Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista

Falcone

Falcone

Messaggioda antonelli » gio mag 19, 2005 11:21 pm

Sto restaurando il mio Falcone sport 1957.
Che tu sappia, c'è una ricetta per dare un po' di pepe al motore senza intaccare la proverbiale affidabilità?
Grazie e ciao,
Franco Antonelli

antonelli@gmx.net
antonelli
 

Messaggioda gtv47 » dom mag 29, 2005 8:42 pm

Franco
Se sul Falcone sport monti i pezzi originali ( non quelli del motocarro o del turismo ), hai digià delle prestazioni sorprendenti. Se ben a punto, il FS può raggiungere punte velocistiche tra i 140 e i 150 Kmh.
Comunque dammi un po di tempo e vedo di informarmi, perché lavorando sulla fasatura dell’asse a cammes, si può aumentare un po le prestazione, a discapito della regolarità del minimo e del tiro in basso.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

falcone sport

Messaggioda antonelli » mar mag 31, 2005 4:22 pm

GTV47 ha scritto:Franco
Se sul Falcone sport monti i pezzi originali ( non quelli del motocarro o del turismo ), hai digià delle prestazioni sorprendenti. Se ben a punto, il FS può raggiungere punte velocistiche tra i 140 e i 150 Kmh.
Comunque dammi un po di tempo e vedo di informarmi, perché lavorando sulla fasatura dell’asse a cammes, si può aumentare un po le prestazione, a discapito della regolarità del minimo e del tiro in basso.
Ciao
Vanni


il mio motore è come mamma guzzi l'ha fatto, con valvola di scarico di 40 e non di 42 come sul turismo.
Avrei pensato di montare un pistone un po' più compresso,( ma non so di quanto) camme, bicchieroli e aste del dondolino per rispondere a qualche saturno sport troppo aggressivo. Il mio fa già sui 140 kmh, ma porca miseria, non bastano mai!

grazie, ciao, Franco
antonelli
 

falcone sport

Messaggioda gtv47 » gio giu 02, 2005 5:39 pm

Ho parlato ieri col Piero Pomi ( ex squadra corse )
Mi dice che se non ci sono limiti di spesa, si può trapiantare testa/cilindro e pistone del Dondolino,ovviamente anche la camma.
In questa configurazione regge il carburatore da 36 ( SS36).
Si dovrebbe tornire il volano passando da D 285 a D 260.
così si passerebbe dai 24 Cv a 37 Cv, con velocità di punta superiori ai 170 kmh.
Una finezza potrebbe essere la coppia a denti dritti.
Il cambio e la frizione del FS sono identici a quelli del Condor, tant'è che sulle moto da corsa, alla fine, si usavano cambi di serie.
Con prestazioni di questo livello, bisogna curare molto bene la ciclistica, i freni in particolare vanno fatti con ferodi teneri ed è bene tornire i ferodi. dev'essere senza giochi la forcella e i rulli devon scorrere bene, non scivolare. Insomma, tutto deve essere particolarmente perfetto per non rischiare la pelle.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Re: falcone sport

Messaggioda antonelli » ven giu 03, 2005 12:37 am

GTV47 ha scritto:Ho parlato ieri col Piero Pomi ( ex squadra corse )
Mi dice che se non ci sono limiti di spesa, si può trapiantare testa/cilindro e pistone del Dondolino,ovviamente anche la camma.
In questa configurazione regge il carburatore da 36 ( SS36).
Si dovrebbe tornire il volano passando da D 285 a D 260.
così si passerebbe dai 24 Cv a 37 Cv, con velocità di punta superiori ai 170 kmh.
Una finezza potrebbe essere la coppia a denti dritti.
Il cambio e la frizione del FS sono identici a quelli del Condor, tant'è che sulle moto da corsa, alla fine, si usavano cambi di serie.
Con prestazioni di questo livello, bisogna curare molto bene la ciclistica, i freni in particolare vanno fatti con ferodi teneri ed è bene tornire i ferodi. dev'essere senza giochi la forcella e i rulli devon scorrere bene, non scivolare. Insomma, tutto deve essere particolarmente perfetto per non rischiare la pelle.
Ciao
Vanni

Ti ringrazio, mi metterò in caccia dei pezzi del Dondolino, anche se penso che sarà difficile trovarli originali e non replicati.
Scusa, e se uno riproducesse diametri valvole asp-scar. compressione e pistone e carburatore e camme? la spesa sarebbe inferiore e avrei sempre testa in bagno d'olio....
Tutte le guzzi se non hanno la ciclistica a posto sono dei veri cancelli da guidare, ma se sono in ordine sono godimento puro di guida,
Ciao, Franco
Ciao, Franco
antonelli
 

Re: falcone sport

Messaggioda Ospite » ven giu 03, 2005 4:17 pm

GTV47 ha scritto:Ho parlato ieri col Piero Pomi ( ex squadra corse )
Mi dice che se non ci sono limiti di spesa, si può trapiantare testa/cilindro e pistone del Dondolino,ovviamente anche la camma.
In questa configurazione regge il carburatore da 36 ( SS36).
Si dovrebbe tornire il volano passando da D 285 a D 260.
così si passerebbe dai 24 Cv a 37 Cv, con velocità di punta superiori ai 170 kmh.
Una finezza potrebbe essere la coppia a denti dritti.
Il cambio e la frizione del FS sono identici a quelli del Condor, tant'è che sulle moto da corsa, alla fine, si usavano cambi di serie.
Con prestazioni di questo livello, bisogna curare molto bene la ciclistica, i freni in particolare vanno fatti con ferodi teneri ed è bene tornire i ferodi. dev'essere senza giochi la forcella e i rulli devon scorrere bene, non scivolare. Insomma, tutto deve essere particolarmente perfetto per non rischiare la pelle.
Ciao

Oggi sono di festa e rileggendo la tua gradita risposta relativa a ciò che ti ha detto il Pomi, mi veniva da chiederti se per caso il Pomi non avesse notizie relative ai seguenti dati:
-diametro valvole, fungo e stelo.
-rapporto di compressione.
-peso del volano, penso kg.6,6 ma non sono sicuro.Ne ho pesato uno tanti anni fa, ma non scrissi il dato.
-Le molle a spillo rimangono quelle col carico del FS?
- I bicchieroli, o come li chiami, quei cuscinetti che stanno tra camme e aste, sono gli stessi del FS?
-Cambia la lunghezza di detti bicchieroli o delle aste?
-Va alleggerita la serie di ingranaggi della distribuzione e della frizione( trasmissione primaria)?
-C'è modo di staccare il carico della dinamo? conviene, voglio dire...

Ho un GTV anteguerra-1934-, lo volevo cambiare con una sport 15, ma vedendo che l'hai anche tu, ci ripenserò. Non l'ho mai adoperato, mi dicono che rispetto al falcone ha il cambio un po' ...grattante, è vero?
Ti ringrazio delle notizie, ciao
franco

Vanni
Ospite
 

gtv

Messaggioda gtv47 » ven giu 03, 2005 5:57 pm

In attesa di risentire il Pomi,a proposito del cambio del GTV, questi ha il cambio con un ingranaggio quadruplo e un doppio che scorre.In sostanza per cambiare si sostituiscono gli ingranaggi spostandoli lateralmente e mandandoli in presa.Questo comporta facilità di grattate, specie in prima.Pomi mi ha insegnato a partire con nonchalance, mettendo in leggero movimento la moto prima di inserire la marcia.Il difetto più grosso è che tende a sputare la seconda marcia sulle lunghe salite ( dopo 300/500 mt )
Il Falcone, adotta il cambio corsaiolo, progettato da Carcano per il Condor e utilizzato in seguito per il Dondolino.
Questo è a ingranaggi sempre in presa, si cambia spostando dei manicotti che ingranano lateralmente nelle feritoio degli ingranaggi.
Il comando del cambio sul falcone è rovesciato, lo si raddrizzò montando il tirante sopra al preselettore anzichè sotto.I numeri delle marce sono stampigliati in modo inverso e la parte posteriore del carter del Falcone finisce ad angolo anzichè squadrata come sul GTV.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Re: gtv

Messaggioda antonelli » ven giu 03, 2005 6:29 pm

GTV47 ha scritto:In attesa di risentire il Pomi,a proposito del cambio del GTV, questi ha il cambio con un ingranaggio quadruplo e un doppio che scorre.In sostanza per cambiare si sostituiscono gli ingranaggi spostandoli lateralmente e mandandoli in presa.Questo comporta facilità di grattate, specie in prima.Pomi mi ha insegnato a partire con nonchalance, mettendo in leggero movimento la moto prima di inserire la marcia.

Ho un vago ricordo di poliziotti della Stradale che mettevano in moto il guzzi 500 sul cavalletto, si siedevano, innestavano la prima e partivano con un colpo di reni mettendo giù la moto dal cavalletto. Ma non ricordo che tipo di guzzi, se Falcone o GTV, di sicuro ricordo che sulla parte destra, parallela a terra, si portavano una carabinetta leggera d'ordinanza, credo la Winchester 30 M1. Queste guzzi erano color amaranto e non avevano toppe cromate sul serbatoio, inoltre i dadi e la viteria erano bianchi come il latte, come fossero stati cadmiati. Un poliziotto che conoscevo, mi raccontò, una volta in pensione, che quando facevano servizio di scorta a trasporti ingombranti da firenze a milano, dopo il servizio, essendo liberi, tornavano a casa a tutta velocità - inclinavano il parabrezza per renderlo aerodinamico - senza mai rallentare, mai avuta una rottura. Aveva un falcone turismo con camme, pistone e carburatore dello sport, in molti avevano moto così modificate nell'officina della stradale. toglievano il rinvio del contachilometri, quello telescopico, perchè se si rompeva era pericoloso, potendo entrare dentro i raggi. Tutte cose raccontate da chi ha passato una vita con le guzzi 500.
ciao, franco


Il difetto più grosso è che tende a sputare la seconda marcia sulle lunghe salite ( dopo 300/500 mt )
Il Falcone, adotta il cambio corsaiolo, progettato da Carcano per il Condor e utilizzato in seguito per il Dondolino.
Questo è a ingranaggi sempre in presa, si cambia spostando dei manicotti che ingranano lateralmente nelle feritoio degli ingranaggi.
Il comando del cambio sul falcone è rovesciato, lo si raddrizzò montando il tirante sopra al preselettore anzichè sotto.I numeri delle marce sono stampigliati in modo inverso e la parte posteriore del carter del Falcone finisce ad angolo anzichè squadrata come sul GTV.
Ciao
Vanni
antonelli
 

Carburatore Dellorto SS29A che non va

Messaggioda moderntalking » gio ago 14, 2008 4:29 pm

Ciao
Sono da poco entrato in possesso di un Falcone sport del 54, che ho acquistato in discreto stato e marciante, anche se ha subito un restauro circa 25 anni fa.
Dopo averci cambiato almeno l'olio, per sicurezza, ho iniziato ad usarlo e ho percorso circa 300 km.
Poi ho avuto un guaio, e adesso non riesco più ad usarlo.
In pratica il carburatore non va più bene.
Al minimo ci stà, anche se dopo un po' si spegne all'improvviso.
Accelerando solo un po' si spegne, mentre se si riesce a tenerlo alto di giri non ci sono problemi.
Devo però azionare sempre il "cicchetto", per riempire più del normale la vaschetta, con il risultato che poi perde benzina a più non posso.

Ho smontato e pulito il carburatore, che era molto sporco di morcia marroncina, probabimente precedenti perdite di benzina rossa.
Lo spillo della vaschetta è abbastanza messo bene, lo spillo del diffusore e la "ghigliottina" invece non sono proprio perfetti, ma non credo che il problema sia li.

La cosa che mi lascia amaro in bocca è che andava, e all'improvviso non va più, come se mancasse qualcosa rispetto a prima.

Dopo averlo pulito e rimontato, le cose non sono cambiate.

Il mio dubbio è che ci sia un foro aperto che non dovrebbe essere aperto.

Il carburatore è ovviamente l'SS29A della Dellorto.

Se guardate la foto raggiungibile al link

http://www.racing-bike.it/mik/IMG_3459_rid.JPG

si vede chiaramente che dal lato opposto dello spillo regolabile il foro è aperto, e a me sembra che non dovrebbe essere così. Attorno ci sono tracce di colla, come se ci fosse stato un tappo che è saltato.

Sicuramente il carburatore non è nelle sue condizioni originali, ma a me basterebbe sapere se quel foro normalmente deve essere aperto o no, per poi trovare un rimedio. Nel mio carburatore il foro è da almeno 2 mm.

Grazie e buona giornata
Avatar utente
moderntalking
Utente Registrato
 
Messaggi: 122
Iscritto il: gio ago 14, 2008 3:31 pm
Località: Provincia di Padova

Messaggioda gtv47 » mar ago 19, 2008 7:37 am

Io vedo solo che manca la vite che stringe la fascetta, non capisco a quale foro ti riferisci.
Secondo me hai un getto otturato, probabilmente il serbatoio non è stato trattato e continua a generare sporco che va a otturare i getti.
Bisogna,sempre secondo me, eseguire una bella pulizia dell'interno serbatoio e una verifica dei getti.
Fammi sapere.
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda moderntalking » ven ago 22, 2008 7:39 pm

Grazie Vanni della risposta.

Il foro che intendevo io l'ho segnato con un circoletto rosso sulla foto del primo post (ho modificato la foto, prima il circoletto non c'era).

Dopo attenti ragionamenti, con il carburatore smontato, ho capito che la mia idea era sbagliata. Quel foro deve esserci, perchè è l'ingresso aria del circuito del minimo.

Ho comunque seguito i tuoi consigli.
Ho smontato nuovamente il carburatore e pulito tutto.
Smontato e pulito i condotti tra serbatoio e carburatore.
Svuotato il serbatoio, smontati e puliti entrambi i rubinetti, e pulito per quanto possibile il serbatoio. Ho trovato qualche piccola crosta e un po' di polverina, ma non tanta roba.

Rimontato il tutto, il carburatore continua a perdere benzina, e la moto va solo al minimo.

Alla fine, anche grazie a dei pezzi di ricambio che ho trovato su un sito (http://www.nonsolomotoguzzi.com), ho risolto il problema.

Tutto era dovuto allo spillo del galleggiante, che era consumato nella base di chiusura e teneva troppo alto il livello della benzina nella vaschetta. Di conseguenza la benzina riusciva a traboccare dal diffusore e colava fuori, impedendo al circuito del massimo di funzionare perchè la benzina ostruiva alcuni passaggi dell'aria.

Sostituito lo spillo del galleggiante e anche la base di chiusura, sostituito per sicurezza anche lo spillo conico del diffusore e la "ghigliottina", che recavano comunque segni di usura.

Adesso la moto si accende (quasi) al primo colpo (e se non lo fa è sicuramente per mia imperizia nella manovra), sale bene di giri e sopratutto non perde più benzina.

Grazie
Michele
Avatar utente
moderntalking
Utente Registrato
 
Messaggi: 122
Iscritto il: gio ago 14, 2008 3:31 pm
Località: Provincia di Padova

Messaggioda gtv47 » sab ago 23, 2008 7:11 am

Ottimo!!
Buona strada e buon divertimento!!
Ciao
Vanni
Avatar utente
gtv47
Socio Tesserato 2017
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: mer giu 02, 2004 6:03 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:20 pm

Ciao Vanni.

Avrei bisogno di togliere il volano del mio falcone sport del 54.
Ho la chiave apposita, ma non so come bloccare il volano per fare forza.
Avevo pensato di mettere la 4 marcia, solo che così lo sforzo si sfoga sul cambio, e ho paura di rovinarlo.
Come si fa ?

Grazie e buona giornata
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:20 pm

Tieni presente che la ghiera funge pure da estrattore.
Bisogna allentare di un paio di giri la ghiera, svitando il dado, questi tramite il collare spinge sulla ghiera forzando il volano a scendere dal cono.
Puoi usare un avvitatore di quelli da gommista oppure un martello leggero con colpi molto secchi sul manico della chiave, in tal caso serviranno almeno una ventina di colpi ben assestati.
Ciao
Vanni
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:21 pm

Ricordiamo che la ghiera da svitare uno o due giri E' PASSO SINISTRO!
Quindi si allenta girandola in senso orario.
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:21 pm

Avevo letto da qualche parte che la ghiera ha il filetto rovescio.

Ma non ho capito se la mia idea di mettere in 4 marcia va bene o se devo tenere fermo il volano con le mani.
Scusate se sono duro di comprendonio.

Grazie
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:22 pm

Il volano è da tenere con le mani ( essere in due è sicuramente meglio). Sulla chiave picchiaci con una mazzetta perchè sennò non "sente" il colpo.
Se poi si fosse bloccato nel conico dell'albero motore scaldare abbondantemente con cannello a gas ( mi raccomando di levare serbatoio della benzina e carburatore per evitare spiacevolissime conseguenze).

Se si fosse schiavettato son cavoli ( ma è raro )

Non scaricare i colpi della mazzetta sul cambio.

Buon lavoro.
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:22 pm

Ok, il volano è venuto via.
Mi sono aiutato con una pistola ad aria, di quelle per togliere le gomme, e tutto è andato liscio.

In pratica sto smontando il motore del mio vecchio falcone, primo perchè trafilava olio da molte gurarnizioni, e secondo perchè purtroppo ho sicuramente un cuscinetto che "urla". Probabilmente la moto è rimasta ferma in passato, e il cuscinetto ne ha risentito. Immagino che in 54 anni di età ne abbia viste di tutti i colori.

Non so se ho intrapreso qualcosa di troppo difficile per me. Non ho mai messo le mani su un motore 4 tempi, mentre ho un po' di esperienza su motori 2 tempi, sopratutto vespe, anche se sono passati più di 20 anni dall'ultimo motore che ho toccato.

Vi chiedo quindi un po' di aiuto, se vi sarà possibile darmelo.

Come dicevo oggi ho tirato giù il motore dal telaio, e ho iniziato a ripulirlo un po' e a smontarne i primi pezzi.
Chi l'ha montato l'ultima volta ha usato un adesivo/pasta sulle guarnizioni in quantità talmente elevata che ha sbordato un po' dappertutto e fatto uno spessore visibile in alcuni punti, tanto che credo sia la reale causa delle perdite di olio, e non le guarnizioni in carta.

Inizio con le domande.
Questa è la foto della testata.
www.racing-bike.it/mik/SANY2721.JPG
Ci sono molte incrostazioni, ma mi incuriosisce che la valvola di scarico sia nocciola mentre la valvola di aspirazione, come il resto della testa, sia nera. E' normale, oppure è un segno di cattiva regolazione delle valvole ?

Seconda domanda.
Il pistone dello sport, aveva l'incavatura per la valvola di aspirazione sul cielo, come il pistone in foto ?
www.racing-bike.it/mik/SANY2722.JPG
E aveva 5 fasce elastiche (3 + 2 raschiaolio) come in foto ?
www.racing-bike.it/mik/SANY2729.JPG
Ad ogni modo il pistone mi sembra a posto, me lo confermate ?
Il cilindro non è rigato, a parte qualche leggero segnetto.

Terza domanda.
L'interno del condotto di aspirazione e il gambo della valvola sono ricoperti di scorie nere e "oleose" (almeno danno questa impressione). E' normale ?
La foto la metto lo stesso, ma non sono riuscito a mostrare dettagli, a parte il nero dell'interno del condotto.
www.racing-bike.it/mik/SANY2724.JPG


Vi ringrazio immensamente per qualunque indicazione mi potrete dare.

Saluti
Michele
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:22 pm

Ciao Michele, sul colore della valvola nn so che dirti. Sul pistone, avevo anche io un Falcone Turismo che montava il pistone dello Sport e quella incavatura nn l'aveva. Confermo le 5 fasce,3 segmenti e 2 raschia olio.
Se il gambo della valvola di aspirazione è "sporco" probabilmente il guida valvole si è consumato.

Ciao, Alberto.
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Messaggioda Nello » dom dic 14, 2008 10:23 pm

Scusami Michele, prima di smontare il volano hai controllato se lo stesso ha "gioco" in senso radiale e in senso assiale? Mi sembra di capire che aprirai il motore e quindi ti consiglierei ( se il motore è ancora sul telaio) di farlo. Potrai valutare se i cuscinetti dell'albero motore sono andati o no. Di sicuro troverai sgranati i due cuscinetti del cambio dell'albero secondario ( difetto congenito mi hanno detto ).

Ciao.
Nello
Staff
 
Messaggi: 3673
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Prossimo

Torna a Consigli d'epoca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti