qui... l'appetito vien mangiando e non so piu'cosa chedere per ora :shock: [/img]
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda gtv47 » lun mar 26, 2007 9:08 am

Il tuo guzzino dovrebbe presentarsi come questo:
http://it.pg.photos.yahoo.com/ph/vbette ... pg&.src=ph
La cilindrata è 65 cc, probabilmente il tuo parafango è stato applicato con 2 staffe che si imbullonano attorno al puntone reggisella del telaio ( è da buttare ),
Il fanalino posteriore è piccolo,il tuo sarà stato sostituito per mettere lo stop, col codice del 1959,se vuoi farlo originale ci vuole l'acceleratore a doppia leva e il cambio dev'essere comandato con una levetta a settore vicina al serbatoio.
Oltre a santi e madonne, prova a usare un po' di svitol!
La leva sul lato destro se non è quella verso l'alto che comanda la frizione, potrebbe essere quella del cambio a pedale, che non ci vuole.
Può essere che sulla tua abbiano montato un preselettore con le 2 viti inferiori del motore, ( marca Melior o Larius ) non serve, bisogna montare il comando cambio al serbatoio.
Il colore delle manopole era grigio chiaro/giallognolo e le pedane in gomma sono nere.
La bullonistica è un po particolare, ci sono molte viti M7 con esagono da 11mm, dadi 10x1, i dadi e le viti 8Ma hanno esagono da 14mm anzichè da 13.
Puoi sentire Stucchi a Mandello( stucchiluigi.it ) che dovrebbe avere molti particolari rifatti e probabilmente anche il libro del Guzzino, su cui oltre la cronistoria c'è anche pubblicato il catalogo dei pezzi esplosi.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda vbb1t » lun mar 26, 2007 7:49 pm

a dire il vero una spruzzata di svitol l'ho gia' fatta e spero che pian pianino riesca a non far danni. i santi e le madonne mi aiuteranno senz'altro a tenere sangue e mano fermi.
:rollin
il guzzino in mio possesso sembra essere quello della foto. :idea:
il selettore del cambio e' il suo,vicino il serbatoio, quella leva che si alza perpendicolare vicino la messa in moto non mi sembra un pedale cambio, no potrebbe essere qualcosa che abbia a che fare con la frizione o il freno? :?:
il parafango posteriore non e'cosi piccolo, se riuscissi a mettere una foto in rete renderei meglio l'idea.
per il libro "il guzzino" mi sto informando in giro.
non so come ringraziarti per questo prezioso aiuto.
P.S. sono almio primo restauro... non so se rendo l'idea. :D
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda gtv47 » lun mar 26, 2007 9:02 pm

Sì, la leva perpendicolare è quella della frizione.
Per postare lwe foto io ho usato Yahoo, non ricordo bene la prassi che ho seguito ma è stato semplice.
Immagino che il tuo parafango sia stato applicato con le 2 staffe fuoriserie che si imbullonano al telaio. Anche il parafango in questo caso è fuoriserie!
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda vbb1t » mar mar 27, 2007 2:21 pm

ciao fabio,mi chiamo piero. :-)
diciamo che quello del guzzino sara'il mio secondo restauro (per ordine di tempo). :D
mi sto cimentando nella rimessa a nuovo di una vespa special del '75, cosa piu'facile e molto meno impegnativa e costosa. tempo un mesetto e sara'finita. ;)
per il guzzino come per la vespa, procedero' a smontarlo, dopo aver fatto una miriade di foto, e fare un lungo elenco del materiale che mi ci vorra'.
a prima vista ho bisogno del pedale freno posteriore, dei due fari, del parafango posteriore, del portapacchi sul serbatoio, delle doppia leva accelleratore/aria. il guzzino si presenta tutto arruginito e bloccato in tutte le sue parti. non so proprio da dove cominciare, ma piu' lo guardo e piu'mi convinco che la sfida la dovro' vincere io. :shock:
al massimo potremmo tenerci in contatto per reperire info e materiale per il nostro restauro e magari chiedere infiniti e preziosi consigli al vanni.
poi,non siamo cosi distanti. lecce e' una bellissima citta'e ci vengo spesso e molto volentieri.
il 15 aprile, comunque saro'alla mostra scambio di bitonto a vedere quello che c'e'. se civieni fammi avviso,ci potremmo incontrare. ciao
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda vbb1t » dom apr 01, 2007 9:38 am

ciao vanni ed auguri.
stavo guardando la foto che ha postato fabio, del suo guzzino ed ho visto che e' come quello mio :shock: ... quel parafango posteriore e' originale :?: ? o e' proprio quello che e' da buttare?
ti ringrazio anticipatamente per la disponibilita' ... e la pazienza :D
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda sfabio1982 » dom apr 01, 2007 10:16 am

è proprio quello che è da buttare, se ne trovi due ricordati di me ;) . Se ti può servire ho reperito il manuale di istruzioni, devo scannerizzarlo e se ti serve te lo spedisco...

per Vanni:
tra i pezzi che mi mancavano ho comprato da un privato:
- manubrio completo di manopole, manettino aria, devio luci, leve freno e frizione
- leveraggio cambio comprensivo di tirante e forcellini
- marmitta
- carburatore dell'orto MA13 comprensivo di filtro originale
- fanale anteriore

il tutto ovviamente da restaurare, a soli 90 euro...buon prezzo no? ora mancano all'appello:
- carter coprivolano
- carter copricatena (quello affianco al volano)
- parafango posteriore
- fanalino posteriore
pian pianino, con un pò di pazienza troverò anche questi...
Saluti
Aquila del Salento
V65 Florida
Bellagio Luxury
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Messaggioda gtv47 » lun apr 02, 2007 8:53 am

Bravo!
ottimo prezzo, fai conto che in un qualsiasi mercatino per quei pezzi, pur da restaurare, difficilmente saresti sceso sotto i 200€.
Confermo che il parafango posteriore sarebbe da buttare, se si vuole fare una moto originale.
Essendo però accessori d'epoca, può darsi che vengano tollerati dagli esaminatori della FIM, per sapere ciò, prova a rivolgerti alla neonata rubrica di Aldo.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda vbb1t » lun apr 02, 2007 4:53 pm

certamente, tutto puo' servire!!! previo adeguato compenso :-)

dove sei riuscito a reperire i pezzi??
come detto qualche giorno fa, andro' alla mostra scambio di Bitonto BA, vedro' di trovare qualcosa di interessante a buon prezzo.
che faccio, se trovo due parafanghi, te ne prendo uno??
devo assolutamente trovare il manubrio con i manettini, se possibile anch'io la leva del cambio, anche se serve solo il gommino, le manopole e i poggia piedi, il portapacchi sul serbatoio.. oltre a cerchi, fari, sella, copri volano (il mio e' un po' ammaccato e cerchero' di recuperarlo) e non sto considerando il motore. il carburatore c'e e spero che possa andar bene. poi si vedra'. il manuale che hai trovato si chiama per caso il guzino?? edito dalla NADA?
io sto cercando quello e non si trova!!!!!!

comunque, per notizia, ho cominciato a refertare un po' di foto, ed ho cominciato a smontare anche se il tempo non mi e' tanto amico... devo riposare per poi andare a lavorare :cry:
vi terro' informati. ciao a tutti
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda vbb1t » ven apr 06, 2007 7:50 pm

ciao vanni, ciao fabio e buonasera a chiunque legga :-) ... mi e'venutoun dubbio che solo un esperto potrebbe risolvermi. dunque, il padre di un mio amico, quando era un ragazzo, mi ha detto di aver avuto un galletto e nel garege ricorda di aver visto poco tempo fa un porta pacchi che potrebbe montare sul serbatoio del guzzino. che mi potete dire a proposito?? premetto di non aver mai visto personalmente un galletto, quindi non so nemmeno di che porta pacchi stia parlando. sarei grato delvostro aiuto :rolleyes: grazie
zzzzzzzzz è l'ora delle vespe
vbb1t
Utente Registrato
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven mar 23, 2007 12:10 pm
Località: alberobello

Messaggioda gtv47 » mer apr 11, 2007 4:42 pm

Il portapacchi del galletto è un po diverso da quello del Guzzino, dovresti trovare quello proprio del modello.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda sfabio1982 » gio apr 26, 2007 6:05 pm

Ciao Vanni, volevo chiederti se posso usare gli esplosi del manuale ricambi cardellino 73 come riferimento per il guzzino, almeno per ciò che riguarda il motore, cambia solo la cilindrata?
E un'altra cosa...le molle ammortizzanti anteriore e posteriori sono da cromare o sono nere? e le molle della sella con tutta l'intelaiatura?
Grazie ancora
Fabio
Aquila del Salento
V65 Florida
Bellagio Luxury
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Messaggioda gtv47 » gio apr 26, 2007 7:22 pm

Sì, puoi usare l'esploso perchè non essendo quotato rimane praticamente identico. Ci sono altre varianti oltre la cilindrata, come il diametro maggiore del volano magnete e di conseguenza del relativo coperchio ma queste altre varianti confrontando gli esplosi non si notano.
Le molle che citi son tutte nere.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda sfabio1982 » ven apr 27, 2007 9:36 pm

Vanni sono sempre io...spero di non nausearti, ma più indicazioni mi dai e più sarà perfetto!
Le leve freno e frizione che ho sono a profilo chiuso, cioè la sezione non è ad U aperta ma sono chiuse, non so se mi sono spiegato...vanno bene?
Aquila del Salento
V65 Florida
Bellagio Luxury
Avatar utente
sfabio1982
Utente Registrato
 
Messaggi: 2036
Iscritto il: mar ott 03, 2006 7:52 pm
Località: A Lecce con la mente, a Torino fisicamente

Prossimo

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti