Banner Anima Guzzista Banner Anima Guzzista Banner Noleggiomoto.rent

progressi nei veicoli elettrici

L'unico, autentico, inimitabile....

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » lun mar 23, 2020 4:13 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Noi lombardi ne siamo colpiti gravemente. Questo può spiegare la gravità dell'epidemia di coronavirus in lombardia.
Quanto sono responsabili i motori diesel ? Io credevo meno.


Il semplice fatto che in lombardia ci sia più popolazione, più densità, più attività commerciali ed industriali e maggiori e continui rapporti con la Cina implicano chiaramente maggiore inquinamento.
E le stesse condizioni implicano anche maggiore probabilità di contagio a prescindere dall'inquinamento.

Dimostrare che queste due variabili, inquinamento e corona, siano collegate è chiramente lungo e complicato... chiaro che, qualitativamente, meglio essere in salute ed avere il sistema respiratorio già non messo in ginocchio aiuta di certo...

Dire poi che anche "a livello meccanico" il virus usi l'"inquinamento", comprese roba inferiore a pm10, come nanoparticelle etc., per "ficcarsi" meglio nelle basse vie respiratorie direi da profano che non è una roba così campata per aria....
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 910
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » lun mar 23, 2020 4:17 pm

sevendays ha scritto:Bisogna indagare e comprendere il perché lo siano, quello che non si può fare è derubricare la correlazione a mera coincidenza.

Permettemi per cazzeggio una deriva nel faceto :asd: :asd: :asd: : https://www.tylervigen.com/spurious-correlations :asd:

Bellissima la correlazione tra: numero di film in cui Nicholas Cage ha partecipato ed il numero di annegati in piscina :asd: e dove la causa effetto è da intrattenere come probabile :asd:
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 910
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda age073 » mar mar 24, 2020 1:06 am

Luka ha scritto:
sevendays ha scritto:Quando dei dati sono correlati sono correlati. Bisogna indagare e comprendere il perché lo siano, quello che non si può fare è derubricare la correlazione a mera coincidenza.


Sì, ma la correlazione non indica la presenza di un rapporto causa-effetto. Quanto alla possibilità che il PM10 possa fungere da vettore per i virus direi che le opinioni sono assai contrastanti.

L.


E, a parte questo, cosa ha a che fare il discorso virus-inquinamento coi progressi nei veicoli elettrici???
Oh, sabato andiamoasbafaredaldomanda?
Eh?
Ehlkazzo!
Avatar utente
age073
Utente Registrato
 
Messaggi: 3680
Iscritto il: ven ago 11, 2006 1:04 pm
Località: Sunny Anconashire
La/le tua/e Moto Guzzi: 850 GT California

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » mar mar 24, 2020 10:09 am

Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1521
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar mar 24, 2020 12:09 pm

In fondo lo sviluppo delle auto elettriche è partito proprio perchè si sapeva che le auto a benzina producono un sacco di CO2.
Dimenticando che per produrre l'energia che si mette nelle batteria bisogna bruciare combustibili fossili... (magari bruciando carbone, che produce più CO2 della benzina).
Prima di farci spendere risorse per cambiare l'auto e costruire le colonnine di rifornimento, si potrebbe riconvertire le vecchie centrali.

Per es., perchè non far pagare un sovraprezzo sull'energia prodotta dalle centrali classiche, o detassare quella prodotta in modo ecologico ? (sto parlando della famosa carbon tax)
Putroppo le due energie finiscono tutte sulla stessa rete. Ma il sovraprezzo potrebbe essere applicato in uscita dalla centrale.
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27791
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 6:51 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:In fondo lo sviluppo delle auto elettriche è partito proprio perchè si sapeva che le auto a benzina producono un sacco di CO2.
Dimenticando che per produrre l'energia che si mette nelle batteria bisogna bruciare combustibili fossili... (magari bruciando carbone, che produce più CO2 della benzina).
Prima di farci spendere risorse per cambiare l'auto e costruire le colonnine di rifornimento, si potrebbe riconvertire le vecchie centrali.


perche' a parita' di petrolio bruciato nelle centrali con un auto elettrica fai quasi il quadruplo dei km.

Senza contare che comunque ad oggi siamo quasi a meta' produzione da rinnovabile quindi le auto elettriche per meta' vanno a rinnovabile e non a petrolio o carbone

p.s. ad oggi le "vecchie centrali" sono tutte dismesse e sono state soppiantate principalmente dalla produzione fotovoltaica
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar mar 24, 2020 7:01 pm

Athlon ha scritto:p.s. ad oggi le "vecchie centrali" sono tutte dismesse e sono state soppiantate principalmente dalla produzione fotovoltaica

Ma come si rimedia alla produzione limitata ad alcune ore del giorno, uguale per l'eolico?

Adesso e' facile potendo aumentare le centrali tradizionali, ma quando le rinnovabili saranno la grande maggioranza?
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 38118
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 7:32 pm

Cane ha scritto:
Athlon ha scritto:p.s. ad oggi le "vecchie centrali" sono tutte dismesse e sono state soppiantate principalmente dalla produzione fotovoltaica

Ma come si rimedia alla produzione limitata ad alcune ore del giorno, uguale per l'eolico?

Adesso e' facile potendo aumentare le centrali tradizionali, ma quando le rinnovabili saranno la grande maggioranza?



La curva di produzione del solare e' molto simile alla curva di consumo , il baseline puo' essere coperto con accumuli o con rinnovabili programmabili come l'idroelettrico. Ad oggi erano le vecchie centrali termoelettriche ad avere grossi problemi ad adattarsi alla curva di domanda

Per quanto riguarda l'eolico su scala grande ( ad esempio nazionale) la produzione e' abbastanza costante.

Considera che oramai sono moltissimi i paesi che "viaggiano " a 100% rinnovabile

considera che se il grosso della produzione arriva dalle rinnovabili cambia di molto il tipo di centrali che servono , ad esempio le turbogas diventano molto convenienti visto che ahnno tempi di risposta rapidissimi

Comunque in aggiunta al tutto c'e' la Smart-grid , moltissimi carichi non serve che siano immediati ma sono differibili ( esempio carica auto elettriche , riscaldamento acqua calda , condizionamento) quindi non c 'e' solo il fatto che le centrali si adattano al acarico ma oggigiorno e' anche il carico ad adattarsi all' offerta , soprattutto dal punto di vista economico ( il prezzo del kwh cambia molto durante la giornata)
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 7:36 pm

Qui trovi i grafici in temporeale del consumo elettrico nazionale

https://www.terna.it/DesktopModules/Gra ... Lang=it-IT

come vedi quella che una volta era una "collina " completa e' oggigiorno completamente senza punta , anzi sembra che abbia una valle sul colmo , quello che vedi ( la macanza della cima piu' alta e la formazione invece di una valle intorno alle ore 13 ) e' dato dall' autoconsumo solare , cioe' tutte utenze che in quelle ore di luce smettono di prelevare dalla rete e si rendono autonome
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 7:40 pm

LA curva ideale dal lato infrastruttura sarebbe una retta orizzontale che permetterebbe di ottimizzare la rete e le centrali, ad oggi invece c'e' un grosso picco di consumo durante il giorno ed una sovraproduzione notturna.

PEr sistemare questo problema si puo' intervenire in 2 modi:
Sorgente elettrica molto economica diurna ( pannelli solari)
Carichi programmabili notturni ( auto elettriche)

Entrambe queste soluzioni permettono alla rete elettrica di lavorare meglio , considera che il "buco" notturno che vedi nei grafici sarebbe sufficiente ad alimentare quasi la totalita' delle auto circolanti se fossero elettriche
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Gatto del Cheshire » mar mar 24, 2020 7:42 pm

Oggi le punte di carico della rete sono coperte con energia messa da parte (acqua pompata in quota) e con il solare. Di notte quando il solare non c'è e la rete richiede poco, l'eccesso di energia delle centrali (che non possono andare su e giù ma vanno in continuo) viene usato per pompare acqua in quota.
Che non è proprio senza prezzo: faccio energia in una centrale col 40% di rendimento, ne posso usare una parte di notte per il pompaggio (80% di rendimento delle pompe); poi quando faccio uscire l'acqua dal serbatoio in quota ci faccio energia nelle turbine con un altro 80% di rendimento. Così la parte di energia fatta in centrale col 40% di rendimento e messa da parte me la ritrovo quando mi serve col 25% di rendimento (40x0.8x0.8), più o meno lo stesso di un motore a benzina.
(Ma poi devo costruire le colonnine di rifornimento, che non sono gratis. Il costo di ammortamento andrà a finire nel prezzo dell'energia alla colonnina, che non sarà lo stesso dell'Enel a casa tua. Un'altra fetta di vantaggi persa.)
Avatar utente
Gatto del Cheshire
Utente Registrato
 
Messaggi: 27791
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:34 am
Località: Milano
La/le tua/e Moto Guzzi: ex Gilera Arcore 125
ex Kawa Z400
ex Breva 750
ora YBR 250

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 7:51 pm

se invece guardi la dashboard inglese vedrai che per iltre il 26% in questo momento sta andando a vento
https://www.gridwatch.templar.co.uk/
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 7:55 pm

Gatto del Cheshire ha scritto:Oggi le punte di carico della rete sono coperte con energia messa da parte (acqua pompata in quota) e con il solare. Di notte quando il solare non c'è e la rete richiede poco, l'eccesso di energia delle centrali (che non possono andare su e giù ma vanno in continuo) viene usato per pompare acqua in quota.
Che non è proprio senza prezzo: faccio energia in una centrale col 40% di rendimento, ne posso usare una parte di notte per il pompaggio (80% di rendimento delle pompe); poi quando faccio uscire l'acqua dal serbatoio in quota ci faccio energia nelle turbine con un altro 80% di rendimento. Così la parte di energia fatta in centrale col 40% di rendimento e messa da parte me la ritrovo quando mi serve col 25% di rendimento (40x0.8x0.8), più o meno lo stesso di un motore a benzina.
(Ma poi devo costruire le colonnine di rifornimento, che non sono gratis. Il costo di ammortamento andrà a finire nel prezzo dell'energia alla colonnina, che non sarà lo stesso dell'Enel a casa tua. Un'altra fetta di vantaggi persa.)



infatti la soluzione giusta e' di avere tantissimo solare per coprire tutto il picco diurno e magari anche oltre , poi le rinnovabili costanti come vento ed idroelettrico costituiscono lo zoccolo costante , le auto elettriche essendo carichi programmabili ti permettono di caricare quando c'e' sovraproduzione ed eventualmente di aiutare la rete con il V2G ( Vehicle to grid) quando invece c'e' bisogno di generare piu' energia.
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar mar 24, 2020 7:58 pm

Athlon ha scritto:... quindi non c 'e' solo il fatto che le centrali si adattano al acarico ma oggigiorno e' anche il carico ad adattarsi all' offerta , soprattutto dal punto di vista economico ( il prezzo del kwh cambia molto durante la giornata)

E' sempre un po' esistito il carico che si adattava all'offerta, anche 40 anni fa...
Io ho lavorato anche in una grande elettrolisi da 50 MW e la notte portavamo il carico al max perche' il KWh costava meno...
Chi lo puo' fare lo fa, non tutti...e neppure tanti...servono impianti flessibili...
Ultima modifica di Cane il mar mar 24, 2020 8:01 pm, modificato 1 volta in totale.
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 38118
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mar mar 24, 2020 8:00 pm

con le auto elettriche , considerando che ci sono 38 milioni di veicoli circolanti avresti sottomano 30 milioni di storage da almeno 30kwh (circa meta' batteria ) ciascuno ... niente male come capacita' di stoccaggio
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Cane » mar mar 24, 2020 10:24 pm

Ma possibile un inverter da solare 6/7.000W costi solo 34€... :rolleyes:

https://www.ebay.it/itm/Solare-Inverter ... Swi3Jdby5m
Paolo ...
Avatar utente
Cane
Socio Tesserato 2020
 
Messaggi: 38118
Iscritto il: dom giu 04, 2006 10:06 pm
Località: Cecina LI
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1000C

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Athlon » mer mar 25, 2020 12:43 am

non e' un inverter solare e non e' da 7000W,

quello nell lin e' un normale inverter da 12V a 220V da auto da circa 150-200 watt ed effettivamente per quell' oggetto il costo e' di circa 30 euro

comunque fortunatamente i prezzi non scalano linearmente con la taglia ma ci sono forti economie di scala , ad esempio un inverter solare vero , con anche la gestione di un accumulo ( si puo' scegliere anche di caricare l'accumulo da rete di notte ) con una potenza continuativa di 5000 watt costa intorno ai 700 euro

https://www.iorisparmioenergia.com/volt ... gLZi_D_BwE
Avatar utente
Athlon
Utente Registrato
 
Messaggi: 1984
Iscritto il: mer nov 19, 2003 6:22 pm
Località: Sono qui per colpa di SIX

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda Nello » mer mar 25, 2020 12:01 pm

Athlon ha scritto:comunque fortunatamente i prezzi non scalano linearmente con la taglia ma ci sono forti economie di scala , ad esempio un inverter solare vero , con anche la gestione di un accumulo ( si puo' scegliere anche di caricare l'accumulo da rete di notte ) con una potenza continuativa di 5000 watt costa intorno ai 700 euro

https://www.iorisparmioenergia.com/volt ... gLZi_D_BwE


Questo deve essere collegato a valle del contatore per interrompere ed evitare travasi nella rete del gestore ?

N
Nello
Staff
 
Messaggi: 3940
Iscritto il: lun ott 27, 2003 12:04 pm

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda olfra » mer mar 25, 2020 11:00 pm

Athlon ha scritto:Qui trovi i grafici in temporeale del consumo elettrico nazionale


nota di curiosità a lato... pensavo che questa storia del corona diminuisse di molto i consumi.... sono diminuiti di molto... pare un 10gw meno a picco... ma si vede che comunque molte aziende produttive sono ancora aperte....

https://download.terna.it/terna/Report_ ... b62a96.pdf
Avatar utente
olfra
Utente Registrato
 
Messaggi: 910
Iscritto il: mer feb 06, 2019 11:50 pm
Località: Su, dove volteggiano V35

Re: progressi nei veicoli elettrici

Messaggioda sevendays » ven mar 27, 2020 10:08 am

Stanno per arrivare le macchine elettriche prodotte in Cina: la Polestar 2 è una risposta alla Tesla.
E l'Europa? Come al solito è bloccata dalla merkel, cincischia sugli eurobond, parla di posticipare normative antinquinamento per smaltire l'invenduto... Siamo noi i capponi del millennio.
Avatar utente
sevendays
Utente Registrato
 
Messaggi: 1521
Iscritto il: mer mag 06, 2015 5:12 pm
La/le tua/e Moto Guzzi: California 1400 custom

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andrea69, AndreaM, Google [Bot], ledzep, Majestic-12 [Bot], sevendays, TODD e 95 ospiti