V50 III da far risorgere

L'unico, autentico, inimitabile....
Rispondi
dominic
Utente Registrato
Messaggi: 15
Iscritto il: lun lug 16, 2018 12:31 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 III

V50 III da far risorgere

Messaggio da dominic »

Ciao a tutti, sono Giovanni e scrivo da Torino.
Sono un nuovo guzzista venuto da poco in possesso di un V50 III di un amico, fermo da una ventina d'anni:
Qui è come si presenta appena scaricato in garage.
https://drive.google.com/open?id=1R58rv ... 1vBidftgtO

Le condizioni a mio parere sono imbarazzanti e totalmente da rivedere.
A livello meccanico l'accensione è ancora funzionante, parte ad 1 cilindro, in quanto un carburatore è bloccato.
Provvederò appena possibile a controllarlo ed eventualmente sostituirlo...pensavo peggio, ma non parliamo troppo presto.

L'idea di massima è quella di realizzare una moto custom sullo sportivo cafè racer, sostituendo forcelle e motore.
In futuro mi piacerebbe infatti migliorare la ciclistica ormai datata con qualche forcella moderna (tipo Monster o simili) per renderla più sicura e divertente e regalarle qualche cavallino di cui è sprovvista, avendo letto che è possibile sostituire il suo motorello con un 750NTX che vorrei portare a 820cc con teste 4V.
Non escluderei anche la conversione ad iniezione...

Nell'immediato punterei ad eliminare tutte le sovrastrutture e fronzoli vari ed a risolvere i problemi dovuti all'età per renderla marciante.

Mi farebbe piacere, da voi esperti, qualsiasi consiglio e suggerimento sulla fattibilità del mio progetto e su come realizzarlo nel modo meno dispendioso possibile ovviamente! :D

Spero di non aver sbagliato qualcosa nell'apertura del topic, in tal caso mi scuso in anticipo.
Avatar utente
Niko46
Utente Registrato
Messaggi: 386
Iscritto il: mar feb 06, 2018 7:38 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 I° serie (in pensione)
Aprilia Pegaso 650 i.e 2003
Località: Lucca

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da Niko46 »

Benvenuto.
A vedere la foto, quella moto è messa, molto, molto, molto meglio della mia quando la trovai in un fienile...
Ciò detto, mi permetto una piccola osservazione: con tutte le modifiche che ci vai a fare, tralasciando il non così trascurabile dettaglio del "fuori norma" (se cambi le forcelle modifichi la ciclistica: no buono per mamma MCTC), finisci per spenderci uno sproposito. Senza considerare che quando arrivi in fondo non hai una moto "fatta e finita", ma avrai comunque un mezzo che richiederà una quantità immane di cure e con un valore residuo assai basso.

Avendo constatato quanto sopra; passiamo alle questioni che ti interessano.
- Nei serie piccola, fino al V7 I° serie, un motore vale l'altro, lo sforzo è comprarlo, mettercelo e farlo funzionare.
- personalmente ti sconsiglio sia di portarlo agli 820cc che la modifica a 4 valvole: l'aumento di cilindrata non comporta un grande guadagno di cavalli, se non ti interessa la coppia cerca un 650, è più prestazionale; riguardo alle 4 valvole, dovresti trovare un 750 a 8valvole, e reperire un introvabile set di "riparazione/aggiornamento" che consta di un diverso albero a camme e di diverse molle delle valvole. In pratica un v75 usato ti costa di meno.
- se vuoi l'iniezione fai prima a cercare direttamente un 750 breva o v7, la conversione oltre a funzionare un po' ad minchiam, ti costa l'inverosimile.

Il punto quindi è: vuoi più coppia? Mettici il 750 e lascialo stare
Vuoi più potenza? Cerca un 650; il non plus ultra sarebbe un 650 4 valvole con annesso kit di aggiornamento, altrimenti un 650 2 valvole e va comunque alla grande.

La forcella è quello che è, ma se vuoi spendere il giusto, ti consiglio di lasciarla perdere per ora, fa comunque più che dignitosamente il suo lavoro.
Secondo il mio meccanico (chiesi anch'io lumi sul 750 4 valvole) il kit di aggiornamento a meno di 1000/1200€ non lo trovi, sempre ammesso che tu lo trovi. Il kit per aumentare la cilindrata, mi sembrava costasse intorno ai 6/700€.
Per il blocco motore vai a "culo", dipende anche da quanto sei scafato nel cercare certe cose.
Chi s'accontenta gode, ma chi gode s'accontenta di più
Avatar utente
apemaia
Socio Tesserato 2022
Messaggi: 3429
Iscritto il: dom feb 02, 2014 8:45 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: Furia G&B
Località: Treviso

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da apemaia »

Benvenuto! :foryou:
Avatar utente
manhaus71
Utente Registrato
Messaggi: 4956
Iscritto il: lun mar 08, 2010 5:07 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V1000 G5 (1979)
V35 Custom (1985)
Località: North Tuscany

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da manhaus71 »

Ciao e benvenuto! :celebrate:
Quoto e sottoscrivo tutto quanto ha scritto Niko46. :ok:
il 650 2 valvole è il motore serie piccola con il miglior compromesso prestazioni/affidabilità.
Tuttavia il 500 3^ serie è già un buon motore, dalle prestazioni accettabili e divertente a sufficienza.

Se vuoi un consiglio spassionato, risistemati il V50 III originale (possibilmente restituendo al WWF i vari "loghi associativi" :asd: ) e avrai una motoretta affidabile e divertente con poca spesa.

p.s. Se vuoi una bomba prestazionale spendendo poco comprati un Monster S4, si trovano anche a 2000 euro dentone ;)
Manhaus
V1000 G5 (1979)-V35 C (1985)
Avatar utente
hispanico
Utente Registrato
Messaggi: 1458
Iscritto il: sab ott 12, 2013 12:51 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: ---------------
850 Le Mans III '82
California 1400 Touring 2013
V7 Special '70
Stornello 160 '73
Località: Ciociaria

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da hispanico »

Benvenuto :celebrate:
dominic ha scritto: Le condizioni a mio parere sono imbarazzanti e totalmente da rivedere.
Decisamente si :aaah:
dominic ha scritto: A livello meccanico l'accensione è ancora funzionante, parte ad 1 cilindro
Ma hai spruzzato dello sbloccante nei cilindri e, soprattutto, hai cambiato olio e filtro prima di farla partire, vero? Mica l'hai fatta partire con l'olio del giurassico? :rolleyes: :nono:
dominic ha scritto: un carburatore è bloccato.
Provvederò appena possibile a controllarlo ed eventualmente sostituirlo
Spesso basta smontarli, pulirli meticolosamente e sostituire le valvole a spillo con quelle per benzina verde.
dominic ha scritto: pensavo peggio, ma non parliamo troppo presto.
Parole sante. Aspettati problemi inaspettati.
dominic ha scritto: L'idea di massima è quella di realizzare una moto custom sullo sportivo cafè racer, sostituendo forcelle e motore.
In futuro mi piacerebbe infatti migliorare la ciclistica ormai datata con qualche forcella moderna (tipo Monster o simili) per renderla più sicura e divertente e regalarle qualche cavallino di cui è sprovvista, avendo letto che è possibile sostituire il suo motorello con un 750NTX che vorrei portare a 820cc con teste 4V.
Non escluderei anche la conversione ad iniezione...
Tre cose:
1- è un mio sogno;
2- resterà un sogno perché non ne vale la pena;
3- non ne vale la pena perché per fare queste modifiche dovrai spendere migliaia di euro su una moto che varrà si e no 1500 euro se messa bene.

Il V50 (ma in realtà qualunque serie piccola) non è una moto pregiata, fu prodotta in economia ed ha dei chiari limiti sulla ciclistica (a livello di geometrie) che, secondo me, rendono inutile andarci a sostituire forcella e quant'altro per renderla più sportiva. Sono delle pezze. Se vuoi una moto da cui tirar fuori qualcosa di "sportivo" orientati su altre (sui serie grossa, se vuoi restare in Guzzi).

dominic ha scritto: Nell'immediato punterei ad eliminare tutte le sovrastrutture e fronzoli vari ed a risolvere i problemi dovuti all'età per renderla marciante.
L'unica cosa sensata da fare. Aggiungo che pompanti e molle nuove per la forcella e ammortizzatori nuovi migliorano molto la guida (senza stravolgere la moto e senza spenderci un rene). Aggiungo anche revisione impianto frenante con nuove tubazioni in treccia.

Se proprio vuoi tirarci fuori qualche cavallo in più opterei per un albero a camme più spinto o il trapianto con un 650cc 2 valvole e stop. Inutile dire che in entrambi i casi sei fuorilegge (soprattutto col 650, che ha i cilindri più alti e un numero di motore diverso).
dominic ha scritto: Mi farebbe piacere, da voi esperti, qualsiasi consiglio e suggerimento sulla fattibilità del mio progetto e su come realizzarlo nel modo meno dispendioso possibile ovviamente!
Sistema la moto in modo da renderla marciante e sicura e poi fai come dice manhaus e pigliati un S4: https://www.subito.it/moto-e-scooter/du ... 431345.htm
Sicuramente risparmieresti.
Paolo
Predicatore del cardano!
Avatar utente
mdanè
Socio Tesserato 2022
Messaggi: 3807
Iscritto il: lun apr 04, 2005 3:15 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V65, Griso 1100
Località: Fregellae
Contatta:

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da mdanè »

Benvenuto :celebrate:
Mi associo al coro, per quello che ne vuoi fare delle due l'una:
O la personalizzi esteticamente cafe racer type (tipo soffietti alla forcella, ruote tassellate, parafanghi di acciaio ) e il motore lo lasci come è;
O se vuoi qualcosa di piu performante e rimanere in regola prenditi un V7 primo tipo e ci sei gia con i costi..

Ciao.
:ok:
CLUBS:AnimaGuzzista,SSLazioMotociclismo. MOTO: V65, Griso 1100
dominic
Utente Registrato
Messaggi: 15
Iscritto il: lun lug 16, 2018 12:31 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 III

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da dominic »

Grazie per la calorosa accoglienza e piacere di conoscervi!
Questi erano il genere di commenti che speravo di ricevere (anche se mi avete "smontato" :crying: ), tutti motivati e ragionati.

Alla luce di questo, vi chiederei quindi:
Mi dite che dovrei passare ad un serie grossa per qualcosa di più sportivo e adatto a tirar fuori CV, ma ho letto spesso,
anche in questo forum, che i serie piccola sono molto più versatili e sportivi, i serie grossa pesanti e lenti...
non mi tornano le due affermazioni :D
Inoltre su un forum di guzzisti non mi sarei mai aspettato inviti a passare a Ducati! :aaah:

In merito all'aumento di cilindrata invece, a parte i problemi con la MCTC che sono sicuramente da considerare, come mai dovrebbe essere
meno affidabile e dare più problemi ed inoltre non essere prestazionale?
Dai grafici che ho visto un 820cc con testa 4V fa quasi il doppio dei CV alla ruota e con cambio e cardano 750 non dovrebbe avere problemi
di trasmissione.
Inoltre avrei trovato per 600€ un 750 V75 completo di cambio, forcellone, cardano e carburatori...
mi sembra una cifra abbastanza onesta...
Per portarlo a 820cc invece mi sembra sia necessario solo alesare i cilindri (una rettifica onesta non dovrebbe chiedere troppo)
e 2 pistoni nuovi, per quelli effettivamente si starà sui 700/800€

Per kit di aggiornamento, scusate l'ignoranza, cosa intendete?

Faccio tutte queste domande per convincermi ancora di più a lasciar perdere il trapianto di motore :D

Intanto parlando di lavori più a breve termine, mi piacerebbe montare dei semimanubri.
Avete qualcosa da consigliare?
Un prodotto del genere? https://www.ebay.it/itm/SemiManubri-Cro ... Swl2haJqVP

Una sella graziosa che sia abbastanza comoda anche per due persone invece? Quelle che ho trovato mi sembrano cinesate...

Grazie ancora a tutti!
Avatar utente
hispanico
Utente Registrato
Messaggi: 1458
Iscritto il: sab ott 12, 2013 12:51 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: ---------------
850 Le Mans III '82
California 1400 Touring 2013
V7 Special '70
Stornello 160 '73
Località: Ciociaria

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da hispanico »

dominic ha scritto: Mi dite che dovrei passare ad un serie grossa per qualcosa di più sportivo e adatto a tirar fuori CV, ma ho letto spesso,
anche in questo forum, che i serie piccola sono molto più versatili e sportivi, i serie grossa pesanti e lenti...
non mi tornano le due affermazioni :D
Il serie grossa ha un telaio migliore. Tutto il sistema motore/cambio/trasmissione è più pesante, vero, ma anche più affidabile e più robusto, soprattutto nel caso si abbia intenzione di aumentare coppia e potenza. È vero che il serie piccola è più leggero ed ha una potenza specifica superiore, ma è meno robusto di un serie grossa (come ho detto i serie piccola erano costruiti in economia, anche di materiali e trattamenti), inoltre la cilindrata massima è limitata a causa della distanza dei prigionieri dei cilindri. il serie grossa può arrivare a 1200 cc senza problemi (forse anche qualcosa in più).
dominic ha scritto: Inoltre su un forum di guzzisti non mi sarei mai aspettato inviti a passare a Ducati! :aaah:
Sono tempi di magra questi, per la Guzzi. Infatti è bastata la presentazione di un prototipo per far riprendere un po' di vita al forum....
dominic ha scritto: In merito all'aumento di cilindrata invece, a parte i problemi con la MCTC che sono sicuramente da considerare, come mai dovrebbe essere
meno affidabile e dare più problemi ed inoltre non essere prestazionale?
Beh meno prestazionale sicuramente no. I 650 2 valvole non dovrebbero avere problemi. Credo di ricordare che i primi 750 2 valvole avevano qualche difettuccio, ma è possibile che mi sbagli (meglio sentire qualcuno che ne sa di più in proposito)
dominic ha scritto: Per portarlo a 820cc invece mi sembra sia necessario solo alesare i cilindri (una rettifica onesta non dovrebbe chiedere troppo)
Sinceramente preferirei cercare un kit completo 820cc della Gilardoni. Almeno sai che è roba buona e robusta.
dominic ha scritto: Per kit di aggiornamento, scusate l'ignoranza, cosa intendete?
I serie piccola 4 valvole (per cilindro) avevano un piccolo problema di valvole che cadono nei cilindri e camme che si grattugiano. Se vuoi usare un serie piccola 4 valvole devi installare il kit di aggiornamento (che consta di albero a camme fatto meglio, molle valvole più morbide, credo anche nuove valvole, e altri pezzi). Da qualche parte sul forum c'è la bibbia di Dogwalker a riguardo. Potresti anche girare senza il kit, ma è come giocare alla roulette russa.
dominic ha scritto: Faccio tutte queste domande per convincermi ancora di più a lasciar perdere il trapianto di motore
Ti racconto brevemente la mia storia. Ho imparato ad andare in moto su un V35 prima serie con un motore disintegrato. Dopo un po' mi ero rotto gli zebedei cosmici di quel cacchio di motore che si arrendeva ad ogni minima salita e che non faceva altro che bere come un alcolizzato e morire ad ogni stop. Feci montare il motore di un V50. La moto beveva uguale ma andava molto meglio. Ero soddisfatto. Sullo spunto breve me la battevo col vecchio California II di mio padre (serie grossa 1000cc).
Poi comprai il LE MANS III (tutto maiuscolo). Santo dio che Moto con la M maiuscola. Il motore, con Lafranconi Riservato Competizioni e filtri a cono K&N canta di miti ed eroi motociclistici del passato ogni volta che apri il gas. Scomoda, dura da guidare, rovente, puzzolente, alcolizzata (pure questa), è impossibile che non ti stampi un sorriso a 32 denti sotto il casco ogni volta che riesci a percorrere una curva come dio comanda.
Inutile dire che misi da parte il V35. Dopo un po' lo vendetti senza rimpianti.
Sta a te capire la morale del racconto ;) ;)

Comunque, se proprio vuoi spendere soldi vicino a questo V50 inizia per gradi. Pensa prima a renderlo marciante e sicuro (e presentabile, togliendo quella voliera che ci sta attaccata). Poi giraci un po'. Poi vediamo come vanno le cose.
dominic ha scritto: Intanto parlando di lavori più a breve termine, mi piacerebbe montare dei semimanubri.
Avete qualcosa da consigliare?
Un prodotto del genere? https://www.ebay.it/itm/SemiManubri-Cro ... Swl2haJqVP
Lascio la parola ad altri.
dominic ha scritto: Una sella graziosa che sia abbastanza comoda anche per due persone invece? Quelle che ho trovato mi sembrano cinesate...
L'unica che mi viene in mente è quella della V7 (moderna).






P.S: Se poi ti prendi un LE MANS III (tutto maiuscolo) e lo fai diventare una caffè ricer mi incazzo però
Paolo
Predicatore del cardano!
Avatar utente
Niko46
Utente Registrato
Messaggi: 386
Iscritto il: mar feb 06, 2018 7:38 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 I° serie (in pensione)
Aprilia Pegaso 650 i.e 2003
Località: Lucca

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da Niko46 »

Il mio V50 mi ha fatto percorrere un 100.000km circa, ora è spolmonato.

La questione affidabilità non è una diceria, se non fosse per l'attaccamento, nel corso del tempo ho pensato più volte alla mia scelta e sul perché quel giorno non sono andato a farmi una birra (che sono anche astemio).

In termini assoluti dire "ha bisogno delle sue cure" è un modo diverso per interpretare il detto "quel che c'è si rompe, anche più volte".
In questo ultimo anno la mia si è letteralmente lasciata andare, tutto quello che si poteva rompere tra motore cambio e giunto cardanico, si è rotto, alcune cose anche un paio di volte.
Giusto ieri mi sono arreso alla sua volontà di fermarsi per sopraggiunti limiti di pazienza.
Chi s'accontenta gode, ma chi gode s'accontenta di più
Avatar utente
nonnomario
Socio Tesserato 2022
Messaggi: 10071
Iscritto il: dom mag 02, 2004 4:40 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: non prendere la vita troppo seriamente ... tanto non ne uscirai vivo ! ! !
Località: Vimercate (MB)

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da nonnomario »

'scolta; prendi una Breva 750 e vai tranquillo.
Mario su: 1000SP ( '83) - " Il BUE "
A.G. n. 68/2022
Avatar utente
manhaus71
Utente Registrato
Messaggi: 4956
Iscritto il: lun mar 08, 2010 5:07 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V1000 G5 (1979)
V35 Custom (1985)
Località: North Tuscany

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da manhaus71 »

dominic ha scritto:Grazie per la calorosa accoglienza e piacere di conoscervi!
Siamo Guzzisti! :D ;) :celebrate:
dominic ha scritto:Mi dite che dovrei passare ad un serie grossa per qualcosa di più sportivo e adatto a tirar fuori CV, ma ho letto spesso,
anche in questo forum, che i serie piccola sono molto più versatili e sportivi, i serie grossa pesanti e lenti...
non mi tornano le due affermazioni :D
io ho sia un serie grossa teste tonde (anche se al momento sono diventate quadre... :-( ) sia un serie piccola ex V35C ora con un motore 650 un pò ottimizzato nei flussi. Sono 2 moto molto diverse e comunque entrambe a mio avviso divertenti e in grado di fornire soddisfazioni (per chi le sa apprezzare...).
La grossa è una moto pesante nella guida urbana, e faticosetta in montagna ma se devi percorrere dei km diventa una goduria. Stabilissima e rocciosa, telaio eccellente, non si scompone mai, i motori sono robusti e pieni di coppia ed hanno ampio margine di potenziamento,
La piccola col 650, grazie al suo peso limitato e alla sua agilità, è una goduria nel misto, è diventata quasi pericolosa... la ciclistica è al limite, accelera e riprende molto bene, il motore però sembra un pò fragile e ho l'impressione che non gradisca molto gli strapazzamenti a 8.000 giri.
dominic ha scritto:Inoltre su un forum di guzzisti non mi sarei mai aspettato inviti a passare a Ducati! :aaah:
Era solo un esempio (come se ne potrebbero fare a decine) per spiegarti che il gioco non vale la candela, o, se preferisci, è più la spesa che l'impresa :asd:
dominic ha scritto:In merito all'aumento di cilindrata invece, a parte i problemi con la MCTC che sono sicuramente da considerare, come mai dovrebbe essere
meno affidabile e dare più problemi ed inoltre non essere prestazionale?
Dai grafici che ho visto un 820cc con testa 4V fa quasi il doppio dei CV alla ruota e con cambio e cardano 750 non dovrebbe avere problemi
di trasmissione.
Inoltre avrei trovato per 600€ un 750 V75 completo di cambio, forcellone, cardano e carburatori...
mi sembra una cifra abbastanza onesta...
Per portarlo a 820cc invece mi sembra sia necessario solo alesare i cilindri (una rettifica onesta non dovrebbe chiedere troppo)
e 2 pistoni nuovi, per quelli effettivamente si starà sui 700/800€

Per kit di aggiornamento, scusate l'ignoranza, cosa intendete?

Faccio tutte queste domande per convincermi ancora di più a lasciar perdere il trapianto di motore :D

Intanto parlando di lavori più a breve termine, mi piacerebbe montare dei semimanubri.
Avete qualcosa da consigliare?
Un prodotto del genere? https://www.ebay.it/itm/SemiManubri-Cro ... Swl2haJqVP

Una sella graziosa che sia abbastanza comoda anche per due persone invece? Quelle che ho trovato mi sembrano cinesate...

Grazie ancora a tutti!
i cilindri delle Guzzi NON si possono alesare poichè sono in alluminio cromato, cioè con riporto galvanico (Nigusil, Nikasil...o altre diavolerie) di poche frazioni di mm di strato durissimo. Se alesi perdi la cromatura e il cilindro diventa inutilizzabile.

Riguardo le teste a 4 valvole, come ti ha spiegato hispanico, quei motori nacquero male: avevano un grosso difetto sulla distribuzione, si consumavano le camme, i bicchierini, i semiconi e i registri valvole e le valvole piovevano nei cilindri spaccando tutto. Forse le ultime serie dei V75 4V erano state migliorate con alberi a camme maggiorati ma tutto il resto rimaneva cagionevole. Esiste la cosiddetta "bibbia" cioè un elenco di modifiche con le quali si può fare la messa in sicurezza del motore ma a volerle fare tutte e a modino ti costano quanto un rene,

Ripeto, il V50 III è una moto valida, affidabile, carina e divertente (a mio parere), sistemala così com'è e ci fai delle belle gite.
Se la vuoi personalizzare libero di farlo, ma sappi che che perde valore... quindi se fossi in te, solo modifiche reversibili e conserva i pezzi originali perchè le quotazioni (per le moto originali) stanno piano piano salendo. Oltretutto le 500 sono un pò più rare rispetto ai 350 e 650 quindi ne terrei di conto. :ok:
Manhaus
V1000 G5 (1979)-V35 C (1985)
Avatar utente
ziofrenk
Utente Registrato
Messaggi: 60
Iscritto il: sab ago 09, 2014 9:13 am
La/le tua/e Moto Guzzi:: MG V35C , MG V35 Imola, MG V35 II, MG CC1400 insomma, mi piacciono le Guzzi!
Località: Lug dla Rumagna

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da ziofrenk »

Benvenuto!
'scolta ma.....
....con tutte le modifiche che vuoi fare, non è meglio se compri una Bellagio?
Spendi sicuramente meno e hai una moto potente con una ciclistica sopraffina!
Chi è senza peccato fa una vita di m..da !
alvaro3
Utente Registrato
Messaggi: 1301
Iscritto il: mar set 04, 2007 11:19 pm

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da alvaro3 »

Dipende tutto da cosa ci devi fare con la moto.
Se devi farci delle gite anche in 2 va benissimo,curve e vento in faccia.
Se devi fare centinaia di km in autostrada con tenda e vettovaglie meglio un cali.......meglio ancora l'auto.
L'affidabilità va di pari passo con la manutenzione,non è che bisogna aspettare che si rompa per controllarlo.
Se vuoi fare il bulletto in strada hai sbagliato marca,con i soldi delle modifiche ,inutili, ti prendi una jappa di terza mano che è più veloce,frena meglio....ecc.ecc.
I cilindri si possono alesare si scromano e si ricromano.
Avatar utente
manhaus71
Utente Registrato
Messaggi: 4956
Iscritto il: lun mar 08, 2010 5:07 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V1000 G5 (1979)
V35 Custom (1985)
Località: North Tuscany

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da manhaus71 »

alvaro3 ha scritto:I cilindri si possono alesare si scromano e si ricromano.
Si, ma mi risulta che a farlo sia una sola azienda in Italia... e quanto ti costa?
A quel punto mi sa che conviene comprare il kit...............
Manhaus
V1000 G5 (1979)-V35 C (1985)
dominic
Utente Registrato
Messaggi: 15
Iscritto il: lun lug 16, 2018 12:31 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 III

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da dominic »

nonnomario ha scritto:'scolta; prendi una Breva 750 e vai tranquillo.
ma anche no! Per carità... :nono:
hispanico ha scritto:Sinceramente preferirei cercare un kit completo 820cc della Gilardoni. Almeno sai che è roba buona e robusta.

Si trovano ancora i kit Gilardoni? Mi sembrava fossero fuori produzione...
hispanico ha scritto:Ti racconto brevemente la mia storia. Ho imparato ad andare in moto su un V35 prima serie con un motore disintegrato. Dopo un po' mi ero rotto gli zebedei cosmici di quel cacchio di motore che si arrendeva ad ogni minima salita e che non faceva altro che bere come un alcolizzato e morire ad ogni stop. Feci montare il motore di un V50. La moto beveva uguale ma andava molto meglio. Ero soddisfatto. Sullo spunto breve me la battevo col vecchio California II di mio padre (serie grossa 1000cc).
Poi comprai il LE MANS III (tutto maiuscolo). Santo dio che Moto con la M maiuscola. Il motore, con Lafranconi Riservato Competizioni e filtri a cono K&N canta di miti ed eroi motociclistici del passato ogni volta che apri il gas. Scomoda, dura da guidare, rovente, puzzolente, alcolizzata (pure questa), è impossibile che non ti stampi un sorriso a 32 denti sotto il casco ogni volta che riesci a percorrere una curva come dio comanda.
Inutile dire che misi da parte il V35. Dopo un po' lo vendetti senza rimpianti.
Sta a te capire la morale del racconto ;) ;)
Bellissima storia! :ok:
Io invece, esclusi gli scooter, ho imparato a guidare su un CBR 900...ora non vorrei avere quelle prestazioni, ma ho paura che mi potrei annoiare subito con quei cavallini spompi, anche se la filosofia della moto è totalmente un'altra...mettici che sono anche patito delle preparazioni...parto già male :rollin
Niko46 ha scritto:Il mio V50 mi ha fatto percorrere un 100.000km circa, ora è spolmonato.

La questione affidabilità non è una diceria, se non fosse per l'attaccamento, nel corso del tempo ho pensato più volte alla mia scelta e sul perché quel giorno non sono andato a farmi una birra (che sono anche astemio).

In termini assoluti dire "ha bisogno delle sue cure" è un modo diverso per interpretare il detto "quel che c'è si rompe, anche più volte".
In questo ultimo anno la mia si è letteralmente lasciata andare, tutto quello che si poteva rompere tra motore cambio e giunto cardanico, si è rotto, alcune cose anche un paio di volte.
Giusto ieri mi sono arreso alla sua volontà di fermarsi per sopraggiunti limiti di pazienza.
Beh km però ne hai fatti dai! E col tempo, i pezzi che si sono rotti e devi sostituire, non li hanno realizzati magari aftermarket e con materiali migliori?
manhaus71 ha scritto:io ho sia un serie grossa teste tonde (anche se al momento sono diventate quadre... :-( ) sia un serie piccola ex V35C ora con un motore 650 un pò ottimizzato nei flussi. Sono 2 moto molto diverse e comunque entrambe a mio avviso divertenti e in grado di fornire soddisfazioni (per chi le sa apprezzare...).
La grossa è una moto pesante nella guida urbana, e faticosetta in montagna ma se devi percorrere dei km diventa una goduria. Stabilissima e rocciosa, telaio eccellente, non si scompone mai, i motori sono robusti e pieni di coppia ed hanno ampio margine di potenziamento,
La piccola col 650, grazie al suo peso limitato e alla sua agilità, è una goduria nel misto, è diventata quasi pericolosa... la ciclistica è al limite, accelera e riprende molto bene, il motore però sembra un pò fragile e ho l'impressione che non gradisca molto gli strapazzamenti a 8.000 giri.
Ti si è piantato un pistone nella testa?

Ora, mettendo da parte le varie elucubrazioni di ciclistica e motore, mi dedicherò al ripristino e a provare a "godermela" così, eliminando animali, voliere e porcherie varie e dedicandomi solo all'estetica per qualche giretto in 2.
Almeno i filtri a cono e collettori dritti, ormai che smonto i carburatori, per togliere quella cassa filtro che aspira solo aria bollente me li concedete? :D

Ogni consiglio è sempre ben accetto! ;)
Avatar utente
hispanico
Utente Registrato
Messaggi: 1458
Iscritto il: sab ott 12, 2013 12:51 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: ---------------
850 Le Mans III '82
California 1400 Touring 2013
V7 Special '70
Stornello 160 '73
Località: Ciociaria

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da hispanico »

dominic ha scritto: Si trovano ancora i kit Gilardoni? Mi sembrava fossero fuori produzione...
Infatti ho scritto cercare. È da un po' che sono fuori produzione. Ma come hanno già detto alesare i cilindri Guzzi è un po' complicato.
dominic ha scritto: Io invece, esclusi gli scooter, ho imparato a guidare su un CBR 900...ora non vorrei avere quelle prestazioni, ma ho paura che mi potrei annoiare subito con quei cavallini spompi, anche se la filosofia della moto è totalmente un'altra...mettici che sono anche patito delle preparazioni...parto già male :rollin
Il Le Mans III è ben lontano dall'essere una moto di elevate prestazioni. Voglio ricordare che entrò in produzione contemporaneamente alla Kawasaki GPz900R che all'epoca era un su un altro pianeta (e non mi dispiacerebbe mettermela in garage affianco il Le Mans :love: ). Oggi il bicilindrico 650 della Kawa si mangia il Le Mans a colazione (e lo so perché ho anche una Versys). Però il Le Mans ha prestazioni decisamente superiori ai serie piccola (650/750 4 valvole esclusi... forse) e una ciclistica nettamente più sana (e aggiungo un cambio decisamente migliore).
dominic ha scritto: Beh km però ne hai fatti dai! E col tempo, i pezzi che si sono rotti e devi sostituire, non li hanno realizzati magari aftermarket e con materiali migliori?
100'000 km per un serie piccola dell'epoca sono tanti. 100'000 km per un serie grossa dell'epoca non sono tanti.

Per la questione pezzi, dipende. Molti ricambi moderni hanno una qualità decisamente più scadente dei ricambi dell'epoca (vedi condensatori Effe solo per fare un esempio... :rolleyes: )
dominic ha scritto: Ti si è piantato un pistone nella testa?
Teste Heron, i serie piccola murano subito (4v esclusi).
dominic ha scritto: Ora, mettendo da parte le varie elucubrazioni di ciclistica e motore, mi dedicherò al ripristino e a provare a "godermela" così, eliminando animali, voliere e porcherie varie e dedicandomi solo all'estetica per qualche giretto in 2.
Bene! :ok:
dominic ha scritto: Almeno i filtri a cono e collettori dritti, ormai che smonto i carburatori, per togliere quella cassa filtro che aspira solo aria bollente me li concedete? :D
Hai la mia benedizione :asd: Ricordati che devi aumentare i getti e forse cambiare spillo conico ai carburatori altrimenti la moto va peggio di prima
Paolo
Predicatore del cardano!
Avatar utente
Niko46
Utente Registrato
Messaggi: 386
Iscritto il: mar feb 06, 2018 7:38 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V50 I° serie (in pensione)
Aprilia Pegaso 650 i.e 2003
Località: Lucca

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da Niko46 »

dominic ha scritto: Beh km però ne hai fatti dai! E col tempo, i pezzi che si sono rotti e devi sostituire, non li hanno realizzati magari aftermarket e con materiali migliori?
In termini assoluti sono moto oneste, la mia tribolazione deriva dal fatto che per farle fare quei km, di manutenzione ne ha avuta molta, anche troppa, a fronte di uno sforzo non così esagerato (non sono uno smanettone).
Credo di esser riuscito una sola volta a farle il tagliando coi km giusti; altrimenti era sempre "vittima" di smontaggi precoci.

Non mi sono disinnamorato Delle Guzzi, ma dopo la sua ultima trovata si sta insinuando il tarlo della "pausa di riflessione".
Chi s'accontenta gode, ma chi gode s'accontenta di più
Avatar utente
Enzo-NW
Utente Registrato
Messaggi: 5514
Iscritto il: sab gen 04, 2014 12:27 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: Stelvio NTX rossa, ex V7 II
Località: Svizzera centrale

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da Enzo-NW »

se rimani sui modelli di 30 anni fa ti tocca tribolare, oggi le cose sono cambiate: sono arrivato a 35000 km con la stelvio e di problemi seri non ne ho avuti: la rogna piu' grossa una guarnizione del serbatoio che perdeva risolto in garanzia.
La V7 prima stessa cosa, la rogna piu' grande fu il paraolio del cardano, anche quello cambiato in garanzia e mai piu' ripresentato.
Certo, le ultime serie non le porti a casa con 1000 euro, ma alla fine e' una scelta tra spendere tutto di un colpo o continuare a spendere cambiando un pezzo dopo l'altro e non sono mai a posto.
Avatar utente
manhaus71
Utente Registrato
Messaggi: 4956
Iscritto il: lun mar 08, 2010 5:07 pm
La/le tua/e Moto Guzzi:: V1000 G5 (1979)
V35 Custom (1985)
Località: North Tuscany

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da manhaus71 »

dominic ha scritto:
manhaus71 ha scritto:io ho sia un serie grossa teste tonde (anche se al momento sono diventate quadre... :-( ) .............
Ti si è piantato un pistone nella testa?
:D No, ho montato temporaneamente un motore 850 testequadre, così nel frattempo posso revisionare il 1000 testetonde senza fermare la moto.

Se vieni da un CBR900, salire su un guzzino 500 di quasi 40 anni fa sarà come passare da una maserati a un calesse... qualsiasi elaborazione tu faccia.
Se proprio ti piace smanecchiare sui motori allora prenditi un serie grossa, almeno puoi tirarci fuori dei bei cavallucci e assaporare la coppia del bicilindrico. ;)

Ma intanto fai bene a sistemare il V50 III, per andare a passeggio è ottima.
OK i filtri a cono ma poi devi ingrassare la carburazione.
Lascia perdere i collettori dritti... per guadagnare una frazione di cavallo ti ritrovi i carburatori al posto delle ginocchia.
Se proprio volessi guadagnare qualche cavallo e ti piace smanecchiare sui motori allora potresti lucidare i condotti di aspirazione (e magari anche di scarico)... allora sì che sentiresti la differenza. Ma è un lavorone e devi tirar giù le teste.
Dai un'occhiata qui: http://forum.animaguzzista.com/viewtopi ... 8#p1073788
E per migliorare il sound potresti cercare un paio di scarichi Lafranconi RC per serie piccola... una vera chicca se li trovassi (anche questi sono fuori produzione... ma cercando nei vari mercatini.....).
Manhaus
V1000 G5 (1979)-V35 C (1985)
alvaro3
Utente Registrato
Messaggi: 1301
Iscritto il: mar set 04, 2007 11:19 pm

Re: V50 III da far risorgere

Messaggio da alvaro3 »

L'alesatura costa 150Euri,vai su google e metti alesatura cilindro cromato e ti escono.
Io all'epoca ,una decina di anni fa,ne avevo uno con uno scalino da 1mm ,l'altro era gia stato sostituito,era un prima serie e non trovavo il ricambio,a Lecco me lo mettevano a nuovo per 130 euri ma poi ci sarebbe da cambiare il pistone,magari ci va anche quello vecchio con i procedimenti di adesso.
Rispondi

Torna a “Forum Generale”