Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Galletto 160/192

Il mitico Vanni Bettega cerca di dare a tutti informazioni preziose su verniciature, tecnica e storia di tantissimi modelli prodotti dalla Guzzi. Basta chiedere... prima però consultate l'archivio qui sotto, magari quello che cercate già c'è!

Bobina Galletto 175

Messaggioda Eddie » mer lug 05, 2006 2:44 pm

Buongiorno

Dovendo restaurare un Galletto 175 ho un dubbio per quanto riguarda il corretto montaggio della bobina; essendo questa priva di indicazioni non sono sicuro del corretto posizionamento dei fili di alimentazione.

Osservando la bobina con i morsetti rivolti verso l'alto e il filo candela in basso al centro, qual'è il morsetto del ruttore?

Grazie in anticipo
Eddie
Eddie
Utente Registrato
 
Messaggi: 8
Iscritto il: mer lug 05, 2006 12:35 pm

Messaggioda gtv47 » gio ott 12, 2006 6:20 pm

Eddie,
Il galletto 175 si differenziava dal 160 per l'adozione della bobina esterna, azionabile sia in cc nell'uso normale che in ca nell'uso in emergenza. Ho parlato oggi con Della Mano, l'elettrauto di Mandello specializzato sulle vecchie guzzi, che mi ha confermato l'ininfluenza della polarità su queste bobine. Mi ha anche detto che l'impianto adottato sul galletto 175 era oltremodo complesso e delicato. Lui sostituisce l'impianto con quello del 160 e a suo dire migliora moltissimo l'affidabilità .
Scusami per il ritardo ma sono stato in vacanza e tornato da poco.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Galletto

Messaggioda N-t-X » gio mar 08, 2007 6:29 pm

Gentile signor Vanni, un amico vorrebbe acquistare un Galletto 192 avviamento elettrico, su cui vorrebbe montare anche la pedivella per l'avviamento "a pedale".

A parte la non originalità della modifica, Le risulta che la cosa sia mai stata fatta e sia tecnicamente possibile ?

Grazie mille in ogni caso.
Michele
Michele (AG 194/17)
N-t-X
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 464
Iscritto il: dom lug 23, 2006 7:07 pm
Località: Rapallo (Ge)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ntx 350 (N° 1)
Quota 1100 Es (Nerone)

Messaggioda gtv47 » gio mar 08, 2007 7:32 pm

Sì, mi è capitato di vederne.Bisogna montare il perno del forcellone del tipo avviamento a pedale, sul cui prolungamento si caletta il pedale messa in moto con relativo settore. Non ho bene in mente com'era sistemato l'ingranaggio a scatto libero( se bisogna o meno sostituire il secondario ) poi bisogna tagliare parte della pedana destra perchè quando si pigia sulla pedivella interferisce.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Galletto

Messaggioda N-t-X » ven mar 09, 2007 7:42 pm

Giro subito la Sua risposta al mio amico, grazie ancora.

Se prenderà il Galletto e farà la modifica, lo obbligherò a documentare il tutto con foto che verranno postate sul sito.

Lampeggi
Michele
Michele (AG 194/17)
N-t-X
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 464
Iscritto il: dom lug 23, 2006 7:07 pm
Località: Rapallo (Ge)
La/le tua/e Moto Guzzi: Ntx 350 (N° 1)
Quota 1100 Es (Nerone)

Galletto 160/192

Messaggioda Guzzaiolo » gio mag 17, 2007 9:50 am

ciao a tutti raguzzi
vorrei acquistare un guzzi galletto del 1951 cilindrata 160

l'ho pure trovato ed è a parte le ruote
in buone condizioni.
poi, il propietario mi ha sparato un prezzo.

secondo
voi qual è il valore di tale moto?
sapete a me piace ma nn vorrei spendere una cifra
e poi trovarne un'altro a meno

ciao e grazie a tutti anticipatamente
Guzzaiolo
Utente Registrato
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio apr 05, 2007 3:09 pm

Messaggioda gtv47 » gio mag 17, 2007 12:02 pm

Ma sto galletto è da restaurare o no?In buone condizioni, vuol dire che è stato restaurato tutto fuorchè le ruote)
Se la moto è da restaurare, normalmente si trova in commercio tra 400 e 1000E, in funzione della completezza, dell'originalità e della presenza di documenti.
Ricordo che si differenzia per i cerchi Borrani in alluminio con saldatura a vista, per ilo parafango posteriore che sul lato destro scende con una linea obliqua ma diritta e per il cruscottino piccolo e nero ( come calimero ).
Il restauro del galletto è piuttosto oneroso, normalmente servono un centinaio di ore di lavoro ( se te lo sai verniciare ) e un migliaio di euro di spesa viva ( ovviamente esclusa la verniciatura).
Se il centinaio di ore te lo devi pagare, la moto non varrà il costo del restauro.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Guzzaiolo » gio mag 17, 2007 12:24 pm

GTV47 ha scritto:Ma sto galletto è da restaurare o no?In buone condizioni, vuol dire che è stato restaurato tutto fuorchè le ruote)
Se la moto è da restaurare, normalmente si trova in commercio tra 400 e 1000E, in funzione della completezza, dell'originalità e della presenza di documenti.
Ricordo che si differenzia per i cerchi Borrani in alluminio con saldatura a vista, per ilo parafango posteriore che sul lato destro scende con una linea obliqua ma diritta e per il cruscottino piccolo e nero ( come calimero ).
Il restauro del galletto è piuttosto oneroso, normalmente servono un centinaio di ore di lavoro ( se te lo sai verniciare ) e un migliaio di euro di spesa viva ( ovviamente esclusa la verniciatura).
Se il centinaio di ore te lo devi pagare, la moto non varrà il costo del restauro.
Ciao
Vanni


grazie della risposta esauriente GTV47
sei un amico
volevo chiederti una cosa però c'è differenza di valore
di mercato tra un galletto 160 cc e 192 cc?
il secondo vale di più?
adesso ti allego delle foto potresti farmi sapere
cosa ne pensi?

http://img516.imageshack.us/my.php?imag ... to1by3.jpg
http://img514.imageshack.us/my.php?imag ... to2lb7.jpg
http://img175.imageshack.us/my.php?imag ... ttobc3.jpg

ti ringrazio anticipatamente
Guzzaiolo
Utente Registrato
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio apr 05, 2007 3:09 pm

Messaggioda gtv47 » gio mag 17, 2007 1:32 pm

Dalle foto il colore sembra troppo zabaione, è stato eseguito un restauro approssimativo, la moto è completa e sembra originale dappertutto.
Non so se è iscritta ASI o FMI, o se ci sono documenti originali.
Probabilmente sarà difficile iscriverla per via del coloraccio. Se fosse già iscritta potrebbe valere 2000 € o poco più. se invece non è iscritta da nessuna parte, io non darei più di 1000 € e ancor meno se priva di documenti,
La 160 è il modello di maggior valore mentre la 192 è quella che va meglio. La 175 è rara perchè prodotta solo nel 53/54 ma è quella che dà più rogne.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Guzzaiolo » gio mag 17, 2007 1:34 pm

GTV47 ha scritto:Dalle foto il colore sembra troppo zabaione, è stato eseguito un restauro approssimativo, la moto è completa e sembra originale dappertutto.
Non so se è iscritta ASI o FMI, o se ci sono documenti originali.
Probabilmente sarà difficile iscriverla per via del coloraccio. Se fosse già iscritta potrebbe valere 2000 € o poco più. se invece non è iscritta da nessuna parte, io non darei più di 1000 € e ancor meno se priva di documenti,
La 160 è il modello di maggior valore mentre la 192 è quella che va meglio. La 175 è rara perchè prodotta solo nel 53/54 ma è quella che dà più rogne.
Ciao
Vanni



Grazie ancora infinitamente
ascolta la moto ha documenti e mi informo se è
iscritta a qualche club che mi consigli quanto dovrei spendere
massimo?
ciao e grazie amico
Guzzaiolo
Utente Registrato
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio apr 05, 2007 3:09 pm

Messaggioda gtv47 » ven giu 01, 2007 4:38 pm

Ma i documenti sono ancora validi o devi reiscriverla al PRA?
Stai basso più che puoi|
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Restauratori torinese

Messaggioda Nello » lun giu 25, 2007 12:00 pm

Ciao Vanni, un amico torinese cerca un buon restauratore è disposto a portarlo ovunque, a patto che sia restaurato a regola d'arte


Grazie
Nello
Staff
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda gtv47 » lun giu 25, 2007 2:15 pm

Provare a sentire Stucchi poi riferiscimai
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Re: Restauratori torinese

Messaggioda Pietro » ven giu 29, 2007 2:51 pm

Nello ha scritto:Ciao Vanni, un amico torinese cerca un buon restauratore è disposto a portarlo ovunque, a patto che sia restaurato a regola d'arte


Grazie


il mio l'ho fatto restaurare dal "Menni" a Mandello (restauro impeccabile ma mi è costato un rene), se vuoi ti passo il nr. di telefono

Ciao
Avatar utente
Pietro
Utente Registrato
 
Messaggi: 792
Iscritto il: ven gen 28, 2005 3:14 pm
Località: Lecco

Messaggioda Nello » mer ott 17, 2007 9:48 am

Ciao Vanni, mi chiedono il codice colore del bianco panna del galletto 192
tnx
Nello
Staff
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda gtv47 » mer ott 17, 2007 11:25 am

Il colore del galletto avviamento a pedale era denominato
" Sabbia del Ticino".
Nei tintometri Max Mayer lo trovi ancora semplicemente chiedendol'avorio del galletto, nei tintometri Lechler lo trovi nel master "Moto 8D".
L'avviamento elettrico invece era verniciato in grigio chiaro ma il codice lo debbo cercare.
Ciao
Vann
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Nello » lun nov 12, 2007 6:01 pm

ho bisogno d'aiuto ...sto restaurando un galletto 192 con avviamento a pedale (1960) è di color beige , mi servirebbero i codici colore della leiker e anche il codice delle parti nere ( mozzi ruote forcellone ecc. )
Nello
Staff
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » lun nov 12, 2007 6:02 pm

Il beige si chiama sabbia del ticino, la Lechler lo ha codificato nel tintometro con la sigla Moto 8-D mentre se vai alla Max Maier basta chiedere l'avorio galletto. il nero è il solito RAL 9005per i mozzi ruota , i raggi, il pedale freno mentre è un comune nero opaco per i tamburi freno e il cavalletto.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda PLUTO » gio nov 15, 2007 8:20 am

Ciao Vanni.
Ho praticamente finito il restauro di un 160 2° serie (quello con il cruscotto del 175).
L'interno del parafango posteriore e' trattato con una finitura particolare. Sembrerebbe il comune antirombo nero applicato a pennello. Mentre invece l'interno del telaio nella parte inferiore e il vano portaserbatoio sono solo trattati con il solo fondo grigio e non verniciati in avorio. Ti risulta sia corretto?
Ciao e grazie!
Claudio
CLAUDIO
Avatar utente
PLUTO
Utente Registrato
 
Messaggi: 66
Iscritto il: lun set 24, 2007 12:37 pm
Località: VILLADOSSOLA

Messaggioda gtv47 » gio nov 15, 2007 12:51 pm

Mi risulta corretto.
In funzione della fretta di allestire le moto, mi raccontava il vecchio caporeparto della verniciatura, che l'antirombo a volte non veniva applicato.
Anch'io, smontando qualche galletto, mi son ritrovato con questi pezzi finiti solo dove si vede.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1508
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Prossimo

Torna a La rubrica di Vanni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti