Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

Motoleggera 65, "Guzzino"

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:15 pm

Ciao Vanni
Sempre grazie per gli utili consigli,
ma non so se ho capito bene... devo sverniciare i cerchi completamente e lasciare il ferro grezzo pennellato di olio di vaselina?? E gentilmente dai un'occhiata a questo fanale cev è quello che ho sul mio guzzino ma è diverso da quello che vedo usualmente montato su tutti gli altri, specialmente per la forma della parte cromata; può andar bene lo stesso o dovrò sostituirlo?
grazie ciao
Ambrogio
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:15 pm

Ciao Ambrogio,
seguo con attenzione anche le tue vicessitudini perchè bene o male mi trovo nelle stesse condizioni anche se io ho optato per un restauro completo non conservativo.
Scusa se mi intrometto nel discorso che hai in ballo con Vanni, ma non riesco a capire di quale verniciatura parli.
Guardando le foto mi sembra di vedere che i tuoi cerchi siano solo cromati, arrugginiti ma pur sempre cromati e basta; quindi non serve nessuno sverniciatore anche perchè alla cromatura non gli farebbe nulla.
Usa la paglietta e l'olio come ti ha suggerito il Vanni.
Saluti.
_________________
Giuliano
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:16 pm

x Andy:
Il guzzino era una sorta di biciclettone con un motore di 65 cc, faceva circa 55 kmh, la guida era comoda dal punto di vista della posizione, però i comandi sono inusuali: il cambio si aziona con una leva a mano inserita in un settore accanto al serbatoio mentre il gas è comandato con una levetta sul lato destro del manubrio. Ti lascio immaginare la complessità del cambio marcia!
Le gomme sono mutuate da quei tricicli a pedali che erano in uso presso le Poste Italiane prima e dopo la guerra, sembra che al momento fossero le uniche disponibili.
l'interasse è 1200 mm,la lunghezza totale 1930 mm, il peso 45 kg.
Era una motoretta estremamente economica che, subito dopo la guerra, contribuì moltissimo alla ricostruzione del nostro Paese.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:16 pm

x Ambro e gnegne:
Il faro monta una ghiera impropria, di qualche ciclomotore anni 60, inoltre mi pare che il vetro sia in metacrilato, se così andrebbe sostituito. Sembra giusta la calotta.
I cerchi, per quel che posso capire dalle foto, sembra siano stati verniciati in tempi remoti con l'argento che si usava per i cannoni della stufa. Da qui il mio suggerimento a sverniciarli. Se invece l'argento che si intravede fosse il cromo, ovviamente andrebbe mantenuto.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:16 pm

grazie Vanni! I cerchi sono stati verniciati sono sicuro, quindi li svernicerò; per il fanale sostituirò solo la ghiera e il vetro così magari spenderò meno(ho visto che rifatto costa più di 100 euro).
Se non è di metacrilato di che materiale è fatto?così lo riconosco!!
Grazie anche a Gnegne,è sempre utile confrontarsi per questi problemini comuni; buon lavoro!!!
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:16 pm

Il vetro deve essere fatto di...Vetro!
se in materiale plastico non va bene.
Deve essere 105 mm misurati sul diametro della battuta contro la ghiera.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:17 pm

Salve a tutti, sono nuovo del forum e mi presento: mi chiamo Simone e sono venuto in possesso di un guzzino del '53 che apparteneva al babbo di mio suocero...è completo di tutto!

vi allego alcune foto


vorrei restaurarlo però ho un problema...navigando sono riuscito a trovare molti modelli simili ma mai uno uguale a questo: premetto che sono state fatte almeno 2 modifiche, cambio al pedale e aggiunto luce di stop...a detta di mio suocero non ci sono mai state fatte modifiche eccetto quelle citate.

detto questo vi pongo il mio quesito: chi sa dirmi che modello è per capire com'era e soprattutto per come rifarlo?
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:17 pm

Vanni scusa se mi permetto...vedo anche che la leva frizione ha sezione ad U e non chiusa...magari sono state cambiate anche quelle..

cmq ho chiesto nuovamente a mio suocero ed eccetto le modifiche che vi ho descritto (cambio e stop) non c'è mai stato cambiato niente...

anche se tutti i guzzini che ho visto la parte posteriore era senza sella e "ammortizzatori"...
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:19 pm

Invece io ti assicuro che il parafango del tuo guzzino è stato modificato.
Le leve delmodello C sono aperte, quelle chiuse sono sulla A e sulla B
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:19 pm

Ciao Vanni mi spiegheresti come si fa a staccare i raggi dai cerchi??
grazie
Ambrogio
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:20 pm

Per togliere i raggi ( e rifare la ruota )
Quando prendo in mano una ruota del guzzino per prima cosa prendo nota della campanatura, ovvero della distanza tra cerchio e mozzo e me la segno con uno schizzo sul taccuino.
Mi segno pure quanti raggi salto tra dx e sin e altre informazioni che potrebbero venirmi utili.
Poi metto lo svitol su tutti i nippli, sia all'interno che all'esterno.
Col tiraraggi allento di qualche giro tutti i raggi ( io me lo son costruito con un pezetto di piatto alto 5 mm, ho eseguito un intaglio della largheza del nipplo).
A questo punto metto un cacciavite sul trapano e svito tutti i nippli.
Mando a cromare il cerchio ( oppure lo compro nuovo che costa pure meno ) e a zincare i nippli, con tutto il materiale che va in galvanica.
Nel frattempo controllo le calotte e sostituisco le sfere, risuolo i ceppi freno e vernicio il piatto e il mozzo.
Con una ruota a spazzola in ferro montata sulla mola, tolgo sporco e vernice da tutti i raggi.( è l'operazione più rognosa, devi subito dopo farti una doccia energica!)
A questo punto ho preparato un pezzo di legno in cui ho effettuato una ottantina di fori non passanti di 4,5mm e un vasetto alto e stretto con della vernice nera alla nitro, diluita ma non troppo.
Do' una bella mischiata alla vernice, ad uno ad uno afferro i raggi con una pinzetta a metà della parte filettata e li immergo nella vernice, se la vernice è a livello troppo basso, mi aiuto con un pennello ad applicarla su tutto il raggio.
Capovolgo il raggio e lo infilo in ordine cogli altri nei fori praticati nel legnetto.Lascio essicare almeno fino al giorno dopo.
Per il rimontaggio prendo le mie note, metto in morsa il mozzo tenedolo dal perno, ovviamente con ganasce in alluminio o iin piombo.
Do' una spazzolata al filetto dei raggi per togliere eventuali tracce di vernice e ungo i filetti con dell'olio di vasellina.
Comincio a imbastire partendo dai raggi che si infilano dall'esterno verso l'interno e poi proseguo cogli altri ( sul guzzino è più facile perchè dalla parte flangiata i raggi sono solo abbottonati),
Quando ho imbastito completamente la ruota, comincio la tesura in modo graduale.
Prima avvito i raggi ma non a fondo, solo finchè rimangono scoperti 3 filetti, poi, partendo sempre dal foro valvola per avere riferimento, avvito fino a coprire i 3 filetti.Se trovo raggi già induriti, non insisto.
Controllo con una riga e col calibro la campanatura e comincio a tirare tutti i raggi del lato verso cui voglio avvicinare il cerchio.
Poi comincio a raddrizare il cerchio, io lo faccio a occhio però se si vuole usare il comparatore si dovrebbe puntare ad avere una tolleranza di circa sei sette decimi sul salto e quattro -cinque decimi sullo sbandamento. se sei bravo e hai molto tempo puoi fare meglio.
Buon divertimento
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:20 pm

Salve a tutti ed in particolare a Vanni
Sono nuovo del forum e sto per iniziare a mettere mano al mio guzzino che è in garage da qualche tempo.
Mi sono documentato abbastanza con, foto informazioni generali presso altre persone con la stessa passione e soprattutto
grazie a questo sito e ai consigli di Vanni.
Sicuramente cercherò di fare un restauro conservativo dato che la vernice è messa bene e le cromature ci sono tutte.
una domandina:
leggo nel forum dal 1946 al 1952 i n° di telaio arrivano circa al 53021. il mio deve essere costruito alla fine della produzione,
dato che è marcato Guzzi-B-16130420 oltre tutto è stato immatricolato nel 1960.
Ancora una cosa i raggi sono rossi con una striscia rossa al centro della ruota?
Magari riguardo tutte le domande sul Guzzino sicuramente trovo delle risposte.
in definitiva, la domanda principale è: quando è stato prodotto??
cosa vorrà dire quella matricola la numerazione è progressiva?
Bè come approccio credo di essere stato troppo esuberante Smile Smile
_________________
Garis
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:21 pm

chiedo questa informazione per un mio carissimo amico: che codice colore ha il rosso del suo guzzino 65 del 13/09/1951 con telaio numero 18120460 e numero motore 18120460?molte grazie
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:21 pm

Rispondo prima a Garis:
Il tuo guzzino dovrebbe essere del 1950, risulta immatricolato nel 60 perchè probabilmente è stato trapassato di provincia, all'epoca con la sostituzione della targa si rifaceva la carta di circolazione, su cui dovrebbe comparire che si tratta di un mezzo usato e anche il precedente numero di targa e l'anno di prima immatricolazione.
La numerazione cambi0 intorno al 1949, passando dalle 5 alle 8 cifre, durante la produzione del modello B.
I cerchi son cromati, i raggi neri e i nippli zincati o nichelati a seconda della marca.
Non ci sono strisce rosse nel cerchio e son filettati in oro e nero i parafanghi, il forcellone e la forcella. I marchi sono di tipo vecchio e la vernice è il solito rosso guzzi, cioè il guzzi 105 oppure il "moto 9B" sempre della Lechler.
Vale anche per il modello numero 18120460 della domanda successiva.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:22 pm

Ciao vanni
mi sapresti dire dove posso trovare e quanto all'incirca mi costerebbero dei ferodi nuovi per i freni del mio guzzino; quelli che ho a mio avviso sono troppo secchi per essere impiegati ancora e addirittura due sono spezzati in corrispondenza di un ribattino di fissaggio.
grazie
ciao
Ambrogio
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:22 pm

I pattini dei freni non si sostituiscono ma si risuolano.
Io acquisto il materiale d'attrito presso un ferramenta a Lecco,lo sistemo avvolto alla sua sede, lo lego stretto col filo di ferro.
Eseguo i fori da 4 mm dall'interno e poi con una punta scalinata scarico all'esterno la sede per la testa del ribattino.
Fisso poi coi ribattini a strappo in rame, tolgo le capocchie e assesto con un punteruolo.
Taglio a misura gli eccessi, limo le sbavature laterali e creo 2 rampe alle estremità, in modo di favorire l'innesto progressivo della frenata.
A questo punto si possono montare, avendo cura di tener frenato durante il bloccaggio del piatto , in modo da centrare il gruppo ceppi rispetto alla pista frenante.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:22 pm

Ciao Vanni. Mi sai dire il nome della ferramenta dove vendono i ferodi? Dovrei risuolare anch'io un paio di ruote.
Grazie e ciao!
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:23 pm

Io ho acquistato i ferodi a Lecco, da Airoldi e Belgeri.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:23 pm

Rispondo qui a Vincenzo Beneventi.
Il codice colore del guzzino è il solito rosso 105 se si usa la codifica Guzzi /Lechler, oppura inl " moto 9B" se si utilizza il normale tintometro Lechler.Esisteva pure una versione verniciata in grigio del modello C.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » ven dic 12, 2008 8:23 pm

Ciao Vanni
ti chiedo un'informazione storica ed approfitto di questo topic perche' sono venuto in possesso di una cartolina postale raffigurante un Guzzino 65.
la puoi vedere qui
Sono sempre alla ricerca di qualsiasi ..."testimonianza" Guzzi, specie se emessa dalla Guzzi stessa, come ad esempio questa cartolina, marcata Moto-Guzzi (logo e scritta) sul retro ed e' la prima volta che ne trovo una, ormai credevo che la Guzzi di queste cose non ne avesse mai fatte.
In verita' le ricerche le compie un mio collega che ha l'hobby della filatelia e ne commercia anche, visto che lui e' di casa nei vari mercatini filatelici, cerca anche qualsiasi cosa abbia anche in lontananza il marchio Guzzi e me la compra.

Ora che ho la prova, ti chiedo, sai se ci sono state altre emissioni da parte di Moto Guzzi di cartoline postali con altri modelli? ed in merito a questa, sai quando e' stata emessa, visto che il mittente l'ha spedita nel 1955 (timbro postale)?

Alle GMG mi sono intrattenuto con un signore, i sui zii erano tutti dipendenti Guzzi (progettisti o capi reparto), credo fosse parente del "Moretto", mi ha raccontato molti aneddoti e mi e' rimasta impressa un particolare, diceva che ogni anno, la Moto Guzzi emetteva una specie di "Annuari", non ricordo bene il nome, ma erano dei libri o tomi in cui venivano raccolte tutte le notizie dell'anno Guzzi appena trascorso, sapresti dirmi il nome di queste raccolte e se ve ne sono in giro, almeno per prenderne visione?

Ti ringrazio fin da ora per le risposte che riuscirai a darmi e comunque su qualsiasi altra indicazione per la mia ..."ossessiva" ricerca di documenti, notizie e quant'altro ha fatto la storia della Moto Guzzi.
_________________
Marco
- il Tranquillo -
Nello
Staff
 
Messaggi: 3951
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti